MONONUCLEOSI : rimedi naturali

Oltre ai farmaci, vi sono diversi rimedi naturali tratti da erbe e piante e in grado di combattere o prevenire la mononucleosi. Ecco i principali rimedi e come utilizzarli, da soli o abbinati a uno stile di vita sano

Introduzione alla mononucleosi e rimedi naturali per curarla

La mononucleosi è una malattia infettiva dovuta al virus di Epstein-Barr che colpisce le persone adulte nella fascia di età compresa fra i 15 e i 35 anni.

Può manifestarsi anche nei più piccoli, ma più raramente.

Non sono molti coloro che hanno dei sintomi davvero forti, perché con il tempo l’uomo ha sviluppato un auto-protezione, ma bisogna fare comunque molta attenzione.

I sintomi che consentono di capire che si è stati infettati dalla mononucleosi riguardano:

  • febbre che inizialmente è a 37, ma poi può arrivare fino a 40 gradi
  • dolori muscolari diffusi
  • consistente sudorazione
  • forte mal di gola (con possibile presenza di placche sulle tonsille)
  • astenia con un profondo senso di debolezza
  • ingrossamento dei linfonodi.

Questa infezione può essere curata in primo luogo mediante uno stile di vita sano, dato dal frequente esercizio fisico e da una dieta attenta.

Senza dimenticare l’efficacia dell’assunzione di farmaci, con particolare attenzione alle indicazioni fornite dal medico.

Stesso discorso vale i rimedi naturali, grazie alle tante proprietà di alcune piante in grado di avere un effetto benefico sull’organismo

Proprio di questo ultimo punto ci occupiamo in modo preciso e approfondito qui di seguito.

DAL NOSTRO FORUM : discussioni su MONONUCLEOSI

mononucleosi echinacea
L’echinacea riesce a liberare dall’infezione sia le vie respiratorie sia quelle urinarie

Piante medicinali efficaci contro la mononucleosi -1

Le principali piante ideali per curarsi dalla fastidiosa infezione causata dalla mononucleosi sono numerose e capaci di curare i vari sintomi.

Vediamo nel dettagli quali sono le loro caratteristiche principali e in quali caso è più opportuno utilizzarle.

Partiamo dall’eleuterococco, che è un arbusto alto circa due metri ed originario delle regioni asiatiche nord orientali.

Si tratta di una pianta ad azione adattogena e antifatica, che possiede proprietà come l’aumento della resistenza dell’organismo in presenza di stimoli stressanti.

Inoltre, è in grado di rafforzare le difese immunitarie contro influenza ed herpes simplex.

Poi c’è la rodiola, che si sostanzia in una piccola pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Crassulaceae e presente nelle zone montuose di Europa e Asia

E’ una pianta adattogena in grado di ridurre la sensazione di fame, fatica e stanchezza e migliorare le difese antiossidanti.

Piante medicinali efficaci contro la mononucleosi -2

In chiave mononucleosi, la sua efficacia maggiore è nel contrasto al senso profondo di stanchezza che tale infezione comporta.

Il ginseng è il termine per indicare tantissime specie appartenenti alla famiglia delle Araliaceae.

Il suo uso è universale, ma in particolar modo è efficace contro l’invecchiamento e i disturbi gastrointestinali, che possono essere presenti con la mononucleosi.

Inoltre, questa erba è ricca di vitamine e fra le tante proprietà benefiche è antiossidante, ma anche capace di combattere insonnia e stress.

L’astragalo, della famiglia delle Leguminosae e tipicamente originaria della Cina, rappresenta un rimedio naturale ideale per l’influenza.

Inoltre risulta ottima per prevenire le malattie infettive, dunque può bloccare la mononucleosi attraverso le sue proprietà antivirali e antiossidanti, senza dimenticare la sua azione benefica per le difese immunitarie e a livello cardiaco.

mononucleosi ginseng
Il ginseng è efficace contro l’invecchiamento e i disturbi gastrointestinali, che possono essere presenti con la mononucleosi

Piante medicinali efficaci contro la mononucleosi -3

L’echinacea, che è una pianta erbacea con fusto semplice e presente nel Nord America e in Canada, risulta ideale da usare per combattere l’influenza causata da mononucleosi.

Riesce a liberare dall’infezione sia le vie respiratorie sia quelle urinarie, con un effetto molto più potente se usata in modo preventivo e al manifestarsi dei primi sintomi.

Il tè verde aiuta a combattere le malattie cardiovascolari e riesce a incidere in modo positivo sul metabolismo, rendendolo più fluido e liberando il corpo da eventuali presenze indesiderate, che spesso si manifestano con la mononucleosi.

Il mirtillo rosso americano, presente nel Nord America, è un arbusto che produce il frutto Cranberry, che funge da integratore alimentare in grado di favorire il funzionamento delle vie urinarie e prevenire o combattere le infezioni.

L’aglio è capace di sortire effetti molto positivi sul colesterolo e nell’attività di cura dei disturbi digestivi.

La liquirizia, celebre pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae e tipica dell’area mediterranea (Italia compresa), è ideale per l’ulcera e per liberare lo stomaco.

Nel caso specifico della mononucleosi serve a favorire la depurazione dell’organismo.

Il phyllanthus, fa parte della famiglia dell’Euphorbiaceae e ha origini indiane; le sue proprietà riguardano l’attività antivirale, ma anche la capacità di essere un valido rimedio contro la gonorrea e i disturbi attinenti al metabolismo.

Il salice, è una pianta della famiglia della Salicaceae dotata di notevoli proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antipiretiche, dunque risulta una delle più efficaci nella lotta alla mononucleosi.

Piante medicinali efficaci contro la mononucleosi -4

La spirea olmari è una pianta erbacea perenne che si caratterizza per le sue notevoli proprietà diuretiche, antinfiammatorie e calmanti, tutte caratteristiche necessarie per curare in modo adeguato gli effetti della mononucleosi.

Con essa si producono anche farmaci molto noti ed utilizzati, un esempio su tutti è quello rappresentato dall’aspirina.

L’altea fa parte della famiglia delle Malvaceae ed è presente in Europa centro meridionale.

mononucleosi mirtillo rosso
Il mirtillo rosso funge da integratore alimentare in grado di favorire il funzionamento delle vie urinarie e prevenire o combattere le infezioni

Dispone di significative proprietà emollienti e antinfiammatorie, risulta efficace per combattere le fastidiose coliti e le faringiti, inoltre risulta molto efficace contro le infiammazioni gastriche e per liberare le vie respiratorie.

Anche l’olio di perilla può essere considerato un rimedio naturale di ottima efficacia contro la mononucleosi, perché riesce a combattere l’infiammazione mediante le sue perle e a risolvere il problema in un arco di tempo ragionevole.

Infine, il cardo mariano che è una pianta erbacea tipicamente diffusa in tutta l’area mediterranea, le cui proprietà, fra le altre cose, risultano ideali per proteggere il fegato messo sotto pressione dall’infezione che causa la mononucleosi.

Conclusioni e cenni sulla dieta per sconfiggere la mononucleosi

Tutte le piante qui citate e descritte rappresentano un rimedio naturale di cui usufruire sia per prevenire, sia per combattere che per eliminare la mononucleosi.

Grazie alle proprietà e alle riconosciute qualità di tutte le piante qui elencate si è in grado di superare le difficoltà causate da questa fastidiosa infezione e tornare al top della forma fisica.

Il tutto deve essere supportato anche da una dieta ben strutturata, che preveda l’eliminazione degli alimenti fritti di ogni tipo, del cibo da fast food, degli alimenti precotti e degli insaccati, senza dimenticare l’alcool e il fumo delle sigarette.

Queste rinunce devono invece essere compensate da cibi come ad esempio:

  • frutta e verdura, in dosi abbondanti e ripetute ogni giorno
  • carne magra (specialmente quella bianca)
  • pesce fresco e contenente omega 3
  • pietanze ricche di acqua e potassio
  • acqua oligominerale in abbondanza

Seguendo tutti questi accorgimenti l’azione dei rimedi naturali sarà ancora più efficace e determinante per togliere definitivamente di mezzo la mononucleosi.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore