Analisi del Sangue e dubbi

Analisi del sangue Forum Discussioni ed opinioni Analisi del Sangue e dubbi

Tag: , ,

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  pontebba 4 anni, 7 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2925 Risposta

    Geronim0
    Membro

    Salve,
    mi chiamo Franco, ho 41 anni, sono un donatore di sangue e dono il sangue circa ogni 3 mesi.

    Come analisi del sangue ho sempre avuto RBC alto e MCV e MCH bassi (mi han detto che ho la microcitosi).

    Ultimamente però ho avuto dei valori strani sul GGT e sulla sideremia.

    Riporto i valori negli ultimi esami effettuati:

    25 Marzo 2011
    sideremia 71 mcg/dL
    GGT 135 U/L
    RBC 6,31 10^6/uL
    MCV 76,5 pg
    MCH 25,0 g/dL

    5 Agosto 2011
    sideremia 96 mcg/dL
    GGT 120 U/L
    RBC 6,38 10^6/uL
    MCV 75,2 pg
    MCH 24,5 g/dL

    10 Novembre 2011
    sideremia 62 mcg/dL
    GGT 123 U/L
    RBC 6,32 10^6/uL
    MCV 76,3 pg
    MCH 24,8 g/dL

    8 Febbraio 2012
    sideremia 36 mcg/dL
    GGT 89 U/L
    RBC 6,35 10^6/uL
    MCV 75,7 pg
    MCH 24,7 g/dL

    Ah, i valori di transaminasi, got e gpt sono normali e nella norma (ho fatto anche un’ecografia al fegato ed era tutto ok).

    ho una carenza di ferro? a cosa può essere dovuta? se servono altri valori per avere informazioni maggiori posso fornirli.

    Vi ringrazio in anticipo,
    cordiali saluti
    Franco

  • #9178 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    L’aumento della sola ggt senza altri esami epatici alterati, indica una sorta di intossicazione da alcool o da farmaci.

    L’abbassamento della sideremia nel tuo caso di portatore di microcitosi con precedenti sideremie normali, può dipendere o da una perdita (ferita – intervento chirurgico – emorragia – mestruazioni abbondanti (non nel tuo caso) o da un’infezione (spesso urinaria)

  • #9179 Risposta

    Geronim0
    Membro

    Grazie mille della risposta.

    Per quanto riguarda il GGT mi avevano dato la stessa motivazione.
    Non prendo quasi mai medicinali ed il consumo di alcol è sempre limitatissimo…

    Ora son sempre più attento all’alimentazione e spero di riportarlo nella norma già dalla prossima donazione.

    Per quanto riguarda la sideremia, non ho avuto interventi chirurgici nè emorragie negli ultimi mesi.
    Rimarrebbe l’infezione…
    La gotta è un’infezione urinaria?
    lo chiedo perchè mio padre soffre di gotta e non so se magari sia ereditaria…
    Pensa che debba integrare la dieta con alimenti contenenti + ferro?

    grazie mille in anticipo,
    cordiali saluti
    Franco

  • #9181 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    La ggt non migliora con l’alimentazione, che sicuramente già fai.
    Mi dai i valori normali del laboratorio, per piacere.

    Per quanto riguarda la sideremia , potrebbe essere un fatto occasionale, certo aumenta il consumo di fegato, legumi. verdure a foglia verde larga , uova ,pesce, frutta secca, ma il consiglio è di usare un integratore vitaminico con ferro.

    La gotta non è un’infezione urinaria ma un accumulo di acido urico (derivante dal metabolismo delle purine) che si accumula nelle articolazioni sotto forma di cristalli
    Con valori di acido urico elevato, oltre ai farmaci, bisogna ridurre drasticamente il consumo di carne.
    La tua familiarità è un indice di predisposizione ma non è detto che sicuramente avrai la gotta.
    Controlla sempre il valore dell’acido urico.

  • #9182 Risposta

    Geronim0
    Membro

    Originariamente inviato da drumma

    La ggt non migliora con l’alimentazione, che sicuramente già fai.
    Mi dai i valori normali del laboratorio, per piacere.

    il laboratorio, per il GGT, mi da i seguenti valori nominali: 12 – 58 U/L
    Le riporto anche i valori di Transaminasi:
    ALT 50 (range 13-69) U/L
    AST 29 (range 15-46) U/L

    Originariamente inviato da drummaPer quanto riguarda la sideremia , potrebbe essere un fatto occasionale, certo aumenta il consumo di fegato, legumi. verdure a foglia verde larga , uova ,pesce, frutta secca, ma il consiglio è di usare un integratore vitaminico con ferro.

    La gotta non è un’infezione urinaria ma un accumulo di acido urico (derivante dal metabolismo delle purine) che si accumula nelle articolazioni sotto forma di cristalli
    Con valori di acido urico elevato, oltre ai farmaci, bisogna ridurre drasticamente il consumo di carne.
    La tua familiarità è un indice di predisposizione ma non è detto che sicuramente avrai la gotta.
    Controlla sempre il valore dell’acido urico.

    Grazie per i consigli che seguirò sicuramente!

    L’acido urico ha a che fare con il valore di UREA?
    (ultimo esame del sangue UREA 34 (range 15-43) mg/dL)

    Le riporto anche altri valori che ho notato alterati(4 valori per le 4 analisi che ho fatto nell’ultimo anno):

    nell’Emocromocitometrico:

    LYMPH 1,22 1,47 1,25 1.46 (range 1.5-4.0) 10^3/uL

    RET 0,74% 0,76% 0,54% 0.63% (range 0.5-1.5%)
    IRF 1,7% 0,6% 0,0% 0.0% (range 6-24%)
    LFR 98,3% 99,4% 100% 100.0% (range 75-92%)
    MFR 0,6% 0,6% 0,0% 0.0% (range 6-20%)

    HFR 1,1% 0,0% 0,0% 0.0% (range 0-4%)

    ho letto che potrebbero anche questi essere legati alla carenza di ferro… è così?

    Grazie ancora per le sue risposte!
    Cordiali saluti
    Franco

  • #9185 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    In un certo senso si , il valore dell’urea può risultare alterato quando l’ acido urico è alto.

    I valori emocitometrico che hai segnato fanno parte dei reticolociti ovvero vanno ad esplorare la serie immatura dei globuli rossi e non hanno direttamente a che fare con il ferro

  • #9186 Risposta

    Geronim0
    Membro

    Originariamente inviato da drumma

    In un certo senso si , il valore dell’urea può risultare alterato quando l’acido urico è alto.

    ah ok! Grazie! magari alla prossima donazione provo a richiedere che mi diano, negli esami, anche il valore dell’acido urico.

    Originariamente inviato da drumma
    I valori emocitometrico che hai segnato fanno parte dei reticolociti ovvero vanno ad esplorare la serie immatura dei globuli rossi e non hanno direttamente a che fare con il ferro

    ma sono comunque accettabili così bassi?

    grazie in anticipo!

  • #9188 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    I valori che riguardano i reticolociti vengono approfonditi quando si hanno patologie nella produzione dei globuli rossi.
    Probabilmente l’apparecchio automatico con cui ti è stato fatto l’emocromo calcola questi valori, anche se non richiesti.
    Per informazione i reticolociti sono globuli rossi immaturi che contengono frammenti dI RNA ribosomiale che progressivamente vanno perdendo diventando poi globuli rossi a tutti gli effetti.
    La loro conta serve per capire quanto produce il midollo, ad esempio dopo una forte emorragia, il loro numero aumenta per compensare i rossi persi.
    Tra i reticolociti si fà una più sottile classificazione a seconda se appartengono ad una popolazione con più alta intensità di fluorescenza (HFR), media intensità (MFR) o bassa intensità (LFR). I primi e i secondi rappresentano gli stadi più immaturi (IRF)

  • #9195 Risposta

    pontebba
    Membro

    Ciao Geronimo. Il GGT è un enzima epatico molto sensibile che avverte se vi sono problemi a carico dei dotti biliari, quei canalini che portano la bile dal fegato.Se la dieta è priva di alcoolici e non assumi farmaci (neppure antidolorifici di routine),potrebbe trattarsi di eccesso ponderale con troppi grassi nella dieta che vanno a finire nel fegato.Anche un rallentamento della bile (calcolosi biliare o disfunzione biliare) fa aumentare il GGT, come pure il fumo.
    Naturalmente l’ecografia negativa esclude una calcolosi.Potrebbe essere utile il dosaggio di fosfatasi alcalina e bilirubina.Ciao 🙂

  • #9197 Risposta

    Geronim0
    Membro

    Originariamente inviato da pontebba

    Ciao Geronimo. Il GGT è un enzima epatico molto sensibile che avverte se vi sono problemi a carico dei dotti biliari, quei canalini che portano la bile dal fegato.Se la dieta è priva di alcoolici e non assumi farmaci (neppure antidolorifici di routine),potrebbe trattarsi di eccesso ponderale con troppi grassi nella dieta che vanno a finire nel fegato.Anche un rallentamento della bile (calcolosi biliare o disfunzione biliare) fa aumentare il GGT, come pure il fumo.
    Naturalmente l’ecografia negativa esclude una calcolosi.Potrebbe essere utile il dosaggio di fosfatasi alcalina e bilirubina.Ciao 🙂

    grazie mille della risposta pontebba! 🙂

    la Fosfatasi Alcalina nei 4 esami era:
    94 75 81 82 U/L (range del laboratorio 38-126)

    la Bilirubina me l’han data solo nel primo esame (25/3/2011) quando il GGT era 135 U/L (range lab 12-58)
    Bilirubina Totale 1,15 mg/dl (lab < 1,0)
    Bilirubina Diretta 0,16 mg/dl (lab < 0,20)
    Bilirubina Indiretta 0,99 mg/dl (lab < 0,80)

    🙂

    Grazie mille ancora!

  • #9207 Risposta

    pontebba
    Membro

    La bilirubina indiretta è appena oltre i normali valori. Bisognerebbe controllare anche esami precedenti perchè potrebbe trattarsi di sindrome di Gilbert. In questi casi il fegato non riesce a captare la bilirubina per carenza dell’enzima (cosa che si eredita) e quindi essa rimane parzialmente in circolo. Invece la bilirubina diretta resta normale.Nella sindrome di Gilbert la bilirubina indiretta può salire a 2-3mg, in alcuni casi (febbre,sforzi) anche a 6. In questi casi le sclere degli occhi diventano gialle.Non crea nessun problema e non va curata. 🙂 .Saluti carissimi

Rispondi a: Analisi del Sangue e dubbi
Le tue informazioni: