analisi del sangue e hiv

Questo argomento contiene 168 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Elisa 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #1389 Risposta

    ansia
    Membro

    Gent.mi utenti, desidero chiarire un dubbio:
    Dopo 4/5 anni da un “presunto” rapporto a rischio, è possibile evidenziare dei sintomi specifici, o evidenziare delle alterazioni nelle analisi del sangue? (in particolare emocromo e formula leucocitaria?)oppure rimane tutto “intatto” nonostante il virus sia in circolo già da così tanto tempo? Se l’analisi dell’emocromo e della formula leucocitaria è perfettamente normale, si può escludere il dubbio della sieropositività a priori, senza eseguire il test specifico dell’hiv…?
    Ho eseguito queste analisi del sangue di recente e i valori sono tutti nella norma:

    EMOCROMO
    Globuli rossi 4580
    Globuli bianchi 6200
    Hb (Emoglobina) 14.40
    V.G. 0.98
    Ematocrito: HCT 41.30
    M.C.V. 90.17
    M.C.H. 31.44
    M.C.H.C. 34.87
    Piastrine 343

    FORMULA LEUCOCITARIA
    Neutrofili 56
    Eosinofili 1
    Basofili 1
    Linfociti 36
    Monociti 6

    V.E.S. 18
    TAS (ASLO) 100
    G.P.T. 18
    Lipasi 34
    G.O.T. 15

    E’ possibile avere la certezza del mancato contagio già da questi valori e dal lungo tempo trascorso (4/5 anni)?

    Rispondetemi x favore!
    Grazie mille!

  • #5527 Risposta

    ansia
    Membro

    x favore rispondetemi… 🙁

  • #5537 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Nessun contagio. Tutto ok

  • #5541 Risposta

    aladino
    Membro

    Originariamente inviato da drumma

    Nessun contagio. Tutto ok
    /quote mi scusi leggevo per caso: ma si può esludere o no il rischio senza eseguire il test? }:)

  • #5543 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    C’e’ un po’ di confusione e la mia risposta non ha contribuito a fare chiarezza. Cerco di rimediare . Per sieropositivita‘ si intende contatto con il virus e sviluppo di anticorpi contro il virus, situazione che puo’ rimanere sospesa nel tempo per decenni senza nessun segno come nel caso di ansia ovvero allo stato attuale delle analisi tutto e’ ok. I segni che fanno pensare ad una malattia da AIDS sono altri come anemia e diminuzione dei globuli bianchi e piastrine, VES alterata . Ma se si e’ in dubbio perche’ aspettare 5 anni per fare il test ?
    L’ansia potrebbe diventare patologica.

  • #5544 Risposta

    aladino
    Membro

    …capito! 🙂 grazie ora è stato chiaro

  • #5546 Risposta

    ansia
    Membro

    Originariamente inviato da drumma

    Nessun contagio. Tutto ok

    Grazie drumma x la risposta…
    Ma con quello che hai scritto vuol dire che dopo 4 anni si sarebbe vista anche una piccola alterazione del globuli?
    Le mie analisi sono buone, vero?
    Io non ho questo dubbio perchè ho avuto “rapporti a rischio”, i ragazzi li conoscevo e attualmente stanno tutti bene e in salute…
    Però, come dal mio nickname, soffro molto di ansia, e da un pò mi è venuta in mente questa fissazione…
    Mi chiedo… si sarebbe visto, vero? Dopo 4 anni dalle analisi del sangue qualche valore sballato?
    Oppure in 4 anni avrei avuto anche “piccoli” problemi incomprensibili tipo febbri, herpes, ect?
    x favore drumma risp. presto tu che sei un medico!
    Grazie ancora…
    La mia ansia è sux patologica… 🙁

  • #5547 Risposta

    ansia
    Membro

    Drumma scusa…
    io vorrei capire solo una cosa: ma dopo 4/5 anni da un “presunto” contagio…
    non si ha assolutamente nessun sintomo?
    Su internet leggevo che solitamente dopo 2/3 mesi da contagio si ha una strana forma influenzale con gonfiore delle ghiandole. E’ vero?
    E’ possibile che nessun segno esista neanche nelle analisi del sangue dopo ben 4/5 anni?
    Ultima cosa… x il test: è meglio eseguirlo in ospedale o in un qualsiasi laboratorio di analisi?
    Dov’è + sicuro farlo?
    Ci sono delle differenze, c’è rischio di errore?

  • #5550 Risposta

    ansia
    Membro

    rispondete x favore, grazie 🙂

  • #8545 Risposta

    Cristian
    Membro

    Buon giorno vorrei ricevere anche un parere sulle mie analisi dopo quasi 3 anni da un rapporto a rischio perfavore rispondetemi .

    Globuli Rossi 5.24 valori min 4.5 max 6.3.
    Valore ematocrito 44.1 Valori min 38max 52
    Volume globulare medio 84.2 valori min 80 max 97
    emoglibina corporatura media. 29.6 val min 28 max 32
    concentra hb corp media 35.1 val min 23 max 48
    distribuzione globuli Rossi 13.5 val min 11 max 16
    globuli buanchi 7.41 val min 4.0 max 10
    formula leucocitaria
    neutrofili 64 val min 47 max 71
    eosinofili 1.3 val min 1 max 6
    basofili 0.3 min 0 max 2
    8) 36 val min 12 max 64
    trasaminasi ossalacetica 18 val min 5 max 34
    trasaminasi piruvica 28 val min 5 max 45 .

    Dopo quasi 3 anni posso esludevere HIV ?????

  • #8546 Risposta

    Luke57
    Partecipante

    Ciao, premesso che per un solo presunto rapporto a rischio ci sono basse probabilità di infettarsi, anche se teoricamente il contagio è possibile, leggi le risposte di Drumma ad Ansia, valgono anche per te. Da una sieropositività da hiv prima che si inneschi un’infezione, rilevabile dall’emocromo di routine, possono trascorrere molti anni ( non è cosi per la ricerca di una particolare classe di linfociti coinvolti nella lotta all’infezione). Secondo aspetto non trascurabile, attualmente gli affetti da hiv iniziano la terapia antivirale prima che l’infezione sia conclamata e per appurare ciò occorre sia la positività al test sia il risultato dell’esame specialistico di cui ti ho detto sopra. Per cui, esegui il test in modo che il pensiero fisso all’hiv non condizioni troppo la tua vita sociale e quella degli altri. Quella degli altri, perchè una positività all’hiv vorrebbe poter significare anche contagiare le persone vicine mediante rapporti sessuali non protetti o condivisione di strumenti o accessori che determinino un possibile scambio di sangue.

  • #24573 Risposta

    Dr. Orofieri

    Si continua a dire che l’unico modo per confermare un’infezione da HIV sia il test. Parzialmente vero. Nel senso che affermare ciò va contro le regole dell’immunoematologia: qualunque infezione, spesso anche minima, altera vari parametri ematochimici come ad esempio i globuli bianchi e le sottoclassi e gli indici di flogosi. Quindi se c’è un’infezione da HIV recente o meno non diagnosticata con test specifico, i valori dell’emocromo sono comunque alterati e destano il sospetto almeno in alcuni parametri. Vi ricordo che basta un raffreddore o un’ influenza ad alterare i bianchi e la VES. Non esiste ragione scientifica per cui HIV dovrebbe fare eccezione a questa regola.
    Cordiali saluti.

  • #25263 Risposta

    chris.

    Buongiorno.ho avuto a dic.2014 un rapporto a rischio.il gg seguente ho fatto le analisi essendo iscritto all’avis da tanti anni.hiv neg.le ho seguite 2 mesi dopo sempre tutto neg. Eseguo ogni 3 mesi reg.te le analisi .posso stare tranquillo?

  • #25330 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Certo.

  • #40411 Risposta

    Paranoia

    Salve, poco più di 6 anni fa ho frequentato un ragazzo con il quale ho avuto frottage (sfregamento dei genitali). Da questo atto non mi sento di escludere che ci sia stata una leggera penetrazione, ma posso escludere una completa penetrazione. Ovviamente non c’è stata eiaculazione in prossimità delle mie parti intime. Qualche mese fa ho fatto le analisi del sangue e i linfociti risultano essere nella norma 29.4, posso stare tranquilla per per un eventuale rischio HIV?

  • #40420 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Tranquillissima.

  • #40763 Risposta

    Testosterone

    Buongiorno alcuni mesi fa ho avuto dei rapporti solo orali da attivo con diverse partner! Ho fatto nei giorni scorsi i normali esami del sangue ed i valori globuli bianchi globuli Rossi piastrine ves e pcr sono tutti perfetti! Posso stare tranquillo senza effettuare il test specifico ?

  • #40766 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Per la sicurezza assoluta deve fare il test specifico.

  • #40770 Risposta

    Testosterone

    Capisco , ma c’è una buona probabilità che sia negativo avendo anche leucociti e linfociti nella norma ??
    Grazie gentilissimo

  • #40778 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non è detto: La condizione di sieropositività e quindi di test anticorpi HIV positivo ma senza malattia, comporta un’emocromo normale.

  • #40986 Risposta

    Sira

    Buonasera,ho fatto un Western Blot perché il mio medico di base ha sbagliato dicitura dovevo fare quello classico per esami preconcezionali. Ho sempre avuto una vita super protetta con un unico partner mio marito risultato negativo ho ritirato gli esiti del w.b:p17 negativo p24 negativo p31 positivo gp120 debole positivo gp41 negativo gp36 negativo gp105 negativo. test HIV fatto dopo negativo. A maggio ho fatto una polipectomia a luglio una forte febbre data da Bassano per curare Ureoplasma e inizi settembre isterosalpingografia.sono così preoccupata posso stare tranquilla?la ringrazio.

  • #40991 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Mi xhiarisca per cortesia: lei ha fatto direttamente il test di conferma western blot senza fare prima la ricerca normale di anticorpi?
    Ha provato a farla dopo ma ha dato risultato negativo?
    Ho capito bene ???
    Può per cortesia inviarmi il referto completo a drumma@libero.it
    ho parecchi dubbi.

  • #41631 Risposta

    Roberta sicilia

    Ciao a tutti, la mia storia è un po’ particolare.. sono stata violentata a soli 13 anni. Ora ne ho 19 e comincio a temere di aver preso il virus dell’HIV.. i miei non sanno nulla di questa storia, e non so come cosa fare…

  • #41634 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Cara Roberta grande solidarietà per la tua triste storia.

    Sono passati molti anni, devi solo fare il test per avere delle certezze.

  • #41944 Risposta

    Paola

    Wbc 6.20
    Rbc 4.62
    Hgb 13.8
    Hct 40.9
    Mcv 88.5
    Mch 29.8
    Mchc 33.7
    Rdw 12.2
    Plt 107
    Pct 0.10
    Pdw 16
    Mpv 9.6
    Nutrofili 32.80%
    Linfociti 54.30%
    Monociti 8.7%
    Eosinofili 3.40%
    Basolifi 0.80%
    Ves 22

    Per favore rispondete

  • #41948 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Da questi pochi dati si evince che l’emocromo è in equilibrio con piastrine basse e formula invertita (linfociti maggiori dei neutrofili in percentuale).
    La VES alta denota un’infiammazione probabilmente causata da un’evento virale.
    Servirebbero altre indagini come parametri epatici, il qpe per poter dire di più ed importanti sono i sintomi che non riporta.

  • #41951 Risposta

    Paola

    Nessun sintomo

  • #41952 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Provi a fare analisi per il fegato, transaminasi GOT e GPT, GGt, QPE, Fosfatasi alcalina. Bilirubina frazionata.

  • #41953 Risposta

    Paola

    Va bene la ringrazio!

  • #43786 Risposta

    ana maria

    posso fare una domanda ?
    un anno fa avevo wbc :7,4
    e o fatto questo anno e mi e risultatto 5,2 . e questo un segno del hiv?

  • #43787 Risposta

    ana maria

    sono molto preoccupata , tutte le atre norme sonno state uguale solo il valore di WBC e caduto.
    e per 2 setimane ho dolori in articulaazioni dhe sudore noturna.per favore datemi un opinione.

  • #43788 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non è una discesa di questo tipo che può far pensare all’HIV;
    se si considera un soggetto a rischio faccia il test per l’HIV.

  • #43789 Risposta

    ana maria

    sono molto preuccupata perche ho letto che hiv distruge li globuli bianchie del sangue. e penso che il WBC sia caduto cosi tanto per 1 anno a causa di HIV.
    mi sento male dommani faccio il test con tutta paura.e il simptomi che mi hanno iniziato mi fanno sentire peggio.

  • #43790 Risposta

    ana maria

    ma con quello che potrebbe avere questa discesa di WBC?

  • #43791 Risposta

    ana maria

    per favore rispondetemi perche sono tropo in anssia

  • #43794 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Signora stia calma; non c’è nessun motivo di pensare all’HIV , sa quante discese di globuli bianchi vedo al giorno e non sono AIDS.
    Tranquilla.

  • #43797 Risposta

    ana maria

    Va bene grazie , sono piu tranquilla adesso . molto grazie da parte vostra.

  • #43798 Risposta

    ana maria

    ma dovrei preoccuparmi di questo discesa per fare qualche analisi per qualcos’altro??

  • #43799 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Ma non è considerata come una discesa se rimane nell’ambito dei valori normali, ma solo un’ oscillazione fisiologica.
    Non si preoccupi.

  • #43800 Risposta

    ana maria

    i limfociti hanno i valore 44.7
    e ves 20mm/h . e normale ves?

  • #43801 Risposta

    ana maria

    la velocita ves si considera normale?

  • #43804 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    La VES è normale fino a 15 quindi è un segno di una lieve infiammazione ma non pensi all’HIV i linfociti vanno bene ma dalla sola formula non si può fare una diagnosi.

  • #43807 Risposta

    ana maria

    questo tipo di infiammazione può causare dolore in articulazione ? e non ci puo essere in mezo hiv?

  • #43808 Risposta

    ana maria

    mi scussi ma sono tropo preucoppata ? che ne ho troppo paura del hiv.

  • #43809 Risposta

    ana maria

    nelle persone con hiv la velocita di VES come e??

  • #43810 Risposta

    ana maria

    per favore mi rispondete??

  • #43818 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Le ho già risposto. Nulla può far pensare all’HIV; se ha dubbi faccia il test.

  • #43869 Risposta

    ana maria

    ho fatto il test , HIV-1 , HIV-2 Negativo . Allora cosa mi fa fare queste preuccupacioni ?

  • #43943 Risposta

    eni

    Poso avere HIV con queste risposte di analise?
    WBC : 5.1
    RBC : 4.49
    HGB : 12.8
    HCT : 36.5
    MCHC : 35.1
    MCH :28.6
    MCV : 81.4
    RDW :12
    PLT :279
    MPV :9
    PDW : 15.9
    PCT : 2.51

    Nutrofili 47.8%
    Linfociti 44.7%
    Monociti 4.6%
    Eosinofili 2.8%
    Basolifi 0.1%
    Ves 20

    Perche ho letto che le perssone con i valori alti dei linfociti e dei valorj bassi dei WBC hanno il virus hiv. Io un anno fa ho avutto il WBC 7,7 e il limfociti sonno al confine con la norma .
    Grazie

  • #43945 Risposta

    eni

    con questi risultati che ne ho solo un prurito nell corpo , e qualche volta un dolore in articulazioni.

  • #43951 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Assolutamente no e non si può fare una diagnosi del genere dal solo emocromo.
    Se ha dubbi faccia il test.

  • #43952 Risposta

    eni

    ho fatto rapid test e usci NEGATIVO.
    E sicuro questo test dopo 9 messi dal ultimo contatto??

  • #43953 Risposta

    eni

    per favore rispondetemi ????

  • #43957 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Nove mesi sono sufficienti, ma se è un soggetto a rischio ripeta il test in laboratorio.

  • #43961 Risposta

    eni

    il test e fatto oggi, devo fare ul altro test? E che tipo di test?

  • #43978 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Ricerca anticorpi HIV.

  • #43979 Risposta

    eni

    Il test che ho fatto oggi non e corretto??

  • #43982 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Se mi definisce la metodica?

  • #43988 Risposta

    eni

    Non so , nelle analise diceva

    SIEROLOGIA
    HIV-1/HIV-2 NEGATIVO .

    questo tip di test puo essere ezatto?

  • #43997 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Si va bene allora è tutto a posto.

  • #44003 Risposta

    angel

    io ho fatto un test tra 55 giorni , e il resultato e stato negativo. Anche il mio test come questo di questa ragazza era.
    E preciso , devvo fare un altro? E preciso tra 55 giorni il test? Grazie

  • #44004 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Può stare tranquillo.

  • #44005 Risposta

    angel

    puo essere un falso negativo??

  • #44006 Risposta

    angel

    perche ho letto che si deva fare tra 3 messi deve passare il periodo finestra.

    • #44028 Risposta

      drumma
      Amministratore del forum

      Dipende dal metodo, in genere si aspettano i tre mesi, ma lei mi parla di entrambi gli esami negativi, l’ alternativa è che vi siete infettati insieme ???

  • #44030 Risposta

    angel

    ma cosa diche ????

  • #44034 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Le ho detto di stare tranquillo: tutti e due avete fatto il test ed è negativo giusto?
    Se il periodo finestra è tre mesi, allora siamo a posto fino a tre mesi precedente l’esame; giusto?
    Lei mi parla di NOVE mesi dall’ultimo contatto…giusto?
    mi segue ?
    Quindi non vedo problemi.

    poi stiamo parlando di soggetti ad alto rischio ???
    (operatori sanitari, più rapporti promiscui, tossicodipendenti, contatti col sangue…) ?

  • #44036 Risposta

    angel

    Ok grazie

  • #44037 Risposta

    angel

    ma io non o fatto il test fra 3 messi , lo fatto fa 55 giorni, devvo aspettare finche passano 3 messi per fare un altro test per restare tranquilla.

  • #44038 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Per sua tranquillità ripeta il test a tre mesi.

  • #44040 Risposta

    Veronika

    ciao . ho fatto le analisi un anno fa e avveo WBC : 7.6 e linfociti 20%
    questo anno il WBC : 5.1 e i linfociti 45%. Le norme dei linfociti sonno 20%-45% .Mi sembra stranno questa reduzione dei WBC e questa altezza dei linfociti. Si puo trattare di qualcosa? Grazie

  • #44041 Risposta

    Veronika

    Su internet dice che i linfociti bassi sono a causa di AIDS , e linfociti altti a causa di HIV . Per favore me lo puo spiegare . Grazie

  • #44042 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Lei ha molta confusione e per questo non dovrebbe leggere su internet.
    HIV è il virus che provoca l’AIDS quindi quello che ha scritto è contraddittorio.
    Detto questo il solo abbassamento dei bianchi non può essere sintomo diagnostico di una positività all’HIV; nel dubbio bisogna fare il test.
    Il suo abbassamento è assolutamente fisiologico e non preoccupa.

  • #44046 Risposta

    Veronika

    Grazie faro il test per essera sicura.

  • #44047 Risposta

    Veronika

    perche tutto questo che leggo su internet mi fa preuccopare.
    Ma per quelle risposte di analise devvo contatare con un medico? a non ce bisogno.

  • #44052 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non ce n’è bisogno.

  • #44059 Risposta

    Veronika

    molto grazie davvero .

  • #44483 Risposta

    Cuore

    Salve sono ho affrontato un viaggio nel 2011 in un villaggio che ospitava solo bambini malati di aids, in Africa. Un giorno alzando e giocando con uno di essi, gli è uscita della saliva dalla bocca e mi è finita dritta in un occhio. Ad oggi sto avendo un po di problemi di salute..e ho ripensato a quest’espisodio.. e ho molta paura.

  • #44489 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Il 2011 è lontano…ma per togliersi ogni dubbio deve solo fare il test.

  • #44867 Risposta

    Piripicchio

    Buongiorno, da poco tempo ho scoperto di avere virus nel sangue da molti anni. Ero già in fase C3 quando l’ho scoperto per infezione opportunistica correlata

    Se volete vi posto le mie prime analisi emocromo per farvi veder che tutti, dico tutti, i valori sono nella norma. Come è possibile che sia perfetto nell’emocromo e abbia il virus?

  • #44875 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    E’ possibile; dal solo emocromo non è possibile “vedere” un virus ma eventualmente i suoi effetti.

  • #45990 Risposta

    Giampiero

    Salve Dottor Drumma, avrei bisogno di capire questa cosa perché mi potrebbe dare un quadro chiaro di cosa aspettarmi al test, dato che in passato sono stato un po’ “avventato” nei rapporti, ma la mia domanda è questa: ho letto un intervento del Dott. Orofieri dove sosteneva che se c’è stato un contagio da HIV più o meno recente, vengono alterati almeno alcuni parametri che destano sospetti, e lei confermò apertamente il contributo del summenzionato dottore, però poco sopra, a Piripicchio, lei ha scritto che è possibile avere un emocromo normale e avere lo stesso il processo infettivo in corso e la conferma al contributo del Dottor Orofieri fa contrasto con l’ultima sua risposta a questa domanda, o forse a me è sfuggito qualche passaggio? E’ possibile avere contratto l’infezione da qualche anno ma presentare un emocromo assolutamente perfetto? Per me è davvero importante avere una risposta chiara e autentica a questa domanda perché in base alla risposta posso capire cosa aspettarmi al test, dato che dopo quasi 3 anni dall’ultima situazione a rischio, in un emocromo fatto per motivi estranei all’oggetto del post, presentavo valori perfetti, solo che da quanto ho capito ci sono pareri discordanti in merito: ci sono medici che sostengono che l’emocromo potrebbe essere assolutamente normale anche con l’infezione in corso, e medici che negano apertamente quest’affermazione, tra l’altro mi sembra logico, perché se basta un banale raffreddore, o qualunque processo infettivo ad alterare la VES e altri parametri, non vedo per quale ragione l’HIV debba costituire un’eccezione ad una delle fondamentali regole dell’immunoematologia, perché questa discrepanza di pareri? Quindi è possibile che ci sia stato il contagio anche se a distanza di ben 2 o 3 anni dall’ultimo rischio le analisi del sangue fatte in un pronto soccorso risultino perfette?

  • #46004 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Cerco di chiarire.
    L’emocromo è un’esame utilissimo che da’ moltissime informazioni soprattutto se letto insieme ad altri dati analitici ma da solo non basta a fare una diagnosi di alcuna malattia men che meno dell’AIDS.
    L’HIV è un virus particolare che una volta penetrato nell’organismo può rimanere inattivo o almeno “sottocontrollo” per molti anni anche decenni;
    si sviluppano però anticorpi contro di esso che possono essere svelati con i test oggi a disposizione, è la condizione di “sieropositività” ma non è la malattia; l’emocromo in questa fase è normalissimo.
    Mi viene in mente il caso di Magic Jonhson, famoso giocatore di basket NBA degli anni 80-90 che dichiarò trenta anni fa di essere sieropositivo ma non ha mai sviluppato la malattia.
    L’infezione da HIV può sfociare in malattia conclamata (AIDS) che distrugge i linfociti, ma in particolare una classe i CD4 ed allora si troverà un’emocromo alterato con bianchi bassi, ma non basterà perchè bisognerà fare le sottopopolazioni linfocitarie per capire se sono diminuiti i CD4.
    Con questo voglio dire che concordo col dottore per quanto riguarda le regole dell’immunoenzimatica (produzione di anticorpi) ma per quanto riguarda i virus ed in particolare l’HIV è necessario fare il test, non basta il solo emocromo altrimenti potremmo affermare che tutti i pazienti che hanno i bianchi bassi hanno l’HIV !?! Ciò non è vero.
    Da quanto ho capito lei non ha ancora fatto il test e vuole risposte dall’emocromo…l’esorto a fare il test se ha sospetti.

    le invio un link che potrà chiarire ancora meglio :
    http://cookielex/set-cookie.redir?backurl=aHR0cDovL3d3dy5yZXB1YmJsaWNhLml0L2luZGV4Lmh0bWw/cmVmcmVzaF9jZQ==&val=0

  • #46040 Risposta

    Giampiero

    La ringrazio per la risposta, ma vorrei chiarire che che non voglio risposte dall’emocromo, volevo solamente capire se in qualche modo, parlando di mera sieropositività e non di AIDS conclamata, ci potessero essere già dei parametri alterati per via della sieropositività stessa, e quindi se fare il test con animo tranquillo basandomi sulla consapevolezza che anche la sieropositività difficilmente non altera l’emocromo, oppure se non tenere conto delle analisi in oggetto per formulare un’aspettativa del risultato. A prescindere da quella che sarebbe stata la sua risposta, farò il test a breve, volevo solamente capire se potesse essere rassicurante, almeno in parte, un emocromo normale a distanza di anni dal rischio corso.

  • #46042 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Con la sola sieropositività avrà solo positivo il test HIV con presenza degli anticorpi ma l’emocromo sarà normale; se dovesse avere un’emocromo alterato in termini di globuli bianchi bassi allora potrebbe essere passato ad una fase conclamata ma dovrà sempre fare le sottopopolazioni linfocitarie per capire la situazione dei CD4.
    Detto questo ancora non ho capito la sua situazione visto che ancora deve fare il test e mi parla di sieropositività…

  • #46084 Risposta

    Giampiero

    Non le parlo di sieropositività, e posso anche dire che non ho malesseri di nessun genere, mai preso manco un’influenza nei momenti in cui tutti quanti se la prendono puntualmente. Solo anni fa, ad anni di distanza da situazioni a rischio a cui non era mai seguito nessun test, andai in ospedale per dolore toracico e difficoltà nel respiro, mi hanno fatto un check-up completo e risultò tutto perfetto, ed erano già passati anni dall’ultimo rischio corso. Ora, dato che vorrei fare il test, volevo solamente capire, se un emocromo completamente normale ancora dopo anni poteva essere considerato almeno un buon segno per affrontare il test con animo parzialmente tranquillo o se invece non vuol dire assolutamente nulla anche se erano passati più o meno tre anni dall’ultimo rapporto a rischio, tutto qui.

  • #46089 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Fare il test è la cosa più giusta, per quello che mi racconta può stare tranquillo.

  • #49649 Risposta

    Luisa

    Buongiorno avrei bisogno di un.chiarmento
    Ho 27 anni e sto facendo gli esami preconcezionali tra cui l.hiv test
    Ho semore pensato che l.hiv fosse una malattia molto rapida invece solo ora mi rendo conto che pottrebbero volerci parecchi anni prima dei primi.simtomi
    Avendo avuto alcuni rapporti a rischio sempre con la stessa persona 5 ,anni e mezzo fa e avendo sempre avuto l.emocromo perfetto solo.un problema di.ipertiroidismo guarito da due anni, posso sperare che non ci.sia infezione da hiv?
    ,so che la certezza la da solo.il.test ma vorrei essere preparata all esito o.poter sperare
    La ringrazio di.cuore

  • #49655 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    La condizione di sieropositività ovvero di avvenuto contatto col virus e sviluppo degli anticorpi può durare decenni anche per tutta la vita senza sfociare in malattia conclamata e non da nessun segno analitico nemmeno nell’ emocromo; unico modo per saperlo è il test HIV.

  • #49656 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    La condizione di sieropositività ovvero di avvenuto contatto col virus e sviluppo degli anticorpi può durare decenni anche per tutta la vita senza sfociare in malattia conclamata e non da nessun segno analitico nemmeno nell’ emocromo; unico modo per saperlo è il test HIV.

  • #49697 Risposta

    Luisa

    Grazie dottore per la riposta
    Forse ho capito male ma mi era sembrato di capire da alcune sue riposte nei post precedenti e da una sua approvazione a un testo di.un Suo collega, che l emocromo dovrebbe dare dei segnali
    Io negli ultimi quattro anni lhosempre fatto ogni sei otto mesi peril problema alla tiroide ora risolto e sempre perfetti
    I rapporti risalgono a sei anni fa
    Sto aspettando l.esito del test e delle altre analisi ma in questi giorni non dormo sembro uno straccio
    Posso sperare un pochino o niente?
    Grazie infinite

  • #49699 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non ci pensi troppo, credo può stare tranquillo.

  • #49719 Risposta

    Luisa

    Grazie ancora per la risposta
    Im effetti i rapporti erano con il preservativo
    Solo una breve penetrazione prima
    Il rischio è lo stesso?
    Grazie ancora

  • #49721 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Rischio bassissimo.

  • #49723 Risposta

    Luisa

    Grazie Dottore per la risposta ora sono un pochino piu tranquilla
    Spero che il.mio esito sia negativo e quando i.miei figli saranno abbastanza grandi gli spiegherò quanto sia facile e stipido per una leggerezza rovinarsi la vita e gli racconterò della mia angoscia
    In questa settimana a cause della tensione sono dimagrita tre chili
    Mancano ancora cinque giorni al.ritiro dell esito mi.ridurro uno scheletro (,mi scusi ma una risata mi farebbe bene)
    La ringrazio ancora di cuore e Le porgo i miei migliori saluti

  • #49724 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Rimetterà i chili dopo la risposta…

  • #49725 Risposta

    Luisa

    Buongiorno Dottore
    L ultima domanda poi non la disturbo piu
    Avendo fatto il test martedi della scorsa settina e cartaceo dovevo ritirarlo venerdi oppure per mail qualche giorno prima, se ci fosse un risutato positivo mi avrebbero già chiamato?
    Il laboratorio so che in genere chiama
    Scusi la mia ansia e se mi approfitto della Sua disponibilita
    Cordiali saluti

  • #49728 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    E’ buona prassi avvertire.

  • #49749 Risposta

    Luisa

    Buongiorno Dottore
    Volevo comunicarLe che l esito.del test è NEGATIVO
    La ringrazio per la professionalità e cortesia prestata
    Cordiali saluti

  • #49751 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    …con mia immensa felicità
    Buona giornata…

  • #49897 Risposta

    Italiano

    Buongiorno,nel 2013 ho avuto un rapporto a rischio con una ragazza che non conoscevo dato dalla rottura del preservativo. Mi sono accorto qualche secondo dopo (1 minuto al massimo) e poi non c è stato più nessun contatto.

    Da allora non ho mai avuto nessun problema di salute a parte qualche influenza e raffreddori stagionali.
    Ho un bambino e per tutta la gravidanza della mia compagna tutte le analisi sono andate sempre bene.

    Da maggio però ho una balanite presa da una candida della mia compagna che ancora non è andata via del tutto e allora mi stanno prendendo molti dubbi e ansie su quell’ episodio del 2012…crede che posso stare più o meno tranquillo?

  • #49899 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Deve curare la balanite da candida, per il resto non mi preoccuperei;
    per maggior tranquillità può fare il test.

  • #49934 Risposta

    Mik81

    Buongiorno, dopo aver letto tutti i quesiti di questa discussione, vorrei porre una riflessione sui “soggetti a rischio”.

    Premesso che si parla della scarsa attendibilità delle normali analisi del sangue per sospettare una infezione HIV, ed inoltre ho appreso da altri forum che il virus non sempre si manifesta con dei sintomi, restando silente per anni.
    Ora ipotizziamo che una persona venga tradita dal proprio partner e che quest’ultima si infetti dopo aver avuto rapporti extraconiugali, trasferendo di conseguenza il virus all’ignaro partner.
    Deduco, quindi, che la persona che non ha la minima preoccupazione o sospetto del HIV, poiché non è al corrente del comportamento del partner, ha buone probabilità di scoprire la malattia in fase avanzata se non addirittura in AIDS conclamata.
    Quindi il concetto di “soggetto a rischio” potrebbe essere più generalizzato oppure mi sbaglio.
    Dico questo perché noto moltissime discordanze quando si parla del virus HIV.

  • #49938 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Per soggetto a rischio si intende un soggetto che per lavoro o comportamento ha maggiori possibilità di venire a contatto con il virus, pensi agli infermieri, medici, omosessuali, eterosessuali con promiscuità ecc. quindi si presuppone una loro consapevolezza del rischio;
    il caso che lei espone potrebbe essere inserito ma rientra nell’inconsapevolezza del subire un rischio
    con questo suo allargamento allora tutti siamo a rischio.
    Non sono d’accordo sulla scarsa attendibilità dei test HIV, il problema è solo il periodo finestra, ma con i test di quarta generazione siamo a buon punto.

  • #49945 Risposta

    Mik81

    Buonasera dottore, un solo appunto e poi non disturbo più poiché sicuramente avrà da dare risposte più urgenti.
    Io non sostengo che il test HIV abbia una scarsa attendibilità! non l’ho mai pensato minimamente, infatti se rilegge il mio messaggio, mi riferisco alle analisi generiche, che a quanto pare mi sembra di aver capito che non sempre si alterano nei soggetti affetti da questa patologia. Infatti, devo dire, che sono rimasto un po’ allibito da questo. Credevo che nelle analisi di routine ci fosse sempre qualche avvisaglia per poi indagare con appositi test specifici.
    Grazie per la sua attenzione.

  • #50313 Risposta

    preoccupato

    Salve dottore, post episodio a rischio nell’ultimo mese ho avuto stanchezza, dolori muscolari, diarrea, brufolini spalle e braccia e qualcosa petto, tonsillite e infiammazione bocca. Le ultime analisi fanno notare emoglobo leggermente alto e transaminasi 3 volte il normale 117 può tutto ciò essere relato ahiv. Farò test epatite, ma vorrei sapere se può essere legato a ciò che ho detto

  • #50317 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Prima di pensare all’HIV, (la invito a fare il test) deve preoccuparsi dell’epatite B e C, del citomegalovirus, dell’Epstein Barr.

  • #51716 Risposta

    Manu

    Buongiorno, mi sono baciata con un uomo e mentre ci baciavamo c è stato un passaggio di sangue o dalle gengive o per un morso alle labbra. Dopo 15 GG ho avuto un episodio simil influenza che non passa con costante leggera febbre,mi hanno fatto fare gli esami e risulta che in passato ho fatto citomegalo e mononucleosi,HIV ed epatiti sono risultate negative ( ma visto il contatto recente non sono significative…se ho capito bene).
    I globuli bianchi sono perfetti ,invece VES e pcr sono altissimi,tutti gli altri valori epatici sono nella norma e ci sono solo globuli rossi emoglobina ed ematocrito leggermente sotto il limite. Questi valori sbagliati potrebbero segnare che siamo nelle settimane di fase acuta quando il virus HIV inizia a prendere” possesso”?

  • #51718 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Assolutamente non può avere riferimenti da questi valori. Probabile episodio febbrile. Se vuole può fare il test di quarta generazione, se il suo partner è un soggetto a rischio…

  • #52042 Risposta

    epicuro

    Buongiorno purtroppo a seguito di rapporto a rischio sono risultato pochi giorni fa positvo al test hiv, risultano nel sangue anche una catena kappa libera che prima non esisteva.
    Mi chiedo se debbo andare anche dall’ematologo o se curando l’Hiv questa sparirà.
    Grazie

  • #52045 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    E’ consigliata una visita ematologica; non credo sia legata all’HIV.

  • #52083 Risposta

    Andrea

    Gentile Dottore buongiorno,
    leggendo le varie risposte Gli vorrei sottoporre una domanda perchè leggo, e sicuramente sarò io a non comprendere, che su certe risposte si da il consenso ad un altro medico sul fatto che VES in caso di HIV subisce alterazioni, poi però si dice che non è così. Volevo solo chiedere, in caso di rapporto a rischio ma con tutte le analisi del sangue perfette e nello specifico EMOCROMO – VES – FORMULA LEUCOCITARIA e ELETTROFARESI PROTEICA, si può escludere un contagio? Chiedo perchè non mi è molto chiara questa cosa viste le risposte precedenti. Ringrazio molto per la disponibilità e professionalità

  • #52085 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Dalla sola VES è impossibile fare una diagnosi di contagio; deve fare il test dopo almeno 15 – 20 giorni dall’eventuale contagio (test di quarta generazione)
    La VES è un indice aspecifico di infiammazione, quindi un suo aumento , se non associato ad altro, ci dice solo che ha un’infiammazione più o meno importante, in corso o che sta passando;
    per spiegarmi meglio , potrebbe avere una carie , che le altera la VES e pensare di avere l’AIDS….

  • #52103 Risposta

    Andrea

    Grazie Dottore per la risposta,
    la mia domanda però era un’altra, con tutti i valori perfetti nello specifico (VES – EMOCROMO – FORMULA LEUCOCITARIA E ELETTROFORESI PROTEICA) è possibile ugualmente avere contratto HIV oppure dovremmo avere un campanello di allarme da qualche valore? Campanello che poi, andrebbe accertato con lo specifico test?
    Grazie mille per la Sua disponibilità

  • #52106 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Nessun campanello d’allarme; se ha avuto un rapporto a rischio o un contatto con sangue presumibilmente infetto, deve solo fare il test una ventina di giorni dopo (se di quarta generazione).

  • #52168 Risposta

    Andrea

    Dottore buongiorno,
    innanzitutto grazie per le Sue esaustive risposte, risulta tutto chiaro, una sola cosa Le chiedo, solo per cercare di capire, alla mia domanda se in caso di contagio da HIV ci sono dei campanelli anche con VES perfetta Lei risponde “NESSUN CAMPANELLO” però un altro dottore scrive questo e Lei da il consenso “Si continua a dire che l’unico modo per confermare un’infezione da HIV sia il test. Parzialmente vero. Nel senso che affermare ciò va contro le regole dell’immunoematologia: qualunque infezione, spesso anche minima, altera vari parametri ematochimici come ad esempio i globuli bianchi e le sottoclassi e gli indici di flogosi. Quindi se c’è un’infezione da HIV recente o meno non diagnosticata con test specifico, i valori dell’emocromo sono comunque alterati e destano il sospetto almeno in alcuni parametri. Vi ricordo che basta un raffreddore o un’ influenza ad alterare i bianchi e la VES. Non esiste ragione scientifica per cui HIV dovrebbe fare eccezione a questa regola.”
    Mi scuso per la domanda ma vorrei capire perchè le due risposte sono contrastanti
    Molte grazie e buon lavoro

  • #52176 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Ricordo l’intervento; in realtà dato il periodo di latenza dall’ingresso dell’HIV alla malattia conclamata (AIDS), periodo che può durare decenni o non verificarsi mai e dato l’avvento di test di quarta generazione capaci di individuare a 15 – 20 giorni l’antigene p24, ci può essere un periodo più o meno lungo dall’ingresso del virus durante il quale non si alterano i valori delle analisi fino a che il virus non esca dalla latenza (slatentizzazione) e cominci la sua replicazione.

  • #52180 Risposta

    Andrea

    Grazie dottore per la risposta, certo che il Suo collega diceva che, come un semplice raffreddore anche HIV recente o meno andrebbe ad alterare alcuni valori dell’emocromo e VES, da ciò che si evince dalla Sua ultima risposta e anche da altre nella chat, questo non è vero. Molte grazie per la Sua disponibilità

  • #52735 Risposta

    Andrea

    Dottore buongiorno,
    un’ultima curiosità, e chiedo scusa del disturbo, da questi esami, in caso di presunto contagio HIV si evincerebbe qualche cosa? Purtroppo mi sono punto con una siringa in un campo e devo andare a fare test ma intanto chiedo se da quello che si legge nei miei esami si potrebbe già evidenziare delle anomalie?
    molte grazie per la sua disponibilità
    EMOCROMO
    Piastrine 204 10³/mm³ 140 – 440
    Globuli Bianchi 6.48 10³/mm³ 4.00 – 11.00
    Globuli Rossi 5.60 10^6/mm³ 4.60 – 6.00
    Emoglobina 16.4 g/dL 14.0 – 18.0
    Emoglobina (nuova unità misura) 164 g/L 140 – 180
    Il risultato di Emoglobina è espresso anche nell’unità di misura raccomandata dalle linee guida internazionali.
    Ematocrito 49.4 % 40.0 – 52.0
    Volume Cellulare Medio 88.1 microm³ 82.0 – 98.0
    Contenuto Cellul.medio Hb 29.3 pg 25.0 – 34.0
    Concentraz.Cellul. Media 33.2 g/dL 32.0 – 36.0
    Ampiezza Media Distrib.G.R. 13.1 % 11.5 – 14.5
    Volume Medio Piastrinico 7.7 microm³ 7.2 – 11.1
    Emazie Ipocromiche 0.5 % 0.0 – 2.5
    FORMULA LEUCOCITARIA
    %Granulociti Neutrofili 43 % 40 – 70
    N.Granulociti Neutrofili 2.79 10³/mm³ 1.80 – 8.00
    %Linfociti 45 * % 22 – 44
    N.Linfociti 2.92 10³/mm³ 1.00 – 4.50
    %Monociti 7 % 4 – 11
    N.Monociti 0.45 10³/mm³ 0.10 – 1.00
    %Granulociti Eosinofili 4 % 0 – 8
    N.Granulociti Eosinofili 0.26 10³/mm³ 0.00 – 0.80
    %Granulociti Basofili 1 % 0 – 2
    N.Granulociti Basofili 0.06 10³/mm³ 0.00 – 0.20
    Velocità di eritrosedimentazione (VES) 9 mm/h 0 – 25
    PROTEINE TOTALI 7.5 g/dL 6.6 – 8.7
    ACIDO URICO 5.0 mg/dL 3.4 – 7.0
    AZOTEMIA 17 mg/dL 6 – 20
    CREATININA 0.94 mg/dL 0.70 – 1.20
    GLICEMIA 81 mg/dL 70 – 110
    COLESTEROLO 229 mg/dL Valore desiderabile: minore di 200 mg/dL
    HDL-COLESTEROLO HDL-colesterolo 44 mg/dL valore desiderabile: maggiore di 39 mg/dL
    Colesterolo Totale 229 mg/dL Valore desiderabile: minore di 200 mg/dL
    Rapporto Colesterolo Tot./HDL 5.2 minore di 4.5
    TRIGLICERIDI 102 mg/dL Valore desiderabile: minore di 180 mg/dL
    AST (SGOT) 22 U/L 4 – 40
    ALT (SGPT) 19 U/L 4 – 40
    PSA TOTALE 0.83 ng/mL 0.00 – 4.00
    ELETTROFORESI PROTEICA
    Proteine Totali 7.50 g/dL 6.60 – 8.70
    Elettroforesi (albumine) 64 % 55 – 66
    Elettroforesi (alfa 1) 4 % 2 – 4
    Elettroforesi (alfa 2) 8 % 7 – 11
    Elettroforesi (beta 1) 5 % 4 – 7
    Elettroforesi (beta 2) 4 % 3 – 6
    Elettroforesi (gamma) 15 % 11 – 18
    Elettroforesi Note Tracciato elettroforetico privo di anomalie qualitative evidenti.

