DIETA DETOX : funzionamento ed effettiva utilità

La dieta detox è molto popolare e la convinzione che alimenta i suoi sostenitori è che le sostanze di scarto che respiriamo e ingeriamo ogni giorno causino problemi. Chi segue la dieta detox vuole riportare il corpo a uno stato di salute e benessere profondo, ma non sempre questo regime alimentare è salutare. Ecco quali stili evitare e quali sono i modi efficaci per disintossicare l'organismo.

Dieta detox: di cosa si tratta?

Partiamo col dire che con il termine “detox”, abbreviazione di disintossicazione, si vuole indicare il processo naturale che avviene nel corpo per neutralizzare ed eliminare le tossine.

Si tratta di sostanze che possono danneggiare il tessuto corporeo, come:

  • i prodotti di scarto che derivano dalla normale attività cellulare (ammoniaca, acido lattico e omocisteina)
  • le sostanze chimiche a cui siamo esposti nel nostro ambiente di vita e di lavoro
  • quelle che introduciamo con cibo e acqua.

Il fegato, l’intestino, i reni, i polmoni, la pelle, il sangue e i sistemi linfatici lavorano in sinergia per trasformare queste sostanza dannose in composti innocui ed eliminarli dal corpo.

La dieta detox è molto popolare tra le celebrità e la convinzione che alimenta tutti i suoi sostenitori è che le sostanze di scarto che respiriamo e ingeriamo ogni giorno causino problemi.

L’obiettivo di chi segue la dieta detox è dunque di riportare il corpo a uno stato di salute e benessere profondo.

Per tutte queste motivazioni, e forse un po’ per moda questo regime alimentare sta riscuotendo successo anche tra le persone comuni.

Ma la dieta detox mantiene le promesse o può diventare pericolosa?

Cerchiamo di fare chiarezza analizzando le varie proposte presenti sul web e poi lasciando la parola agli esperti.

dieta detox beyonce
La cantante americana Beyoncé è una grande fan della dieta detox

Esempi di dieta detox (da NON seguire) -1

Sul web abbiamo trovato decine di diete detox che promettevano risultati miracolosi.

Uno dei motivi per cui la dieta detox sembra essere così diffusa è dovuto alla sua popolarità con le celebrità.

Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie e Beyonce Knowles sono state tutte collegate in un modo e nell’altro alle diete detox.

La Knowles, per esempio, pare abbia usato una dieta detox per perdere i dieci chili che doveva smaltire per il suo ruolo in “Dreamgirls”.

Il condizionale è d’obbligo, perché questi personaggi sono seguiti da professionisti e sapevamo già che saremmo andati incontro a regimi alimentari fortemente restrittivi.

Quella che più frequentemente è consigliata tra i forum del settore prevede tre giorni di digiuno a sola acqua e 10 giorni di fase detta “monotrophic”.

Si tratta di un nome di fantasia per indicare la limitazione ad un solo tipo di frutta a pasto.

Tra pranzo e cena alcune varianti concedono un frullato di carote, ma non tutte sono così generose.

Dopo questi tredici giorni si passerebbe al consumo di soli alimenti crudi e addirittura si incoraggia l’uso pericolosissimo di lassativi, diuretici e clisteri.

Tutto ciò può causare danni seri per la salute e chiunque sia dotato di un minimo di buon senso capirebbe quanto possa essere pericoloso privare l’organismo di alimenti essenziali.

Esempi di dieta detox (da NON seguire) -2

Un’alternativa a questa si trova su vari siti americani ma tradotta un po’ dovunque sul web.

Si tratterebbe di una dieta detox che prevede l’eliminazione di caffeina, teina, alcol, zuccheri raffinati e sale.

Inoltre, tutti i grassi di origine animale andrebbero evitati e utilizzati al massimo una volta a settimana.

Sono presenti la pasta e i legumi e, sebbene sia un po’ meno peggio della precedente, è comunque pericolosa perché nessun alimento può essere eliminato dalla dieta senza compromettere la salute.

Inoltre, quello che è importante precisare è che queste diete restrittive non andrebbero mai protratte più di una settimana.

Inoltre, abituare il corpo a ricevere poche calorie farà sì che nel momento in cui si abbandona questo stile alimentare i chili persi tornino raddoppiati.

Altri lati negativi di una così repentina perdita di peso sono la formazione di smagliature e pelle flaccida.

Tra le altre cose, un organismo in carenza di nutrienti inizia a utilizzare il muscolo come fonte di energia e quindi si rischia una perdita di tono muscolare.

Gli esperti consigliano di perdere non più di 1,5 kg a settimana per evitare l’effetto rebound e di affiancare alla dieta detox un po’ di esercizio fisico che con regimi troppo restrittivi non si ha la forza di fare.

dieta detox fame
Per disintossicare l’organismo basterebbe cominciare a eliminare cibi grassi ed elaborati

Il pensiero degli esperti: perdita di peso

Alcune diete detox possono essere estreme e se seguite per un periodo prolungato di tempo, possono portare a pericolose carenze nutrizionali.

Inoltre, quelle che consigliano l’uso di integratori specifici possono essere costose e poco salutari tanto da innescare comportamenti alimentari non salutari.

Questo è un rischio che non si può correre, specialmente negli adolescenti, in quanto può avere un impatto negativo sulla salute e sul benessere a lungo termine.

Se l’obiettivo è la perdita di peso, una dieta detox può aiutare a lasciarsi alle spalle qualche chilo di troppo, ma probabilmente sarà riguadagnato subito.

Infatti, il metabolismo subirà una battuta d’arresto, entrerà in modalità “carestia” e farà assimilare tutto ciò che sarà introdotto.

Alla fine, non si arriverà a ottenere nulla di buono, perché non è un approccio salutare alla gestione del peso.

Il pensiero degli esperti: disintossicazione

Se l’obiettivo è disintossicare l’organismo, non sprecate tempo e denaro dietro queste diete pericolose, anche se fanno delle promesse esaltanti.

L’organismo è una vera e propria macchina da guerra della depurazione, un esperto nello sbarazzarsi di scorie ed elementi di scarto.

Non servono quindi digiuni prolungati, né beveroni depurativi, né l’eliminazione di macronutrienti essenziali all’organismo

Inoltre occorre sfatare un mito: le tossine non si accumulano nel fegato, né nei reni o in qualsiasi altra parte del corpo e quindi non ce ne sbarazzeremo con l’ultima arrivata tra le invenzioni detox.

Evitare diete che promettono di disintossicare l’organismo con integratori o che promettono di “purificare” il corpo con qualche beverone magico.

L’unico tipo di dieta detox che vale la pena seguire è quella che limita gli alimenti elaborati, ricchi di grassi e zuccheri e li sostituisce con altri alimenti più sani come frutta e verdura.

Questo approccio pulito è la soluzione migliore per mantenere il corpo in perfetta forma.

Inoltre non vi è alcuna ricerca che dimostri che queste diete che si concentrano su centrifugati di frutta e verdura migliorino la pressione sanguigna o il colesterolo o che abbiano un qualche effetto positivo sul cuore.

Per le persone con diabete, possono essere pericolose in quanto portando i livelli di zucchero nel sangue a livelli bassi, creerebbero problemi in caso di assunzione di insulina o altri farmaci per le dislipidemie.

Ci sono molti modi per rendere il corpo pulito e sano ma le diete detox non rientrano tra questi.

dieta detox beveroni
E’ bene diffidare delle diete che prescrivono beveroni pseudo-salutari

Dieta detox: esistono delle alternative salutari?

Se proprio non volete rassegnarvi e siete ancora convinti che una dieta detox possa avere dei benefici, almeno usate un po’ di buon senso.

Va benissimo aumentare le quantità di verdure e mangiarle ad ogni pasto, ma accompagnandole a proteine e carboidrati.

Pane e pasta integrali fanno bene all’organismo, se consumate in dosi ragionevoli non fanno ingrassare e avendo un alto contenuto di fibre aiutano la regolarità intestinale.

Anche alimenti come uova, carni bianche e pesce non dovrebbero mancare in una dieta sana.

L’olio d’oliva è una fonte di nutrimento essenziale per l’organismo e sebbene sia abbastanza calorico i benefici apportati sono maggiori rispetto al rischio di ingrassare.

Evitando i cibi industriali e i fritti, la sensazione di benessere che ne deriverà vi farà sentire puliti e in salute senza danneggiare l’organismo e vi farà perdere peso in modo salutare.

Questi semplici consigli non si sostituiscono al parere del medico e alle sue indicazioni alimentari, che sono le uniche degne di essere seguite.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore