UNGHIA INCARNITA : cause e cure di un fastidioso disturbo

L'unghia incarnita è causata dalla pressione dell'ingresso della lamina delle unghie nella pelle circostante del dito. Quando la lamina attraversa la pelle, produce infiammazione e può progredire in un'infezione nella pelle adiacente. Rimedi casalinghi e medici per guarire l'unghia incarnita e precauzioni per evitare che si presenti.

Un’unghia incarnita è una condizione comune, spiacevole, che interessa più spesso le dita dei piedi.

Gli atleti soffrono comunemente di questa condizione e le calzature scomode e alcune lesioni del piede sono frequentemente associate alle cause.

Non è insolito che l’unghia incarnita si presenti e potrebbe ricorrere più volte, a meno che venga trattata in modo appropriato.

I trattamenti includono calzini appropriati, calzature comode, taglio appropriato dell’unghia e buona igiene del piede.

Il trattamento medico non è sempre richiesto, ma a volte è necessario un antibiotico orale se si presenta una grave infezione.

Un medico podologo può eseguire una procedura secondaria se il problema è grave o ricorrente.

Che cosa è l’unghia incarnita

Un’unghia incarnita (onicocriptosi) è causata dalla pressione dell’ingresso della lamina delle unghie nella pelle circostante del dito.

Una volta che la lamina attraversa la pelle, produce infiammazione. Inizialmente si presenta come un disagio minore, ma può progredire in un’infezione nella pelle adiacente e/o diventare un problema ricorrente.

L’unghia incarnita colpisce maggiormente le dita grandi dei piedi.

unghia incarnita pus
Quando l’unghia incarnita dà infezione, può esserci anche un grave arrossamento e gonfiori, drenaggio, pus e malodore.

Cause dell’unghia incarnita

Uno squilibrio tra la dimensione della lamina e l’allargamento del bordo della pelle circostante provoca l’unghia incarnita.

Questa condizione può essere esacerbata da un taglio improprio delle unghie, una condizione ereditaria o familiare e dall’indossare calzature scomode.

Anche una pedicure fatta in malo modo è una causa frequente.

Le unghie dei piedi delle persone tendono naturalmente a curvarsi (noto come unghie a pinze) e in questi casi possono facilmente diventare dolorose.

Gli adolescenti e gli atleti hanno più probabilità d’incorrere in questa patologia, che rende le unghie e la pelle più morbide. La lamina sottile può infine dividere e forare la pelle ammorbidita.

Fattori di rischio dell’unghia incarnita

Esistono diversi fattori di rischio che possono predisporre una persona ad incorrere in questa condizione. Di seguito i fattori più comuni:

  • Atletica, in particolare chi pratica sport come il tennis, il calcio e il basket;
  • Calzature scomode, troppo piccole o troppo grandi;
  • Pressione ripetitiva o trauma ai piedi;
  • Scarsa igiene del piede;
  • Anomalie e meccaniche pessime del piede come la pronazione;
  • Deformità del piede o della punta, come i bunioni o il piede piatto;
  • Deformità dell’unghia congenita;
  • Piedi anormalmente lunghi;
  • Obesità;
  • Diabete;
  • Problemi alla tiroide, al cuore o ai reni, che possono causare gonfiore del piede e della gamba;
  • Infezione dei funghi delle unghie (onicomicosi);
  • Artrite;
  • Tumori ossei o dei tessuti molli delle dita dei piedi;
  • Iperidrosi (sudorazione eccessiva dei piedi);
  • Edema delle estremità inferiori.

Dove si verifica l’unghia incarnita

L’unghia incarnita più comune si verifica nelle grandi dita dei piedi; tuttavia, qualsiasi delle unghie dei piedi può essere influenzata da questa condizione.

Unghia incarnita e batteri

L’ambiente caldo e umido dei piedi può essere un terreno fertile per batteri e funghi.

Questi includono anche lo Staphylococcus, lo Pseudomonas, i dermatofiti, la Candida e il Trichophyton.

Quando si verifica una lesione nel bordo della pelle intorno all’unghia incarnita, questi organismi possono invadere l’area e causare un’infezione.

Il trattamento per queste infezioni è essenziale per mantenere i piedi e le unghie sane.

Il termine medico per l’infezione peringueale, infatti, è chiamato paronichia.

Se non viene trattato, la punta infetta può causare gravi problemi quali il dolore cronico e la deformità e un’infezione ossea persistente.

unghia incarnita pedicure
L’unghia incarnita può essere prevenuta anche evitando di tagliare le unghie troppo corte

Sintomi dell’unghia incarnita

I sintomi dell’unghia incarnita sono arrossamento, dolore e gonfiore.

A volte potrebbe esserci un drenaggio chiaro giallastro, o se diventa infetto, potrebbe essere presente del pus.

Occasionalmente, l’unghia incarnita si risolve senza alcun trattamento.

Un podologo o un dermatologo dovrebbero trattare le unghie incarnite dolorose, persistenti e ricorrenti.

Se l’unghia incarnita è stata presente per lungo tempo, può formarsi un tessuto molto vascolarizzato chiamato tessuto di granulazione che sanguina facilmente.

Diagnosi dell’unghia incarnita

La diagnosi di un’unghia incarnita è tipicamente semplice e non richiede laboratori diagnostici o esami specifici.

Tuttavia, i sintomi possono variare abbastanza, soprattutto se si sviluppa un’infezione.

Può essere presente semplicemente una certa sensibilità sui bordi della lamina quando viene applicata pressione sulla pelle.

Vi è tipicamente un incurvamento della lamina o della punta delle unghie (spicula ungueale) che preme nella pelle sul bordo della lamina.

L’arrossamento associato e il gonfiore localizzato sull’unghia suggeriscono, anche, la presenza dell’unghia incarnita.

Quando un’infezione è coinvolta, può esserci anche un grave arrossamento e gonfiori, drenaggio, pus e malodore.

Realizzare una diagnosi corretta richiede il tenere conto della storia medica e familiare del paziente e di tutti i possibili fattori causali.

Complicanze dell’unghia incarnita

Un’unghia incarnita persistente può avere gravi conseguenze.

Un’infezione localizzata sul bordo della lamina può progredire verso una più profonda infezione del tessuto molle, che può a sua volta progredire in un’infezione ossea (osteomielite).

Le complicanze possono includere cicatrici della pelle circostante e dei bordi delle unghie (ipertrofia dell’unghia), nonché delle unghie fungine (onicomiosi) inspessite e deformate (onicodistrofia).

A volte, potrebbe presentarsi anche un allargamento del tessuto molle sulla piega della lamina che facilmente sanguina e provoca dolore.

Rimedi casalinghi per l’unghia incarnita

I seguenti rimedi domestici possono fornire un sollievo temporaneo:

  • Immergere i piedi in acqua tiepida per 15-20 minuti con una delle seguenti opzioni: una parte di aceto bianco e quattro parti d’acqua o 2 cucchiai di sali Epsom per litro d’acqua e massaggiare delicatamente la zona della pelle colpita;
  • Indossare calzature aperte e/o comode;
  • Assumere farmaci orali antinfiammatori;
  • Applicare unguenti antibatterici sul lato interessato dell’unghia;
  • Tagliare l’unghia dritto verso l’alto senza scavare negli angoli o lasciarli troppo corti.

Se i sintomi persistono, si consiglia un trattamento medico da un podologo.

unghia incarnita pediluvio
Un rimedio efficace contro l’unghia incarnita è dato dal pediluvio con apposite soluzioni

Quando rivolgersi a un medico

I pazienti affetti da diabete o coloro che hanno un sistema immunitario compromesso o una scarsa circolazione dovrebbero richiedere prontamente la cura di un podologo o di un medico per il trattamento dell’unghia incarnita, anche se i sintomi appaiono lievi.

Se i rimedi domestici non sono validi e non comportano benefici entro una settimana o ci sono dolori persistenti e sintomi di infezione, si consiglia il trattamento medico.

Sintomi di infezione possono includere:

  • gonfiore;
  • rossore;
  • dolore;
  • cattivo odore;
  • perdita di liquido giallo, verde o bianco e purulento (contenente pus).

Trattamento per l’unghia incarnita

Ci sono diversi tipi di trattamenti, tra cui la cura della propria igiene personale, rimedi casalinghi, l’indossare calzature comode, alcuni metodi appropriati per tagliare le unghie e vari trattamenti chirurgici.

A volte potrebbero essere necessari farmaci antibiotici.

Trattamento chirurgico dell’unghia incarnita

I trattamenti chirurgici includono:

  • la resezione temporanea e la rimozione del bordo o dell’angolo della lamina;
  • l’avulsione ungueale o del bordo della lamina;
  • l’eliminazione permanente dell’unghia (matricectomia) o del bordo della lamina (matricectomia parziale).

Una matricectomia è la distruzione o la rimozione delle cellule in cui l’unghia cresce, chiamata appunto matrice.

La matrice della lamina si trova alla base dell’unghia sotto la pelle.

Questa procedura può essere eseguita chirurgicamente per dissezione, chimicamente o elettricamente distruggendo parte o tutte le cellule matriciali.

Queste procedure sono generalmente riservate a situazioni croniche o ricorrenti.

La resezione semplice e la rimozione del bordo della lamina colpita non richiedono l’anestesia.

Tuttavia, l’avulsione dell’unghia e la matricectomia richiedono un’anestesia locale.

L’anestesia viene iniettata direttamente nella punta del dito e il suo effetto dura per tutta la procedura.

Poiché l’anestesia viene somministrata localmente, vi è un effetto minimo sulla guida o sulla camminata dopo la procedura.

Se i trattamenti casalinghi non offrono risultati, si raccomanda la chirurgia per rimuovere il bordo dell’unghia incarnita.

Precauzioni contro l’unghia incarnita

L’unghia incarnita può essere evitata:

  • Indossando scarpe adeguatamente aderenti che permettono di muovere le dita dei piedi senza problemi;
  • Evitando la pressione ripetuta e il trauma dei piedi e delle unghie;
  • Indossando scarpe sportive specifiche;
  • Praticando una buona igiene del piede;
  • Evitando di eliminare l’unghia incarnita;
  • Non tagliando gli angoli delle unghie dei piedi;
  • Evitando di tagliare le unghie troppo corte.

Prognosi dell’unghia incarnita

La prognosi per l’unghia incarnita è generalmente molto buona, soprattutto se il trattamento professionale è eseguito quando il problema non si risolve dopo una settimana e i fattori di rischio sono eliminati.

[bbp-single-tag id=527]