  • #52738 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    E’ tutto a posto; migliori il colesterolo e l’HDL (alimentazione e moto)

  • #52740 Risposta

    Andrea

    Dottore, grazie mille per la Sua risposta.
    Da questi esami posso stare abbastanza tranquillo da un eventuale contagio HIV oppure non c’entrano nulla?
    Grazie ancora per la Sua disponibilità e professionalità, e non da poco immensa pazienza 🙂

  • #52753 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Mi pare che avevamo superato questo punto…
    occorre il test.

  • #52989 Risposta

    Mimma

    Buonasera, spero che qualcuno possa leggermi e darmi un aiuto in delucidazione. Il ginecologo mi ha prescritto delle analisi preconcezionali, tra cui emocromo, test hiv, epatite b e c, toxoplasmosi ecc… Ieri sono andata in un laboratorio analisi (privato) per fare le dovute analisi. Stamane il laboratorio mi ha chiamato chiedendomi di ritornare presso la loro struttura per un nuovo prelievo di controllo, in quanto mi hanno detto aver riscontrato un esito debole positivo all’hiv e che nella stessa giornata di ieri hanno fatto due test per validare la positività al test visto che per loro era un “dubbio positivo”, con emocromo perfetto e risultati negativi a tutti gli altri test. Mi rifanno le analisi oggi dicendomi che avrebbero inviato il prelievo a Roma per effettuare il WB… e dopo circa due ore mi richiamano dicendomi che hanno fatto loro un altro test nel loro laboratorio. Il risultato è stato negativo ma la dottoressa mi ha detto che pur essendo negativo ero sempre in fascia grigia. Da premettere che non ho mai avuto rapporti occasionali ma con persone sanissime ed io sono sana come un pesce, non so come interpretare questa cosa… Potreste aiutarmi vi prego

  • #52994 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Probabile interferenza con altri anticorpi simili, sono i limiti delle metodiche ma lei deve stare tranquilla perchè i test di conferma sono negativi.
    Piuttosto approfondisca la sua situazione immunologica, cominciando col fare un quadro proteico e le singole immunoglobuline (anticorpi) IgG,IgM,IgA,IgE.
    Ultimamente ha avuto episodi virali?

  • #52997 Risposta

    Mimma

    A gennaio io e mio marito siamo stati in Thailandia in viaggio ed a parte un episodio di diarrea siamo stati bene. Difatti la dottoressa mi diceva che l’emocromo era perfetto e non avevo nessuna alterazione lampante da ricondurre un positivo certo. Così hanno deciso di indagare nuovamente con il WB e devo aspettare l’esito fra 10 giorni, ma nel frattempo loro hanno fatto un test nuovamente di controllo e sono negativa ma in zona grigia… È questa cosa della zona grigia che non capisco

  • #53002 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Per zona grigia si intende un dubbio analitico, un risultato che si pone in una zona al limite tra il positivo ed il negativo, a maggior ragione le chiedo di stare tranquilla, è di sicuro un’interferenza che il metodo non riesce a distinguere, tra l’altro lei assicura di non essere un soggetto a rischio.

  • #53009 Risposta

    Mimma

    Guardi la ringrazio per la sua disponibilità… Ieri mi hanno messo una tale confusione in testa. Mi hanno detto aver riscontrato gli anticorpi, che dal primo test sono risultata debolmente positiva poi hanno fatto la conferma e gli era risultato nuovamente debolmente positiva, però l’emocromo era perfetto… Poi rifatto il test a quel punto ero debolmente negativa… Insomma lei mi dice di stare tranquilla?

  • #53016 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    L’emocromo non ci da’ nessuna indicazione;
    Da quello che mi racconta e per la mia esperienza può stare tranquilla;
    se vuole quando avrà la risposta del test di conferma mi contatterà.
    Una domanda che test ha fatto per l’HIV, di che generazione?

  • #53020 Risposta

    Mimma

    Purtroppo non lo so… Sono stati vaghi, hanno più volte ribadito che difficilmente Si sbagliano perché i loro test sono precisi e che per loro molto probabilmente ero entrata in contatto e avevo sviluppato gli anticorpi. Ma che per scrupolo avrebbero fatto un WB. Poi mi richiama dicendomi debolmente negativo. Allora uno ricerca indietro nel passato alle storie che ho avuto, ma sempre storie stabili con partner durati anni e mai rapporti occasionali, da due anni sono andata a letto solo con mio marito… Insomma non ho mai sofferto di nulla in questi dieci anni se non ogni tanto una febbre durata massimo un giorno, ma la trovo una cosa plausibile. Purtroppo sono piuttosto carente in materia e mai avrei pensato di poter risultare un dubbio positivo all’hiv, smentito da un dubbio negativo… Che però ste fasce dubbio fanno venire solo dubbi

  • #53021 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Può chiedere al laboratorio, è un suo diritto, sapere che test le hanno fatto.
    La informo che il virus dell’HIV può essere trasmesso per via sessuale o per contatti con sangue infetto.
    Sono convinto della negatività, perchè un risultato dubbio significa una debole carica anticorpale che in un caso di positività (non il suo caso, faccio un esempio), significherebbe un contagio recente, di qualche mese…
    questo la può aiutare ad essere più tranquilla?

  • #53022 Risposta

    Mimma

    Sì la ringrazio di cuore a risentirci appena ho altre news

  • #53442 Risposta

    Luca

    Buongiorno Dottore,
    tra il 2017 e 2018 sono stato non troppo attento nei rapporti sessuali, avendo frequentato diverse donne (apparentemente non soggetti a rischio…..ma la certezza è nulla) e non sempre ho purtroppo utilizzato il preservativo.
    In ogni caso per motivi legati alla mia dieta iperproteica ho fatto negli ultimi 18 mesi le analisi del sangue canoniche per tre volte ovvero gennaio 2018, agosto 2018, aprile 2019.
    Seppur nei range di riferimento ho notato queste oscillazioni nel corso dei 18 mesi.

    Prima analisi 1/2018:
    Globuli bianchi: 6,58
    Linfociti 24,90%
    Ves: 11 mm
    ————–
    Seconde analisi 8/2018:
    Globuli bianchi: 6,54
    Linfociti: 25,8%
    Ves un’ora: 7
    —————-
    Terze analisi 4/2019:
    Globuli bianchi: 6,17
    Linfociti: 28%
    Ves un’ora: 6.

    La settimana prossima farò il test HIV e sono divorato dall’ansia.
    Da questi dati è a suo avviso percepibile un’infezione Hiv in corso?
    I globuli bianchi scendono, i linfociti salgono, la ves scende sempre.
    Cosa ne pensa?
    Vorrei essere pronto al peggio.
    La ringrazio

  • #53443 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Da questi dati non si può dire nulla.

  • #53446 Risposta

    Luca

    Può essere più chiaro per favore?
    Di quali dati delle analisi ha bisogno?
    Mi sta salendo ancora di più l’ansia.

  • #53447 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Se lei avesse letto le risposte precedenti avrebbe compreso che c’è bisogno del test HIV; aspettiamo la risposta.

  • #53450 Risposta

    Luca

    Appunto perché le ho lette ho chiesto….
    sulla base della lettura delle analisi del sangue ha scritto ad altre persone che potevano stare tranquille.
    Fermo restando il discorso test.
    Comunque, al di là di eventuali virus, questo abbassamento dei globuli bianchi in 18 mesi è preoccupante secondo lei?

  • #53452 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Da 6,58 a 6,17
    Sono normali fluttuazioni dei valori.

  • #53455 Risposta

    Luca

    Grazie.
    Lo stesso vale per linfociti e ves?
    O lei denota qualcosa di preoccupante?

  • #53456 Risposta

    Emanuela

    Salve io scrivo in merito a un dubbio.
    Ho sempre fatto test hiv 1 hiv 2 e 0 risultati negativi ma in questi anni jo avuto sempre ulcere in bocca e molta candida nonostante esami del sangue normali.
    Da qualche giorno non ho piu’ le forze di fare nulla,mi ammalo spesso con raffreddore e mal di gola ho la candida e pruriti a volte rash.
    I linfociti sono sempre sottolineati in neretto nel referto.
    Ma cosa vuol dire linfociti bassi sempre?e in questo ulyimo periodo neutrofili alti?
    Potrei avere lo stesso l’hiv?
    Non capisco!

  • #53457 Risposta

    Emanuela

    Ho ripetuto il test due giorni fa sempre negativo ma allora questi problemi cosa li comporta?Il test hiv rna vede se c’e’ l infezione da hiv in corpo e magari i normali test no?devo indagare per altre malattie sessualmente trasmissibili?la prego mi aiuti

  • #53466 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    per Luca: si tutto nella norma.

  • #53467 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    per Emanuela: se sa di avere la candida è perchè ha fatto un tampone, con relativo antimicogramma; ha fatto la cura?
    Se il test è negativo non ha nulla da temere, probabilmente ha una carenza immunitaria; ne parli col suo medico per ristabilire la situazione.

  • #53483 Risposta

    Ansio

    Il test combo di 4a generazione può in rari casi dare interferenza tre la ricerca antigene p24 / e Ab hiv 1-2 e dare falsi negativi ?

  • #53487 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Nessuna metodica è perfetta e prevede un minimo di falsi negativi ma non per interferenze tra antigene ed anticorpo.

  • #53491 Risposta

    Ansio

    Grazie per la celere risposta , le pongo un altro quesito allora :
    Dopo 4 anni da rapporto a rischio (all epoca effettuati test hiv 1-2 ab a 3 e 6 mesi negativi) presento sintomi come perdita di peso linfonodi ingrossati afte persistenti lingua bianca ripetuto test 4 generazione 2 volte in una settima entrambe negativo . Come posso fugare ogni dubbio ? Esame molecolare? Di quale tipo

  • #53493 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Il dubbio è solo in lei; dal punto laboratoristico è a posto.
    I sintomi che ha possono essere attribuiti ad una carenza immunitaria;

  • #53504 Risposta

    Ansio

    Grazie di nuovo,abuso della sua grande disponibilità per chiederle se sul ceppo HIV 2 ci sono delle zone d’ombra negli attuali test di screening

  • #53510 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Domanda curiosa tenendo conto che il ceppo HIV 2 è presente solo in alcune zon dell’Africa.
    Dal punto di vista laboratoristico, nessuna differenza con l’HIV-1.

  • #53553 Risposta

    Ema

    Salve dottore le scrivo perche’ sono molto in ansia.So che lei afferma che se un test e’ negativo non si e’ sieropositivi ma avrei delle domande.
    1)Se si fossero accumulate diversi virus e batteri insieme all’hiv il test sarebbe stato sempre positivo o la risposta degli anticorpi tarda di anni e quindi si e’ infetti ma non lo si sa?
    2)Si puo’ essere immunocompromessi se si sono accumulati virus differenti dall’hiv e quindi avere lo stesso bisogno degli immunosoppressori?
    3)La tipizzazione linfocitaria puo’ essere sbilanciata in caso di hiv ma anche in caso di altre malattie veneree?Se io ho un test negativo all’hiv potrei comunque avere linfociti bassi a causa di epatite sifilide o altro?
    4) Oltre il test hiv come si puo’ escludere a priori di essere sieronegativo?
    Se in tanti anni si sono avute sempre situazioni di candida,di stafilococco aureo,di klebsiella pneumoniae e di enterobacteriae dipende da una condizione di immunosoppressione relativa a virus diversi dall’hiv?
    Non so piu’ come venirne a capo perche’ sto malissimo.

  • #53554 Risposta

    Ema

    Potrei essere sieropositiva nonostante test negativo ma sintomi e supponiamo linfociti sbilanciati?

  • #53557 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Fa un po’ di confusione,cerco di chiarirle qualche punto:
    le malattie infettive(provocate da microrganismi esterni) provocano una risposta con intervento dei globuli bianchi che in genere aumentano;
    i globuli bianchi si dividono in classi che possono aumentare in percentuale, in generale i neutrofili aumentano per infezioni batteriche, i linfociti nelle virali(anche se in medicina non esistono regole assolute)
    Quindi infezioni virali, come quelle che lei ha nominato portano un’aumento dei linfociti e non una diminuzione
    La diminuzione nell’AIDS conclamato dipende dal fatto che il virus HIV attacca una classe particolare di linfociti i CD4 evidenziabili solo con le sottopopolazioni linfocitarie ma questo non accade nella fase di sieropositività.
    Lei afferma di essere immunocompromesso allora perché dovrebbe prendere anche immunosoppressori che peggiorerebbero la situazione?
    Se ha fatto il test ed è negativo allora non ha l’HIV.

  • #53563 Risposta

    Emanuela

    Salve dottore le scrivo qui come ultima spiaggia perche’ sono veramente stanca.
    Stanca di sentirmi sempre male e di non avere dai medici un responso se non quello di fare sempre il normale emocromo.
    Volevo chiederle se si hanno dei sintomi diffusi come rush cutanei,brividi,nausee,stanchezza invalidante ,candida sempre fissa,a volte febbri serali,e molto altro al punto da non riuscire fisicamente a lavorare si puo’ vedere da test piu’ sofisticati tipo esame del dna?
    Io non mi reggo in piedi sul serio,ma vengo sempre sminuita nel mio calvario giornaliero.
    Volevo sapere inoltre se fosse un virus a farmi stare cosi’ quale esame rivela i virus?L’emocoltura puo’ aiutarmi?
    La prego ho bisogno di venirne a capo.
    Ho bisogno di riprendermi in mano la mia vita.
    Non ho mai fatto esami per virus sessualmente trasmissibili eccetto hiv.
    Scusi se ho postato qui la mia domanda ma ho visto che risponde sempre alle persone che le chiedono informazioni.
    Sono stanca di essere catalogata come psicosomatica dal momento che non ho disturbi di ansia e non ci ho mai sofferto.Grazie per la risposta.

  • #53569 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Sono qui per ascoltarla ed aiutarla per quello che posso…
    Fatto il test si tolga di mente l’idea di avere l’HIV.
    Punto primo: ha fatto il test?
    Poi cominciamo da zero: cha fatto analisi di tipo infiammatorio tipo VES,PCR?
    Altre indagini sul funzionamento epatico: GOT,GPT, QPE, fosfatasi alcalina, Bilirubina frazionata?
    Ha esplorato l’assetto marziale: sideremia, ferritina?
    Ha fatto tamponi vaginali e faringei, un’urinocoltura?
    Mi dia più dati e cercherò di aiutarla.

  • #53613 Risposta

    Martina

    Salve dottore, mi aiuti sono disperata da 1 mese non dormo piu, ho saputo che la mamma di un ragazzo con cui ho avuto rapporti un anno e mezzo fa è affetta da hiv e adesso ho paura di averla presa anch io visto che quest anno ho avuto due volte febbre herpes labiale, il fatto è che quest anno con il mio attuale ragazzo ho avuto un aborto spontaneo con raschiamento, se ne sarebbero accorti dalle analisi di routine prima dell intervento se ho l’hiv? la prego mi risponda perchè sono terrorzzata a fare il test

  • #53620 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Prima di questi interventi si fanno tutte le analisi del caso e se positiva all’HIV glielo avrebbero comunicato.
    Tranquilla.

  • #53700 Risposta

    Mara

    Salve dottore le scrivo in merito a un dubbio.
    Presento lingua bianca a volte ho ulcere in bocca da anni,i cicli mestruali sono strani,ho mal di gola e a volte tosse,eruzioni corpo e altre manifestazioni.
    Ho fatto diversi test per hiv in questi anni tutti negativi.
    Il mio partner accusa gli stessi sintomi.
    Ho lasciato il lavoro perche’ non mi reggo in piedi.
    Escludendo l’aids potrebbe essere una sifilide?
    Ho paura di scoprirlo ora in ritardo visto i sintomi avuti leggeri negli anni e ora forti.
    Quali esami dovrei fare ammesso che non sia in ritardo e con un sistema immunitario compromesso?

  • #53701 Risposta

    Mara

    Se avessi una malattia infettiva diversa dall’hiv sarei ancora in tempo per curarmi?

  • #53703 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Il fatto che sia lei che il suo compagno accusate gli stessi sintomi depone per un problema infettivo che probabilmente vi passate all’infinito;
    occorre fare dei tamponi alla bocca e agli organi genitali e potrebbe trattarsi anche di una banalità;
    per la sifilide con un prelievo di sangue fate la VDRL ed il TPHA.

  • #53706 Risposta

    Mara

    Secondo lei se il test hiv e’ negativo e’ da escludere che sia l’hiv?ho letto di casi di gente negativa all’hiv che pero’ aveva il virus non evidenziabile dai test di 4 tipo.
    Se si fa un naat si puo’ escludere hiv? Dottore domani le posto le analisi.Ma secondo lei visto i miei sintomi debilitanti posso ancora curarmi?

  • #53708 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Inutile fare il naat se il test HIV è negativo;
    aspettiamo domani.

  • #53780 Risposta

    Leo

    io ho avuto un rapporto a rischio non sono sicuro se i condom si e rotto adesso dopo 2 mesi ho dei linfonodi inguine uno 8mm l’altro 12mm e mi fanno male il linfonodi da Hiv posso sapere come si manifestano

  • #53785 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Faccia il test per togliere ogni dubbio ma potrebbe essere solo un’infezione locale , faccia anche un tampone uretrale.

  • #53788 Risposta

    Leo

    Adesso il mio dottore mi ha fatto fare questi esami
    Anticorpi virus ebv
    Toxoplasma anticorpi
    Emocromo formula leucocitaria
    Streptococco anticorpi anti antisreptolisina -0Tas
    Latatto deidrogenasi ldh
    Proteina c reattiva pcr quantitativa
    Ves
    Micobatteri diagnosi immunologica di infezione latente Quantiferon.

    Perché 2 settimane fa ho fatto gli esami del sangue era tutto normale a parte la PCR che era il doppio dei valori normali.

    Adesso mi e venuto il dubbio dell Hiv perché ho questi linfonodi dolenti e mi sento molto più stanco già da 2 mesi. Non ho febbre

    Aspetto questi esami e poi se serve faccio anche per Hiv.

    Se si ha Hiv o infezione oppure qualche altra malattia con questi esami mostreranno che ce qualcosa che non va?grazie

  • #53799 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Il suo medico sta facendo una ricerca ad ampio spettro, faccia anche l’HIV.

  • #53871 Risposta

    Emanuela

    Salve,desideravo sapere una cosa.Se da anni il test hiv e’ negativo e tutte le altre mst anche ma si ha candida e continue ulcere in bocca e dei rash cutanei e sudorazioni notturne puo’ darsi si abbia l’hiv ma che non si rilevi con i normali anticorpi?Io non riesco piu’ ad uscire di casa,ho la sintomatologia dell’aids conclamato.Nn mangio e non ho sete,ho cachessia con perdita di massa muscolare,sangue in bocca,bruciori corpo,tosse,sudorazioni motturne ma test negativo!!!!
    Se faccio la ricerca dell’hiv rna posso scoprirmi positiva?E potrei ancora curarmi nonostante non abbia le forze per fare le cose?Sarei in aids?Anche il mio compagno ha questo visibile dimagrimento e gli stessi sintomi ma il test negativo.Dottore i test possono sbagliarsi?I linfociti che aumentano e i neutrofili che diminuiscono sono legati all’aids?
    Come posso venirne fuori?So che il colesterolo si altera in caso di hiv e anche transaminasi e infatti da anni ho uno strano colesterolo pur non mangiando cibi che lo giustifichino.Dottore ho seriamente paura di avere questa malattia.Non so nemmeno se sarei gia’in aids e se potrei ancora curarmi.

  • #53873 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Signora si calmi altrimenti non riusciamo a ragionare.
    Se lei h afatto i test è sono negativi allora perchè pensa all’HIV?
    E’un soggetto a rischio?
    Ha già fatto l’HIV RNA?
    I sintomi che ha possono dipendere da una carenza immunitaria per altri motivi infatti nell’AIDS i linfociti ed in particolare la sottoclasse CD4 diminuisce, lei afferma che stanno aumentando…

  • #54243 Risposta

    Emanuela

    Dottore le rispondo ora.No non ho fatto l’hiv rna.Secondo lei potrebbe essere positivo?

  • #54244 Risposta

    Emanuela

    I linfociti sono diminuiti nell’emocromo.

  • #54249 Risposta

    Elisa

    Salve le vorrei postare i miei esami per capire se dall’emocromo del 3 maggio e quello precedente si capisce se c’e’ qualche valore che faccia supporre hiv .Test hiv fatti negli anni negativi ma

    Ripetuto test hiv con metodo la roche cobas esito 0.40 su 1.00 non reattivo
    Sono in francese perche’ vivo qui.
    3 maggio 2019
    Hematies 5.08 (3.8 a 5.9)il 27 /3/2019 era 5.01

    Hemoglobine 14.4 (da 11.5 a 17.5) il 27/3/2019 era 14.1
    Hematocrite 42.8(34.0 a 53.0) il 27/3/2019 era 42.6
    TCMH 28.3 (da 24 a 34) il 27 /3/2019 erano 28.1
    Ccmh. 33.6 (31.0 a 36.0)il 27/3/2019 erano 33.2
    VGM. 84 ( da 76 a 96) il 27 /3/2019 erano a 85

    Leucocytes 8390(da 3800 a 11.000) il 27/3/2019 erano 8.710
    Neutrofili 72.7% 6100 (da 1400 a 7700) il 27/3/2019erano 77,4
    Eosinofili 1.9 % 159 (da 20 a 580)
    Il 27/3/2019 erano 1.5
    Basofili 0.2% 17 inferiori a 110 il 27/3/2019 erano O.2
    Linfociti 18.6% 1561 (da 1000 a 4800)
    Il 27/3/2019 erano 14.2
    Monociti 6.6% 554 (da 150 a 1000) il 27/3/2019 erano 6.7
    Plaquettes 417.000 (da 150.000 a 445.000) il 27/3/2019 erano 382.000
    Ves per tanti anni a 20 adesso a 12
    Estimazione du debit de filtration glomerulaire par CDK EPI
    CKD EPI 106 superiore a 89
    CREATININE ENZYMATIQUE 7.4 (DA 5.1 A 9.5) Il 27/3/2019 era 7.5
    PCR inferiore a 5.00
    Sodium 144 (da 136 a 145)il 27/3/2019 era 141
    Potassium 4.4 (3.5 a 5.1) il 27/3/2019 era 4.1

    Chlore 105 (da 98 a 107)il 27/3/2019 era 103.

    Folati sierici 4.20 (da 3.89 a 26.80)
    Vitamina b 12 318 (da 145 a 569)
    Albumina 45 (da 36 a 46)
    Ferritina 41 (da 15 a 150)
    Calcio totale 100 (valore da 86 a 100)
    Urea 0.27 (da 0.16 a 0.49)
    Il mio compagno accusa sintomi da sieroconversione nonostante io sia risultata negativa al test ma ho sempre avuto sintomi della malattia nei vari anni con candida,sudorazioni notturne,problemi cognitivi,parestesie,formicolii,tosse,faringite,raffreddore 4 volte quest’anno,brucuori intimi e dolori ossei.
    Sono preoccupata.Devo fare il test sull’rna?

CERCA NEL FORUM

IMPORTANTE: quando inserisci la tua email per partecipare al forum di Analisidelsangue.net, accetti esplicitamente il trattamento dati secondo i termini della nostra PRIVACY E COOKIE POLICY

Se il nostro servizio ti è stato utile e pensi che possa essere utile anche ad altre persone, per favore sostienici con una piccola donazione di 5 euro. Vogliamo continuare a mantenere il servizio attivo e gratuito. Usa il bottone paypal sotto - GRAZIE.


Reply To: analisi del sangue e hiv
Le tue informazioni: