Home Malattie

VERRUCHE ALLE MANI : cause e rimedi naturali e non

Le verruche alle mani sono un fenomeno che si verifica spesso e che si sostanzia in escrescenze benigne e innocue per la salute, causate dal papilloma virus umano. Sono antiestetiche e contagiose e possono essere curate in diversi modi e prevenute con pochi e semplici accorgimenti di cui parliamo in questa scheda

Verruche alle mani: di cosa si tratta e come mai si formano

Le verruche alle mani rappresentano un fenomeno che si verifica spesso e che si sostanzia in escrescenze benigne e innocue per la salute.

Risultano antiestetiche e solitamente appaiono sul palmo, sulle dita o sul dorso delle mani.

Come detto, la comparsa delle verruche alle mani è frequente ed è determinata da cellule che proliferano in modo atipico risultando più dure rispetto al resto della pelle.

Tale fenomeno può presentarsi a qualsiasi età, anche se i soggetti che ne sono colpiti più spesso sono i bambini o i ragazzi di giovane età.

Queste verruche alle mani spesso hanno il medesimo colore della pelle, ma a volte assumono una colorazione giallastra o tendente al marrone.

A prescindere da questo non rappresentano un’infiammazione e per questo la zona dove si presentano non risulta arrossata e neppure gonfia.

Ma quali sono le motivazioni che fanno formare le verruche alle mani?

Esse sono causate dal contagio da papilloma virus umano e possono comparire in ogni frangente della vita.

Potendo agire anche in modo recidivo, pur essendo del tutto innocue, non arrecano dolore o prurito, anche se tendono ad ingrossare nel tempo e a diventare per questo fastidiose.

verruche alle mani papilloma
Le verruche alle mani (e non) sono causate dal papilloma virus umano

Le tipologie di verruche esistenti

Le verruche possono essere di diversi tipi, vediamo allora quali tipologie esistono e come si riconoscono.

Si parte dalle verruche comuni che rappresentano un’escrescenza dura, con una superficie ruvida e una forma arrotondata.

Al loro interno presentano spesso puntini neri e si tratta della tipologia più frequente.

Tali verruche si presentano sulle mani, mentre le altre tendenzialmente si manifestano nei piedi.

In tal caso si parla di verruche plantari o in altre parti del corpo, senza tuttavia escludere la possibilità che si formino proprio sulle mani.

Poi ci sono le verruche piane, grandi quasi sempre come un spillo e in possesso di una sommità piatta.

Si caratterizzano per avere un colore rosa o giallastro.

Le verruche a mosaico sono bianche e si contraddistinguono per la comparsa di piccole crosticine poste l’una vicina all’altra.

Infine si segnalano le verruche filiformi, che possiedono una forma allungata, un colore simile a quello della pelle e risultano particolarmente difficili da trattare.

Trasmissione delle verruche alle mani

Il fenomeno legato alle verruche non risulta molto contagioso, tuttavia è possibile che vi sia una trasmissione dopo un contatto di tipo diretto pelle a pelle.

La trasmissione è possibile anche mediante contatti indiretti, generati da superfici e oggetti contaminati, un esempio tipico è quello degli spogliatoi o delle palestre.

Si deve ricordare che le probabilità di essere contagiati sono più elevate quando la pelle è danneggiata o bagnata.

Bisogna anche tenere conto che esiste la possibilità di autoinfettarsi se si tocca una verruca e poi ci si ritocca la mano.

Si può anche infettare un’altra persona, ad esempio mediante la condivisione di asciugamani o di altri oggetti personali.

Un semplice contatto non per forza causa il contagio, però esistono persone che più facilmente rispetto ad altre rischiano di contrarre l’infezione le verruche alle mani.

Rimedi per le verruche alle mani -1

Per eliminare le fastidiose verruche alle mani ci si può recare presso gli ambulatori dermatologici.

In questo caso, l’operatore specializzato realizza l’operazione di solito mediante il taglio, il congelamento o la combustione.

Per entrare più nello specifico, un’opzione terapeutica riguarda la Cantaridina.

Essa viene usata per far formare delle vescicole sotto la verruca e consentire al dermatologo di asportare la verruca morta dopo circa una settimana.

Poi c’è la crioterapia, che consiste nel congelamento della verruca utilizzando l’azoto liquido.

Tale trattamento potrebbe richiedere più applicazioni, ma non risulta troppo doloroso ed è disponibile nelle farmacie per effettuare un trattamento a casa.

Altri possibili interventi riguardano la bruciatura della verruca o la sua escissione, ossia l’asportazione.

verruche alle mani rimedi
Per combattere le verruche alle mani vi sono rimedi farmacologici, chirurgici e casalinghi

Rimedi per le verruche alle mani -2

Nei casi in cui le verruche alle mani dovessero essere piuttosto complesse da curare, si può procedere con l’utilizzo del laser.

Prima di usarlo, il dermatologo pratica un’iniezione per anestetizzare la verruca e non arrecare dolore al paziente durante l’operazione.

Un’altra opzione è il cosiddetto peeling chimico.

Si tratta di un metodo che prevede l’applicazione fai da te di un farmaco specifico (ad esempio l’acido salicilico o l’acido glicolico) ogni giorno.

Infine, sono possibili scelte come il ricorso alle iniezioni di bleomicina e l’immunoterapia, stimolando il sistema immunitario del paziente.

Tutti quelli appena elencati rappresentano trattamenti sicuri ed efficaci, che tuttavia potrebbero lasciare dei segni o delle cicatrici in base alle dimensioni delle verruche rimosse.

Inoltre le opzioni citate sono tante perché nessuna garantisce un’efficacia assoluta, in quanto ogni caso è diverso dall’altro.

Rimedi naturali

Una possibilità alternativa di cura delle verruche alle mani è rappresentata dall’uso di rimedi naturali.

Quelli che si possono trovare in erboristeria sono rappresentati da lozioni con estratti di erba, da applicare nel modo giusto sulla verruca utilizzando un apposito pennellino.

Poi esistono rimedi più tradizionali, ma comunque efficaci, come nel caso dell’aglio (di cui è sufficiente tagliarne e strofinarne uno spicchio sulla verruca) o l’olio essenziale di Tea tree.

Esso viene utilizzato diluendone una goccia all’interno di un cucchiaio di olio vegetale, per poi applicare tale composto finale sulla verruca.

Esistono anche altre possibilità relative all’uso di piante, come l’euforbia e la celidonia, che si trovano con una discreta facilità nei prati.

E’ possibile optare anche per l’uso di frutti come per esempio il fico, i cui alberi si trovano in molte abitazioni comuni

La chiave di utilizzo delle erbe o dei frutti è il lattice di cui dispongono.

verruche alle mani precauzioni
Per prevenire il contagio delle verruche bastano pochi, semplici accorgimenti

Esso va distribuito sulla verruca, ponendo particolare attenzione nel proteggere la pelle sana, in quanto potrebbe irritarsi accidentalmente.

Un altro aspetto da ricordare è che molti medicinali (pomate o liquidi) utilizzati per combattere le verruche alle mani contengono sostanze chimiche.

Esse possono risultare irritanti e richiedere la messa in campo di un certo grado di cautela nel loro utilizzo, allo scopo di evitare di arrecare ustioni alla pelle sana.

In ogni caso, a prescindere dal metodo scelto, curare le verruche alle mani è importante, anche perché se non si attua nessuna cura potrebbero volerci dai 6 mesi ai 2 anni prima che spariscano completamente.

Come fare prevenzione per le verruche

Non c’è una tecnica infallibile per prevenire la formazione delle verruche alle mani, ma si possono adottare dei comportamenti che forniscono buone garanzie al riguardo.

Ad esempio è giusto lavarsi le mani in modo regolare e accurato.

In presenza di ferite bisogna utilizzare acqua e sapone per pulirle e disinfettarle, in quanto è proprio in questi frangenti che si rischia la comparsa di una fastidiosa verruca.

Per altre parti del corpo si possono prendere altre precauzioni.

Per i piedi è buona norma indossare ciabatte o sandali nei luoghi come le piscine, gli spogliatoi, i luoghi di allenamento e quant’altro.

Anche quando una verruca si è già formata si possono attuare dei comportamenti per non peggiorare la situazione.

In particolare la si può coprire con dei bendaggi, non bisogna toccarla e neppure graffiarla, in modo da evitare di auto contagiarsi.

Infine, si segnala che esistono casi in cui delle nuove verruche alle mani si formano con la medesima rapidità con cui vengono trattate ed eliminate le vecchie.

Ciò si verifica perché queste ultime contengono cellule virali nella pelle e questo permette alle nuove lesioni di generarsi attorno alle precedenti.

Quindi anche in questo caso una giusta prevenzione richiede un nuovo trattamento dal medico per curare le nuove verruche apparse.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore