HERPES LABIALE: cause, sintomi, cure

L'herpes labiale è un tipo di infezione da herpes simplex che colpisce le labbra, causando piccole bolle o ferite sulla bocca o intorno ad essa. Le piaghe tipicamente guariscono entro 2-3 settimane, ma il virus dell'herpes simplex rimane inattivo all'interno delle terminazioni nervose del viso e, di fatto, una volta contratto non ci abbandona mai. Ecco come curarlo e prevenirlo.

L’ herpes labiale , noto anche come febbre del labbro, è un tipo di infezione da herpes simplex che colpisce le labbra.

Questo tipo di herpes è causato dall’infezione del virus herpes simplex (HSV) e tipicamente causa piccole bolle o ferite sulla bocca o intorno ad essa.

Le piaghette tipicamente guariscono entro 2-3 settimane, ma il virus dell’herpes simplex rimane inattivo all’interno delle terminazioni nervose del viso.

Il virus si riattiva periodicamente per creare delle piaghe nella stessa zona della bocca o del viso localizzate dove era presente l’infezione originale.

Le ricorrenze dell’herpes labiale variano da episodi rari a 12 o più episodi all’anno e generalmente i pazienti affetti da questa condizione di solito presentano da uno a tre attacchi all’anno.

La frequenza e la gravità dell’herpes spesso diminuiscono nel tempo.

herpes-labiale-rimedi
Il sintomo principale dell’infezione orale è l’infiammazione della mucosa della guancia e delle gengive, nota come gengivostomatite erpetica acuta

Sintomatologia dell’herpes labiale

Le infezioni da herpes labiale, inizialmente, non mostrano sintomi e quando appaiono in genere si risolvono entro due settimane al massimo.

Il sintomo principale dell’infezione orale è l’infiammazione della mucosa della guancia e delle gengive, nota come gengivostomatite erpetica acuta, che avviene entro 5-10 giorni dall’infezione.

Possono, anche, svilupparsi altri sintomi, tra cui cefalea, nausea, vertigini e ulcere dolorose, talvolta confuse con ulteriori patologie mediche.

L’infezione primaria di HSV negli adolescenti si manifesta frequentemente sotto forma di grave faringite con lesioni che si sviluppano sulla guancia interna e sulle gengive.

Alcuni individui sviluppano difficoltà nella deglutizione (disfagia) e dei linfonodi gonfiati (linfoadenopatia).

Le infezioni primarie negli adulti, spesso, provocano faringite simile a quella della mononucleosi infettiva.

L’infezione orale ricorrente è più comune con le infezioni HSV-1 che con HSV-2.

I sintomi dell’herpes labiale in genere si evolvono in otto stadi:

  • Latente (da settimane a mesi senza sintomi): dopo l’infezione iniziale, il virus si muove nei gangli nervosi sensoriali (gangli trigeminali), dove risiedono permanentemente.
  • Prodromo (giorno 0-1): i sintomi spesso precedono una recidiva e di solito iniziano con formicolio (prurito) e arrossamento della pelle infettata. Questa fase è il momento migliore per iniziare il trattamento.
  • Inflammazione (giorno 1): il virus inizia a riprodursi e infettare le cellule sane che reagiscono con gonfiore e arrossamento.
  • Pre-gonfiore (giorno 2-3): questa fase è definita dalla presenza di papule piccole, dure e infiammate e vescicole che possono dare prurito e sono dolorosamente sensibili al tatto.
  • Lesione aperta (giorno 4): questa è la più dolorosa e contagiosa delle fasi. Tutte le piccole vescicole si aprono e si fondono fino a creare un’ulcera più grande e aperta.
  • Crosticine (giorno 5-8): una crosta inizia a formarsi da proteine ​​utili note come immunoglobuline. Questo è l’inizio del processo di guarigione.
  • Guarigione (giorno 9-14): un nuovo strato di pelle inizia a formarsi e durante questa fase sono frequenti irritazioni, pruriti e qualche dolore.
  • Post-guarigione (12-14 giorni): una zona rossastra può rimanere localizzata dove era l’infezione.

Una lesione causata da herpes simplex può verificarsi nell’angolo della bocca e essere scambiata per cheilite angolare.

Cause dell’herpes labiale

L’infezione da herpes labiale si verifica quando il virus herpes simplex entra in contatto con il tessuto orale della mucosa o della bocca.

L’infezione del ceppo di tipo 1 del virus di herpes simplex (HSV-1) è più comune; tuttavia, i casi di infezione orale da parte del ceppo di tipo 2 sono in aumento.

In particolare, il tipo 2 è stato implicato come causa del 10-15% delle infezioni orali.

L’herpes labiale può essere causato da stress, ciclo mestruale, luce solare, scottature, febbre, disidratazione o traumi della pelle.

Le procedure chirurgiche come la chirurgia dentale o neurale, tatuaggi per ridefinire le labbra o la dermoabrasione sono anch’esse cause comuni.

L’HSV-1 può in rari casi essere trasmesso ai neonati da parte di membri della famiglia, tanto da causare una malattia grave chiamata herpes simplex neonatale.

L’herpes simplex labiale è il risultato di un virus chiamato herpes simplex virus di tipo 1 (HSV-1). L’infezione iniziale si verifica di solito prima dei 20 anni e in genere colpisce le labbra e le zone intorno alla bocca.

Dopo la prima infezione, il virus si trova in stato di sospensione all’interno delle cellule nervose del viso per il resto della vita di un individuo che ne è affetto. Ciò significa che i sintomi non sono sempre presenti.

Tuttavia, alcuni eventi possono risvegliare il virus e portare ad un’infezione ricorrente di herpes.

Gli eventi che innescano un’infezione ricorrente di herpes labiale potrebbero includere:

  • febbre
  • ciclo mestruale
  • un evento che causa stress
  • affaticamento
  • cambiamenti ormonali
  • infezione delle vie respiratorie
  • temperature molto alte
  • sistema immunitario indebolito.

Prevenzione dell’herpes labiale

La probabilità di diffusione dell’infezione può essere ridotta assumendo alcuni comportamenti preventivi come:

  • evitare di toccare una zona infettata
  • lavare le mani frequentemente durante l’epidemia
  • non condividere oggetti che entrano in contatto con la bocca
  • evitare contatti personali molto stretti, come baci, sesso orale, sport e altre situazioni.
herpes-labiale-morso
La probabilità di diffusione dell’herpes labiale può essere ridotta assumendo alcuni comportamenti preventivi

Diagnosi dell’herpes labiale

Generalmente il medico diagnosticherà l’herpes labiale tramite un’indagine visiva, esaminando le vesciche e le piaghe presenti sulle labbra e sulla bocca.

Inoltre, è possibile inviare un tampone in laboratorio per testare specificamente la presenza di HSV-1, tramite:

  • un campione dalle piaghe per identificare il virus
  • un’analisi di colturale virale
  • una prova di colorazione chiamata test citodiagnostico di Tzanck
  • studi approfonditi sull’antigene e sugli anticorpi
  • analisi del sangue per analizzare il numero di anticorpi.

Complicazioni dell’herpes labiale

L’herpes labiale ricorrente può essere pericoloso se le vesciche o le piaghe si verificano nelle zone intorno agli occhi. L’infezione può portare a cicatrici della cornea.

Altre complicanze includono:

  • frequente ricorrenza delle piaghe e delle vesciche che richiede un trattamento costante
  • diffusione del virus in altre parti della pelle
  • infezione corporea diffusa, che può essere grave nei soggetti che hanno già un sistema immunitario indebolito, come ad esempio persone affette da AIDS o da HIV.

Trattamento dell’herpes labiale

Il virus responsabile dell’herpes labiale non va più via. Una volta che si contrae l’infezione da HSV-1, questa rimane nel corpo per sempre, anche se non si è in presenza di episodi ricorrenti.

Le piaghe normalmente guariscono autonomamente entro dieci giorni dall’inizio dell’infezione, ma le creme antivirali possono essere applicate per alleviare i sintomi e accelerare la guarigione.

Tuttavia, queste creme tendono ad essere abbastanza costose e spesso alleviano solo i sintomi per poco tempo.

Trattamenti e rimedi casalinghi

Applicare il ghiaccio o un panno caldo sulla parte infettata o assumere il Tylenol, un ottimo analgesico, potrebbe aiutare a ridurre ogni dolore.

Alcuni pazienti, utilizzano creme per la pelle che tendono a ridurre l’herpes labiale per due giorni al massimo.

herpes-labiale-pomata
Il medico può prescrivere farmaci antivirali orali come aciclovir, famciclovir o valaciclovir per combattere l’herpes labiale

Trattamento farmacologico

Il medico può prescrivere farmaci antivirali orali come aciclovir, famciclovir o valaciclovir per combattere il virus.

Questi farmaci funzionano meglio se assunti quando si verificano i primi sintomi dell’herpes labiale, come formicolio sulle labbra e arrossamento, e prima che le vesciche appaiano.

Questi farmaci non curano l’herpes e non impediscono la diffusione del virus.

Per casi di herpes simplex labiale ricorrente che provoca frequenti piaghe alla bocca, il medico potrebbe consigliare l’assunzione di un trattamento farmacologico per tutto il tempo.

Il trattamento comprende farmaci per la febbre e l’assunzione di molti liquidi.

Un anestetico topico come la lidocaina viscosa (Dilocaine, Nervocaine, Xylocaine, Zilactin-L) può essere prescritto per alleviare il dolore.

Ricovero ospedaliero per casi di herpes labiale

Alcune persone possono richiedere l’ammissione all’ospedale:

  • coloro che soffrono di gravi infezioni locali
  • pazienti la cui infezione si è diffusa ad altri organi
  • persone con sistemi immunitari indeboliti
  • pazienti disidratati che necessitano dell’idratazione
  • neonati più giovani di 6 settimane.

Quando rivolgersi al medico

Poiché le piaghe sono abbastanza dolorose, si può avere difficoltà nel mangiare o nel bere.





Rivolgersi immediatamente al proprio medico curante se si verifica uno di questi sintomi, che suggeriscono la disidratazione:

  • diminuzione della minzione
  • sonnolenza
  • irritabilità
  • bocca asciutta.

Analisi del sangue Forum HERPES LABIALE: cause, sintomi, cure

Stai vedendo 3 discussioni - dal 1 al 3 (di 3 totali)
Stai vedendo 3 discussioni - dal 1 al 3 (di 3 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis