ARTIGLIO DEL DIAVOLO : impieghi e proprietà di un rimedio naturale

L'Artiglio del Diavolo è una pianta erbacea che, disponibile sotto forma di unguenti, creme, tintura madre e altro, ha numerose proprietà benefiche ed è utilizzata soprattutto per curare dolori articolari. Ha anche effetti benefici a livello gastrico e sanguigno e di norma è ben tollerata da chi la usa.

Che cosa è l’Artiglio del Diavolo

L’Harpagophytum procumbens, più comunemente conosciuta come Artiglio del Diavolo, è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Pedaliacee.

Originaria dell’Africa Meridionale, è da secoli usata nella medicina tradizionale delle popolazioni locali per:

  • lenire i dolori articolari
  • curare le ferite
  • alleviare i sintomi della febbre
  • alleviare i disturbi dello stomaco.

L’Artiglio del Diavolo è una pianta medicinale rampicante perenne, il cui genere è lo stesso del sesamo; si distingue per la presenza di bei fiori di colore rosso-violetto e con frutti dotati di prolungamenti legnosi molto simili a degli uncini.

Le vere ricchezze della pianta, ovvero gli Harpagosidi, sono contenute solo nella radice tuberosa aderente al terreno e racchiudono le alte percentuali di principi attivi

Espletano azioni analgesiche, antifiammatorie e antipiretiche utilissime nell’alleviare in modo tutto naturale il dolore e i vari disturbi.

Principi attivi dell’Artiglio del Diavolo

I principi attivi dell’Artiglio del Diavolo sono dati dall’unione dei suoi numerosi componenti tra cui:

  • glucosidi iridoidi
  • triterpeni
  • flavonoidi
  • fitosteroli

L’insieme di tutti questi elementi fanno di questa pianta un rimedio antinfiammatorio tra i più efficaci presenti in natura.

Studi scientifici hanno dimostrato che un suo elemento, l’Arpagoside, è in grado d’interferire con la produzione di prostaglandine e ossido nitrico, mediatori nella riduzione dell’infiammazione e della sensazione di dolore.

Nella medicina tradizionale molti tipi di cortisonidi sono in grado di assolvere a tale compito, ma la differenza con l’Artiglio del Diavolo sta nel fatto che quest’ultimo è un ritrovato del tutto naturale e che rispetto ai ritrovati chimici provoca effetti collaterali minori.

artiglio del diavolo fiore
L’Artiglio del Diavolo è una pianta medicinale rampicante perenne, il cui genere è lo stesso del sesamo; si distingue per la presenza di bei fiori di colore rosso-violetto

Come si usa l’Artiglio del Diavolo

Una volta raccolte, le radici vengono sminuzzate e trattate in diversi modi per ottenere i vari preparati, solitamente disponibili in commercio sotto varie forme:

  • crema
  • gel
  • estratto secco
  • tintura madre, con un’azione potenziata.

La formula più conosciuta è senz’altro quella sotto forma di crema, gel e unguenti: pratica per un uso locale, si spalma con un leggero massaggio sulla zona infiammata e dopo poche applicazioni si può godere dei miglioramenti.

Ottima anche per gli atleti, per ridurre l’affaticamento dopo l’allenamento o i piccoli traumi.

La pianta, ricchissima di componenti preziosi, è in grado di combattere tutte le tipologie di affezioni reumatoidi e di apportare un immediato quanto benefico senso di sollievo alla zona trattata.

L’estratto secco di Artiglio del Diavolo è disponibile in compresse o in capsule, ottimo per contrastare varie sintomatologie come:

  • dolori muscolari
  • dolori articolari
  • nevralgie

La tintura madre ha un’azione più intensa: sempre disponibile in compresse o capsule, può essere assunta fino alla scomparsa dell’infiammazione.

Coloro che hanno difficoltà nell’ingerire questi preparati possono ricorrere a un infuso o ad un decotto.

Il procedimento è molto semplice, basta mettere a riposare per qualche minuto le radici tritate in acqua calda se vogliamo un’infuso, o qualche ora se si preferisce un decotto.

artiglio del diavolo crema
La formula più conosciuta di Artiglio del Diavolo è senz’altro quella sotto forma di crema, gel e unguenti

Proprietà dell’Artiglio del Diavolo – 1

La presenza di fitosteroli con azione antinfiammatoria simile a quella del cortisone, contrasta in modo significativo e riduce in breve tempo l’infiammazione stessa. Inoltre, allevia il dolore e il gonfiore.

I fitosteroli sono molto utili nel trattamento di artriti, se c’è solo una forma d’infiammazione o per le artrosi, se siamo in presenza di una degenerazione delle articolazioni o della cartilagine.

Spesso accompagnati da gonfiore e dolore, sono disturbi fastidiosi che tendono ad accentuarsi soprattutto durante l’inverno a causa del freddo e dell’umidità.

Coloro che ne soffrono, sanno che questi disturbi tendono a ridurre in maniera più o meno marcata la mobilità e la flessibilità delle articolazioni, causando dolore e compromettendo le normali attività quotidiane.

L’Artiglio del Diavolo è anche ottimo come riduttore del colesterolo nel sangue.

Grazie ai suoi fitosteroli di origine vegetale, è in grado di diminuire l’assorbimento del colesterolo cattivo da parte dell’intestino.

Riducendosi l’assorbimento del colesterolo nell’intestino, anche il livello nel sangue sarà più basso e coloro che ne soffrono potranno tenerlo sotto controllo in modo naturale.

Proprietà dell’Artiglio del Diavolo – 2

L’Artiglio del Diavolo ostacola l’indurimento delle arterie rendendole ben elastiche al passaggio del sangue, evitando la formazione di aterosclerosi o di pericolosi trombi.

Favorisce la digestione, allevia il dolore di stomaco depurando il fegato. La presenza di molti principi amari aiuta a stimolare la produzione dei succhi gastrici e della bile: assumere un decotto una mezz’ora prima dei pasti è un efficace stimolante dell’appetito.

Attenzione però in presenza di gastriti o peggio ancora di ulcere: è bene consultare prima il medico, per evitare indesiderati effetti collaterali.

Il suo sapore amaro fa aumentare la secrezione gastrica con relativa diminuizione del ph gastrico e di conseguenza si riduce l’efficacia dei gaviscon.

L’Artiglio del Diavolo è un potente ipouricemizzante e si rivela particolarmente utile nei casi di gotta, perché riduce la concentrazione dell’acido urico e ne favorisce l’eliminazione.

Per le sue molteplici virtù, spesso è usato per via topica per dar sollievo in caso di piaghe e lesioni cutanee infiammate.

Spesso sono richiesti dei preparati a base di Artiglio del Diavolo da usare come crema antiacne: per la sua azione antisettica è un rimedio prezioso per purificare la pelle .

Il suo uso ha dato ottimi risultati nei casi di stati febbrili riducendo non solo l’iperpiressia, ma eliminando in maniera efficace le proliferazioni batteriche.

Controindicazioni – 1

L’Artiglio del Diavolo è un rimedio naturale al 100%, non presenta quindi alcuna tossicità.

Ben tollerato dallo stomaco, può essere utilizzato per periodi prolungati, anche se si consiglia spesso di ricorrere a metodiche cicliche, in modo che l’organismo non subisca assuefazione e risponda meglio.

Molto raramente possono verificarsi sporadici casi di allergia, seguita da vari sintomi come rash cutaneo, orticaria o rossore più o meno diffuso sulla pelle. In questi casi la sintomatologia sparisce in modo spontaneo dopo aver sospeso il trattamento.

artiglio del diavolo dolori
I fitosteroli contenuti nell’Artiglio del Diavolo sono molto utili nel trattamento di artriti o di artrosi

Un discorso ben diverso è rivolto a coloro che soffrono di patologie più o meno gravi specialmente se croniche: prima di ogni iniziativa è sempre bene farsi consigliare dal proprio medico curante che già conosce la storia del paziente e potrà sicuramente consigliarlo nel migliore dei modi.

Coloro che soffrono di squilibri diabetici debbono prestare particolare attenzione: questo rimedio ha purtroppo un effetto ipoglicemizzante e nel caso di soggetti che già utilizzano farmaci specifici, i livelli di glicemia potrebbero ulteriormente abbassarsi, l’assunzione è possibile solo dopo aver consultato il proprio medico curante.

Controindicazioni – 2

I cardiopatici con problemi più o meno gravi di cuore, come pressione alta o pressione bassa, dovono fare molta attenzione dal momento che questo preparato potrebbe influenzare la frequenza cardiaca, il battito cardiaco e naturalmente la pressione del sangue.

Nei casi in cui si ricorre a farmaci in grado di rallentare la coagulazione ematica, se abbinati a questo prodotto, potrebbero far aumentare l’effetto del farmaco e provocare effetti collaterali a volte molto seri, come ecchimosi e sanguinamenti più o meno gravi.

Le donne in gravidanza, se non in particolarissimi casi, generalmente devono fare molta attenzione all’assunzione dei farmaci: in questo caso, sarebbe preferibile evitare di prendere l’Artiglio del Diavolo per evitare di stimolare anticipate contrazioni uterine, con la possibilità di un parto prematuro.

L’uso è sconsigliato anche nel periodo post-parto e durante l’allattamento: alcune se pur piccole percentuali dei principi attivi potrebbero riscontrarsi nel latte materno, e questa pianta è assolutamente sconsigliata per i bambini e agli adolescenti al di sotto dei 18 anni.

Nota importante

L’Artiglio del Diavolo non ha capacità curative, ma è un valido rimedio naturale alle varie sintomatologie; è impiegato insieme a farmaci specifici per rafforzarne l’azione e può essere impiegato come integratore per raggiungere un ottimale benessere fisiologico delle articolazioni.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

Giornalista professionista, da 20 anni opera sul web. Ha lavorato nelle maggiori realtà internet del Paese ricoprendo ruoli di elevata responsabilità. Attualmente opera come consulente editoriale per progetti digitali nazionali e internazionali