Febbricola da due mesi ma analisi perfette!

Analisi del sangue Forum Invia la tua domanda sulle analisi cliniche Febbricola da due mesi ma analisi perfette!

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Doppia Erre 5 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #32501 Risposta

    Doppia Erre

    Salve. Vi chiedo scusa se mi dilungherò un po, ma credetemi, sto veramente impazzendo, e non vi nego che ho anche paura…

    Sono un uomo di 29 anni.
    Da quasi due mesi ho una febbricola persistente e costante a 37,2 / 37,4 che non scende in alcun modo. Ma andiamo con ordine.

    Lo scorso 20 Dicembre ho avvertito i tipici sintomi di un raffreddamento: bruciore alla gola, tosse secca, catarro, orecchie otturate. Qualche giorno dopo, prima di Natale, la febbre è arrivata a massimo 37,8 , ma poi si è attestata sui 37,2 , e da lì non è mai scesa: ho, inizialmente, fatto dell’Aerosol con Clenil e Soluzione Fisiologica per sette giorni senza alcun risultato sulla febbricola ma sugli altri sintomi (meno tosse, espettorazione del catarro). A seguire ho preso cinque giorni di antibiotico e cinque di Tachipirina, senza alcun risultato. Dopodiché, cinque giorni di Bentelan e tre di Tachipirina, senza alcun risultato, nuovamente cinque giorni di antibiotico, e niente da fare, e, per finire, sette giorni, nuovamente, di Aerosol con maschera boccale. Tutto questo, naturalmente, è stato consigliato dal medico.

    Alla visita del medico è stata riscontrata una faringite. Il torace è libero e non si presentano focolai di alcun genere. Le analisi sono tutte negative, la visita dall’Otorinolaringoiatra non ha prodotto risultati. In questo momento, però, i fastidi alla gola sono ricomparsi, con bruciore alla gola nella parte destra e alla narice destra, orecchio destro otturato, qualche colpo di tosse e febbricola sempre presente.

    Da notare che, tra le altre cose, in questi giorni ho avuto nuovamente starnuti e un giorno di febbre a 38, poi diventa 37,5, per poi tornare alla situazione precedente, con muco, che sto ancora espettorando e tosse secca. Secondo il medico, si tratta di una sintomatologia parainfluenzale esterna al problema precedente, che è andata a “sovrapporsi” al problema precedentemente in atto, tant’è che, come detto, a parte qualche “residuo” della nuova situazione pseudo influenzale, la febbricola è ritornata al suo posto.

    Sempre su consiglio di medici e farmacista, sto prendendo un integratore per stimolare le difese immunitarie, sebbene sono abbastanza scettico sulla sua effettiva efficacia…

    Vi chiedo: è normale, dopo un mese e mezzo, avere ancora questa fastidiosissima febbricola costante tutto il giorno, tutti i giorni, che, peraltro, sembra essere resistente a qualsiasi terapia? Proprio quest’aspetto ha indotto il mio medico, ed il virologo che mi ha visitato, a pensare che si tratti di una forma virale e non batterica, anche perché, verosimilmente, l’antibiotico avrebbe dovuto fare effetto!

    Abbiamo anche preso in considerazione la mononucleosi, ma non ho avuto ghiandole ingrossate, non ho avuto placche ne essudato tonsillare ne dolori alla milza o zone circostanti: tuttavia, ulteriori analisi che effettuerò a breve, per sicurezza, ci diranno la verità.

    Nel frattempo, credetemi, non so più dove sbattermi la testa: questa febbricola è molto fastidiosa e debilitante per me che me la porto appresso da un mese! Anche concentrarsi, lavorare o studiare, diventa molto difficoltoso, anche perché mi fa diventare la faccia bollente, anche se non rossa, esattamente come se avessi una febbre a 38,5, anche se così non è.

    Su consiglio del medico ho annotato le mie temperature durante la giornata, ed abbiamo notato che spesso, appena sveglio, è un po più bassina, 36,3 o 36,5 , ma, già un’ora, un’ora e mezzo dopo, sale a 37 – 37,3: mi sento veramente abbattuto perché non si riesce a trovare una soluzione, e tutti i medicinali presi non sembrano aver dato frutto in nessuna maniera.

    Spero in un vostro consiglio, magari risolutivo: mi sento molto abbattuto, e non vi nego che ho tanta paura, anche perché non si viene a capo di questa vicenda. Sono anche molto abbattuto, e avverto spesso sensazione di confusione mentale, probabilmente, penso (e spero) per la preoccupazione di questa situazione.

    Vi ringrazio: eccovi, in calce a questa richiesta, gli esami effettuati e relativi valori. Quelli con una freccia sono quelli che, secondo il laboratorio di analisi, sono “fuori range”. Tuttavia, come voi stessi potrete osservare, sono praticamente perfetti!

    AZOTEMIA: 27 mg/dl
    GLICEMIA: 98 mg/dl
    CREATININEMIA: 0,71 mg/dl
    COLESTEROLO TOTALE: 216 mg/dl <——- (Val. Max. 200)
    COLESTEROLO HDL: 68 mg/dl <——- (Val. Max. 55)

    TRIGLICERIDI: 61 mg/dl
    SODIO: 139 mEq/l
    POTASSIO: 3,78 mEq/l
    TRANSAMINASI AST/GOT: 15 U/L
    TRANSAMINASI ALT/GPT: 12 U/L
    YGT: 19 U/L
    PCR: 0,6 mg/l
    VES: 6 mm

    URINOCOLTURA: NEGATIVA

    GLOBULI BIANCHI: 5,17
    GLOBULI ROSSI: 4,78
    EMOGLOBINA: 14,4
    EMATOCRITO: 43,4
    VOLUME GLOBULARE MEDIO: 90,8
    CONTENUTO EMOGLOBINICO MEDIO: 30,1
    CONCENTRAZIONE EMOGLOBINICA MEDIA: 33,2
    DEVIAZIONE STD. AMPIEZZA RBC: 40,1
    COEFF. VAR. AMP. DIST. RBC: 12,3
    PIASTRINE: 274
    AMPIEZZA DISTRIBUZIONE PIASTRINE: 12,9
    VOLUME PIASTRINICO MEDIO: 10,3
    PERCENTUALE GRANDI PLT: 28,9
    PCT: 0,28

    NEUTROFILI: 43,3 – 2,24
    EOSINOFILI: 3,5 – 0,18
    BASOFILI: 0,6 – 0,03
    LINFOCITI: 45,1 (Val. Max. 45) – 2,33 <——-
    MONOCITI: 7,5 – 0,39

    URINE GIALLO PAGLIA LIMPIDE
    PH: 6
    DENSITA: 1,025
    GLUCOSIO: ASSENTE
    PROTEINE: 5
    EMOGLOBINA: ASSENTE
    CORPI CHETONICI: ASSENTI
    BILIRUBINA: ASSENTE
    UROBILINOGENO: NORMALE
    NITRITI: ASSENTI
    ESTERASI LEUCOCITARIA: ASSENTE

    NOTA:
    Presenza di alcuni cristalli di ossalato di calcio e tracce di muco.

  • #32503 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    La febbre è un fenomeno naturale, difensivo dell’organismo, per portare la temperatura ad un livello tale da rendere difficile la replicazione virale;
    sospettando un’infezione batterica lei ha preso la tachipirina che le ha abbassato la temperatura rifavorendo la crescita virale, inoltre più antibiotici inutili hanno indebolito il tutto ed il virus si è insediato.
    potrebbe essere un banalissimo virus parainfluenzale.
    Le analisi non presentano segni d’infiammazione come se tutto fosse passato, anche se i linfociti aumentati confermano l’ipotesi virale.
    Credo che debba spostare la sua attenzione sull’intestino dove dopo tutti questi farmaci, ha creato una disbiosi intestinale;
    si faccia consigliare dei probiotici per ripristinare la flora batterica.

  • #32547 Risposta

    Doppia Erre

    Carissimo,
    nel ringraziarLa per la sua sollecita risposta (mi creda, in questo periodo anche solo una parola è utile a rasserenarmi un poco!), vorrei domandarLe una cosa, approfittando della sua grande gentilezza e pazienza.

    Effettivamente, a riprova di quanto dice, in questo periodo ho utilizzato spesso la Tachipirina, essendo uno dei pochi farmaci che posso assumere senza problemi collaterali, ad esempio, allo stomaco: un’ora fa, ad esempio, ho dovuto assumerla nuovamente a causa di una nevralgia che mi sta, letteralmente, uccidendo.

    Quanto dice, quindi, potrebbe avere effettivo fondamento: la mia paura, quindi, è che se continuo ad utilizzare “extrema ratio” la Tachipirina, ovvero solo in caso di bisogno strettamente necessario, rischio di non far più passare questa febbricola che continua a viaggiare tra i 37 e i 37,2/ 37,3.

    Pensa che, effettivamente, utilizzando dei probiotici io possa, realmente, uscir fuori da questo incubo che mi porto appresso da ormai due mesi? Può tornarmi effettivamente utile in questo senso?

    La ringrazio ancora di cuore, davvero!

  • #32548 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Cerchi di non cadere nella spirale dell’ iperconsumo di farmaci;
    da quello che racconta li usa spesso e questo agisce su tutto l’organismo e sull’intestino in particolare.
    Per curiosità le dico che quando facciamo una cura antibiotica per una banale infezione urinaria ad esempio per una settimana, occorrono due anni per ricostituire la flora batterica intestinale naturalmente….
    …pensi a quanti antibiotici inutili assumiamo…
    ecco perchè le consiglio dei probiotici per accelerare questo processo.

  • #32559 Risposta

    Doppia Erre

    Seguirò il suo consiglio, ma, contemporaneamente, penso di dover continuare delle indagini sul perché di questa febbricola che rimane… E la cosa curiosa, ripeto, sono gli esami praticamente perfetti! Questo non riesco a capire!


Rispondi a: Febbricola da due mesi ma analisi perfette!
Le tue informazioni: