Stampa pagina | Chiudi

grasso nel sangue

Stampato da: Analisi Del Sangue .net
Url discussione : http://www.analisidelsangue.net/forum/topic.asp?TOPIC_ID=381
Stampato il: 28/07/2014

Discussione:


Autore della discussione: viola_73
Soggetto: grasso nel sangue
Inserito il: 08/04/2006 09:16:40
Messaggio:

La cardioaspirinetta fa bene per evitale l'accumulo di placche ateriosclerotiche ..... Volevo CHIEDERE, mio padre la prende già da diverso tempo, ma accusa ogni tanto dei fastidi allo stomaco.
Facendo delle ricerche in internet ho voisto che il TOCOFEROLO O VITAMINA E aiuta ad eliminare gli eccessi di colesterolo ma aiuta anche ad eliminare il grasso nel sangue?
CON CHE ANALISI SI PUò diagnosticare le presenza di grassi nel sangue?
E' OPPORTRUNO QUINDI PRENDERE LA VITAMINA E ?
GRAZIE,VALENTINA

Risposte:


Rispondi: Fede
Risposta del: 08/04/2006 12:13:02
Messaggio:

ti interessano opinioni anche da parte di non medici cioè non dottori (laureati) in medicina?io sono uno studente di biologia...se vuoi ti scrivo cosa ne penso!


Rispondi: viola_73
Risposta del: 08/04/2006 12:28:36
Messaggio:

Citazione:
Originariamente inviato da Fede

ti interessano opinioni anche da parte di non medici cioè non dottori (laureati) in medicina?io sono uno studente di biologia...se vuoi ti scrivo cosa ne penso!


Penso che mi interessano le risposte di chi ne sa certamente più di me! Puoi rispoondermi tranquillamente. Grazie Fede .... cioè Federico?
Valentina


Rispondi: Fede
Risposta del: 08/04/2006 13:48:23
Messaggio:

ok!
la vitamina E è prima di tutto un antiossidante quindi può potenzialmente intervenire in gran parte delle reazioni red-ox tra cui quelle in cui sono implicati intermedi radicalici(e radicali liberi) dunque anche nella perossidazione lipidica...in poche parole contrastare l'eccesso di colesterolo(e/o esteri di colesterolo) con vit E mi sembra un po' generico..è un po' come curare l'influenza con la vitamina C!comunque sia tocoferolo che acido ascorbico sono sicuramente nutrienti salutari!
quanto e di che tipo è la presenza di grassi nel sangue di tuo padre?ad esempio esistono dislipidemie Es ipercolesterolemia,aterosclerosi etc di natura alimentare e/o di natura famigliare(princ genetica)...
in ogni caso potreste analizzare princ
colesterolemia,trigliceridi e lipoproteine sieriche Es HDL,LDL etc..
se è una iperlipidemia ridotta credo che x risolvere il problema possa bastare un'adeguata e controllata dieta alimentare princ limitare grassi e zuccheri invece se è una iperlipidemia rilevante forse possono servire farmaci specifici Es da poco è stata sperimentata positivamente una nuova statina...
inoltre
se l'iperlipidemia è di natura esogena princ alimentare può essere verificata controllando i paramtri analitici prima,durante e dopo diete(prescritte)invece se l'iperlipidemia è di natura endogena princ famigliare Es genetica può essere approfondita anche con analisi di biologia molecolare riguardanti ad esempio enzimi biosintetici come l'HMG-CoA reduttasi..


Rispondi: viola_73
Risposta del: 08/04/2006 14:52:18
Messaggio:

[quote]Originariamente inviato da Fede

ok!

Grazie anzitutto per la risposta Federico,
Nelle ultime analisi i valori di mio padre erano:
LDH 188 -
HDL 40 -
Trigliceridi 40.
LHD che è il cosiddetto colesterolo buono va bene come valore, e inoltre ho visto sempre tramite ricerche in internet( mi piace documentarmi sempre e probabilmente, se fossi stata meno paurosa,avrei fatto il medico e non l’insegnante ) che la vitamina C alza l’hdl come anche l’assunzione di verdure.
Il fatto di avere il colesterolo nel sangue gli è stato detto da un cardiologo che durante la visita li ha sentito un fruscio al cuore e secondo lui c’era del grasso del sangue. Da quel giorno gli ha prescritto una cpr al giorno di cardioaspirinetta. Non so quanti valori di grasso abbia nel sangue a livello alimentare comunque sta molto attento né fritti,né grassi e si mantiene anche in moto, non fuma. A quanto pare leggendo gli altri messaggi , sei proprio un appassionato di biologia ....a che anno se nn sono troppo indiscreta.


Rispondi: viola_73
Risposta del: 08/04/2006 14:53:40
Messaggio:

Citazione:
Originariamente inviato da viola_73

[quote]Originariamente inviato da Fede

ok!
MESSAGGIO CORRETTO
Grazie anzitutto per la risposta Federico,
Nelle ultime analisi i valori di mio padre erano:
LDH 188 -
HDL 40 -
Trigliceridi 198
LHD che è il cosiddetto colesterolo buono va bene come valore, e inoltre ho visto sempre tramite ricerche in internet( mi piace documentarmi sempre e probabilmente, se fossi stata meno paurosa,avrei fatto il medico e non l’insegnante ) che la vitamina C alza l’hdl come anche l’assunzione di verdure.
Il fatto di avere il colesterolo nel sangue gli è stato detto da un cardiologo che durante la visita li ha sentito un fruscio al cuore e secondo lui c’era del grasso del sangue. Da quel giorno gli ha prescritto una cpr al giorno di cardioaspirinetta. Non so quanti valori di grasso abbia nel sangue a livello alimentare comunque sta molto attento né fritti,né grassi e si mantiene anche in moto, non fuma. A quanto pare leggendo gli altri messaggi , sei proprio un appassionato di biologia ....a che anno se nn sono troppo indiscreta.


Rispondi: viola_73
Risposta del: 08/04/2006 14:57:27
Messaggio:

[quote]Originariamente inviato da Fede

ok

VALORE TRIGLICERIDI 198 E NN 40


Rispondi: Fede
Risposta del: 08/04/2006 19:53:31
Messaggio:

ho quasi finito la laurea quinquinnale cioè del vecchio ordinamento(indirizzo fisiopatologico)!ed è vero che sono un appassionato...e mi piace anche che soprattutto in ambito scientifico non si finisce mai di imparare..
hai anche i valori del colesterolo totale?
e la glicemia com'è?
tuo padre ha mai fatto un'angiografia e/o ecodoppler x valutare l'entità delle placche?
ha problemi di digestione?
ha controllato anche il fegato oltre che il cuore?
forse il fegato potrebbe essere la causa(è la principale sede del metabolismo lipidico)invece il cuore una potenziale conseguenza(princ x eventuali deficit circolatori Es coronarici)..
P.S.
tu cosa insegni?


Rispondi: viola_73
Risposta del: 08/04/2006 23:11:20
Messaggio:

[quote]Originariamente inviato da Fede


CONTROLLA POSTA ELETTRONICA


Rispondi: Davide
Risposta del: 09/04/2006 00:27:40
Messaggio:

Citazione:
Originariamente inviato da viola_73

La cardioaspirinetta fa bene per evitale l'accumulo di placche ateriosclerotiche ..... Volevo CHIEDERE, mio padre la prende già da diverso tempo, ma accusa ogni tanto dei fastidi allo stomaco.
Facendo delle ricerche in internet ho voisto che il TOCOFEROLO O VITAMINA E aiuta ad eliminare gli eccessi di colesterolo ma aiuta anche ad eliminare il grasso nel sangue?
CON CHE ANALISI SI PUò diagnosticare le presenza di grassi nel sangue?
E' OPPORTRUNO QUINDI PRENDERE LA VITAMINA E ?
GRAZIE,VALENTINA

La cardioaspirin non serve ad evitare l'accumulo di di colesterolo nelle placche ateromasiche!!!
Farmacologicamente ha lo scopo di prevenire la formazione di Trombi (= coaguli) sulla placca aaterosclerotica che si è ulcerata (=aperta).
Se vengono dolori addominali durante l'uso di cardioaspirin per lungo periodo è consigliato assumere anche un farmaco che riduca la secrezione gastrica come l'omeprazolo. Di recente il Ministero della Salute ha aggiunto l'indicazione ad usare questi farmaci a chi usa l'aspirinetta, potresti quindi averlo gratuito.
Il lipidogramma che si esegue in moltissimi centri per le analisi ti può dare un quadro più completo.
Fare la dieta e una regolare attività fisica è la base della terapia... senza dimenticare di smettere assolutamente di fumare.
Le statine sono farmaci molto potenti che possono dare seri effetti collaterali. In commercio ci sono altri prodotti che non sono farmaci e che danno ottimi risultati. Il migliore credo che sia "Armolipid". Questi farmaci sono composti da estratti di lievito e funzionano benissimo. Sono indicati, però, solo nelle persone come tuo padre che non hanno grave ipercolesterolemia. Per l'aumento dei trigliceridi, ti consiglio di usare degli esteri etili di acidi grassi poli-insaturi, che sono l'unica terapia in commercio. Alcuni nomi sono Esapent e Eskim. L'uso di vitamina E o di tocoferolo è rarissimo nei soggetti di una certa età, poichè ritenuti inutili.
Davide


Rispondi: viola_73
Risposta del: 09/04/2006 09:22:03
Messaggio:

Citazione:
Originariamente inviato da Davide

[quote]Originariamente inviato da viola_73




Grazie Davide per la tua risposta e le tue indicazioni . Sei medico internista?
Valentina


Rispondi: Davide
Risposta del: 10/04/2006 17:57:57
Messaggio:

Citazione:
Originariamente inviato da viola_73

Citazione:
Originariamente inviato da Davide

[quote]Originariamente inviato da viola_73




Grazie Davide per la tua risposta e le tue indicazioni . Sei medico internista?
Valentina

Sì, ma lo hai già saputo da babizzone.
Davide


Rispondi: viola_73
Risposta del: 10/04/2006 19:34:45
Messaggio:

Citazione:
Originariamente inviato da Davide

[quote]Originariamente inviato da viola_73

[quote]Originariamente inviato da Davide

[quote]Originariamente inviato da viola_73




E' vero.Preferivo comunque porre la domanda al diretto interessato per una maggiore correttezza.
Buona serata . Valentina.


Analisi Del Sangue .net : http://www.analisidelsangue.net/forum/

© AnalisiDelSangue.net

Chiudi