Emoglobina (Hb)

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Silvano 9 anni fa.

  • Autore
    Articoli
  • #1576 Risposta

    Silvano
    Membro

    Si può essere donatori (es. avis) di sangue intero ogni 3 mesi (uomini), e si può essere donatori di plasma anche ogni 2/3 settimane. Però non si può donare plasma se il valore dell’emoglobina è superiore a 16 g/dL perchè si viene rispediti a casa con l’invito di aspettare un paio di settimane per poi riprovare. Ecco, il mio problema è proprio questo e molto spesso quella goccia di sangue esaminata prima della donazione, da un valore ancora più alto di quello reale. Bere molto 2/3 giorni prima non serve a niente, evitare le carni rosse nemmeno. Mi devo rassegnare a non donarlo più o c’è chi ha un valido consiglio che funziona?

  • #6432 Risposta

    Silvano
    Membro

    Ebbenne, dopo oltre 80 giorni con nessuna risposta, mi rispondo io: con oggi sono riuscito a fare altre 3 donazioni di plasma, ingannando la famigerata macchinetta che ora legge valori di appena 14,5 g/dL di HB. Che cosa mi sono inventato? Provocandomi un sanguinamento alle gengive lavandomi i denti in maniera molto energica la sera ed il mattino prima della donazione. Visto che ha funzionato oramai 3 volte credo che non sia più un caso ed è per questo che ora lo scrivo. Benvengano commenti in tal senso e tra altri 3 mesi confermerò o aimè condannerò questo modo di fare. Silvano.

  • #6444 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Ho dei seri dubbi che un sanguinamento del tipo che descrivi tu possa provocare una discesa di emoglobina cosi’ netta e cosi’ in poco tempo, ma se per te va’ bene……. io non lo consiglierei a nessuno.

  • #6452 Risposta

    Silvano
    Membro

    In effetti, negli esami effettuati con metodo appropriato, per intenderci quelli che si ritirano 2 settimane dopo il prelievo, i valori sono sempre molto simili e spaziano di veramente poco attorno il 16.0 ed gli ultimi fatti danno un 16,4.
    La questione è sulle macchinette, che non fanno una conta al microscopio, ma essendo spettrometri, in base alla luce che si riflette su un piccolo vetrino, in 10 secondi sputano le più disparate sentenze.
    Infatti, se ripetuto 3 volte di fila, darà sicuramente 3 risultati molto diversi tra loro, però se il primo risultato è alto, gli altri 2 potrebbero essere ancora molto di più.
    Morale, non so perchè a volte esce 18,5 ed a volte 14,5 quando le analisi ufficiali sono 16, so che tutte le volte in quei 10 secondi devo tenere le dita incrociate e pregare San Gennaro.

  • #6455 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Un metodo che da’ risultati cosi’ diversi in breve tempo non e’ unmetodo affidabile e non puo’ essere preso in considerazione per discernere chi puo’ donare e chi no.
    Tra l’altro anche con 14 di emoglobina non capisco che problema c’e’ a donare.
    Detto questo parla conil centro dove vai a donare ed esigi un trattamento piu’ consono o rivolgiti a chi dirige queste operazioni; insomma fatti sentire, perche’ in tutta la procedura c’e’ qualcosa che stona…..almeno che il motivo per cui non ti facciano donare sia diverso…..

  • #6463 Risposta

    Silvano
    Membro

    Purtroppo la precisione di taluni strumenti è molto scadente, anche i misuratori di pressione digitali da polso sono scadenti. Mio papà sei mesi fa ha fatto una misurazione con una macchinetta che rileva l’ossigenazione del sangue ed il risultato era che doveva essere morto o quantomeno moribondo da non reggersi in piedi!!!
    Pultroppo è la prassi e la regola, ho già discusso 2 volte con il direttore sanitario ma non vuole assumersi responsabilità o iniziative, tutto lo staff sa che sono inaffidabili, talvolta leggono 18 e di nascosto scrivono 16 chiudendo un occhio, ma se vengono richiamati poi diventano severi, bisogna sottostare alla prassi, provare per credere.

  • #6467 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    ..cmq cade il tuo discorso di farsi sanguinare le gengive…..

  • #6472 Risposta

    Silvano
    Membro

    Ho constatato che dopo 3 settimane che non perdo sangue IN NESSUN MODO e cioè non mi sono morso la lingua, non mi sono mai tagliato facendomi la barba, pigiato brufoli sebacei, punto con qualcosa, ecc.ecc. bucando il dito medio per la “prova machinetta” esce a gran fatica, pur spremendo forte, una piccola e densa goccia che poi non serve neanche tamponare. Mentre con un sanguinamento anche piccolo ma molto recente esce un rigagnoletto fluido che faccio fatica a fermare con il cotone. Ecco perchè dico “e che caso” Una relazione credo ci sia, comunque le mie analisi sono sempre eccellenti anche alla faccia del colesterolo, l’unica analisi che non sta nel centro della media ma prossima al valore minimo sono le piastrine con 162 10^9/L (rifer. 130 – 400). P.S. sono contento di queste considerazioni.

  • #6475 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Se bastasse cosi’ poco per far scendere un emocromo si sarebbe risolto il problema dei poliglobulinemici, quei paziente che hanno molti globuli rossi e sono soggetti a salassi.
    In ogni caso non mi sembra un rimedio molto….idoneo.

  • #6479 Risposta

    Silvano
    Membro

    Ho già ammesso che le analisi ufficiali non si spostano di una virgola, ma su quelle si esamina una provetta con un elevato quantitativo di sangue e con altri strumenti di misura, mentre io parlo della prima goccia che si “affaccia”, che anche qui da operatore ad operatore c’è chi la prende subito e chi invece la asporta con il cotone e spreme di nuovo il dito e prende la seconda. Comunque se il valore è alto riprovano fino a 3 volte ed una quarta con il dottore della visita. Non è vero forse che anche negli esami delle urine si dice di fare la provetta prendendo le urine centrali lasciando perdere l’inizio e la fine della minzione??? Pungendo il dito non prendono nè sangue arterioso, nè lo sporco venoso, ma forse di un capillare periferico morto (senza uscita).

  • #6482 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Trovo il metodo di conta veramente approssimativo e non discernente tra chi puo’ donare e chi no.
    Ripeto credo che non ti hanno fatto donare per alti motivi.

  • #6486 Risposta

    Silvano
    Membro

    Si, il metodo di conta è veramente approssimativo e non discernente tra chi puo’ donare e chi no.
    Ma al pari della pressione del sangue, sulla cartella devono scrivere valori di pressione e Hb dentro una forbice, per sollevarsi da ogni responsabilità in caso di malore del donatore. E’ solo per il nostro bene e per non avere grane loro, e concordo pienamente, donare per stare male assolutamente no.
    P.S. Non ci sono altri motivi per cui io non possa donare, portando con me obbligatoriamente ogni volta le analisi dell’ultima donazione in alto a destra c’è apposto un timbro firmato con la dicitura ” IDONEO ” .


Rispondi a: Emoglobina (Hb)
Le tue informazioni: