Home Malattie ANEURISMA: cause, sintomi, trattamento

ANEURISMA: cause, sintomi, trattamento

Un aneurisma è un eccessivo allargamento localizzato in un'arteria causato dalla debolezza della parete arteriosa. I casi più tipici di aneurisma sono l'aneurisma cerebrale e l'aneurisma aortico. Può essere trattato chirurgicamente o con farmaci ed evitato con un corretto stile di vita

50
CONDIVIDI

Un aneurisma è un eccessivo allargamento localizzato in un’arteria causato dalla debolezza della parete arteriosa.

Gli aneurismi possono essere innocui o causare una rottura dell’arteria, con conseguenti seri problemi e persino la morte. Un aneurisma è una condizione patologica a carico di un’arteria che si indebolisce, creando un rigonfiamento o una distensione delle pareti.

Un aneurisma può verificarsi in importanti arterie come quelle che forniscono il sangue al cervello e nell’aorta, la più grande e importante arteria del corpo umano che ha origine dal ventricolo sinistro del cuore e passa attraverso il petto e le cavità addominali.

Il diametro normale delle arterie è di circa 2 centimetri, che può aumentare di oltre 5 centimetri in caso di aneurisma, una larghezza tale da richiedere un trattamento chirurgico. Un aneurisma può anche verificarsi nelle arterie periferiche, di solito dietro il ginocchio (aneurismi poplitei), anche se la rottura di queste è relativamente sconosciuta.

Cause di un aneurisma

La fisiopatologia di un aneurisma (come si sviluppa) è semplice, anche se le cause (eziologia) sono meno comprese.

Anche se le cause esatte di un aneurisma non sono chiare, alcuni fattori contribuiscono allo sviluppo di tale condizione:

  • il tessuto danneggiato nelle arterie può svolgere un ruolo fondamentale. Le arterie possono essere danneggiate da blocchi, come i depositi di grasso che possono far pompare il cuore più di quanto necessario per spingere sangue oltre l’accumulo. Questo stress può danneggiare le arterie a causa della pressione alta
  • una malattia arteriosclerotica può anche indurre la formazione di un aneurisma. I pazienti affetti da arteriosclerosi presentano un accumulo di placche nelle arterie che le danneggia e impedisce al sangue di fluire liberamente
  • l’alta pressione sanguigna può causare un aneurisma. La forza del sangue che fluisce attraverso i vasi sanguigni è misurata dalla pressione che essa pone sulle pareti dell’arteria; se la pressione aumenta al di sopra di una velocità normale, indebolisce i vasi sanguigni. Una pressione arteriosa significativamente più elevata può aumentare il rischio di problemi a carico del cuore, dei vasi sanguigni e della circolazione.
Un aneurisma è una condizione patologica a carico di un’arteria che si indebolisce, creando un rigonfiamento o una distensione delle pareti

Come si sviluppa un aneurisma

Il rigonfiamento in un’arteria si forma a causa di un indebolimento delle pareti che consentono alla pressione sanguigna di allungarle fino a una eccessiva estensione.

Un aneurisma aortico può formare una rigonfiamento uniforme in tutta l’arteria (aneurisma “fusiforme”) o che sporge solo da un lato (“sacculare” – che forma un sacco).

Un aneurisma cerebrale è di solito sacculare e la rottura degli aneurismi cerebrali è la causa più comune di un tipo di ictus conosciuto come emorragia subaracnoide. E’ un tipo di ictus meno comune dell’ischemia, ovvero causata da un’arteria bloccata piuttosto che da un sanguinamento interno.

Perché si sviluppa un aneurisma

Alcuni fattori di rischio sono noti per essere associati allo sviluppo di aneurismi e gli stessi fattori influenzano anche le probabilità dell’ingrandimento e conseguente rottura dell’arteria.

Tuttavia, non è completamente chiaro il motivo per cui le pareti dell’arteria si indeboliscono tanto da causare un aneurisma. Alcuni, anche se meno comuni, sono presenti come difetti arteriosi alla nascita (congeniti).

La dissezione aortica, una lacerazione nella parete arteriosa interna può portare ad un rigonfiamento quando il sangue si spinge per “dissecare” gli strati dell’aorta. Se il canale sanguigno si lacera attraverso lo strato esterno dell’arteria, questo può essere fatale.

Sintomi di un aneurisma

La maggior parte degli aneurismi non provocano alcun sintomo. Se anche un aneurisma non provoca la rottura delle pareti, un ingrandimento può ostacolare la circolazione sanguigna verso altri tessuti. Inoltre, può anche contribuire alla formazione di coaguli di sangue che potrebbero ostacolare piccoli vasi sanguigni, causando potenzialmente ictus ischemici o altri gravi problemi, noti come tromboembolia.

Un paziente affetto da aneurisma potrebbe presentare dolore alla schiena, sintomo comune di questa condizione medica, nonostante la maggior parte degli aneurismi sia asintomatica.

Gli aneurismi addominali, invece, sono talvolta associati a sintomi se crescono rapidamente, come dolore addominale o una sensazione pulsata nell’addome.
Allo stesso modo, un aneurisma toracico può causare sintomi interessando i tessuti vicini, compresi i nervi e altri vasi sanguigni.

Aneurisma addominale
Gli aneurismi addominali sono talvolta associati a sintomi come dolore addominale o una sensazione pulsata nell’addome

Se un aneurisma comprime il nervo laringeo o vago, può causare dolori al petto e sintomi come tosse, respirazione affannosa e difficoltà a deglutire. La compressione dell’arteria coronarica può anche provocare il dolore al petto.

I sintomi possono anche essere correlati alla causa dell’aneurisma piuttosto che all’aneurisma stesso. In caso di infezione o vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni), ad esempio, può esserci febbre, malessere o perdita di peso.

Tipologie di aneurisma

Un aneurisma può verificarsi ovunque nel corpo, ma i più comuni sono:

Aneurisma aortico
L’aorta è il vaso sanguigno più grande del corpo, parte dal ventricolo sinistro del cuore e scende verso l’addome dove si divide in entrambe le gambe. L’aorta è una parte comune per la formazione di aneurisma arterioso.
Gli aneurismi nella cavità toracica sono chiamati aneurismi toracici aortici. Aneurismi aortici addominali sono il tipo più comune e in rari casi, sia il petto sia l’addome possono essere influenzati da un danno arterioso.

Aneurisma cerebrale
L’aneurisma nel cervello può essere di qualsiasi dimensione; spesso si forma nei vasi sanguigni che si trovano all’interno del cervello e può anche non presentare alcun sintomo. Gli aneurismi di questo tipo possono causare emorragie nel 3% dei pazienti affetti.

Altre aree
È anche possibile avere aneurismi nell’arteria dietro il ginocchio, nella milza o nell’intestino.

Fattori di rischio dell’aneurisma

Alcuni fattori di rischio specifici possono influenzare la formazione di un aneurisma.

  • sesso ed età. I maschi hanno maggiori probabilità di avere un aneurisma rispetto alle femmine, così come è più diffuso nelle persone di età superiore ai 60 anni
  • dieta ad alto contenuto di grassi
  • presenza di alti livelli di colesterolo
  • storia familiare con presenza di malattie cardiache
  • fumo
  • obesità
  • gravidanza (può aumentare il rischio di avere aneurisma della milza).

Diagnosi dell’aneurisma

Gli strumenti diagnostici utilizzati per individuare i danni arteriosi dipendono spesso dalla posizione dove si sviluppa l’aneurisma.

Gli esami del sangue di routine e i metodi ad ultrasuoni, in particolare la risonanza magnetica nucleare, sono strumenti comuni per diagnosticare o trovare irregolarità dei vasi sanguigni.

Aneurisma cerebrale
L’aneurisma cerebrale è uno dei casi più tipici di aneurismi e può essere fatale

Trattamento dell’aneurisma

Il trattamento dipende tipicamente dalla posizione e dal tipo di aneurisma. Ad esempio, un’area indebolita di un vaso sanguigno presente nell’addome può richiedere un tipo di intervento chiamato innesto endovascolare tramite stent (protesi che viene posizionata all’interno dell’arteria per salvaguardarne le pareti).

Questa procedura minimamente invasiva è in grado di riparare e rafforzare i vasi sanguigni danneggiati. La procedura riduce anche la possibilità di infezione, cicatrici ed altri problemi.

Altri trattamenti dell’aneurisma possono includere farmaci che trattano l’alta pressione sanguigna e il colesterolo alto. Alcuni tipi di beta-bloccanti possono anche essere prescritti per abbassare la pressione sanguigna. L’abbassamento della pressione sanguigna può ridurre le possibilità di una rottura dell’aneurisma.

Prevenzione dell’aneurisma



Esistono delle buone regole da seguire per evitare di sviluppare un aneurisma:

  • Avere una dieta sana a base di frutta, cereali integrali e verdure può aiutare a prevenire la formazione di aneurismi. Carne e pollame a basso contenuto di grassi saturi e prodotti caseari a basso tenore di grassi sono molto utili e consigliati
  • L’esercizio fisico può rinforzare la circolazione e il flusso sanguigno attraverso il cuore, le arterie e altri vasi sanguigni
  • L’eliminazione del vizio del fumo può ridurre il rischio di aneurismi
  • Controlli periodici e analisi del sangue riducono le possibilità di contrarre un aneurisma

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore