analisi del sangue + esame feci

Analisi del sangue Forum Discussioni ed opinioni analisi del sangue + esame feci

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Alessandro 9 mesi, 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #1901 Risposta

    Soggetto: data di nascita 1929, sesso F.

    1) VALORI ASTERISCATI SULLE ANALISI DEL SANGUE

    – eritrociti 3,58 10^6/mmc (4,20 –> 5,40);
    – emoglobina 10,5 g/dl (12,0 –> 16,0);
    – ematocrito 34,0% (37,0 –> 47,0);
    – concentrazione media 30,9 g/dl (33,0 –> 37,0);
    – mpv 11,4 microm^3 (7,2 –> 11,1);

    2) analisi occulte delle feci

    – positive 2/3 delle prove.

    La s.ra è un soggetto che nelle ultime settimane ha curato una infiammazione nelle zone genitali con farmaci come “Meclou 1000 crema” e prende regolarmente farmaci per il cuore come: “atenolo 100”, “torvast 40”, “cardioaspirin 100”, “pritor plus 800”, “moduretic”, “lansox 30”.

    La proposta del medico è stata quella di eseguire la colonscopia e di un altro medico una cura a base di ferro per 40 giorni.

    Che problemi potrebbe avere? Saranno i farmaci, che hanno portato ad avere queste analisi? Dobbiamo pensare al peggio?

    Grazie a tutti per l’attenzione ed una vostra risposta.

  • #6728 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Salve,

    nel suo messaggio é stato piuttosto accurato, spero di esserlo altrettanto io nel rispondere.

    Combinando i segni di anemia che si vedono nell’emocromo con quelli di positività (due volte su tre) dell’esame delle feci, é realistico ipotizzare che vi é qualche perdita di sangue in una zona dell’apparato digerente.

    Siccome questa signora sembra essere seguita con attenzione credo che lei abbia anche altre analisi precedenti.
    Ha provato a ricercare le analisi dei mesi o anni scorsi?
    Si potrebbe anzitutto avere un’idea della comparsa recente o meno della perdita.

    Al riguardo delle possibili responsabilità dei medicinali,
    é evidente che la cardioaspirin potrebbe essere facilmente chiamata in causa, per le note potenzialità gastrolesive, però vedo anche che il suo medico ha, come di regola, associato un gastroprotettore.

    E’ evidente che la ricerca di dove potrebbe essere localizzato il sanguinamento vorrebbe che si facessero tutte le ricerche gastroenterologiche necessarie, per esempio la colonscopia che le é stata consigliata.
    Purtroppo si tratta di indagini un po’ fastidiose e anche pesanti da sopportare per chi non é in forze.

    Non so se lei viva in prossimità di centri gastroenterologici qualificati, ma vista l’età e le condizioni di salute della signora, la cosa migliore non mi sembra quella di andare avanti con indagini casuali e isolate, sarebbe meglio chiedere il consulto di un gastrenterologo in gamba, che coordini lui stesso le ricerche.

    Ernesto

    Dott. in Scienze Naturali

  • #6738 Risposta

    Originariamente inviato da Ernesto N

    Salve,

    nel suo messaggio é stato piuttosto accurato, spero di esserlo altrettanto io nel rispondere.

    Combinando i segni di anemia che si vedono nell’emocromo con quelli di positività (due volte su tre) dell’esame delle feci, é realistico ipotizzare che vi é qualche perdita di sangue in una zona dell’apparato digerente.

    Siccome questa signora sembra essere seguita con attenzione credo che lei abbia anche altre analisi precedenti.
    Ha provato a ricercare le analisi dei mesi o anni scorsi?
    Si potrebbe anzitutto avere un’idea della comparsa recente o meno della perdita.

    Al riguardo delle possibili responsabilità dei medicinali,
    é evidente che la cardioaspirin potrebbe essere facilmente chiamata in causa, per le note potenzialità gastrolesive, però vedo anche che il suo medico ha, come di regola, associato un gastroprotettore.

    E’ evidente che la ricerca di dove potrebbe essere localizzato il sanguinamento vorrebbe che si facessero tutte le ricerche gastroenterologiche necessarie, per esempio la colonscopia che le é stata consigliata.
    Purteroppo si tratta di indagini un po’ fastidiose e anche pesanti da sopportare per chi non é in forze.

    Non so se lei viva in prossimità di centri gastroenterologici qualificati, ma vista l’età e le condizioni di salute della signora, la cosa migliore non mi semra quella di andare avanti con indagini casuali e isolate, sarebbe meglio chiedere il consulto di un gastrenterologo in gamba, che coordini lui stesso le ricerche.

    Ernesto

    Dott. in Scienze Naturali

    Grazie 1000 per la risposta.

    Siamo perplessi sull’esito dell’esame delle feci, visto che risulterebbero positive nel caso di carne al sangue entro i 3 giorni precedenti il prelievo del campione: magari se il medico avesse illustrato alla s.ra cosa non magnare o assumere, avremmo avuto la coscienza a posto, indirizzandoci direttamente verso un gastrenterologo…

  • #6739 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Ciao,

    non ho ben compreso dove é il problema nell’analisi effettuata.

    In ogni caso oggi esistono anche dei test che si basano su anticorpi monoclonali, derivanti cioè da un unico ‘ceppo’ cellulare, che hanno come bersaglio specifico l’emoglobina umana, quindi mangiando carni animali o altro non si verificano problemi di interferenza.

    Vedi per esempio le informazioni su questo sito:

    Inoltre esistono anche dei tests che si possono fare a casa, non so se basati sullo stesso principio immunochimico, potrebbe domandare al farmacista di sua fiducia.

    In questi casi la positività / negatività sono influenzati da altri fattori: sanguinamento intermittente, parte delle feci prelevata non rappresentativa del campione e così via.

    Se volesse rifare il test senza i problemi delle interferenze potrebbe chiedere al laboratorio quale metodica usi, e rivolgersi solo a quei laboratori che le garantiscono il metodo immunochimico.

    Ernesto

  • #6744 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Per carita’ lasci stare il fai da te’ con gli esami fatti in casa…
    ormai i test per la ricerca del sangue occulto nelle feci non hanno piu’ bisogno della dieta prima dell’esame (addirittura prima non si potevano lavare i denti per tre giorni precedenti l’esame). Quindi non vedo dubbi sull’esito.
    Manca il valore della sideremia per giudicare un’assunzione di ferro che forse servira’ solo per sopperire temporaneamente alla perdita dal sanguinamento
    Resta solo la colonscopia (purtroppo)

  • #22123 Risposta

    Alessandro
    Partecipante

    Per approfondire il tema SANGUE NELLE FECI consigliamo la lettura di questo articolo:
    https://www.analisidelsangue.net/sangue-nelle-feci/


Rispondi a: analisi del sangue + esame feci
Le tue informazioni: