DEPRESSIONE: cause, sintomi, diagnosi e terapie

Depressione: cos’è e come si categorizza

La depressione è un disturbo comune, ma che può provocare gravi stati d’animo.

Essa può presentare sintomi gravi che influenzano in modo più o meno critico su diverse attività:

  • Ragionare
  • Gestire le attività quotidiane
  • Dormire
  • Mangiare

Esistono diversi tipologie di depressione all’interno delle quali sono rappresentate diverse modalità di disturbi:

  • Grave depressione: è anche chiamato disturbo depressivo maggiore, depressione clinica, depressione unipolare o semplicemente ‘depressione’ ed include
    • Malinconia
    • Depressione psicotica
    • Depressione pre e post-parto
  • Disordine bipolare: detto anche disturbo bipolare o depressione maniacale, perché la persona sperimenta periodi di depressione e periodi di mania, inframezzati da momenti di totale normalità.
    • Ciclotimia o disturbo ciclotimico
    • Distimia o disturbo distimico
    • Disturbo affettivo stagionale

Una patologia, per essere diagnosticata come depressione, devono presentare una persistenza di sintomi per almeno due settimane.

Depressione: le cause

Non sappiamo esattamente quali siano le cause primarie e reali della depressione, ma è stato stabilito da diverse ricerche che questa patologia può essere individuata analizzandone lo sviluppo.

La depressione è spesso il risultato di una combinazione di eventi recenti e di altri fattori a lungo termine che tipicamente toccano emotivamente la persona; ma possono essere anche scatenati da un effetto immediato da un evento recente.

La ricerca suggerisce che difficoltà persistenti quali:

  • Lunghi periodi di disoccupazione
  • Rapporti conflittuali
  • La generale indifferenza verso i nostri problemi,
  • l’isolamento a lungo termine
  • la solitudine
  • lo stress da lavoro

hanno maggiori probabilità di causare depressione rispetto recenti stress della vita.

Tuttavia, gli eventi recenti (come ad esempio perdere il lavoro) o una combinazione di eventi può scatenare depressione nei soggetti a rischio, ovvero coloro i quali hanno avuto precedenti esperienze negative o fattori personali.

Le cause individuali

  • La storia familiare: la depressione può essere causata anche da fattori familiari, tuttavia anche avendo un genitore o un parente stretto con la depressione non significa che si avrà automaticamente la stessa patologia. I fattori ambientali e altri fattori personali sono ancora la causa primaria.
  • Carattere: alcune persone possono essere più a rischio di depressione a causa del loro carattere, in particolare se hanno la tendenza a preoccuparsi molto, hanno una bassa autostima, sono perfezionisti, sono sensibili alle critiche personali, o sono auto-critica e negativa.
  • Malattia grave: lo stress e la preoccupazione di far fronte a una malattia grave può portare alla depressione, soprattutto se si protrae per un  lungo periodo ed ha una forte componente di dolore.
  • Consumo di droga e alcol: la droga e l’alcol possono portare a depressione. Molte persone affette da depressione hanno anche problemi di droga e alcol.

Le cause psicologiche

Anche se sono state realizzate molte ricerche in merito, c’è ancora molto che non sappiamo. La depressione non è semplicemente il risultato di un ‘squilibrio chimico’, per esempio, per carenza o assenza di una particolare sostanza chimica nel cervello.

Ci sono molteplici cause della depressione maggiore. Fattori come la vulnerabilità genetica, gravi fattori di stress, l’utilizzo di sostanze (come alcuni farmaci, droghe e alcol) e le condizioni mediche, possono influenzare il modo in cui il cervello regola l’umore.

La maggior parte dei farmaci per la depressione più grave moderni hanno un effetto sui trasmettitori chimici del cervello (serotonina e noradrenalina), che trasmettono impulsi tra le cellule cerebrali.

Ma non si deve escludere un trattamento psicologico può sicuramente aiuta a regolare lo stato d’animo.

Negli ultimi tempi si stanno utilizzando anche nuovi trattamenti in grado di stimolare la crescita di nuove cellule nervose in circuiti che regolano l’umore. Tali farmaci sono pensati per svolgere un ruolo fondamentale nel recupero nei casi più gravi di depressione.

Depressione: i sintomi più comuni

Innanzitutto ricordiamo che per parlare di depressione, i sintomi devono poter essere rilevati per almeno due settimane.

Tipicamente in questo periodo si provano sensazioni forti ma anche discordanti quali:

  • tristezza
  • morale basso
  • sofferenza
  • scarso interesse generale
  • scarso piacere nelle attività abituali.

E’ importante ricordare che tutti noi sperimentiamo alcuni di questi sintomi di volta in volta, e non vuol dire necessariamente che abbiamo avuto depressione.

Allo stesso modo, non tutti quelli che vivono la depressione provano e riconoscono tutti questi sintomi.

Sintomi comportamentali:

  • non avere voglia di uscire fuori casa
  • non essere più operativi al lavoro o a scuola
  • isolarsi dalla famiglia e dagli amici
  • fare uso frequente di alcol e sedativi
  • non riuscire più a trovare attività divertenti da fare
  • poca o scarsa concentrazione

Sintomi sentimentali

  • sopraffazione
  • colpevolezza
  • irritabilità
  • frustrazione
  • sfiducia
  • infelicità
  • indeciso
  • delusione
  • tristezza

Sintomi mentali, ovvero concetti ricorsivi

  • ‘Sono un fallimento.’
  • ‘È colpa mia.’
  • ‘Non mi succedere mai niente di buono’
  • ‘Mi sento inutile.’
  • ‘La vita non è degna di essere vissuta.’
  • ‘La gente starebbe meglio senza di me’
  • ‘La vita sarebbe meglio senza di me.’

Sintomi Fisici

  • Stanchezza che non si riesce a recuperare
  • Sentirsi sempre ammalati
  • mal di testa e dolori muscolari
  • frequenti problemi intestinali
  • problemi di sonno
  • perdita o assenza di appetito
  • significativa perdita di peso

La depressione spesso varia a seconda dell’età e del sesso, con sintomi diversi tra uomini e donne, o giovani e gli adulti più anziani.

  • La depressione negli uomini. Gli uomini depressi sono meno propensi a riconoscere i sentimenti di sconforto e disperazione. Al contrario, tendono a lamentarsi di stanchezza, irritabilità, disturbi del sonno, e la perdita di interesse nel lavoro e negli hobby. Spesso può sfociare in episodi di rabbia, aggressività, comportamento sconsiderato, e abuso di sostanze.
  • La depressione nelle donne. Le donne hanno maggiori probabilità di avere sintomi quali sensi di colpa, sonno eccessivo, l’eccesso di cibo e aumento di peso. La depressione nelle donne è anche influenzata da fattori ormonali durante il ciclo mestruale, la gravidanza, e la menopausa. Circa una donna su sette vive episodi depressivi dopo il parto, una condizione nota come la depressione post-parto.
  • La depressione negli adolescenti. I sintomi tipici sono irritabilità, rabbia, e agitazione e sono spesso accompagnati da uno stato di passività e tristezza. Essi possono anche lamentare mal di testa, mal di stomaco o altri dolori fisici.
  • La depressione negli anziani. Gli anziani tendono a lamentarsi più per problemi fisici piuttosto che per stati emotivi. Tipicamente gli effetti di uno stato depressivo si accompagnano a stanchezza, dolori generalizzati e problemi di memoria. Gli anziani depressi spesso trascurano il loro aspetto fisico e smettono di prendere i farmaci necessari per la loro salute.

Depressione: diagnosi

Se si verificano sintomi di depressione per gran parte della giornata, ogni giorno per più di due settimane, si dovrebbe prendere appuntamento con il medico di riferimento.

E’ particolarmente importante parlare con il medico di famiglia se:

  • i sintomi di depressione non migliorano
  • il vostro stato d’animo influisce sul lavoro, su altri interessi, e sulle relazioni con la famiglia e gli amici
  • si hanno spesso pensieri di suicidio o di autolesionismo

A volte, quando sei depresso può essere difficile immaginare che un trattamento possa effettivamente aiutare, ma il tempismo nell’inizio di una cura è fondamentale per combattere la depressione.

Depressione
Depressione i sintomi

Per la diagnosi della depressione non esistono prove strumentali, ma il vostro medico può esaminarvi e effettuare alcuni test (urina o esami del sangue) per escludere altre patologie che hanno sintomi simili, come ad esempio un ipotiroidismo.

Il particolare, il medico di famiglia potrà definire lo stato depressivo, facendo domande sulla vostra salute generale e su vostro stato psico-fisico.

È importantissimo che in questa fase di anamnesi medica siate il più sinceri e chiari possibile nelle vostre risposte, descrivendo i sintomi senza minimizzarli o enfatizzarli aiutando il vostro medico a determinare se siete in uno stato di depressione e quanto grave sia.

Se volete, potete prepararvi una lista di domande per l’appuntamento con il vostro medico, ispirandovi alle seguenti:

  • Lista di qualsiasi sintomo avete avuto, compresi quelli che possono sembrare estranei alla depressione:
    • Quando ha inizio i sintomi?
    • Quanto gravi sono i sintomi?
    • Quali sintomi si sono verificati prima?
    • Se vi siete già curati per dei sintomi preliminari, come sono stati trattati?
  • Informazioni personali, comprese le informazioni su accadimenti o cambiamenti di vita recenti
  • Tutti i farmaci, gli integratori vitaminici o di altra natura che si stanno prendendo: dosi e posologia

Ricordate che qualsiasi argomento tratterete con il vostro medico sarà riservato. Il medico infatti è obbligato al segreto professionale a meno che questi ritenga che ci sia un rischio significativo imminente per la vostra integrità e salute, anche per le persone che vi sono vicine. In casi gravi il medico potrebbe anche informare un membro della famiglia o un accompagnatore per ridurre eventuali rischi gravi come tendenze suicide.

Depressione: le terapie

Il trattamento per la depressione di solito comporta una combinazione di auto motivazione, psicoterapia e farmaci.

Per ogni trattamento sarà sempre necessario fare riferimento ad un medico che dovrà definire il corretto mix in base al tipo di depressione che avete.

Lieve Depressione

Se si soffre di depressione lieve, le terapie comprenderanno diverse azioni:

  • Osservazione dello stato depressivo: la depressione lieve, può migliorare da sola. In questo caso, ti verrà richiesto di effettuare diverse sedute con il tuo medico fino a due settimane dalla comparsa dei sintomi, per monitorare i tuoi progressi. Questo metodo, usato anche per altre patologie è noto come “vigile attesa”.
  • Attività fisica: è stato appurato che l’esercizio fisico può aiutare la depressione ed è uno dei principali trattamenti per la depressione lieve. Si può fare riferimento ad un fitness trainer qualificato per definire un ciclo di esercizi appropriato al nostro stato di saluti.
  • Terapia di gruppo: parlare dei propri sentimenti può essere utile. Si può parlare con un amico o un parente, o potete chiedere al vostro medico di famiglia per farsi suggerire un gruppo di aiuto vicino a casa.

Moderata Depressione

Se si soffre di una depressione moderata, le terapie potranno comprendere:

  • Psicoterapia: nel caso in cui una lieve depressione lieve evolva in moderata, il medico potrebbe consigliare un trattamento di psicoterapia. Ci sono diversi modi per effettuare una terapia per la depressione, tra cui la terapia cognitivo-comportamentale (Cognitive-Behaviour Therapy CBT).

Grave Depressione

Nel caso di depressione grave, possono essere raccomandati i seguenti trattamenti:

  • Terapia di farmaci Antidepressivi: sono compresse che trattano i sintomi della depressione. Ci sono quasi 30 diversi tipi di antidepressivi. Essi devono essere prescritti solo da un medico specializzato, che fornirà anche tutti il dettaglio delle dosi e della posologia.
  • Psicoterapia combinata: tale terapia dovrà essere realizzata in concomitanza con l’assunzione di antidepressivi, soprattutto se la depressione è molto grave. Una combinazione di un antidepressivo e terapia cognitivo-comportamentale, di solito funziona meglio rispetto ad uno solo di questi trattamenti.
  • Team di psicologi: nel caso di depressione grave, si può fare riferimento a un team di salute mentale composta da psicologi, psichiatri, infermieri specializzati e terapisti specializzati. Queste equipe di professionisti, spesso forniscono trattamenti specialistici con colloqui intensivi sempre abbinata ad una terapia farmacologica.

Per approfondire:

https://www.nimh.nih.gov/health/topics/depression/index.shtml

https://www.helpguide.org/articles/depression/depression-signs-and-symptoms.htm

https://www.beyondblue.org.au/the-facts/depression

http://www.nhs.uk/conditions/Depression/Pages/Introduction.aspx

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=164&area=Disturbi_psichici

 

[bbp-single-tag id=956]

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore