eosinofili triplicati

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  drumma 3 mesi, 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #21348 Risposta

    antonio

    Ho ritirato gli esami del sangue richiesti dalla gastroenterologa e reumatologo
    Le illustro solo quelli alterati
    Eosinofili range 1-4 valore 12
    Uricemia range 3.5-7.2 valore 7.4
    globuli rossi ” 4.5mld-5.5mld valore 5.610.000
    presenza di bisalbuminia
    rapporto albumina/globulina range 1.0-1.7 valore 1.80
    albumina range 55-64 valore 64.7
    Volevo conoscere se bisogna farne altri ose da questi e’ possibile arrivare ad una diagnosi,grazie

  • #21356 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Gli eosinofili alti possono significare un problema allergico. Se ha avuto un episodio del genere allora è normale.
    L acido urico alto può essere un problema ereditario aiutato anche da un consumo eccessivo di proteine, che consiglio di diminuire.

  • #21365 Risposta

    antonio

    Purtroppo non ho mai avuto problemi allergici,fatto anche le prove allergiche 3 mesi orsono,nulla,allora gli eosinofili erano a 9,la gastro mi ha prescritto tali esami per via dell’addome dolente e per la presenza di noduli centimetrici al mesentere,il reumatologo per che’ sospetta di una vasculite autoimmune,braccio e gamba sx piene di ulcere/lesioni,dermatologo dice trattasi di prurigo nodulare e’ bisogna individuare cosa le causa essendo secondaria

  • #21369 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Ha provato a fare un esame parassitologico delle feci, e’ un altro motivo di innalzamento degli eosinofili.

    • #21377 Risposta

      antonio

      si,ogni 3 mesi le faccio,poiche’ ho recidive di polipi al colon,il mio problema sono i dolori in ogni dove,in particolar modo arti,cingoli e fianco sx dell’addome e le ferite sulla pelle ed al testicolo sx(epididimite)

  • #21480 Risposta

    Alessandro
    Partecipante

    Per approfondire il tema ACIDO URICO consigliamo la lettura di questo articolo:
    http://www.analisidelsangue.net/acido-urico-alto/

    • #21993 Risposta

      antonio

      Chiedo scusa per un mio reinvio,oggi ho ritirato una cartella clinica di un riccovero per bronchite cronica(bpco) ed ho notato discrepanze tra gli esami della clinica e il laboratorio,gli eosinofili sono scesi a 8 ma su range 0-6,l’uricemia e’ li appena sotto il range max,ma e’ risultato elevatissimo il ldh 701 su range 450,mentre il laboratorio dice 149 su 200 di range,premetto che gli esami vennero effettuati prima di altri esami e cure ricevute in ospedale,idem al laboratorio,premetto che questo prolema del ldh c’e lo da circa 4 anni sempre altino,ma mai come ora,sono fibromialgico e sofferente di ernie diffuse
      ps)ma ldh a cosa serve?Chi mi dice che e’ un marker tumorale,chi un enzima cardiaco

  • #21996 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Provi a fare gli isoenzimi dell’ldh cosi da capire quale frazione è aumentata e quale organo interessa.

    • #23163 Risposta

      antonio

      EGREGIO,ho rifatto l’emocromo e gli eosinofili sono ancora aumentati ora al 17%,la bisalbuminemia e’ scomparsa(mistero)sto praticando cure di cortisone,di solito questa cura mi sbalzava la glicemia,ora no,anzi e la piu’ bassa degli ultimi 5 anni(79)sono stato dall’immunologo(quanta differenza con altri medici)conteggiava alcuni esami(qualai non so)parla di situazione complicata,mi ha prescritto la sottopopolazione linfocitaria dosaggi totali ige immunoglobulina igm iga e igg oltre alla coltura tramite tampone delle lesioni cutanee oltre a dirmi che dovro’ asportare un linfonodo inguinale che negli ultimi 6 mesi e’ cresciuto da 17mm a 35mm,volevo chiederle a cosa servono questi esami,mai praticati prima.Grazie

  • #23169 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Ogni specialista vede la situazione dal suo lato:l’immunologo cerca di capire se c’è qualche problema nella produzione midollare degli eosinofili o se perifericamente è successo qualcosa che abbia dato origine all’ingrossamento del linfonodo;
    ecco le sottopopolazioni linfocitarie e le varie classi di immunoglobuline.
    Io insisto sul praticare gli isoenzimi dell’ldh.

    • #23200 Risposta

      antonio festa

      Il mio problema e’ il curante,se non lo prescrivono i specialisti lui di sua iniziativa non prescrive nulla,per lui eosinofili a 17% e’ cosa da poco ed il linfonodo in libera crescita e’ sempre piccolo,ora ha prescritto sempre dietro consigli altrui il psa totale-fosfatasi alcalina-beta cga-cea e tpa (urologo) per l’epididimite recidivante,idrocele e varicocele bilaterale e prostata ingrandita,per gli isoenzimi egregio dottor Drumma lei me li consiglia lo stesso nono stante ora sia nel range(166) ho choesto al laboratorio dove eseguo gli eami della bisalbuminemia presente nel penultimo e non nei precenti e ne nell’ultimo,neanche loro se lo spiegano,errore?o altro?

  • #23201 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Oggi i medici di base hanno l’obbligo di vedere una richiesta dello specialista; ma comunque si può sempre chiedere un consiglio, d’altronde la salute è la sua.
    Se il valore dell’ldh è rientrato, lasci stare, ma se si rialzerà richieda subito (anche a pagamento) e su quel prelievo, gli isoenzimi.

Rispondi a: eosinofili triplicati
Le tue informazioni: