SINUSITE : sintomi cause e cure più efficaci

La sinusite è un’infezione dei seni paranasali. Questi sono 4 coppie di cavità delle ossa del cranio, poste in modo simmetrico rispetto al naso

SINUSITE : che cosa è

La sinusite è un’infezione dei seni paranasali. Questi sono 4 coppie di cavità delle ossa del cranio, poste in modo simmetrico rispetto al naso.

La sinusite solitamente può esser la conseguenza di un’infezione o un’infiammazione che colpisce il naso e poi si estende anche ai seni paranasali, che sono collegati con le cavità nasali, oppure può essere generata da forti sbalzi di pressione.

SINUSITE : i sintomi

Quando si ha la sinusite, il primo sintomo è proprio una sensazione di pressione all’interno delle ossa della faccia.

I seni paranasali sono infatti cavità ossee piene d’aria, comunicanti fra loro e con l’esterno, quindi molto sensibili agli sbalzi di pressione.

Poiché si tratta di una struttura rivestita di mucosa, quando questa mucosa si infiamma e si gonfia va ad occludere e tappare le vie di circolo dell’aria e causa il senso di pressione.

In caso di sinusite, quando un seno è ostruito è possibile individuarlo premendo con le dita sulla pelle del viso in corrispondenza dei vari seni. Se alla pressione del dito si avverte dolore (non alla pelle, ma all’interno dell’osso), significa che quel seno è infiammato e ostruito.

Oltre alla pressione delle dita, è possibile anche aumentare la pressione dei fluidi: già soltanto guardare in basso, in caso di sinusite, può far percepire il forte senso di pressione, o anche dolore, in corrispondenza dei seni paranasali colpiti.

Inoltre, in caso di infezione con produzione di muco e pus, un seno “tappato” sviluppa al suo interno il materiale di scarto che aumenta ancora di più la pressione interna, arrivando anche a causare dolore spontaneo.

Un altro sintomo della sinusite è la presenza di pus opaco di colore tendente al giallo o al verde. Si tratta di pus proveniente dalle cavità interne infette o infiammate.

A causa della compromissione dell’equilibrio della pressione dell’aria all’interno delle ossa del cranio, la sinusite causa spesso insonnia e stanchezza. Il mal di testa è molto frequente.

Se l’infezione è particolarmente grave si ha anche febbre e può esserci mal di denti quando vengono colpiti i seni mascellari: la pressione in questi seni va a spingere contro le sadici dei premolari e dei molari causando una fastidiosa sensazione dolorosa anche se i denti sono sani.

Infine, la sinusite ottunde i sensi. Nei seni paranasali, in particolare nella parte superiore della cavità, ci sono dei recettori degli odori che acuiscono il senso dell’olfatto.

Quando i seni sono chiusi, l’aria esterna non li raggiunge e i può perdere in parte o del tutto la capacità di percepire gli odori.

Anche l’udito viene diminuito: i seni sono amplificatori dei suoni e quando sono chiusi o pieni di muco abbiamo una percezione attutita dei rumori. Ciò può venire aumentato dalla chiusura della tuba di Eustachio.

SINUSITE : le cause

  • Infezione: quando un’infezione colpisce il naso, è possibile che sia abbastanza grave o duratura da arrivare ad infettare anche i seni paranasali. È il caso ad esempio del raffreddore e dell’influenza, che causano una proliferazione di virus che provoca gonfiore delle mucose con abbondante produzione di muco e pus.Quando questo materiale infetto raggiunge i seni, l’infezione si propaga. I seni possono essere colpiti in modo asimmetrico e non tutti i sei sono sempre coinvolti nella sinusite.
  • Allergia: le allergie che causano sintomi a livello del naso hanno effetti simili a quelli del raffreddore. Si ha una iper-produzione di muco e un ispessimento delle mucose, con la caratteristica sensazione di naso chiuso.Quando la sintomatologia si aggrava e si sente anche una fastidiosa pressione alla faccia, che può essere anche dolorosa, significa che l’infiammazione è arrivata a coinvolgere i seni nasali e che c’è sinusite.
  • Sbalzi di pressione: i seni nasali sono cavità piene d’aria. L’aria è comprimibile, quindi si tratta di zone particolarmente sensibili agli sbalzi di pressione, sia in caso la pressione aumenti sia in caso diminuisca.I modi più frequenti di sperimentare sbalzi di pressione improvvisi sono le turbolenze aeree e i tuffi in acqua.Altre volte, anche un cambio di altitudine può causare compressione dei seni nasali se i dotti di comunicazione con l’esterno non sono perfettamente liberi.Lo stesso vale per le attività subacquee, durante le quali il corpo è esposto ad una maggiore pressione durante tutto il tempo di immersione.
  • Deviazione del setto nasale: quando il setto nasale è deviato, tendenzialmente una narice respira peggio dell’altra.La deviazione del setto causa un restringimento delle vie aeree del naso, solitamente più accentuato da un lato.In questo modo si ha un difetto meccanico che aumenta la possibilità di sviluppare la sinusite e di avere un’occlusione del naso e in conseguenza dei seni paranasali.
  • Polipi: nei seni paranasali possono crescere dei polipi.
    Si tratta di escrescenze solitamente benigne che però causano l’occlusione del seno e una difficoltà crescente a tenere i seni salubri e a far circolare l’aria.È possibile anche che i seni vengano compressi o occlusi da tumori maligni, quindi è bene rivolgersi al medico in caso si avverta la pressione ai seni senza però sviluppare altri sintomi della sinusite.
SINUSITE
SINUSITE : sintomi cause e cure

SINUSITE : le cure

La sinusite ha diverse cause, ma esiste una serie di manovre che possono essere eseguite a casa per migliorare i sintomi.

Per curare la sinusite è innanzitutto necessario far aprire i seni paranasali liberandoli dall’occlusione.

La prima manovra da fare sono i lavaggi, molto semplici da eseguire a casa. Per effettuare i lavaggi servono una siringa senza ago e della soluzione fisiologica. È possibile acquistare la soluzione fisiologica in farmacia o sanitaria o prepararla a casa, sciogliendo un cucchiaino raso di sale in un bicchiere di acqua tiepida.

È importante che la soluzione sia fisiologica e quindi isotonica (con la stessa concentrazione di sali rispetto al nostro corpo), perché l’acqua dolce o troppo salata generano bruciore e secchezza a causa dell’osmosi cellulare che scatena.

Il lavaggio si effettua aspirando la soluzione fisiologica intiepidita con la siringa e spruzzandola delicatamente all’interno delle narici.

Per un buon lavaggio è bene spruzzare la fisiologica in profondità e tenere la testa in una posizione ideale per favorire il flusso verso l’interno della testa e quindi verso i seni. La testa va quindi piegata di lato oppure si può guardare all’insù. Per comodità, i lavaggi si possono effettuare sopra ad un lavandino o durante la doccia, dove c’è possibilità di movimento e si può far gocciolare l’acqua.

Gli sciacqui interni con la fisiologica puliscono da batteri, muco e impurità, idratano i seni e favoriscono la regressione dell’infiammazione. È bene fare più lavaggi al giorno, soprattutto all’inizio della sinusite, per evitare che peggiori.

Un altro rimedio sono i suffumigi con acqua molto calda e sale o bicarbonato, specialmente se si usa una cappa per respirare più vapore. Anche le docce calde con molto vapore sono benefiche.

È necessario bere molto per mantenere le mucose idratate. Per alleviare il dolore si possono effettuare degli impacchi caldi sul viso o dei massaggi delicati al viso, accompagnati da sequenze di rotazione della testa, che favoriscono il movimento del muco intrappolato nei seni e la sua uscita attraverso i dotti. L’uscita del muco è solitamente verso la gola.

Ulteriore rimedio alla sinusite sono i farmaci. I farmaci per la cura della sinusite dipendono invece dal tipo di patologia che sta alla base dell’infiammazione. In caso la sinusite sia causata da virus o batteri, il medico prescriverà antibiotici o altri farmaci per abbattere il focolaio iniziale dell’infezione.

Per alleviare i sintomi si usano solitamente decongestionanti, antistaminici e farmaci a base di cortisone, in modo da far sgonfiare le mucose e permettere il deflusso del muco, ma sono terapie da seguire per un periodo più breve possibile.

Approfondimento: “i seni paranasali”

Per conoscere meglio cause ed effetti della Sinusite, è utile capire cosa siano i Seni Paranasali.

La prima coppia di seni sono i seni frontali si trova al centro della fronte, appena sopra alle orbite e comunicano con le narici attraverso il dotto rinofrontale.

La seconda coppia è costituita dai seni mascellari, che si sviluppano nella parte della mascella sotto l’orbita oculare; la loro parete inferiore è vicina alle radici dei premolari e dei molari e sono collegate alle cavità nasali attraverso un orifizio.

La terza e la quarta coppia sono costituite dai gruppi di piccole cavità dette seni etmoidali, che si trovano raggruppate ai lati del naso ma in posizione profonda, nell’osso etmoide, e seni sfenoidali, che si aprono all’interno dello sfenoide.

I seni paranasali variano come forma, dimensione e quantità da persona a persona, soprattutto per quanto riguarda i grappoli di cavità che costituiscono i seni etmoidali, ma svolgono tutti la stessa funzione di purificazione dell’aria, di alleggerimento delle ossa del cranio e servono ad aumentare la percezione degli odori e dei rumori, funzionando come casse di risonanza. Sono rivestite di membrana mucosa e di ciglia che trattengono le impurità.

Per Approfondire:

http://www.nhs.uk/Conditions/Sinusitis/Pages/Introduction.aspx
https://medlineplus.gov/sinusitis.html
http://acaai.org/allergies/types/sinus-infection
https://www.betterhealth.vic.gov.au/health/conditionsandtreatments/sinusitis
http://www.allergy.org.au/patients/allergic-rhinitis-hay-fever-and-sinusitis/sinusitis-and-allergy
http://kidshealth.org/en/parents/sinusitis.html
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMHT0024567/
http://umm.edu/health/medical/reports/articles/sinusitis

Analisi del sangue Forum SINUSITE : sintomi cause e cure più efficaci

Stai vedendo 4 discussioni - dal 1 al 4 (di 4 totali)
Stai vedendo 4 discussioni - dal 1 al 4 (di 4 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore