ECZEMA : caratteristiche, cause, trattamento

L’eczema, denominato anche dermatite eczematosa, è un disturbo cutaneo pruriginoso e non infettivo, caratterizzato da arrossamento e vescicole rotondeggianti. Vi sono diversi tipi di eczema e differenti sono anche le cause che li provocano: ecco i principali, i sintomi e i rimedi da usare

L’eczema, denominato anche dermatite eczematosa, è un disturbo cutaneo pruriginoso e non infettivo, caratterizzato da arrossamento e vescicole rotondeggianti.

L’eczema, lo ricordiamo, è uno dei problemi dermatologici più diffusi tra la popolazione.

Scopriamo insieme quali sono le sue principali caratteristiche, da cosa è causato e qual è il trattamento più adatto per curarlo.

Con il termine eczema si indicano diverse condizioni caratterizzate da arrossamento cutaneo e dalla presenza sulla pelle di piccole sacche piene di liquido (vescicole).

Esso colpisce soggetti di qualsiasi età, a prescindere dalle loro condizioni cliniche generali.

L’eczema, lo ricordiamo, può essere limitato a una singola area del corpo oppure può diffondersi in più zone cutanee.

Va detto poi che, nella maggior parte dei casi, le lesioni sono distribuite in maniera simmetrica.

Le parti del corpo più colpite da eczema sono le seguenti:

  • viso
  • collo
  • ascelle
  • regione inguinale
  • pieghe flessorie della pelle dei gomiti
  • pieghe flessorie della pelle dei gomiti
  • mani
  • arti superiori
eczema prurito
Uno dei principali e più fastidiosi sintomi dell’eczema è un prurito persistente e fastidioso

Principali tipi di eczema

Gli eczemi più diffusi sono i seguenti:

1 – l’eczema atopico: si tratta di problema dermatologico di natura allergica (determinato cioè da sostanze come muffa, polline e polvere), cui spesso si associano fattori genetici ereditari.
Particolarmente diffusa tra i più piccoli, questo tipo di eczema colpisce soprattutto:

  • coloro che sono affetti da asma o febbre da fieno
  • chi ha in famiglia persone che hanno sofferto di dermatite, asma oppure febbre da fieno
  • coloro che presentano alterazioni immunologiche e anomalie al naturale sistema di difesa della pelle

2 – l’eczema da contatto, che può essere irritativo o allergico.

Nel primo caso esso è dovuto a una reazione infiammatoria della cute determinata dal contatto con una sostanza potenzialmente aggressive per la pelle.

Nel secondo caso, invece, la dermatite è determinata dal contatto con allergeni, ossia sostanze che solo in taluni individui provocano una reazione allergica.

3 – l’eczema seborroico: questa dermatite colpisce soprattutto il cuoio capelluto, ma può riguardare anche:

  • sopracciglia
  • condotto uditivo
  • bordi laterali del naso
  • torace
  • inguine

I sintomi più caratteristici dell’eczema seborroico sono l’arrossamento e desquamazione cutanee.

Le cause che stanno alla base di questo disturbo dermatologico sono:

  • elevato livello di stress
  • intensa stanchezza
  • cute grassa
  • detersione frequente della pelle e dei capelli
  • fattori genetici

Inoltre è stato dimostrato che le infezioni causate dal fungo Malassezia furfur rappresentano un ulteriore fattore che favorisce lo sviluppo di questa particolare infiammazione.

4 – l’eczema asteatosico, o eczema xerotico o xerosi: si tratta di una infiammazione della pelle che colpisce i soggetti anziani.

Questa dermatite, lo ricordiamo, causa indurimento e secchezza cutanea e colpisce per lo più le braccia, le gambe, il torace e l’addome.

eczema bambini
L’eczema atopico colpisce soprattutto i neonati, ma nella maggior parte dei casi tende a risolversi spontaneamente nei primi 24 mesi di vita

DAL NOSTRO FORUM : discussioni su ECZEMA

Principali sintomi dell’eczema

L’eczema si contraddistingue per la presenza, non necessariamente contestuale, dei seguenti sintomi caratteristici:

  • arrossamento cutaneo (ad esempio la formazione di piccole macchie rosse, di foruncoli infiammati o di vescicole contenenti liquido)
  • eventuale presenza di croste sulle macchie della cute
  • intensa sensazione di prurito
  • screpolatura
  • sensazione dolorosa
  • secchezza della pelle

Principali cause dell’eczema

In base al tipo di eczema che si manifesta è possibile individuare diverse cause.

L’eczema da contatto, ad esempio, che rappresenta il 70% di tutte le dermatiti eczematose, è determinato dal contatto con diversi tipi di sostanze contenute, ad esempio, in taluni prodotti come i seguenti:

  • cosmetici (ad esempio smalti, ombretti, deodoranti, detergenti per il corpo, shampoo, tinture)
  • detergenti per la casa
  • prodotti per la tintura dei vestiti
  • farmaci di vario genere

Altri possibili allergeni sono contenuti nei fiori, nelle piante e nelle verdure.

Talora il contatto che causa l’eczema può essere anche determinato da agenti di tipo fisico (si pensi al calore, ai raggi del sole oppure al freddo) .

In molti casi l’eczema da contatto si contrae sul posto di lavoro; esso, infatti, è spesso determinato dal contatto con sostanze che si maneggiano per motivi professionali.

Le categorie più a rischio in tal senso sono le seguenti:

  • panettieri
  • pasticcieri
  • pittori
  • imbianchini
  • coloro che lavorano nell’ambito dell’edilizia
  • chi lavora nel settore tessile

La seconda tipologia di dermatite maggiormente diffusa è l’eczema atopico, che riguarda circa il 15% dei casi totali.

Alla base di questa infiammazione vi sono fattori genetici associati ad alcune sostanze che vengono respirate o ingerite.

Questa patologia dermatologica colpisce soprattutto i neonati, ma nella maggior parte dei casi tende a risolversi spontaneamente nei primi 24 mesi di vita.

Meno frequente rispetto ai precedenti è l’eczema seborroico, che riguarda circa l’8% dei casi).

Le cause di questa forma di dermatite non sono ancora state individuate con certezza, ma è emerso che essa è favorita da alcune circostanze, come le seguenti:

  • difetti della naturale barriera cutanea;
  • presenza di alterazioni ormonali;
  • significativa carenza di vitamine;
  • fattori genetici, ovvero la presenza di altri casi in famiglia;
  • elevato livello di stress e tono umorale basso;
  • esposizione all’inquinamento atmosferico;
  • agenti climatici, come la presenza di forte umidità;
  • esposizione a sostanze o a detergenti irritanti.

Gli esperti ritengono che, per quanto l’eczema sia determinato da un agente esterno, è sempre riscontrabile una causa endogena predisponente.

Esso, in altri termini, è dovuto sia a fattori ambientali che genetici.

Come si cura l’eczema

La terapia messa in atto per contrastare l’eczema mira per lo più a tenere sotto controllo i sintomi, ovvero l’arrossamento cutaneo, il prurito e le lesioni.

Essa prevede che il soggetto segua un trattamento farmacologico a base di antistaminici per uso orale e di emollienti e/o di pomate cortisoniche per uso topico.

Durante il trattamento si consiglia anche di detergere l’area cutanea colpita da eczema con acqua tiepida miscelata a un olio neutro non profumato.

Assolutamente da evitare, invece, saponi, bagnodoccia e altri detergenti simili.

È opportuno inoltre indossare indumenti realizzati in cotone, evitando quelli in lana e i tessuti sintetici.

eczema creme
Le creme al cortisone sono un valido aiuto contro l’eczema, ma attenzione a non esagerare

Prevenzione dell’eczema

Infine va detto che l’eczema deve essere per lo più prevenuto.

Per quello da contatto si consiglia di stare alla larga da prodotti che possono irritare o danneggiare la cute.

Nel caso dell’eczema allergico, invece, è necessario prima individuare e poi tenersi lontani dall’allergene che potrebbe causare l’infiammazione.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore