Home Farmaci ADVANTAN : un alleato nella cura delle affezioni cutanee

ADVANTAN : un alleato nella cura delle affezioni cutanee

Advantan è un farmaco che appartiene alla categoria dei corticosteroidi attivi (gruppo III).

Esso viene utilizzato per la cura di una vasta gamma di affezioni cutanee di origine infiammatoria.

Scopriamo nel dettaglio come funziona, qual è la sua posologia e quali sono le eventuali controindicazioni e gli effetti collaterali.

Advantan, il cui principio attivo è il metilprednisolone aceponato, è un medicinale per uso topico che cura diversi disturbi della pelle; si pensi alle patologie a carattere infiammatorio, non contagiose, che colpiscono la superficie della cute e il cuoio capelluto, come le seguenti:

Allo stesso modo, si può utilizzare per la cura dei seguenti eczemi:

  • costituzionale (dermatite atopica, neurodermite)
  • volgare
  • da contatto allergico ed irritativo
  • disidrosico
  • dei bambini

Ricordiamo che questo farmaco può essere acquistato in farmacia dietro presentazione di prescrizione medica (ricetta ripetibile).

advantan dermatite
Advantan cura patologie a carattere infiammatorio, non contagiose come psoriasi e dermatosi del cuoio capelluto

Composizione farmaceutica di advantan

Il principio attivo di advantan, come detto, è il metilprednisolone aceponato. In particolare si rileva che un grammo di prodotto contiene 1 milligrammo di metilprednisolone aceponato.

Gli eccipienti contenuti nel medicamento in oggetto sono i seguenti:

  • decile oleato
  • glicerolmonostearato 40-55
  • alcool cetostearilico
  • gliceridi semisintetici solidi
  • trigliceridi di acidi grassi vegetali saturi
  • polioxil-40-stearato
  • glicerolo 85%
  • disodio edetato
  • alcool benzilico
  • butilidrossitoluene
  • acqua depurata

Advantan: posologia e modalità d’uso

In via preliminare va detto che advantan è disponibile in commercio in tubo da 20 o 50 grammi e in 4 diverse formulazioni:

  • crema
  • crema idrofoba
  • unguento
  • soluzione cutanea

Advantan deve essere applicato una volta al giorno sulla zona da trattare, dopo averla detersa, con un delicato massaggio.

Nel caso in cui il farmaco debba essere utilizzato per un arco di tempo più lungo o qualora l’affezione da trattare sia cronica, è necessario optare per le formulazioni che contengono un maggiore quantitativo di grasso, ovvero advantan sotto forma di crema idrofoba o di unguento.

In tal modo, infatti, sarà possibile garantire alla cute la giusta umidità e un adeguato apporto lipidico senza inibire la traspirazione e gli scambi di calore.

Va detto che in linea di massima la durata della terapia a base di questo corticosteroide non deve essere superiore a 12 settimane per i pazienti adulti, mentre non deve superare le 4 settimane in caso di pazienti pediatrici.

Advantan: possono utilizzarlo i bambini?

Non sono stati realizzati studi clinici per stabilire se il medicamento in oggetto possa essere utilizzato nei lattanti di età inferiore ai 4 mesi.

Può essere invece impiegato per il trattamento di patologie cutanee dei bambini più grandicelli.

In tal caso, per quanto non sia necessario un aggiustamento del dosaggio del farmaco, tuttavia, come accennato in precedenza, la durata del trattamento non deve andare oltre i 28 giorni.

Controindicazioni di advantan

Non si può utilizzare advantan nelle sue diverse formulazioni, nei seguenti casi:

  • se si è allergici al suo principio attivo (il metilprednisolone aceponato) o a uno degli eccipienti in esso contenuti;
  • qualora l’area cutanea da sottoporre a trattamento sia colpita da tubercolosi o sifilide;
  • se è in corso una infezione di origine virale (come ad esempio la varicella);
  • qualora sia in corso una infezione di natura batterica o fungina;
  • se è in corso la rosacea;
  • qualora sia in corso una dermatite periorale;
  • se sono presenti ulcere e acrodermatite cronica atrofica;
  • qualora siano in atto reazioni locali (come ad esempio l’arrossamento o il gonfiore) in seguito a una vaccinazione.
advantan bambini
Non sono stati realizzati studi clinici per stabilire se il medicamento in oggetto possa essere utilizzato nei lattanti di età inferiore ai 4 mesi

Precauzioni prima di iniziare il trattamento con advantan

Advantan, come tutti i corticosteroidi, deve essere impiegato utilizzando un basso dosaggio, soprattutto nel caso in cui il paziente sia un bambino ed esclusivamente per il periodo necessario a contrastare l’affezione cutanea in atto.

L’utilizzo eccessivo per un periodo di tempo prolungato, infatti, può dare luogo a episodi di sensibilizzazione e può determinare effetti collaterali.

In questo caso è opportuno sospendere la terapia a base di advantan e rivolgersi al proprio medico curante.

D’altra parte va anche rilevato che se si applica il medicamento in oggetto su un’area del corpo piuttosto estesa e se si effettua un bendaggio occlusivo (che, generalmente, è sconsigliato) la terapia deve avere una durata breve, in quanto potrebbero manifestarsi effetti indesiderati di tipo sistemico.

Si rammenta, infine, che advantan deve essere tenuto lontano dagli occhi, da eventuali lesioni e dalle mucose.

Principali effetti collaterali di advantan

Come tutti i farmaci, anche advantan può determinare degli effetti indesiderati, anche se non tutti i soggetti che lo utilizzano li manifestano.

Se questo corticosteroide viene impiegato per un periodo prolungato di tempo o se viene utilizzato su aree della cute piuttosto ampie, possono manifestarsi le seguenti reazioni locali:

  • prurito
  • bruciore
  • arrossamento
  • secchezza della cute
  • follicoliti
  • decolorazione cutanea
  • atrofie

Sono assai più rari, invece, gli effetti avversi di tipo sistemico o allergico.

Qualora si manifesti uno degli effetti collaterali indicati nel bugiardino o anche una reazione avversa non presente in elenco, è possibile effettuare una comunicazione al sistema nazionale di segnalazione al seguente indirizzo web: www.agenziafarmaco.gov.it.

In tal modo sarà possibile contribuire a alla sicurezza di questo medicamento.

Interazioni di Advantan con altri farmaci

Dagli studi clinici effettuati non sono emerse particolari interazioni con altri medicinali. È opportuno tuttavia segnalare al proprio medico o al farmacista quali farmaci si sta assumendo, prima di iniziare il trattamento a base di advantan.

advantan prurito
Se advantan viene impiegato per un periodo prolungato su zone piuttosto ampie, può dare origine a prurito

Cosa fare in caso di sovradosaggio di advantan

Nel caso in cui si verifichi un sovradosaggio di advantan con conseguente assottigliamento dell’area della cute sottoposta a trattamento, è necessario sospendere immediatamente la terapia.

L’atrofia cutanea, solitamente, regredisce nel giro di 14 giorni a partire dalla interruzione del trattamento.

Ad ogni modo va detto che gli studi effettuati per stabilire la tossicità del metilprednisolone aceponato non hanno rilevato alcun rischio di intossicazione grave a seguito di uso eccessivo del medicamento in oggetto.

Se si ingerisce accidentalmente una dose eccessiva di advantan, invece, è necessario consultare il proprio medico o recarsi presso il più vicino ospedale.

Qualora il paziente dimentichi di applicare una dose di advantan, non deve impiegare una quantità doppia per compensare la propria dimenticanza.

Conservazione e scadenza di advantan

Come tutti gli altri farmaci, anche advantan deve essere tenuto lontano dalla vista e dalla portata dei bambini.

Il prodotto deve essere conservato in un ambiente la cui temperatura non superi i 25 gradi.

Il medicinale non deve essere utilizzato dopo la data di scadenza indicata sulla confezione di vendita; una volta aperto, il farmaco ha una validità pari a tre mesi.

Advantan, d’altra parte, come del resto tutti gli altri farmaci, non va gettato nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici; a tal proposito si rammenta che è sempre opportuno chiedere al farmacista in che modo devono essere smaltiti i medicinali.

Adottare questa misura comportamentale contribuirà a tutelare l’ambiente.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore