Home Malattie ACUFENE: possibili cause e principali cure

ACUFENE: possibili cause e principali cure

L'acufene è una condizione dell'orecchio legata alla percezione di un fastidioso rumore, ronzio o suono. Non è una condizione medica, bensì è sintomo di una condizione sottostante, come la perdita dell'udito legata all'età, la lesione delle orecchie o altri disturbi

L’acufene è una condizione dell’orecchio legata alla percezione di un fastidioso rumore, ronzio o suono all’interno delle orecchie.

Un problema comune, l’acufene colpisce circa una persona su cinque.

Questa patologia non è una condizione medica, bensì è un sintomo di una condizione sottostante, come la perdita dell’udito legata all’età, la lesione delle orecchie o un disturbo del sistema cardio circolatorio.

Anche se fastidioso, l’acufene normalmente non è un segno di qualcosa di serio.

Anche se può peggiorare con l’età, per molte persone, questa condizione può migliorare con il trattamento.

Trattare una causa sottostante identificata a volte aiuta nel trattamento di questa condizione; altri trattamenti potrebbero ridurre o mascherare il rumore, rendendo la condizione meno evidente e fastidiosa.

Cause dell’acufene

Un certo numero di condizioni di salute può causare o peggiorare l’acufene. In molti casi, una causa esatta non è mai stata trovata.

Una causa comune di questa condizione è il danno interno alle cellule dell’orecchio.

Minuscoli, delicati peli sensoriali all’interno dell’orecchio si muovono in relazione alla pressione delle onde sonore. Questo attiva le cellule dell’orecchio, che liberano un segnale elettrico attraverso un nervo, cosiddetto nervo uditivo, diretto al cervello.

Il cervello interpreta questi segnali come un suono e se questi peli sono piegati o compromessi, possono “perdere” impulsi elettrici casuali diretti al cervello, provocando l’acufene.

Acufene-udito
L’acufene è un sintomo, non una patologia e ha una serie di cause che possono sorgere ovunque nel meccanismo dell’udito

Altre cause di acufene

Esse includono altri problemi a carico dell’orecchio, condizioni croniche di salute e lesioni o condizioni che influenzano i nervi dell’orecchio o il centro uditivo presente nel cervello.

L’acufene è un sintomo, non una patologia e ha una serie di cause che possono sorgere ovunque nel meccanismo dell’udito.

  • Flusso di sangue e/o tumori: l’acufene pulsatile può essere causato dal flusso di sangue delle arterie e delle vene adiacenti all’orecchio, nonché tumori vascolari, che aumentano significativamente il flusso di sangue al loro interno.
  • Spasmi muscolari: l’acufene può essere causato da anomalie del palato che provocano il tubo eustachiano, che aiuta ad uniformare la pressione nelle orecchie.
  • Anche, la sclerosi multipla e altre malattie neurologiche associate a spasmi muscolari possono essere causa di questa condizione, in quanto possono portare a spasmi di alcuni muscoli dell’orecchio.
  • Le anomalie temporomandibolari: queste possono causare un suono ripetuto di scatto nell’orecchio.
  • Danni al nervo vestibolo-cocleare: questo nervo è responsabile della trasmissione del suono dall’orecchio al cervello e le cause possono includere intossicazione da alcuni farmaci o un tumore (ad esempio, neuroma acustico).
  • La malattia di Meniere: generalmente associata alla perdita dell’udito e a vertigini, può causare, anche, l’acufene.
  • Invecchiamento: quando la gente invecchia, l’udito può diminuire e può esserci insorgenza dell’acufene.
  • Otosclerosi: causata da una crescita anormale dell’osso nell’orecchio medio, può talvolta causare l’acufene.
  • Traumi all’orecchio: possono essere causa di acufene e perdita dell’udito; ciò include il barotrauma, per cui le variazioni della pressione dell’aria possono danneggiare la funzione dell’orecchio. Esempi di barotrauma includono cambiamenti di pressione da immersioni subacquee o cambiamenti nella pressione dell’aria durante il volo.

Sintomi dell’acufene

L’acufene comporta una sensazione fastidiosa a carico dell’udito quando non è presente alcun suono esterno. I sintomi, di solito, includono alcuni tipi di rumori:

  • suoni o fischi
  • ronzii
  • pulsazioni
  • dolore.

Questi suoni possono variare d’intensità e possono essere uditi da una o entrambe le orecchie.

In alcuni casi, il suono può essere così forte che può interferire con la capacità di concentrazione o di udito effettivo.

L’acufene può essere una condizione onnipresente o scomparire a tratti nel corso del tempo, quindi, ad intermittenza.

Tipi di acufene

L’acufene soggettivo è il tipo più comune di questa condizione e si basa solo sull’ascolto di fastidiosi rumori.

Può essere causato da problemi dell’orecchio esterno, medio o interno.

Può anche essere causato da problemi con i nervi uditivi o con la parte del cervello che interpreta i segnali nervosi come suoni (percorsi uditivi).

L’acufene oggettivo è, invece, quella condizione medica in cui questi fastidiosi rumori possono essere avvertiti persino dal medico durante un esame.

Questo raro tipo di acufene può essere causato da un problema ai vasi sanguigni, da una condizione dell’osso medio o da contrazioni muscolari.

acufene-orecchio
Una causa comune di acufene è il danno interno alle cellule dell’orecchio

Farmaci che possono causare l’acufene

Alcuni farmaci possono causare o peggiorare l’acufene.

In generale, maggiore è la dose assunta di questi farmaci, peggiore è la sintomatologia dell’acufene. Spesso il rumore indesiderato scompare quando si smette di assumere questi farmaci.

I farmaci noti per causare o peggiorare l’acufene includono:

  • Antibiotici, inclusi polimicina B, eritromicina, vancomicina e neomicina
  • Farmaci anti-cancro, tra cui mecloretamina e vincristina
  • Diuretici come il bumetanide, l’acido etacrinico o furosemide
  • Farmaci a base di chinina utilizzati per la malaria o per altre condizioni mediche
  • Alcuni antidepressivi possono peggiorare l’acufene
  • Aspirina assunta in alte dosi (solitamente 12 o più al giorno).

Fattori di rischio dell’acufene

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di contrarre questa condizione medica:

  • Esposizione a forti rumori. L’esposizione prolungata ad un forte rumore può danneggiare i peli sensoriali presenti nell’orecchio che trasmettono il suono al cervello. Gli individui che hanno un lavoro in ambienti rumorosi, come muratori, musicisti, militari e tanti altri, sono particolarmente a rischio.
  • Età. Con l’invecchiamento l’udito si riduce notevolmente, causando probabilmente problemi di udito spesso associati all’aumentare dell’acufene.
  • Sesso. Gli uomini hanno più probabilità di avere l’acufene, rispetto alle donne.
  • Fumo. I fumatori hanno un rischio maggiore di sviluppare l’acufene.
  • Problemi cardiovascolari. Le condizioni che influenzano il flusso sanguigno, come l’alta pressione o l’arteriosclerosi, possono aumentare il rischio di acufene.

Diagnosi dell’acufene

La storia medica del paziente e la descrizione dei sintomi sono la chiave per determinare ciò che potrebbe causare l’acufene. Il medico potrebbe fare domande sulla qualità del suono e sulla durata dei sintomi.

  • Esame fisico: l’esame fisico si concentrerà sulla testa e sul collo e soprattutto sulle orecchie, inclusi i canali uditivi e le membrane timpaniche.
    Poiché il senso dell’udito viene condotto attraverso uno dei nervi craniali, può essere eseguito anche un esame neurologico attento.
    Il medico può ascoltare le arterie carotide del collo per trovare un suono anormale, poiché la stenosi dell’arteria carotide (restringimento dell’arteria) può trasmettere un suono all’orecchio che può causare l’acufene.
  • Test dell’udito: può essere eseguito un audiogramma o un test uditivo per cercare una perdita d’udito associata ad una o entrambe le orecchie.
  • Diagnostica per immagini: a seconda della sospetta causa di acufene, test radiologici possono essere eseguiti per analizzare la testa e il collo, incluse le strutture dell’orecchio.

Trattamento dell’acufene

Per trovare il giusto trattamento per risolvere questa fastidiosa condizione medica, il medico cercherà prima di tutto, d’identificare qualsiasi altra condizione sottostante e curabile che possa essere associata ai sintomi.

Se l’acufene è dovuto ad una condizione di salute, il medico potrebbe essere in grado di adottare misure che potrebbero ridurre il rumore. Gli esempi includono:

  • Rimozione del cerume. Rimuovere il cerume può diminuire i sintomi di tinnito.
  • Trattamento di una condizione dei vasi sanguigni. Alcune condizioni vascolari possono richiedere farmaci, interventi chirurgici o altri trattamenti per risolvere il problema.
  • Cambiare farmaci. Se l’assunzione di alcuni farmaci sembra essere la causa dell’acufene, il medico può raccomandare di bloccare la terapia, ridurre le dosi o passare ad un farmaco diverso.

Trattamento per la soppressione del rumore

In alcuni casi il rumore bianco può aiutare a sopprimere il suono in modo che sia meno fastidioso.

Il medico può suggerire di utilizzare un dispositivo elettronico per sopprimere il rumore. I dispositivi includono:

  • Macchine per il rumore bianco. Questi dispositivi, che producono suoni ambientali simulati come la caduta della pioggia o le onde del mare, sono spesso un efficace trattamento per l’acufene.
  • Apparecchi acustici. Questi possono essere particolarmente utili se si hanno problemi di udito e acufene.
  • Dispositivi di mascheramento. Indossati nell’orecchio e simili agli apparecchi acustici, questi dispositivi producono frequenze continue a basso livello che sopprimono i sintomi dell’acufene.
Acufene esame
L’acufene oggettivo è, invece, quella condizione medica in cui questi fastidiosi rumori possono essere avvertiti persino dal medico durante un esame

Trattamento farmacologico

I farmaci non possono curare l’acufene, ma in alcuni casi possono contribuire a ridurre la gravità dei sintomi o delle complicazioni. I possibili farmaci includono:

  • Antidepressivi triciclici, quali amitriptilina e nortriptilina, sono stati utilizzati con qualche successo. Tuttavia, questi farmaci sono generalmente utilizzati solo per un forte acufene, in quanto possono causare fastidiosi effetti collaterali, tra cui la bocca secca, visione offuscata, costipazione e problemi cardiaci.
  • Alprazolam (Niravam, Xanax) può aiutare a ridurre i sintomi dell’acufene, ma gli effetti collaterali possono includere sonnolenza e nausea e può creare dipendenza.

Trattamento chirurgico



La chirurgia può essere un trattamento per alcuni pazienti e solo in alcuni casi:

  • Malattia di Meniere, caratterizzata da acufene, vertigini e diminuzione dell’udito
  • Acufene a causa di tumori
  • Neuroma acustico.

Analisi del sangue Forum Discussioni

Stai vedendo 10 discussioni - dal 1 al 10 (di 4,356 totali)
Stai vedendo 10 discussioni - dal 1 al 10 (di 4,356 totali)