HIRUDOID : crema antitrombotica, usi e precauzioni

Hirudoid è un farmaco in crema per uso cutaneo, con azione antinfiammatoria e antitrombotica, in particolare a carico delle vene in quanto inibisce la formazione di trombi all’interno dei vasi sanguigni. Ecco le modalità d'uso, la posologia, i principali effetti collaterali e le controindicazioni.

Hirudoid è un medicinale a base di glicosaminoglicano polisolfato.

Questo farmaco, disponibile sotto forma di crema per uso cutaneo, ha una finalità sia antinfiammatoria che antitrombotica, in particolare cura le infiammazioni a carico delle vene e inibisce la formazione di trombi all’interno dei vasi sanguigni.

Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta, come funziona, qual è la sua posologia e quali sono i suoi principali effetti collaterali e le controindicazioni.

Hirudoid, un farmaco che appartiene alla categoria delle eparine, è impiegato per il trattamento delle seguenti patologie venose:

  • tromboflebite superficiale: denominata anche trombosi venosa superficiale, consiste nell’infiammazione di una vena superficiale o profonda cui si associa la formazione di un coagulo di sangue nel lume vascolare;
  • varicosi (o varici): l’infiammazione causata dalla dilatazione di una vena, che è caratterizzata dal tipico colore viola scuro o blu;
  • ematomi: ovvero la formazione di sangue localizzata al di fuori dei vasi ematici;
  • edemi da stasi: ovvero il gonfiore determinato da occlusione trombotica.

L’utilizzo di Hirudoid crema è finalizzato a ridurre la tensione dei tessuti e a lenire il dolore a essa associato, a diminuire il gonfiore e a contrastare il senso di pesantezza a carico degli arti inferiori.

Questo medicamento è impiegato anche per il trattamento delle sclerotizzazioni postoperatorie.

Hirudoid, lo ricordiamo, è un medicinale non soggetto a prescrizione medica (SOP), ma che tuttavia non può essere considerato un farmaco da banco. Esso, infatti, deve essere consigliato dal farmacista.

Se si desidera migliorare l’efficacia di Hirudoid contro la patologia venosa, è consigliabile praticare ogni giorno della sana attività fisica.

D’altra parte, bisogna anche tenere presente che stare per troppe ore seduti o in piedi favorisce il ristagno venoso.

È altresì importante eliminare il vizio del fumo, seguire una dieta genuina e bilanciata, ridurre le dosi di alcol ed, eventualmente, indossare delle calze di compressione.

Hirudoid: come si presenta e cosa contiene

Hirudoid è una crema per uso cutaneo contenuta in un tubo di alluminio: essa si presenta di colore da bianco a beige pallido e si contraddistingue per un odore caratteristico.

Il medicinale è disponibile in commercio in confezioni da 50 grammi.

Il principio attivo dell’Hirudoid è il glicosaminoglicano polisolfato; il farmaco contiene, inoltre, i seguenti eccipienti:

  • cutina LE
  • trigliceridi a catena media alcool miristico
  • isopropile miristato
  • bentonite
  • olio di rosmarino
  • alcool isopropilico
  • imidurea
  • fenossietanolo
  • acqua depurata
hirudoid trombosi
Hirudoid è utile in caso di tromboflebite superficiale, l’infiammazione di una vena superficiale o profonda cui si associa la formazione di un coagulo di sangue

Controindicazioni dell’Hirudoid crema

Non devono utilizzare Hirudoid crema coloro che hanno una nota ipersensibilità al suo principio attivo (ovvero il glicosaminoglicano polisolfato) o a uno qualsiasi degli eccipienti in esso contenuti (vedi paragrafo precedente).

Va detto, d’altra parte, che è sempre bene consultare il proprio medico di fiducia prima di sottoporsi a un trattamento farmacologico a base di Hirudoid.

Se in seguito all’applicazione del medicinale sulla cute si verificano fenomeni allergici, è necessario sospendere il trattamento e rivolgersi quanto prima al proprio medico curante o, in alternativa, recarsi al primo soccorso più vicino.

Va rilevato infine che Hirudoid non interferisce con la capacità di guidare veicoli o di utilizzare altro tipo di macchinari.

Interazioni dell’Hirudoid con altri medicinali

Non sono state rilevate particolari interazioni dell’Hirudoid con altri medicinali.

È sempre opportuno, tuttavia, prima di iniziare il trattamento a base di Hirudoid, segnalare al medico o al farmacista quali farmaci si stanno assumendo.

In caso di gravidanza o di allattamento al seno poi, è necessario consultare il medico prima di iniziare a usare l’Hirudoid.

hirudoid varici
Hirudoid è utile in caso di vene varicose, infiammazione causata dalla dilatazione di una vena e caratterizzata dal tipico colore viola scuro o blu

Posologia e modalità d’uso dell’Hirudoid

Come qualsiasi altro medicinale, anche Hirudoid deve essere utilizzato tenendo presente le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo, o in base a quanto consigliato dal proprio medico o farmacista di fiducia.

Nel caso in cui l’infiammazione da trattare sia poco estesa, la dose di Hirudoid crema deve essere di circa 3-5 cm da applicare una o due volte al dì; se, al contrario, l’infiammazione risulta essere piuttosto estesa, la dose deve essere pari a circa 25 cm da utilizzare fino a 4 volte al dì.

Nei giorni successivi, il dosaggio deve essere dimezzato, ma le applicazioni devono proseguire fino alla totale scomparsa del disturbo venoso.

La modalità d’uso del medicamento in oggetto è la seguente:

  • massaggiare delicatamente la zona cutanea da trattare al fine di favorire l’assorbimento della crema curativa;
  • in caso di infiammazione che provochi dolore e in presenza di coaguli nel sangue, massaggiare delicatamente la parte e ricoprire con una garza di cotone;
  • non applicare Hirudoid su eventuali lesioni o mucose;
  • evitare che la crema venga in contatto con gli occhi;
  • non ingerire il farmaco.

Cosa fare in caso di sovradosaggio di Hirudoid crema?

Nel caso in cui venga applicata una dose eccessiva del medicamento in oggetto, è opportuno consultare il proprio medico curante o il farmacista di fiducia.

Nelle patologie venose provocate dalla formazione di coaguli di sangue (le cosiddette tromboembolie), è consigliabile non massaggiare il prodotto medicamentoso.

Se i disturbi non migliorano o addirittura se la sintomatologia peggiora, è necessario rivolgersi al proprio medico.

hirudoid massaggio
Per far assorbire Hirudoid garantendone l’efficacia, è bene massaggiarlo delicatamente sulla parte da curare

Quali sono gli effetti collaterali dell’Hirudoid?

Gli studi clinici effettuati sul farmaco in oggetto non hanno rilevato effetti collaterali significativi da esso determinati.

Tuttavia, qualora il paziente, in seguito all’applicazione del farmaco, noti un effetto indesiderato, anche se non è segnalato nel bugiardino, deve consultare sempre il proprio medico di fiducia.

Va detto, d’altra parte, che oggi è possibile comunicare eventuali effetti indesiderati anche attraverso il Sistema Nazionale di Segnalazione, collegandosi al seguente indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Come conservare Hirudoid

Come qualsiasi altro farmaco, anche Hirudoid crema deve essere tenuto lontano dalla vista e dalla portata dei bambini, al fine di evitare spiacevoli incidenti.

Il medicinale, inoltre, non deve essere utilizzato una volta superata la data di scadenza che è riportata sulla confezione di vendita.

Il prodotto farmacologico, lo ricordiamo, deve essere conservato a temperatura inferiore ai 25 gradi.

Hirudoid crema, inoltre, come del resto tutti gli altri medicinali, non deve essere gettato nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici; a tal proposito si ricorda che è sempre opportuno chiedere al farmacista in che modo devono essere smaltiti i farmaci.

Adottare questa misura comportamentale contribuirà a tutelare l’ambiente circostante.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore