GAMMAGLOBULINE O IMMUNOGLOBULINE (Ig)

Le Gammaglobuline o Immunoglobuline sono globuline che hanno la funzione di anticorpi. Queste aumentano quando ci sono infezioni nel corpo o comunque un processo infiammatorio in corso e si concentrano nel plasma del sangue

Le Gammaglobuline o Immunoglobuline sono globuline che hanno la funzione di anticorpi. Le Gammaglobuline aumentano quando ci sono infezioni nel corpo o comunque un processo infiammatorio in corso e si concentrano nel plasma del sangue. Le Gammaglobuline Appartengono a 5 classi diverse: IgG, IgA, IgM, IgD, IgE.

Sono considerati valori normali di Gammaglobuline quelli compresi tra 600 – 2300/dl;
Per ognuna delle 5 classi i valori normali di Gammaglobuline sono e seguenti:
– IgG 800-1800 mg/dl;
– IgA 9-450 mg/dl;
– IgM 60-28 mg/dl;
– IgD inferiore a15 mg/dl;
– IgE inferiore a 150 I.U./l

Immunoglobuline
Immunoglobuline

Valori superiori di Gammaglobuline rispetto a quelli ritenuti normali possono indicare malattie bene precise e conclamate (malattie infettive coe la varicella, ad esempio) oppure da malattie occulte o autoimmuni. Per esempio possono essere determinati da:

  • cirrosi
  • collagenopatie
  • epatite acute A, B, C
  • ittero
  • mononucleosi
  • morbo di Hodking
  • neoplasie maligne
  • plasmocitosi
  • citomegalovirus
  • cistite e infezioni delle vie urinarie
  • allergie
  • sepsi croniche
  • tiroidite di Hashimoto

Valori inferiori di Gammaglobuline rispetto a quelli ritenuti normali possono essere determinati da:

  • AIDS
  • insufficienza renale cronica
  • sepsi acute
  • sindrome di Cushing
  • uso di farmaci come gli steroidi.

La misurazione delle Gammaglobuline o immunoglobuline avviene sia attraverso un comune esame del sangue sia attraverso un esame specifoco che viene prescritto dal medico e si chiama elettroforesi delle siero-proteine

Dal nostro FORUM, il n.1 in Italia sulle analisi cliniche dal 2003:

GAMMA GT

O gammaglutamiltranspeptidasi. Enzima situato nelle cellule del fegato, del cuore, del pancreas e del rene.
Sono ritenuti valori di riferimento 7-33 U/l.
Valori superiori a quelli considerati normali possono essere determinati da alcolismo, da epatite virale acuta, da infarto del miocardio, da metastasi epatiche, da nefrosi, da tumori maligni.

GLICEMIA

Indica la concentrazione nel sangue di glucosio, zucchero che si origina dal metabolismo di glicogeno, di ammino acidi e grassi introdotti con gli alimenti.
Sono considerati valori normali 70-110 mg/100 ml.
Valori superiori a quelli ritenuti normali possono essere determinati da avvelenamento da ossido di carbonio (CO), da diabete mellito, da feocromocitoma, da ictus cerebrale, da infarto cardiaco, da insufficienza renale cronica, da ipertiroidismo, da neoplasia del pancreas, da pancreatite, da sindrome di Cushing, da stress, da uso di farmaci contraccettivi e diuretici.
Valori inferiori a quelli ritenuti normali possono essere determinati da cirrosi epatica, da digiuno, da epatopatia cronica, da ipertermia, da ipotiroidismo, da neoplasia del pancreas, da neoplasia dell’ipofisi, da necrosi epatica, da sarcomi, da sindrome di Zollinger-Ellison, da farmaci betabloccanti (chiamati anche bloccanti-adrenergici, prescritti principalmente per il trattamento delle malattie cardiache), da insulina.

GLOBULI BIANCHI

Vedere LEUCOCITI.

GLOBULINE

Sono proteine presenti nel sangue, con nomi e funzioni diverse, come il trasporto di sostanze nel sangue e il compito specifico è di fornire all’organismo le difese contro gli agenti esterni. Se dall’analisi di laboratorio risulta che la quantità è diversa dalla media, significa che sono in atto delle infezioni o malattie. Possono essere suddivise in tre gruppi principali : alfa, beta e gamma globuline.

GLOBULI ROSSI

Vedere ERITROCITI.

GOT

Vedere TRANSAMINASI GOT

GPT

Vedere TRANSAMINASI GPT

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore