Astaxantina : integratore antiossidante naturale e anti-infiammatorio

Astaxantina : cos’è e da dove si ricava

L’ astaxantina è un carotenoide (cioè una provitamina A), fino a poco tempo fa era quasi sconosciuta, ma oggi è considerata l’antiossidante più benefico che la natura possa offrirci.

L’ astaxantina è un pigmento rosso presente in natura in numerosi organismi viventi: la maggior parte di quella reperibile sul mercato è di origine vegetale, perché si estrae da una microalga unicellulare, la Haematococcus pluvialis nella quale agisce come elemento fotoprotettivo.

Questa particolare sostanza è riconducibile alla classe delle xantofille, ed è la causa della particolare colorazione di alcuni pesci, fra i quali i crostacei ed il salmone, che la assimilano grazie ad una specifica dieta di zooplacton.

La migliore qualità di astaxantina viene quindi prodotta dall’Haematococcus pluvialis ed i suoi benefici sono innumerevoli: dalla protezione dalle radiazioni UV, alla salute degli occhi e del cuore, al miglioramento delle prestazioni atletiche.

L’ astaxantina, fino a qualche anno fa veniva solo sintetizzata in laboratorio, ora invece viene protota alle Hawaii,  perché risultano essere uno dei luoghi ideali in cui far crescere le microalghe Haematococcus.

- Advertisement -

La produzione di astaxantina derivata dall’Haematococcus è molto difficile. Richiede condizioni ambientali particolari e delle tecnologie estremamente avanzate. Se paragoniamo la produzione di astaxantina da Haematococcus con una qualsiasi altra microalga come la spirulina, la prima è 10 volte più difficile da realizzare. Una delle motivazioni principali è che l’Haematococcus cresce in un ambiente neutrale, essenzialmente acqua dolce con piccole quantità di sostanze nutritive aggiunte. È inoltre molto sensibile alla contaminazione di microalghe, amebe e protozoi indesiderati.

La microalghe Haematococcus, vengono coltivate in un ambiente naturale ed ottimale e sono quindi prive di ogni rischio tossico. Nel processo di estrazione dalla microalghe non vengono adoperati solventi.

ASTAXANTINA: le proprietà

I primi studi sugli effetti benefici dell’ astaxantina naturale sono stati compiuti su quella ricavata dall’olio di krill.

È uno dei pochissimi integratori che, per i suoi effetti benefici ad ampio spettro, è raccomandato praticamente a tutti.

La combinazione del suo alto potere antiossidante e delle sue proprietà antiinfiammatorie la rende adeguata a contrastare un’ampia gamma di disturbi.

- Advertisement -
  • Protezione UV: solo 4 mg assunti per due settimane fornisce una protezione significativa dalle radiazioni ultraviolette. In particolare, l’ astaxantina non blocca i raggi UV, quindi non impedisce ai raggi UVB di trasformarsi in vitamina D nella pelle. Semplicemente protegge la pelle dai danni solari perché l’ astaxantina èun potente antiossidante, e può quindi neutralizzare o placare i radicali liberi e impedirgli di arrecare danno, ovvero provocare una scottatura solare o un’infiammazione cutanea.
  • Anti-ossidante: la maggior parte degli antiossidanti si esauriscono dopo aver trasferito gli elettroni liberi, ma l’ astaxantina rimane “attiva” molto più a lungo, quasi dieci volte in più rispetto alla maggior parte degli altri. Cede elettroni per neutralizzare i radicali liberi e poi respinge l’energia in eccesso primariamente sotto forma di calore. In più l’ astaxantina rimane intatta: nessuna reazione chimica la scompone, a differenza di quanto avviene per la maggioranza degli altri antiossidanti.
  • Antiinfiammatorio: l’ astaxantina agisce anche su almeno cinque processi infiammatori differenti, e mantiene il sistema in equilibrio
  • Radicali liberti: può gestire un numero di radicali liberi superiore rispetto alla maggior parte degli antiossidanti (come la vitamina C, e la Vitamina E) che solitamente possono gestirne solo un per volta. L’ astaxantina può invece occuparsi di più radicali liberi contemporaneamente, in alcuni casi 19 nello stesso momento. Riesce a farlo creando una nuvola elettronica intorno alla molecola. Questo processo è noto come risonanza e delocalizzazione elettronica. Quando i radicali liberi cercano di rubare gli elettroni dalla molecola di astaxantina, vengono semplicemente assorbiti e neutralizzati da questa nuvola elettronica, tutti in una volta.
Astaxantina
Astaxantina anti-ossidante naturale

In termini di potere o potenza antiossidante l’ astaxantina è 550 volte più potente della vitamina E e 6000 volte più forte della vitamina C.

A differenza di altri antiossidanti, in particolare i carotenoidi sintetici, l’ astaxantina non si trasforma in un pro-ossidante, nemmeno ad alte concentrazioni. La ragione è legata principalmente alla sua struttura molecolare, descritta in precedenza.

ASTAXANTINA : le qualità

L’ astaxantina rappresenta la nuova frontiera dell’attività terapeutica anti radicali liberi, sperimentalmente riconosciuta. Per questo il suo effetto protettivo contro i radicali liberi, tale molecola viene ampiamente sfruttata nella cosmesi per i trattamenti anti-età e viene vista come la molecola del benessere dall’indubbio futuro farmacologico.

Le caratteristiche maggiori dell’ astaxantina sono di contrastare e inattivare i nocivi radicali liberi fruendo dunque di un notevole potere antiossidante.

Negli Stati Uniti, dove si sperimenta da tempo, l’ astaxantina è stata utilizzata per curare diverse patologie degenerative dovute ad infiammazioni o ossidazioni dei nostri organi principali.

L’ astaxantina è stata testata per:

  • la degenerazione maculare senile per il quale un lavoro portato a termine dall’Università dell’Illinois mostra come l’ astaxantina possa accumularsi nella retina e fornire protezione
  • la degenerazione dei tessuti muscolari per i quali l’astaxantina offre un sorprendente beneficio è la sua capacità di migliorare le prestazioni atletiche
  • il tono cardiovascolare per il quale è stato riscontrato che l’ astaxantina migliora il flusso sanguigno e riduce la pressione arteriosa. È molto benefica per le membrane dei mitocondri presenti nel cuore e può avere effetti positivi sui valori ematochimici, aumentando l’HDL (il colesterolo buono), e diminuendo i trigliceridi
  • l’ attività cerebrale per la quale alcuni studi mostrano come l’ astaxantina protegga i neuroni e possa rallentare gli effetti del declino delle facoltà cognitive legato all’invecchiamento, così come il declino delle funzioni psicomotorie. È stato scoperto che chi aveva assunto astaxantina era stato interessato da una significativa diminuzione nell’accumulo di fosfolipide-idroperossido, un composto che si accumula in coloro che soffrono di demenza senile o dimenticanze legate all’invecchiamento.
  • L’effetto anti-età in cosmesi ed altri i disturbi dermatologici;
  • la cura preventiva nella lotta contro il cancro alla prostata
  • studi sula immunosoppressione
  • l’integrazione energetica per lo sport, a sostegno degli sforzi fisici e in particolare sportivi
  • l’attività preventiva e calmante delle infiammazioni, a partire da quelle cardiovascolari che vedono un deposito di grasso lungo i vasi arteriosi, ma anche disturbi come il gomito del tennista, l’artrite dermatoide e la sintrome del tunnerl carpale
  • il trasporto di colesterolo LDL e HD verso il cuore fornisce la circolazione cardio-vascolare (la somministrazione di astaxantina in sole 4 settimane sembra essere in grado di aumentare la velocità del flusso ematico coroideale)
  • L’assimilazione di betacarotene e vitamina E

ASTAXANTINA : i dosaggi

L’ astaxantina non fa miracoli dal giorno alla notte. Di solito ci vogliono da due settimane a un mese per vederne i benefici.

Se decidete di provare l’ astaxantina, raccomando di iniziare con 2 mg al giorno, e aumentare la dose a circa 4 mg o più, se siete atleti o soffrite di infiammazioni croniche.

Il dosaggio deve essere sempre valutato sotto la supervisione di un medico.

Alcuni studi recenti hanno stabilito che assumendo da 4 ad 8 mg al giorno, si possono avere benefici ottimali, ed in particolare come coadiuvante per la salute del cuore o le prestazioni atletiche si possono assumerne da 8 a 12 mg al giorno.

Questi benefici sono superiori anche a quanto si potrebbe avere mangiando alimenti di cui è nota l’elevata concertazione di anti ossidanti: ad esempio 100-200 gr di salmone, che contiene alte concentrazioni di astaxantina, fornirebbero circa 2-3 mg.

In ogni caso, a meno che non mangiate salmone selvatico, siate consapevoli che quella che assumete è astaxantina sintetica, prodotta con i petrolchimici.

Infatti quella ottenuta sinteticamente, data ai salmoni d’allevamento, non è destinata al consumo umano, il che costituisce un’altra motivazione per evitare i pesci d’allevamento, in modo particolare il salmone.

L’ astaxantina è chiaramente uno degli integratori migliori che possano essere assimilati. L’unico che lo supera per l’importanza di essere assunto quotidianamente è la vitamina D. È uno degli integratori più indispensabili che assumo, e uno di cui è opportuno non fare a meno.

Come antiossidante l’ astaxantina ha potenti proprietà antiinfiammatorie, che la rendono utile per una serie di malattie associate a uno stato infiammatorio. Ad ogni modo, non è un rimedio magico e non è un sostitutivo a cure necessarie nelle principali patologie.

Se state prendendo un integratore a base di olio di krill, tenete presente che differenti prodotti contenenti krill hanno differenti concentrazioni di astaxantina, quindi controllate l’etichetta.

Un altro fattore da considerare è che l’ astaxantina è un integratore liposolubile. Quindi se non la assumete insieme a una piccola quantità di grasso non verrà assorbito adeguatamente. Il burro, l’olio di cocco o le uova sono alimenti ideali per assicurare un assorbimento ottimale.

Attenzione agli effetti indesiderati, perché, in alcuni soggetti, alte concentrazioni di astaxantina possono provocare una lieve colorazione della pelle.

[bbp-single-tag id=862]

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

Alessandro Gennari
Alessandro Gennarihttps://www.linkedin.com/in/alessandro-gennari/
Giornalista, in rete dalla fine degli anni 90. Mi piace mangiare e bere bene, adoro fare sport. Attualmente sono impegnato in una delle realtà editoriali maggiori del Paese e seguo per passione questo progetto che per me rappresenta un momento di studio e di sperimentazione digital

Seguici sui social

780FansMi piace
16FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Domande e risposte