TOXOPLASMOSI cause sintomi precauzioni e cura

Toxoplasmosi: cos’è

La toxoplasmosi è una malattia infettiva causata da un protozoo, il Toxoplasma gondii.

Il parassita che causa l’infezione si può trasmettere da un individuo all’altro, anche saltando fra specie animali diverse, attraverso il contatto con sangue infetto o feci infette.

La toxoplasmosi è il principale protozoo che può infettare l’uomo ed è capace di infettare molte altre specie, fra cui diversi mammiferi, uccelli e molluschi.

I sintomi della toxoplasmosi, in una persona sana, passano spesso inosservati poiché tendono ad essere di lieve entità e a risolversi da soli.

Una volta guariti, si è immuni per tutta la vita alla toxoplasmosi.

La grande attenzione attorno alla toxoplasmosi è data dalla sua grande diffusione e dalla sua estrema pericolosità se viene contratta in alcuni momenti particolari:

  • in gravidanza (dove dà problemi al feto)
  • in un momenti in cui il sistema immunitario è compromesso, come nel caso di persone affette da AIDS e persone trapiantate: in questi casi l’infezione è pericolosa per il paziente stesso e può portare alla morte.

Toxoplasmosi: come si contrae 

I principali modi di contrarre la toxoplasmosi sono:

  • l’assunzione di cibi animali come insaccati e carne cruda o affumicata
  • l’assunzione di frutta e verdura contaminata no lavata adeguatamente
  • il contatto con terreni contaminati da feci di animali infetti
  • il contatto con feci di animali infetti

Nella vita quotidiana, quindi, è bene prestare attenzione alla propria dieta e alla preparazione dei cibi se si è in una condizione particolarmente rischiosa rispetto alla toxoplasmosi.

Chi abbia un gatto con lettiera o abbia il giardino, è bene che usi i guanti per la pulizia della lettiera e per la cura delle piante e del terreno esterno, in quanto moltissimi animali liberi possono essere portatori del parassita che causa la toxoplasmosi.

Toxoplasmosi: i sintomi

I sintomi della toxoplasmosi in una persona sana possono avere diversi livelli di gravità.

A volte l’infezione da toxoplasma gondii passa completamente inosservata.

Per questo che quando si programma una gravidanza o si scopre di essere incinta, il medico prescive il test per la toxoplasmosi, poiché spesso una donna è già immune e non lo sa, non essendosi mai accorta di essere stata malata.

Se i sintomi si presentano, comprendono:

  • mal di testa
  • dolore alle ossa
  • mal di gola
  • febbre (a volte)
  • stanchezza
  • ingrossamento dei linfonodi
  • ingrossamento di fegato e milza (a volte)

Anche nel caso in cui i sintomi compaiano, è facile che vengano confusi con un semplice raffreddore e che non si sospetti di essere stati colpiti da toxoplasmosi.

In rari casi, possono esserci complicazioni legate a un malfunzionamento del sistema immunitario (indotto da una patologia o da un trattamento farmaceutico): per saperne di più si veda il paragrafo successivo.

Toxoplasmosi: i pericoli per immunodepressione e gravidanza

Immunodepressione: nonostante la toxoplasmosi sia una malattia dal decorso breve e spesso asintomatico, se una persona contrae il Toxoplasma gondii mentre ha il sistema immunitario compromesso le conseguenze possono essere anche mortali.

Le principali categorie a rischio, in questo caso, sono i malati di AIDS e le persone che hanno subito un trapianto.

Chi ha l’AIDS ha un sistema immunitario che viene compromesso dalla malattia.

Chi ha subito un trapianto ha il sistema immunitario che viene tenuto soppresso dai farmaci, in modo che il corpo non rigetti l’organo trapiantato.

In questo due casi, il corpo non è in grado di eliminare il parassita e il Toxoplasma gondii colonizza in modo molto severo alcune zone del corpo.

Tipicamente, la toxoplasmosi colpisce gli occhi, con un’infezione che può portare anche a perdere la vista, e il cervello, con conseguenti gravi problemi, fino al coma e alla morte.

Gravidanza: una donna incinta che contragga la toxoplasmosi durante la gravidanza non ha conseguenze dirette sul proprio corpo.

In questo caso il pericolo principale è per il feto.

L’infezione può causare malformazioni al feto o portare alla morte in utero o ad un aborto spontaneo.

La diffusione della toxoplasmosi e la gravità delle conseguenze per il feto sono uno dei principali motivi di allerta per la gravidanza.

Per saperne di più su Gravidanza e Toxoplasmosi, alla fine potete trovare un approfondimento .

Toxoplasmosi: come prevenirla

La toxoplasmosi è una malattia dai sintomi e dalle conseguenze davvero molto lievi per le persona sane e al di fuori della gravidanza.

Data l’estrema diffusione del Toxoplasma gondii, la prevenzione è sensata solo nei casi in cui si sia una persona a rischio.

  • Come detto in precedenza questi sono i casi malati di AIDS
  • pazienti con il sistema immunitario compromesso da patologie o farmaci (come nel caso dei pazienti trapiantati)
  • donne in gravidanza.

Il Toxoplasma gondii è un protozoo che cera delle cisti nei tessuti dell’animale ospite.

Chi si ciba di carne non cotta può ingerire queste cisti ed ammalarsi, quindi per prevenirla si devono seguire alcune indicazioni nella preparazione degli alimenti.

La carne va trattata con congelamento a -20°C o temperature inferiori o con cottura a +65°C o temperature superiori.

In questo modo il Toxoplasma viene ucciso.

La presenza “ambientale” del Toxoplasma gondii è frequente nei terreni.

La frutta e la verdura possono venire contaminate dal toxoplasma e se si intente consumarle crude è bene lavarle con un disinfettante.

Generalmente si usa l’amuchina, seguendo le istruzioni del produttore.

Alcuni cibi subiscono un certo deterioramento organolettico a seguito di tale trattamento (come ad esempio le insalate a foglia delicata), quindi generalmente vengono evitati per questioni di palatabilità finale.

La presenza ambientale nei terreni coinvolge anche gli spazi aperti domestici: chi abbia un giardino ha di fatto un terreno all’aperto sul quale può esserci passaggio di animali infetti che depositano feci infette.

Quando si eseguono i lavori all’aperto è quindi importante indossare i guanti e fare molta attenzione a non portare le mani sporche alla bocca.

Il semplice lavaggio delle mani è una manovra essenziale da eseguire alla fine di ogni occasione di contagio.

Gli animali domestici. Vivere con un gatto che abbia la lettiera in casa è una fonte di preoccupazione per molte donne incinte.

Statisticamente, la maggior parte dei contagi avviene tramite l’assunzione di alimenti infetti, ma se la presenza di una lettiera domestica impensierisce la donna, si può fare il toxo test al gatto.

Se si tratta di un gatto d’appartamento che non esce, il risultato negativo è definitivo.

Se invece il risultato è positivo (cosa rara nei gatti di appartamento che non hanno contatti con altri animali all’esterno), significa che il gatto e le sue feci potrebbero essere contagiose.

Per alcuni mesi e la lettiera va pulita più spesso utilizzando dei guanti e lavando le mani a fine operazione, oppure far pulire la lettiera da qualcun altro.

Se il gatto è invece abituato ad uscire, vale la normale prevenzione per gli ambienti esterni e le lettiere, ovvero evitare di lavorare il terreno a mani nude.

Approfondimento: toxoplasmosi e gravidanza

La diffusione della toxoplasmosi ha dei pro e dei contro per quanto riguarda la salute della mamma e del bambino durante la gravidanza.

Un aspetto positivo nel trattamento di questa patologia è che, essendo così diffusa e spesso asintomatica, una donna scopre con sollievo di essere già immune al Toxoplasma gondii e di non aver niente da temere durante la dolce attesa.

I contro sono che, se una donna non ha già acquisito l’immunità, quindi non si è mai ammalata prima di toxoplasmosi, dovrà prestare attenzione ad alcune attività quotidiane solitamente innocue.

Toxoplasmosi
Toxoplasmosi cause, sintomi e precauzioni

Per accertare la propria situazione nei confronti della toxoplasmosi, le donne in gravidanza si sottopongono ad un test che può dare tre esiti:

1° esito: la donna è immune. Ha già contratto la toxoplasmosi e non può più ammalarsi.

2° esito: la donna è suscettibile. Queste donne non hanno mai contratto la toxoplasmosi e sono quindi a rischio di contrarla e trasmetterla al feto. Dovranno evitare le occasioni di contagio. In questo caso la donna si sottoporrà al test ogni 30-40 giorni fino al momento del parto.

3° esito: la donna è a rischio. Significa che la donna incinta ha contratto la toxoplasmosi durante la gravidanza e può quindi trasmetterla concretamente al feto. In questi casi si inizia una terapia antibiotica che impedisce il passaggio del toxoplasma da mamma a bambino attraverso la placenta. L’antibiotico usato è la spiramicina.

Se una donna contrae l’infezione in gravidanza o poco prima, rischia di trasmettere l’infezione al nascituro. Le conseguenze per il feto possono essere molto gravi e vengono divise in tre categorie:

  1. danni severi: comprendono malformazioni gravi come idrocefalo, macrocefalo, calcificazioni, danni agli occhi (corioretinite) con conseguenti gravi danni alla vista;
  2. danni non severi (forma benigna): il feto subisce danni compatibili con una vita normale, come corioretinite senza danni alla vista o con danni lievi, calcificazioni cerebrali senza effetti neurologici;
  3. forma frustra (asintomatica): in questo caso il bambino nasce sano e si può capire che è stato contagiato dal Toxoplasma gondii solo attraverso l’esame del sangue.

Per la prevenzione della toxoplasmosi in gravidanza si veda il paragrafo dedicato: Toxoplasmosi: come prevenirla.

Per approfondire:

http://ww2.unime.it/donazioneorgani/images/stories/file_acrobat_reader/presentazioni_corso_24_25_26/iannello.pdf

http://www.epicentro.iss.it/problemi/toxoplasmosi/toxoplasmosi.asp

http://www.clinicaveterinariagaia.com/toxoplasmosi-e-gravidanza-una-paura-ingiustificata/

http://www.asf.toscana.it/index.php?opti

Stai visualizzando 20 topic - dal 1 al 20 (di 27 totali)
Stai visualizzando 20 topic - dal 1 al 20 (di 27 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

DAL NOSTRO FORUM

Visualizzazione 240 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #1186 Rispondi
      Avatarcloskytan
      Membro

      Gent.mo Dottore,
      io ho sempre avuto i globuli bianchi un po’ piccolini (dice il dottore) ma nella norma come valori.

      Dal 2006 pero’ (nel 2005 ho fatto due volte gli esami del sangue ed i WBC erano ok) i miei WBC sono un po’ bassi rispetto ai valori. La formula leucocitaria pero’ (neutrofili, eosino,monociti, linfociti) sono nella norma.

      Devo preoccuparmi per questi WBC un po’ bassi?
      quando dico bassi intendo:
      2006 – valore di 4.60 su un minimo di 4.80 del laboratorio
      2007 – valore di 4.77 su un minimo di 4.80 del laboratorio

      GRAZIE per il cortese aiuto

    • #5234 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      No,nessuna preoccupazione .

    • #5448 Rispondi
      Avatarcarla
      Membro

      Buona sera a tutti, mio marito ( 40 anni) è molto spaventato dal fatto che nel giro di un anno gli si sono abbassati molto i valori dei globuli bianchi: ottobre 2006 5,9 – marzo 2007 3,62 e Settembre 2007 3,5.
      Da Febbraio 2007 sta seguendo una alimenazione molto ricca di proteine, potrebbe dipendere da quello?
      E’ il caso di preoccuparsi? Eventualmente quali sono i controlli
      da effettuare per capirne le cause? GRAZIE INFINITE CARLA

      carla zengarini

    • #6054 Rispondi
      AvatarPinzi
      Membro

      Gent.mo Dottore
      Ho letto le lettere degli altri lettori e mi inserisco perchè in questi giorni, mio marito di 37 anni ha avuto un episodio di svenimento con intervento del 118 al pronto soccorso che lo ha tenuto sotto controllo per 12 ore facendo tutta una serie di esami dalla Tac alla testa, cardiogramma, raggi al torace, visita neurologica… tutto negativo tranne dali esami del sangue i globuli bianchi fortemente bassi vale a dire 2.7 ripetuto a distanza di ore.

      Abbiamo pensato di rivolgerci ad un ematologo per degli accertamenti, mi devo preoccupare?

    • #6058 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Approfondire senza preoccuparsi . Va bene un ematologo.
      I bianchi bassi pero’ non hanno collegamento con lo svenimento.

    • #17884 Rispondi
      AvatarAlessandro Gennari
      Amministratore del forum

      Per approfondire il tema Globuli bianchi segnalo questo articolo
      https://www.analisidelsangue.net/leucociti-globuli-bianchi-alti-bassi/
      buona lettura!

    • #25683 Rispondi
      Avatarmaria concetta
      Ospite

      Gent.mo dottore ,volevo chiedere
      mio padre
      e da giugno che combatte con la bronco polmonite e tra punture e aerol …
      non si riesce a debellare questa polmonite .Ora dagli esami si nota che ha i globuli bianchi bassi al 20.0% quali accertamenti possiamo fare??? mi devo preoccupare maggiormente ???
      grazie per la sua gentilezza

    • #25692 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Quale classe di globuli bianchi è bassa? Forse i linfociti? Ma è normale perchè con le broncopolmoniti aumentano i neutrofili e di conseguenza si abbassano in percentuale i linfociti.

    • #26228 Rispondi
      AvatarPamela
      Ospite

      buonasera sono un po preoccupata ed avrei bisogno di un consiglio
      I primi di novembre ho fatto degli analisi ed i miei globuli bianchi(WBC)erano leggermente bassi 3,96
      A metà dicembre ho ripetuto gli analisi e i WBC sono scesi molto 3,07 cosa può significare e cosa devo fare?
      Grazie

    • #26239 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Serve sapere la formula leucocitaria per capire quale classe sta diminuendo; prossimo passo sono la tipizzazione linfocitaria ed una visita ematologica.

    • #34540 Rispondi
      AvatarEnzo Mangiaracina
      Ospite

      Gent.mo Dott. e/o dott.ssa, ha fatto le analisi del sangue dalla quale mi risultano i globuli bianchi bassi (3,77) su valori normali in ricetta di 4.80-10.80; però, i valori di riferimento della formula leucocitaria rientrano tutti nella norma, è utto normale o devo fare ulteriori accertamenti.Attendo una Vs risposta alla mia email. Grazie

    • #34548 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha le difese un po’ basse, le ricontrolli a breve una ventina di giorni.
      Per ora nessun approfondimento.

    • #34993 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Buonasera,
      Dalle analisi che ho effettuato risultano due valori sballati,i globuli bianchi leggermente bassi 3,92 e i monociti che sono 13,7.
      Devo preoccuparmi?, grazie per la gentile risposta.

    • #35059 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dovrei leggere tutto l’emocromo ma suppongo che ha una carenza di neutrofili.
      Tenga sotto controllo la situazione e consideri che non ha molte difese.

    • #35091 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie dottor Drumma,
      In effetti i neutrofoli sono 1.70 mila.
      Percentuale 43%.
      Linfociti 1.62 mila.
      Percentuale 41,3%
      Monociti 0,54 mila.
      Percentuale 13,8%
      Eosinofoli 0,05 mila.
      Percentuale 1,3%
      Basofili 0,01 mila.
      Percentuale 0,3%.

      Mi consiglia di ripetere a breve gli esami?
      Grazie per la risposta.

    • #35094 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le ripeta tra una ventina di giorni, potrebbe essere un episodio temporaneo.

    • #35104 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie dottore.

    • #36293 Rispondi
      AvatarMichela
      Ospite

      Buonasera
      Ho effettuato analisi del sangue essendo sotto cura antibiotica (avevo le placche e prendevo Homer) e mi sono risultati I globuli bianchi a 2.400 puo essere causato dalla cura e dal mio malessere momentaneo? (Considerando che li ho sempre al di sotto sei 4000)
      Grazie

    • #36323 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo deve approfondire la sua situazione perchè sono pochini e le danno poca protezione; com’è la formula leucocitaria, ha fatto le sottopopolazioni linfocitarie?

    • #36914 Rispondi
      AvatarLucia
      Ospite

      Buonasera dottore, volevo chiederle un informazione siccome oggi é domenica e tutto chiuso volevo avere un consiglio prima di parlare con il nostro dottore che sarà domani, allora il mio compagno ha i valori del sangue molto bassi e non è mai successo. Ha i globuli bianchi bassi (3,88) emoglobina (10,1) ematocrito (30,7) globuli rossi (3,37) Neutrofili (49,2%) e piastrine basse : 144. Io mi sto preoccupando. Lei cosa mi dice guardando questi valori? Ah dimenticavo ha anche il ferro molto basso (19,5) e colesterolo totale basso, (26) Con questi valori mi sto preoccupando perché li ha sempre avuto alti mai così. Mi devo preoccupare che sia qualcosa di grave? La ringrazio in anticipo.

    • #36920 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Quando tutti i valori sono bassi,ripeterei il prelievo domani stesso perché credo ci sia stato un problema nel prelievo stesso; avere questi valori senza sintomi mi sembra davvero strano , ma mi fa insospettire il colesterolo a 26 che è un valore veramente improbabile.
      Il laboratorio avrebbe dovuta avvertirla e far ripetere subito il prelievo.

    • #36926 Rispondi
      AvatarLucia
      Ospite

      Grazie di avermi risposto subito dottore,anche io ho pensato subito che possa essere stato uno sbaglio perché non l ho mai visto così basso e mi sembra troppo strano. Praticamente il mio ragazzo ha fatto una donazione di sangue e da li ha scoperto questi valori bassi. Però è vero che questo periodo si sente debole e gli vengono dei capogiro, poi mesi fa ha fatto delle cure per un problema al ginocchio non so se possa essere stato anche quello a causare tutto ciò. Però gli ho consigliato anche io di fare di nuovo i prelievi. E domani li farà. Se questi valori sono davvero bassi cosa può essere?

    • #36927 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ne riparliamo domani dopo i risultati.

    • #38533 Rispondi
      AvatarArianna
      Ospite

      Buongiorno. Ritiro oggi i miei esami e …globuli bianchi 3.3- neutrofili 38.9-linfociti 45.6-neutrofili 1.3-eosinofili 6.4 devo preoccuparmi? Il resto è’ tutto a posto . Grazie Arianna Forti

    • #38548 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Credo si tratti di una neutropenia da approfondire con visita specialistica ematologica.
      Prende farmaci particolari?

    • #40831 Rispondi
      AvatarPASK
      Ospite

      Salve dottore,
      mio padre 67 anni è stato operato a luglio 2017 di tumore al colon cieco l’istologico è risultato buono un t2 quindi non deve fare chemio i valori del sangue ferro e emoglobina bassa ora stanno risalendo, ma ieri facendo un emocromo di controllo sono risultati i globuli bianchi bassi 3.5 e u nutrofili 1.5 quando invece nel prelievo precedente ossia il 29/08/2017 risultavano 5.9 g.bianchi e 3 i neutrofili, possibile nel giro di un mese si sono quasi dimezzati?? devo preoccuparmi avendo avuto una neoplasia mio padre è molto preoccupato, l’ematologo consigliava esame tiroide e ripetere esame in un altro laboratorio.
      Lei cosa ne pensa???
      Grazie

    • #40833 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      E’un’abbassamento repentino, lo ripeterei a breve; come sono le piastrine?
      Non serve andare in un altro laboratorio se avete fiducia in questo, basta parlare con il laboratorista del caso.

    • #40837 Rispondi
      AvatarPASK
      Ospite

      le piastrine sono leggermente sotto il minimo, ma c’è da preoccuparsi perché il medico di famiglia ha detto che potrebbe essere il midollo osseo!! il laboratorio ha detto di ripeterle tra 15gg potrebbe essere un calo normale post operatorio!!! Lei cosa ne pensa??

    • #40838 Rispondi
      AvatarPASK
      Ospite

      dimenticavo di dirle che mio padre per 10gg ha fatto in ospedale delle infusioni di ferro per far risalire i valori più rapidamente il tutto consigliato dal chirurgo visto che l’emoglobina post operatorio era a 7 come valore

    • #40841 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nom aspetterei 15gg lo rifarei lunedi, compreso i reticolociti e l’eritropoietina.

    • #43288 Rispondi
      AvatarSamantha
      Ospite

      Gentile dottore dopo influenza ho i seguenti esami leucociti 2.91 neutrofili 37 linfociti 49.5 monociti 13.grazie per il consulto

    • #43294 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      In tutte le patologie virali si può assistere al fenomeno dell’inversione della formula con linfociti in percentuale maggiori dei neutrofili.

    • #43471 Rispondi
      AvatarAmedeo lionello
      Ospite

      Cortesemente volevo chiedere in base a quale criterio il risultato di WBC risulta basso quando contemporaneamente tutta la formula leucocitaria è nella norma .grazie infinite

    • #43480 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si riferisce al numero totale dei globuli bianchi (leucociti) ?
      E’ possibile; significa che produce un numero basso ma le varie classi sono in equilibrio tra loro; tutta la produzione si è abbassata.

    • #43488 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Gentile dottore buonasera, dopo l’influenza, non mi sentivo affatto bene, avevo nausee e senso di svenimento, tosse (ma bronchi puliti) e raffreddore. Sono andata al pronto soccorso e dall’emocromo sono risultati i seguenti valori: globuli bianchi 2,8 linfociti 0,8 linfociti % 31,2.
      Il resto tutto nella norma.
      Cosa ne pensa?
      La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.

    • #43489 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dovrei leggere l’emocromo nella sua interezza per capire il valore delle altre classi di leucociti;
      in ogni caso ha le difese molto basse ecco il motivo dei suoi sintomi.

    • #43493 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Buonasera dottore, ho avuto l’influenza con tosse (ma bronchi puliti) e raffreddore. I giorni seguenti mi sentivo spossata con nausee e sensi di svenimento. Sono andata al pronto soccorso e l’emocromo ha riportato i seguenti risultati: globuli bianchi 2,8 linfociti 0,8 linfociti% 31,2.
      Cosa ne pensa?
      Grazie anticipatamente per la Sua attenzione!

    • #43494 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Grazie per la celere risposta! Tutti gli altri valori sono nella norma. Quindi il calo delle difese è dovuto all’influenza avuta?

    • #43495 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Wbc 2,
      Rbc 4,52
      Hgb 12,5
      Hct 36,9
      Mcv 81,7
      MCh 27,7
      Mchc 33,9
      Plt 158
      Gran 1,8
      Gran % 60,4
      Lym 0,8
      Lym % 31,2
      Mid 0,2
      Mid % 8,4
      Mpv 8,2
      Pdw 11,4
      Pct0,13
      Questi,gentilissimo dottore, i risultati completi

    • #43497 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Mi perdoni, mi sono accorta ora dell’errore: wbc 2,8. Tutti gli altri come sopra elencati.
      Attendo un suo ulteriore consulto e la ringrazio anticipatamente.

    • #43498 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La formula è in perfetto equilibrio, restano bassi i globuli bianchi in totale ed anche le piastrine tendono al basso, direi di ripetere ancora l’emocromo tra una quindicina di giorni e se i risultati verranno confermati si consiglia una visita ematologica, potrebbe essere una scarsa produzione midollare.

    • #43504 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Grazie mille dottore! Mi scusi ma non avevo letto la sua risposta.

    • #44007 Rispondi
      AvatarAlessia
      Ospite

      Ho fatto degli esami di controllo a mio figlio di 10 anni dopo due mesi da un’infezione batterica intestinale(con 15 giorni di antibiotico.). L’infezione non c’è più, però i globuli bianchi si sono abbassati a 3,7 e l’ematocrito a 36, tutti gli altri valori sono nella norma. Sono valori accettabili o devo fare ulteriori controlli? Grazie

    • #44011 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Aspetti un po’ e ripeta l’emocromo tra un paio di settimane per verificare se i bianchi ritonano normali, potrebbe essere un momento di assestamento nella produzione dopo l’infezione o un reale momento di difese basse.

    • #44278 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Salve dottore! Ho effettuato le analisi del sangue ed è tutto nella norma. Solo i leucociti sono un po’ bassi 4.3 ma sempre nella norma. Ultimamente ho episodi di forte stress, non riposo bene e non mangio bene, sono anemica e vegetariana! Può dipendere anche da questo?! Grazie

    • #44279 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      4.300 non è un valore preoccupante di sicuro l’anemia può dipendere dal vegetarianesimo non avendo apporto di vitamina B12 che deve supplementare dall’esterno mi raccomando.

    • #44280 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Quindi può essere questa la causa dei leucociti bassi? Ho letto che anche un forte stress nervosismo e ipertensione abbassano i leucociti

    • #44284 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può essere un suo valore fisiologico normale non necessariamente dipendente dall’alimentazione.

    • #44285 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Grazie dottore! Anche perché se avevo qualcosa anche gli altri valori dovevano essere sballati giusto?

    • #44292 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Esatto.

    • #44348 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Scusatemi dottore. Ora che mi ricordo Due giorni prima di fare le analisi del sangue ho preso due pillole (medicinali ibuprofene 400mg) a distanza di poche ore. Può influire sul valore basso dei globuli bianchi?
      Grazie

    • #44349 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo , l’unico effetto del farmaco è sull’aggregazione piastrinica e quindi sulla coagulazione.

    • #44350 Rispondi
      AvatarAngelo
      Ospite

      Salve Dottore,
      ho fatto le analisi del sangue lo scorso mercoledi perchè da un pò di tempo accuso un pò di stanchezza (alle braccia soprattutto), affaticamento quando corro e sensazione di pesantezza allo stomaco, oltre che un leggero nodo alla gola. Ultimamente per via del mio lavoro, sono un pò sotto stress e, ammetto, ho anche un pò di ansia. Ho 32 anni, qualche anno fa ho sofferto di esofagite (1°grado), ho da diversi anni una gonartrosi al ginocchio (strano per la giovane età, lo so… ma ho avuto diversi incidenti sui campi da calcio)

      Dalle Analisi è risultata una leucopenia ed il colesterolo un pò alto. Riporto sotto i valori:
      Globuli bianchi 3,23** (4,5 – 10)
      Globuli rossi 4,74 (4,5 – 5)
      Emoglobina 14,5 (13 – 17)
      Ematocrito 42,9 (40-50)
      MCV 90,5 (82 – 97)
      MCH 30,6 (26 – 32)
      MCHC 33,8 (32 – 37)
      Piastrine 193 (150 – 400)
      Neutrofili 56,9 % (50 – 72)
      Linfociti 34,1 % (20 – 45)
      Monociti 7,1 % (2 – 12,5)
      Eosinofili 1,9 % (0,5 – 6)
      Basofili 0 % (0 – 2)
      Neutrofili 1,84 (1,5 – 7)
      Linfociti 1,10 (1 – 3,7)
      Monociti 0,23 (0 – 0,7)
      Eosinofili 0,06 (0 – 0,4)
      Basofili 0 (0 – 1)
      —–
      Sodio 148** (136 – 145)
      Osmolarità 294** (260 – 290)
      Colesterolo 224** (100 – 200)
      Colesterolo LDL 144** (fino a 130)
      Calcio 10,3** (8,6 – 10,2)
      VES 2 (fino a 20)
      Analisi elettroforesi proteine (QPE) tutto nella norma, anche ormoni e marcatori tumorali FT-3, FT-4 e TSH.

      I valori con doppio asterisco sono fuori range, tutti gli altri (elencati e non) sono in range.

      In attesa di una sua preziosa opinione, le porgo cordiali saluti.

      • #47106 Rispondi
        AvatarAngelo
        Ospite

        Salve dottore,
        dopo quasi 3 mesi ho rifatto le analisi e sono usciti gli stessi valori (globuli bianchi 3,32% -range 4/10- in formula conservata -mi sembra si dica cosi-)

        Tranne i bianchi è tutto nella norma, non ci sono altri valori alterati… cosa mi consiglia di fare?

        • #54881 Rispondi
          AvatarAlberto
          Ospite

          Buongiorno dottore ho ritirato le analisi del sangue e ci sono dei valori sotto tange
          Globuli bianchi 3,21 globuli rossi 4,37 emoglobine 13,7 ematocrito 39,60 MCV 83,80 MCH 29 MCHC 34,60 RDW 13 Piastrine 171 MPV 7,5 Neutrofili 63,70 Linfociti 26,23 Monociti 7,37 Eosinofili 2,40 Basofili 0,20 Valori assoluti Neutrofili 2,04 Linfociti 0,85 Monociti 0,24 Eosinofoli 0,24 Basofili 0.01 Bilirubina totale 1,30 Bilirubina diretta 0,50 Bilirubina indiretta 0,80 Acido urico 3,4 le chiedo se è il caso di fare ulteriori accertamenti o posso stare tranquillo. Grazie

        • #54896 Rispondi
          Dr DrummaDr Drumma
          Amministratore del forum

          Tenga solo sotto controllo il numero dei bianchi un po’ basso; ripeta l’emocromo ogni mese per il momento:
          Prende farmaci particolari?

    • #44351 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Il valore dei bianchi potrebbe essere fisiologicoma non preoccupa, la formula è in equilibrio quindi tutte le famiglie dei bianchi vengono prodotte anche se a ritmo basso, ciò potrebbe comportanre un ariduzione delle difese;
      controlli ogni tre mesi solo l’emocromo.
      Il colesterolo è effettivanente alto per la sua età anche considerando che è uno sportivo;
      senza ricorrere a farmaci cominci con un integratore al riso rosso fermentato con monacolina.

    • #44363 Rispondi
      AvatarAngelo
      Ospite

      Innanzitutto, la ringrazio per l’intervento celere ed utile.
      Purtroppo sono un ex sportivo, la gonartrosi al ginocchio mi impedisce di continuare a giocare. Amo comunque fare un pò di footing quando gli impegni lavorativi me lo permettono.

      Non so se possa esserci qualche collegamento di tipo ereditario, Mio padre e la mia nonna paterna hanno sempre sofferto di colesterolo alto; i miei valori sono sempre stati in range o di pochissimo oltre.

      Non riesco a capire se il mio malessere generalizzato e questi piccoli disturbi fisici possano essere collegati all’abbassamento dei globuli bianchi (può incidere stress o ansia?)

      In ogni caso, il mio medico curante mi ha consigliato anche un esame reumatologico, per domattina l’ho prenotato, ne approfitto e rifaccio anche l’esame emocromocitometrico e del colesterolo.

    • #44369 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La famigliarità può influire sul colesterolo ma un’integratore dovrebbe bastarle.
      Lo stress può essere una concausa ma non credo che i suoi sintomi dipendano dai bianchi bassi; faccia anche un’ecografia epatica.
      Controlli ferro e ferritina.

    • #44395 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Salve dottore…. Ho rifatto di nuovo le analisi del sangue! Valori sempre nella norma e i leucociti da 4.3 sono saliti a 5.8….
      Sarà stato per colpa di un periodo nervoso pieno di stress e debolezza.

    • #44399 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Vede il valore può oscillare.

    • #44402 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Quindi posso stare tranquilla 🙂
      Anche perché sono sempre nella norma.
      Gentilissimo grazie mille

    • #44407 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Più che tranquilla.

    • #44488 Rispondi
      AvatarAngelo
      Ospite

      Salve dottore,
      ho rifatto le analisi:

      il colesterolo è sceso ma i globuli bianchi sembrano essere ulteriormente diminuiti (il range è diverso stavolta, parte da 4 e non da 4,5 però)

      i valori fuori range sono:

      globuli bianchi 2,86 (4 – 10)
      MPW 10,5 (6-10)
      Linfociti 0,78 (1-3)
      Neutrofili 1,68 (2-7)

      ho provato il reumatest 6,9 (0 – 20) e reazione di waaler rose (negativa)

      Come si potrebbe interpretare questo abbassamento di globuli bianchi? Cosa mi consiglia di fare?

      Grazie

    • #44989 Rispondi
      AvatarTania
      Ospite

      O buonasera sono un po spaventata ho ritirato le analisi e ho :emoglobina 9.7 e deve essere da 12a16 poi ematocrito 31.9 e deve essere da 36a47 MCV 74 e deve essere da82 a 99 MCH 22.5 e deve essere da 26 a 34 MCHC 30.4 e deve essere 32a36 leuciti 10.5da4a10 linfociti 11.9 devono essere da 25 a 50 neutrofili assoluti 8.40 devono.essere da 2 a 8 il resto tutto ok mi sto spaventando perché mi sono uscite afte nella bocca posso pensare a lucemia sono ansiosa..grazie

    • #44999 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha un’emocromo sul basso, probabile anemia (bisognerebbe conoscere i valori di ferro e ferritina) ; il numero di globuli bianchi e leggermente alto nella sua quota di neutrofili , probabile infiammazione da definire ; come sono la VES e la PCR?
      Nulla fa pensare ad una leucemia.

    • #46432 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buongiorno
      Le scrivo perché nelle ultime analisi il valore dei globuli bianchi è 3.20 (4/11) ed è la prima volta che mi succede. Un anno fa avevo un valore ottimale.
      Gli altri valori sono:
      Globuli rossi 4.77 (4/5)
      Emoglobina 14.3 (12/16)
      Ematocrito 44.5 (36/46)
      Volume corpuscolare medio 93.2 (80/99)
      MCh 30 (26/36)
      Mchc 32.2 (31/37)
      Rdv 13 (11/14)
      Plt 225 (150/400)
      Granulociti neutrofili 54,4 (50/70)
      Granuliciti eosonofili 3.2 (inferiore a 4.0)
      Granulociti neutrofili 1.74 (1.80/8.00)
      Granuliciti eosonofili o.10 (0/0.50)
      Granuliciti basofili 0.04 (0/0.20)
      Linfociti 1 (0.16/1)
      Monociti 0.31 (0.16/1)

      Tenendo conto che è emersa leucopenia e neutropenia mi consiglia già di contattare un ematologo? Il mio medico curante mi ha detto analisi tra due mesi e poi decidiamo. A cosa può essere dovuto?
      Grazie per il cortese riscontro.
      Saluti.

    • #46438 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Seguirei il consiglio del medico, potrebbe essere un episodio o dovuto a qualche farmaco, ma aspettiamo un altro emocromo prima di una visita specialistica.

    • #46446 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera grazie per la celere risposta. Ma se ci fosse un problema serio non sono troppi due mesi? Non ho preso farmaci durante il periodo analisi.
      Lei cosa pensa dei risultati? Un abbassamento dei bianchi e dei granulociti neutrofili è preoccupante? Le analisi di poco più di un anno da erano perfette. Grazie. Saluti.

    • #46451 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Infatti un’emocromo lo ripeterei tra una ventina di giorni. Il persistere di questa situazione potrebbe essere un problema per le sue difese.

    • #46485 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Ok. Grazie. Anche se il mio medico è stato rassicurante sono un po’ in ansia. Meglio tra venti giorni effettivamente.. almeno posso monitorare a breve l andamento dei bianchi.

    • #46534 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera, riguardo ai bianchi bassi la volevo anche informare che oggi ho ritirato analisi tsh. Premetto che sono ipotiroidea, da anni prendo pastiglia eutirox 75 con tsh sempre intorno al 2. Faccio eco e analisi tutti gli anni e le ultime aaerano febbraio erano tsh 2.55.sempre dosaggio giusto. Rimango basita dal vedere adesso dopo due soli mesi 0.3 tsh
      Ci sarà un.legame tra abbassamento repentino di tsh, seppur nel range, e bianchi bassi? Endocrinologo mi ha detto di.prendere 50 da domani e poi ci vediamo. Adesso prenoto anche una eco ultina fatta un anno fa. Invece esami urine perfetti. Cosa ne pensa?

    • #46540 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Che la terapia era troppo spinta, giusto l’abbassamento.

    • #46545 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Ho letto che l ipertiroidismo crea globuli bianchi bassi tra i vari sintomi. Quindi potrebbe trattarsi di un.effettivo transito da ipo a iper..? Continuo con le indagini però do la priorità all endocrinologo e eco. Grazie. Saluti.

    • #46674 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera, riguardo alle analisi descritte l otto maggio alle 12.36 potrebbe trattarsi di mononucleosi?? Grazie. Francesca

    • #47123 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Conclusione troppo affrettata;
      cosa le fa pensare alla mononucleosi?

    • #47803 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera, me l ha detto un medico vedendo i risultati. Dato che ci sono i monociti un po più alti e i bianchi bassi questo dottore dice che c è stata un infezione come mononucleosi. Comunque un infezione o infiammazione.A breve rifaccio emocromo perché è passato un.mese e adesso mi sento bene, a differenza del periodo in cui ho fatto le altre analisi che mi sentivo stanca e avevo sempre un lieve mal di testa. Però non escludo che il cambiamento positivo sia legato solo alla sistemazione dosaggio pastiglia toroide. Grazie ancora. Saluti.

    • #47807 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Con la mononucleosi i globuli bianchi aumentano e i suoi monociti erano normali.

    • #48055 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buongiorno,
      Io ho fatto l emocromo dopo 20 giorni e analisi ok. I globuli bianchi sono passati da 3.2 a 4.4 e anche i neutrofili che erano 1’74 soglia minima. adesso sono 2.60.
      Secondo me alcune vicissitudini della vita che ci turbano emotivamente procurano queste variazioni nelle analisi. Però ripeto secondo me…

    • #48057 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Riguardo a quello che ho scritto prima sulla possibilità di aver avuto un infezione tipo mononucleosi, dal mio medico ho Capito che quando abbiamo un infezione o infiammazione i globuli bianchi aumentano come ha detto lei e quando la superiamo questi crollano come se fosse una fase di convalescenza…per poi riprendersi in una situazione di stabilità. Quindi io non volevo dire che quando ho fatto le analisi e avevo i globuli bianchi bassi avevo la mononucleosi o un altra infezione ma che l ho avuta e superata probabilmente. O si è trattato di un episodio di stress.

    • #48059 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Tenendo conto di questo episodio secondo lei ogni quanto tempo vanno monitorati i globuli bianchi?

    • #48077 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Se non ci sono episodi infiammatori, ogni anno.

    • #48412 Rispondi
      Avatarmarzia
      Ospite

      buongiorno,

      ho ritirato le analisi del sangue del mi compagno… i valori che non rientrano nella norma sono:

      leucociti 3.29 val.di riferimento 4-11
      neutrofili 20.7 val.di riferimento 55-70
      linfociti 69.6 val.di riferimento 25-35
      neutrofili 0.68 val.di riferimento 1-9

      mi potete dire qualcosa in merito?

      grazie

    • #48424 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Una formula invertita con linfociti maggiori dei neutrofili in percentuale di solito dopo un’infezione virale.

    • #51141 Rispondi
      AvatarMaria
      Ospite

      Buongiorno dalle mie analisi sono usciti i globuli bianchi bassi cioè 3100 ciò può dipendere che io soffro di Reflusso Gastroesofageo? Grazie

    • #51143 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non c’è nesso tra le due cose; deve ripetere ancora per vedere se è un episodio o un difetto di produzione di qualche classe di globuli bianchi (neutrofili?)

    • #51608 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Dottore buona sera ieri ho ritirato le analisi e sono molto preoccupata perché i globuli bianchi sono usciti 3,34 tutti i valori della formula leucocitaria sono nella norma tranne i # badofilu 0,03 e #luc 0,09 inoltre la sidetm8a è 26 ed infine la vitamina D è 17,9 un po’ carente. Da un po’ di tempo che ho un’infiammazione all’anca dovuta da analisi fatte da una Coxalgia. Mi devo preoccupare?
      La ringrazio anticipatamente

    • #51617 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Troppe carenze, è in uno stato debilitato ed ha poche difese immunitarie;
      deve cominciare da una buona alimentazione ed all’uso di integratori vitaminici.

      • #51635 Rispondi
        AvatarNoemi
        Ospite

        Gentile dottore, ma per questa bassa difesa immunitaria mi devo preoccupare da cosa potrebbe essere causata?
        Da ieri dietro prescrizione della mia dottoressa ho iniziato a prendere neuraben inoltre mi ha prescritto tardyfer da prendere solo durante il ciclo e infine colecalciferolo cosa ne pensa? La ringrazio

    • #51638 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Inoltre sono una persona molto ansiosa e mi stresso molto facilmente, oltre al fatto che questa Coxalgia mi sta tormentando.

    • #51644 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Incominci subito la terapia che va benissimo.

    • #51653 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Grazie di cuore

    • #51672 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Buona sera dottore ieri ho assunto il colecalciferolo come prescritto volevo sapere è normale che mi sento spossata e mal di testa? Inoltre mi consiglia di rifare l’emocromo se si fra quanti giorni? Grazie

    • #51675 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può capitare; l’emocromo fra un mese.

    • #51677 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Quindi posso stare serena che non è nulla di grave?

    • #51679 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Faccia la cura e mi faccia sapere tra un mese.

    • #51681 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Va bene grazie

    • #51729 Rispondi
      AvatarSimona
      Ospite

      Buonasera dottore,oggi ho fatto gli esami del sangue è ho dei valori di qui non so se devo preoccuparmi.Globuli Bianchi 3.76*.Granulociti Neutrofili 51%.Granulociti Neutrofili 1.92
      LinfocitiLinfociti 1.37
      Monociti 9%
      Monociti 0.34
      Granulociti Eosinofili 3%
      Granulociti Eosinofili 0.11
      Granulociti Basofili 0%
      Granulociti Basofili 0.00.
      Tutti gli altri esami sonno nella norma tranne GLiCEMIA 71*
      Peso Specifico 1.026*.
      Mi devo preoccupare?Devo rifare gli esami? Grazie

    • #51730 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I globuli bianchi totali sono bassi anche se le percentuali della formula vanno bene, forse c’è una minor produzione di neutrofili che si traduce con un calo delle difese;
      lo ripeta tra un a ventina di giorni.

    • #51910 Rispondi
      AvatarPaola
      Ospite

      Buonasera dottore,
      sono preoccupata per gli esiti delle mie analisi:
      WBC 2,90 – RBC 4,17 – Hgb 13,1 – MCV 96,0 – MCH 31,4 – MCHC 32,7 – RDW 12,1 – PLT 138
      Formula leucocitaria
      Granulociti Neutrofili 42,6 – Eosinofili 4,4 – Basofili 0,4 – Linfociti 43,8 – Monociti 8,8 –
      Granulociti Eosinofili 0,13 – Basofili 0,01 – Linfociti 1,27 – Monociti 0,26
      IGM 329
      Interleuchina IL2 3,3.
      Devo pensare a qualcosa di serio?
      Grazie per la risposta cordiali saluti.

    • #51912 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Effettivamente il numero die globuli bianchii (ed in particolare i neutrofili) è basso e si accompagna anche alle piastrine basse segno che il midollo ha qualche deficienza nel produrre;
      non conosco la sua storia, se ha patologie particolari o se prende farmaci e perché fa anche l’interleuchina 2, ma le consiglio una visita ematologica.

    • #52582 Rispondi
      AvatarAlessandra
      Ospite

      Buongiorno dottore sono preoccupata per i valori dell’emocromo di un mio amico
      WBC 3.64
      RBC 4.36
      HGB 13.4
      HCT 40
      PTL 145
      Neutrofili % 38.7
      Neutrifili # 1.4
      Ves 5
      PCR 0.35
      Considerando che è raffreddato e tosse da 4 mesi, è molto stressato, è un forte fumatore ed ha una alimentazione sballata.
      Sono molto preoccupata… La ringrazio anticipatamente per la risposta

    • #52601 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Al valore basso dei bianchi si associa anche il valore al limite basso delle piastrine; nulla di preoccupante ma dovrebbe controllare la funzionalità epatica.
      Possibile anche che questa tosse derivi da un’infezione che abbia abbassato le difese.

    • #53339 Rispondi
      AvatarLorenzo
      Ospite

      Buon Giorno Dr Drumma,
      la settimana scorsa ho effettuato una visita medica per la medicina del lavoro, questa mattina mi hanno consegnato i referti ove risulta un valore di leucociti di 3,53 mila/mmc rispetto ai valori normali di4.0- 11.0, e un valore dei Neutrofili di 2.16 mila/mmc rispetto al normale di 2.20 – 7.0. con valore piastrine di 187mila/mmc rispetto al normale 130-450, un altro parametro alterato è il volume medio PIT di 11.7 fl rispetto al normale 7.0-11.0.

      Tali valori possono dipendere da una leggera forma influenzale (raffreddore)e irritazione alla gola poiché sono diverse settimane che ho questo disturbo?

      In attesa di una sua cortese risposta
      Distinti saluti,

      Lorenzo

    • #53355 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo, propendo più per una sua carenza a produrre neutrofili ma dovrei avere anche dati passati.
      Usa farmaci particolari o lavora vicino sostanze inquinanti?

    • #53699 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Buongiorno Dottore,
      Sono una ragazza di 26 anni. Elenco nel
      Seguito i risultati degli ultimi esami del sangue fatti di recente:
      Leucociti 2,85 *
      Eritrociti 4,23
      Emoglobina 13

      Conteggio differenziale dei leucociti:
      Neutrofili 39,2% – 1,11 *
      Linfociti 51,0% – 1,45
      Monociti 6,9% – 0,19 *
      Esinofili 2,3% – 0,06
      Basofili 0,6% – 0,01

      Elenco nel seguito i risultati degli stessi esami fatti a dicembre 2017:

      Leucociti 2,88 *
      Eritrociti 4,42
      Emoglobina 13,7

      Conteggio differenziale dei leucociti:
      Neutrofili 46,3% – 1,33 *
      Linfociti 43,2% – 1,24
      Monociti 8,3% – 0,23
      Esinofili 1,6% – 0,04
      Basofili 0,6% – 0,01

      Non ho sotto mano esami degli anni antecedenti ma a memoria non avevo nessun asterisco nell’emocromo.

      Chiedo gentilmente una sua considerazione in merito.
      Grazie ..
      Francesca

    • #53702 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si tratta di una diminuzione di produzione di neutrofili da parte del midollo, questo comporta una diminuzione delle difese, la causa potrebbe risiedere in qualche farmaco che ha assunto.

    • #53711 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Grazie per la celere risposta.. di recente non ho preso alcun farmaco anzi, non ammalandomi praticamente mai non ho mai preso nulla.
      Mia madre soffre dello stesso problema, ha i globuli bianchi ancora più bassi dei miei da molti anni. Il problema è comparso quando lei aveva circa 35 anni dopo la seconda gravidanza, ora ne ha 64 e sono ancora bassi (sotto il 2).
      Potrebbe essere collegato il fatto?
      Negli anni mia madre ha fatto molti prelievi del midollo e persino analisi del dna (per vedere se la causa fosse genetica) ma non è stata evidenziata nessuna particolare malattia o causa scatenante.
      Anche lei non si ammala mai, apparte un raffreddore o cose così di poco conto.
      Le faccio un ultima domanda visto tutte le cose che ho letto su internet: secondo lei con l’alimentazione è possibile aumentare il numero di questi leucociti?
      Grazie,
      Fancesca

    • #53713 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Sicuramente c’è una componente genetica ma se non vi ammalate spesso vuol dire che i vostri fisici si sono adattati a questa condizione; l’alimentazione non può fare nulla ma esistono farmaci stimolanti la produzione ma deve chiedere al suo medico.

    • #53722 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Ascolterò il suo consiglio e chiederò al medico.
      Un ultima cosa, vedendo i risultati degli esami sopra, secondo lei i pochi leucociti posso essere legati a qualche “malattia”? O è più probabile che sia il mio midollo a produrne pochi senza particolari motivazioni?
      Grazie

    • #53723 Rispondi
      AvatarRoberta
      Ospite

      Buonasera,
      Ho da poco ritirato le analisi e volevo avere indicazioni sui valori di emocromo e formula leucocitaria che sono un po’ fuori range:
      Leucociti 3.4
      Volume corpuscolare medio 99.5
      Volume pistrinico medio 11.8 (da anni sempre mosso in essesso)
      Neutrofili (v. a.) 1.75.
      Tutti gli altri valori sono nei range.
      Si possono considerare comunque accettabili?
      Grazie

    • #53725 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      per FrancescaB: per avere una risposta a questa domanda deve fare una visita specialistica ematologica dove potrà approfondire.

    • #53726 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      per Roberta: solo il numero di bianchi bassi potrebbe essere un problema ed anche per lei la solita domanda: prende farmaci particolari?
      E il solito consiglio: una visita ematologica.

    • #53748 Rispondi
      AvatarRoberta
      Ospite

      Buonasera, la ringrazio per la risposta.. Non assumo farmaci, solamente integratori pregravidanza. Circa 1 mese fa ho dovuto prendere antibiotico macladin RM 500 mg (per i primi 3 gg 2 volte al di’e per altri 3 giorni 1 volta al dì) per un’infezione vaginale da Cocchi. Pensa che potrebbe aver inciso sull’abbassamento dei globuli bianchi? Oppure non è correlato? Grazie

    • #53751 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si può dipendere da questo come anche dalla gravidanza è un momento di riassestamento, vedrà che dopo la gravidanza la situazione migliorerà.

    • #53756 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Gentile Dottore’
      Leggevo che spesso i neutrofili bassi indicano infezioni batteriche o micotiche, invece linfociti bassi posso indicare qualcosa di più grave. Questa cosa posso ritenerla valida? Sono abbastanza preoccupata perché non so veramente a cosa pensare, non voglio leggere informazioni in internet perché scrivono di correlazione con malattie gravi e basta ..
      grazie

    • #53758 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non bisogna generalizzare, in verità nelle infezioni batteriche e micotiche i neutrofili aumentano mentre in quelle virali sono i linfociti ad aumentare,
      A volte l’uso di farmaci può portare a neutropenia ma non pensi al peggio;
      nelle leucemie si può associare anche una piastrinopenia ed un aumento dell’LDH.

    • #53759 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Le piastrine sono 174 (il minimo è 140).
      Il fatto è che non ho mai preso farmaci o fatto cure particolari.
      Se non ho capito male dovrei prenotare una visita ematologica? Oltre a questi esami mi conviene fare anche un emocromo completo?

    • #53760 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le piastrine sono nella norma; l’emocromo completo contempla sia i bianchi e la formula sia le piastrine; certo può fare una visita ematologica.

    • #53761 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Si, gli altri valori sono tutti nella norma, solamente i leucociti sono bassi 2.85 (dovuto ai neutrofili e monociti).
      Spero che non sia nulla di correlato ad altre malattie avendo gli altri valori apposto.
      La ringrazio per il suo tempo, è stai molto utile.

    • #53771 Rispondi
      AvatarVincenzo Genovese
      Ospite

      Buonasera Dottore,
      ho 51 anni e una vita attiva (corro tre volte a settimana, 8/10 km ad uscita) senza avvertire particolare affaticamento o problemi, essendo donatore AVIS faccio le analisi del sangue 2/3 volte l’anno e da un pò di tempo (circa due anni) ho notato valori anomali nei globuli bianchi ed in particolare dalle ultime analisi (a seguito delle quali il centro trasfusionale dell’ospedale mi ha inviato a ripetere l’emocromo) sono usciti fuori i seguenti valori:
      WBC 4.76;
      neutrofili % 36,7;
      linfociti % 52.7;
      neutrofili 1.75;
      linfociti 2.51,
      mentre tutti gli altri valori rientrano nella norma. Premesso che domani stesso ripeto presso un laboratorio le analisi, devo preoccuparmi? Può essere un campanello d’allarme? La ringrazio.

    • #53774 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I bianchi sono nella norma solo la formul è invertita, forse ha avuto qualche episodio virale ultimamente?
      Nulla di preoccupante.

      • #53778 Rispondi
        AvatarVincenzo Genovese
        Ospite

        Innanzitutto grazie, non ricordo di aver avuto qualche episodio virale (a meno che non me ne sia accorto), ma la cosa che mi preoccupa è che questi valori “ballerini” mi accompagnano da un po’ di tempo (2/3 anni).

    • #53784 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può mandarmi gli ultimi tre emocromi ed anche le altre analisi fatte a [email protected]
      grazie

      • #53794 Rispondi
        AvatarVincenzo Genovese
        Ospite

        Buonasera Dottore, Le ho inviato la mail. Grazie ancira per la Sua disponibilità.

      • #53815 Rispondi
        AvatarVincenzo Genovese
        Ospite

        Grazie mille dottore. Seguirò il Suo consiglio. Buon fine settimana

    • #53786 Rispondi
      AvatarVincenzo Genovese
      Ospite

      Grazie. Appena riesco a scannerizzarli Le invio la mail

    • #53807 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La sua situazione è stabile da parecchio tempo; se nota il numero in valore assoluto dei linfociti è nella norma mentre aumenta in percentuale ma solo perchè ha un calo dei neutrofili, questo può dipendere da molti fattori, come l’uso di alcuni farmaci o una scarsa produzione midollare;
      non mi preoccuperei più di tanto ma un consulto ematologico lo farei.

    • #53918 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      Salve dottore, da molti anni mi capita (prima molto più di rado) di avere globuli bianchi bassi e neutrofili bassi ma con formula leucocitaria nella norma, e piastrine basse, che adesso sono risalite in quest’ultimo emocromo. L’ultimo emocromo è :Wbc 3,60 (4.00-10.00) neutrofili 1.97 (2.00-6.90) il resto nella norma. Piastrine 160 (150-400) Mpv 11,2 (6-11) Pdw 20% (11-18). Dovrei preoccuparmi? Attendo risposta. La ringrazio in anticipo

    • #53925 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Visto che è una situazione che va avanti da molti anni è probabilmente una sua condizione fisiologica e non deve preoccuparsi; prende farmaci particolari?

    • #53936 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      No dottore non prendo nessun farmaco in particolare. L’unica cosa ho una colite aspecifica con periodi di forte riacutizzazione, non so potrebbe esserci qualche legame tra le due cose?

    • #53940 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Certo: I globuli bianchi potrebbero essere impegnati in quella zona diminuendo nel sangue circolante;
      provi a fare una calprotectina fecale.

    • #53943 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      La ringrazio dottore. È stato davvero gentilissimo.

    • #54026 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Buonasera dottore, il mio medico mi ha prescritto uno striscio periferico in quanto mi capita da moltissimi anni di avere una leucopenia. I risultati dell’emocromo sono: globuli bianchi 3.60 (4.00/10.00)- neutrofili 1,97 (2.00/6.90). LA FORMULA LEUCOCITARIA è nella norma. STRISCIO PERIFERICO : globuli bianchi–formula leucocitaria confermata con osservazioni :Rari linfociti granulati e rari linfociti con nucleo a trifoglio, globuli rossi e piastrine normale. Volevo sapere se nello striscio periferico i globuli bianchi hanno qualcosa che non va o è nella norma ? Grazie mille

    • #54033 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nella formula leucocitaria esistono due grandi classi di cellule i linfociti e i granulociti, questi ultimi contengono granuli, i primi no.
      La presenza di linfociti granulati e altri con nucleo a trifoglio, indica una trasformazione della linea linfocitaria che per il momento è contenuta ma deve essere approfondita e seguita da un’ematologo con probabile striscio midollare.

    • #54058 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Grazie mille per la sua risposta. Potrebbe essere qualcosa di preoccupante dovrei fare con urgenza una visita dall’ematologo oppure anche con più calma ?

    • #54060 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Con urgenza no, ma non faccia passare molto tempo.

    • #54064 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Dimentico di dirle il mio medico mi ha fatto fare anche la calprotectina fecale per problemi intestinali che è risultata positiva, ci potrebbe essere correlazione con lo striscio? Grazie

    • #54067 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La calprotectina fecale serve per evidenziare un’infiammazione intestinale ed il suo grado ricercando i neutrofili presenti, quindi può influire sulla formula.

    • #54069 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Grazie è stato davvero gentilissimo.

    • #54076 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Gentilissimo dottore con il piacere di salutarla riporto alcuni valori fuori range. Globuli bianchi 12.85, neutrofili 8.87,linfociti 19.5 gammaglobuline 9.8, ves 31, pcr 1.19. Eritrociti urine 25 emoglobina urine 0.03.mi scuso ma sono molto preoccupato soprattutto per linfociti e gamma e anche perché sono 4 mesi che ho febbre 37.4 mal di gola inappetenza tutti i giorni per questo sono molto dimagrito ho problemi in bocca ho fatto 3 test hiv negativi ora ho influenza da 13 giorni. Mi dia un consiglio perfavore sono molto giù ho problemi a lavorare per la stanchezza. Grazie per l attenzione e per il prezioso lavoro che fa per noi.

    • #54078 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      HIV negativo.
      La VES alterata con PCR normale indica un’infiammazione (globuli bianchi alti) in via di risoluzione.
      Può inviarmi l’emocromo completo per cortesia.

    • #54136 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Gentile dottore intanto ho fatto una tipizzazione linfocitaria perché avevo uno stato d ‘ansia molto grave dovuta ai sintomi che avevo.Li voglio domandare gentilmente se l’ esame che ho fatto è giusto per il mio scopo cioè tranquillizzarmi?
      i risultati sono T linfociti helper-inducer cd3+cd4+ 56.96. %a adulti 32_61

      Cd3+cd4+ 2248. adulti 493_1666.
      Linfociti totali 3947.
      Posso stare tranquillo dottore riguardo all’ hiv? Grazie mille per la sua attenzione e Buon lavoro.

    • #54142 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si può stare tranquillo i CD4 sono a posto.

    • #54169 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie dottor drumma ma i cd3+cd4 a 2248 valore massimo 1666 sono molto alti? da cosa possono dipendere?Cordiali saluti.

    • #54180 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Mi riferivo all’HIV che provoca una diminuzione dei CD4.
      CD3 e CD4 alti indicano infiammazione.

    • #54195 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie mille dottore allora posso stare tranquillo.

    • #54197 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      E che mi scusi ma non mi sento per niente bene.. dottore gentilmente mi dica perfavore i cd3+cd4+ cosi alti 2248 non sono da preoccuparsi?

    • #54204 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le ho detto sono segno di un infiammazione,poi dipende dai sintomi che ha e questi deve spiegarli al suo medico.

    • #54206 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie mille Dottore per la sua risposta e Mi scuso tanto per l’insistenza ma oggi al laboratorio di analisi mi hanno molto spaventato con una diagnosi improvvisata molto allarmante da parte di una impiegata.. Quindi da quello che mi diceva lei mi conferma che se avessi un infezione da hiv i cd3+cd4 sarebbero bassi e no alti come i miei?

    • #54212 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le impiegate facciano le impiegate, doveva subito chiamare il direttore o un sostituto per farsi dare spiegazioni.
      Se il suo pensiero è l’HIV allora può stare tranquillo, ma deve approfondire per capire dov’è il problema.

    • #54219 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie mille per rispondermi mi sento meglio. Buona giornata.

    • #54677 Rispondi
      AvatarLore
      Ospite

      Gentile Dottore, nel 2017 i leucociti erano 3.7 oggi sono 2.83. Granulociti neutrofili 45.20 linfociti 44.50 monociti 7.80 granulociti eosinofili 2.10 granulociti basofili 0.40. Granulociti neutrofili (v.assoluto) 1.28. Devo preoccuparmi. Grazie

    • #54681 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Deve fare una visita ematologica, il valore die bianchi è troppo basso e deve approfondire per capirne le cause.

    • #55114 Rispondi
      Avataradriano
      Ospite

      buongiorno dott. Drumma.
      Innanzitutto grazie per il lavoro che svolge su questo sito. Vorrei, per cortesia, un suo parere sui risultato dell’emocromo per la mia compagna. Le posto di seguito i risultati dell’esame svolto pochi giorni orsono, come controllo dello stesso tipo di esame eseguito a metà Maggio: i risultato sono più o meno gli stessi, anche se – in quest’ultimo esame – i valori assoluti sono diminuiti (intendo: sono sempre bassi, ma più vicini al limite inferiore del range, rispetto all’esame precedente). Una nota che non so se possa essere utile: a Maggio la mia compagna è stata operata di un carcinoma all’endometrio ( e ora siamo in contatto con un oncologo per il follow up). Le scrivo ciò perchè non so se possa esserci un collegamento con l’emocromo. Siamo in attesa di un appuntamento con ematologo, ma chiedo cortesemente anche il suo parere.
      I risultati sono i seguenti:

      globuli rossi 4.16;
      globuli bianchi 3.57* ;
      Hb: 9,9* ;
      Ht: 32,1* %
      MCV: 77,2*
      MCH: 23,8*
      MCHC: 30,8*

      Formula Leucocitaria:
      Linfociti: 41,5 %
      Monociti: 11,8 %
      Granulociti Basofili: 1,4 %*
      Granulociti Eosinofili: 2,2 %
      Granulociti Neutrofili: 43,1 %
      Linfociti: 1,48 x 1K
      Monociti: 0,42 x 1K
      Granulociti Bosofili: 0,05 x 1K
      Granulociti Eosinofili: 0,08 x 1K
      Granulociti Neutrofili: 1,54 x 1K
      Piastrine: 292.000 mmc

      – transferrinemia: 406 mg/dL* (immunoturbidimetric method)
      – UREA(Azotemia); 38 mg/dL (method GLDH)
      – CREATININEMIA: 1,20 mg/dL (Method Jaffè)
      – GLUCOSIO (Glicemia): 97 mg/dL (method glucose oxidase)
      – FERRITINA: 3,8 ng/mL* (Chemiluminescence Detection _Method)
      – FERRO (Sideremia): 47 ug/dL (Method Ferene-s)

      grazie ancora

    • #55115 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Il collegamento c’è eccome con la terapia soppressiva che ha dovuto fare dopo l’intervento che porta ad uno sconvolgimento nella produzione midollare e quindi ad un abbassamento di tutti i valori;
      fortunatamente la situazione non è grave ma deve essere tenuta sotto controllo.

      • #55124 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        la ringrazio per la pronta risposta, ma credo di essermi spiegato male: alla mia compagna sono stati asportati dei polipi mediante isteroscopia e – a seguito della biopsia – è risultato essere una carcinoma endometriode iniziale. Quindi (ancora) non c’è stato nessun tipo di operazione soppressiva , se l’isterectomia è quello a cui lei si riferiva. Alla luce di questo malinteso, ritiene che una semplice isteroscopia possa comunque far saltare i valori dell’emocromo? o si tratta di altro? Grazie sempre della disponibilità

    • #55126 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Mi scuso, non avevo compreso.
      Allora non è per questo che ha l’emocromo alterato; parte comunque molto bassa e speriamo non debba fare la chemio che abbasserebbe ancora di più i valori.

      • #55131 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        Si figuri.

        ha quindi un’ipotesi, riguardo l’alterazione dei valori?

        Sono preoccupantemente bassi, a suo parere?

        grazie

    • #55133 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Sono particolarmente bassi e nella sua situazione potrebbe essere un problema, ma ci sono soluzioni come i fattori di crescita che verranno decisi al momento dall’oncologo.
      Per le cause è difficile dirlo, noto una microcitemia (globuli rossi più piccoli) forse nasconde uno stato di portatore di anemia mediterranea che va controllato con un’elettroforesi dell’emoglobina.
      Bisogna capire i motivi della diminuzione se ha avuto qualche perdita, fare un sangue occulto nelle feci, controllare se c’è sangue nelle urine.

      • #55163 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        grazie della risposta.
        Abbiamo fissato un appuntamento con l’ematologo, ma sarà tra 10 giorni e quindi – se non le dispiace- vorrei un ulteriore chiarimento.

        Abbiamo raccolto le analisi degli ultimi 3,5 anni e abbiamo notato che nel 2015 l’emoglobina aveva un valore di 13,1 , quindi nel range.

        a Febbraio del 2019 (prima dell’intervento di isteroscopia per togliere i polipi/carcinoma) l’emoglobina era già in diminuzione: 11,1.

        Post intervento di isteroscopia, le analisi sono state ripetute due volte, e in entrambe i valori di emoglobina hanno continuato a scendere ( fino ai valori che le ho scritto in precedenza).

        Vista l’attesa di 10 giorni per incontro con ematologo, e visto la stato di debolezza della mia compagna- che credo sia normale,- in queste condizioni, le chiederei – nei limiti di una diagnosi online, mi rendo conto- un parere sul motivo di tale diminuzione e se sarebbe opportuno anticipare un incontro con medico, magari andando in pronto soccorso.

        siamo preoccupati, insomma, anche considerando la problematica di carcinoma endometriale che dovremo affrontare.

        grazie

    • #55173 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha sicuramente avuto una perdita piccola ma continua che l’ha portata in questa situazione.Dai nuovi dati che riporta non parlerei di anemia mediterranea ma più probabilmente di una carenza di ferro e per questo servono i valori di sideremia, ferritina e cominci a prendere acido folico e via B12.

      • #55175 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        grazie della risposta.

        il medico di base, in attesa dell’incontro con ematologo, ha prescritto intanto Ferro-grad.

        Terremo senz’altro conto dei suoi suggerimenti per acido folico e B12.

        le ultime analisi mostrano:
        – Ferritina: 3,8 ng/mL ( range: 13 – 400);ù
        – Sideremia: 47 ug/dL (range: 40-150)
        – transferrinemia: 406 mg/dL (range: 170-360)

    • #55178 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      come anticipato, anemia da carenza di ferro.

    • #55267 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Salve mio padre di 48 anni affetto sindrome sjorgen ha ritardi gli esami con emocromo tutti regolari tranne
      globuli bianchi 11.24 range 4.00-10.00
      Linfociti 4.18 range 1.50 4.00
      Commento modesta linfocitosi
      Ce da preocuparsi

    • #55270 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Assolutamente no; ha una patologia autoimmune dove cioè sono prodotti autoanticorpi che vengono prodotti appunto dai linfociti.

    • #55271 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Ma si abbasserà i linfociti?

    • #55272 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dipende dall’andamento della patologia e dalla terapia;
      potrebbe…

    • #55273 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Perche e la prima volta che sono leggermente alti

    • #55274 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Potrebbe essere una concomitante infezione virale…

    • #55275 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Grazie mille,però i valori non sono tanto sballati giusto?

    • #55281 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Tranquillo.

    • #55320 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Salve mia figlia 5 anni ha effettuato le analisi del sangue ed abbiamo notato una riduzione dei globuli bianchi dall anno scorso che erano 6000. Le riporto i valori
      uli Bianchi 4.420 /mmc 4500 – 10800 * Globuli Rossi 4.250.000 /mmc 4200000 – 5400000
      Emoglobina 10,4 g/dl 12 – 16 * Ematocrito 31,9 % 37 – 47 * Volume Globulare Medio (MCV) 75,1 fL 80 – 94 * Contenuto Medio di Hb (MCH) 24,5 pg 27 – 31 * Concentrazione Media di Hb (MCHC) 32,6 g/dl 33 – 37 * RDW 13,4 % 11 – 15,5
      RDW-SD (ampiezza distr. eritrocitaria) 36,1 fL 37 – 54 * Piastrine 310.000 /mmc 130000 – 400000
      Volume medio piastrine 11,0 fL 7,2 – 11,1
      Piastrinocrito 0,34 % 0,17 – 0,35
      FORMULA LEUCOCITARIA
      Granulociti Neutrofili 42,8 % 40 – 72
      Linfociti 46,6 % 25 – 45 * Monociti 4,5 % 4 – 11
      Granulociti Eosinofili 5,2 % 1 – 4,5 * Granulociti Basofili 0,9 % 0 – 1,8
      Granulociti Neutrofili valore assoluto 1,89 10^3/uL 1,8 – 7,8
      Linfociti valore assoluto 2,06 10^3/uL 1,2 – 4,8
      Monociti valore assoluto 0,20 10^3/uL 0,18 – 1,18
      Granulociti Eosinofili valore assoluto 0,23 10^3/uL 0,04 – 0,5
      Granulociti Basofili valore assoluto 0,04 10^3/uL 0 – 0,2
      Eritroblasti 0,0 %
      Eritroblasti valore assoluto 0,00

    • #55323 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non si preoccupi del valore dei bianchi sono normali fluttuazioni, la formula va bene per l’età, piuttosto vedo un’anemia da probabile carenza di ferro.
      L’ha fatta la sideremia e la ferritina?

    • #55327 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Grazie mille per la risposta.
      Si l ho fatta ed è 43 µg/dL 49 – 151
      Posso stare tranquilla per i globuli bianchi?

    • #55328 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      La sideremia è 43 la Ferritina non è stata controllata

    • #55331 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Al prossimo emocromo (nel giro di tre mesi) ricontrolli siderea e ferritina e mi faccia sapere.
      Per i bianchi stia tranquilla, parli col pediatra per un’integrazione di ferro.

    • #55333 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Grazie mille gentilissimo. Noi in famiglia abbiamo casi di portatori sani di anemia mediterranea, ma dai risultati non sembra esserlo.
      EMOGLOBINA A2 (HbA2) 2,80 %
      Adulto: fino a 0,8
      Neonato: in quantità decrescente dal 90%
      a tracce all’età di 6 mesi
      EMOGLOBINA FETALE (HB F) 0,30 %
      EMOGLOBINE ANOMALE Assenti Assenti

    • #55335 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Infatti da questi dati non risulta.

    • #55336 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Ok perfetto.. Un’ultima domanda e poi la lascio in pace, risultano asteriscati gli eosinofili è preoccupante?

    • #55338 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Fino al 12% può stare tranquilla.

    • #55339 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Fino al 12% può stare tranquilla.

    • #55341 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Grazie mille mi ha rincuorato. Vorrei aver un titolo universitario adeguato per non dover chiedere consulti. Ero in ansia per i globuli bianchi e gli eosinofili. Però deduco che bisogna guardare il quadro generale e non il singolo valore. Grazie mille

    • #56620 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      Buon pomeriggio dottore,
      ho appena fatto un esame del sangue poichè sono alcuni giorni che mi sento stranamente stanca, mal di testa, bruciore agli occhi, brividi, ora anche febbriciattola temo… Sento anche le ghiandole sotto alle mandibole gonfie.

      Ho 24 anni. Per la prima volta ho riscontrato valori di globuli bianchi (e NE#) bassi.
      Le riporto il tutto:

      Globuli bianchi 3.6 (4.2-9.0) ***
      Globuli rossi 4.24 (4.0-6.1)
      Emoglobina 12.6 (12-16)
      Ematocrito 37.8 (37-47)
      Volume corp. medio 89 (80-96)
      MCH 29.7 (27-33)
      MCHC 33.3 (31.5-37.0)
      RDW 13 (11.6-15)
      Piastrine 170 (140-400)
      MPV 9.5 (7.8-11)

      Neutrofili 44.8 (42-75)
      Linfociti 46.3 (19.0-48.0)
      Monociti 6.6 (3-9)
      Eosinofili 1.9 (0.5-6.5)
      Basofili 0.4 (0.0-1.5)

      NE# 1.6 (2-8) ***
      LY# 1.7 (1.2-4)
      MO# 0.2 (0.1-1)
      EO# 0.1 (0.05-0.5)
      BA# 0 (0-0.2)

      Mi sono immediatamente preoccupata, nei prossimi giorni andrò dal medico di base. Mi farebbe piacere avere anche un suo consulto… Ripeto non mi era mail successo prima. L’unico farmaco che ho assunto è stato MOMENT ACT per 5 giorni a causa di un’infiammazione gengivale che causava sanguinamento. Prendo alcuni integratori sportivi contenenti aminoacidi.

      Ringrazio anticipatamente, saluti.

    • #56626 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I FANS come il Moment Act possono dare questo problema, lo ripeta tra un mese e vedrà che tutto è tornato a posto.

    • #56627 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I FANS come il Moment Act possono dare questo problema, lo ripeta tra un mese e vedrà che tutto è tornato a posto.

    • #56836 Rispondi
      AvatarSerena
      Ospite

      Buongiorno dottore, ho appena ritirato le analisi e purtroppo il mio curante sarà reperibile solo dopo mercoledì. Volevo chiederle un parere..
      Globuli bianchi 3.47 k/ul
      Formula leucocitaria %
      Neutrofili 2.2. Valori 37.0-75.0
      Eosinofili 1.9. 0.00-7.00
      Basofili 0.6. 0.00-3.00
      Linfociti 91.3 20.0-50.0
      Monoliti 2.8. 0.00-14.0

      Posso chiedere un suo parere?

    • #56842 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Devo vedere tutto l’emocromo; ha un numero basso di globuli bianchi e se corretto una linfocitosi assoluta (91,3 %)?
      Ha avuto infezioni virali da poco?
      Altre analisi fatte?

    • #58707 Rispondi
      AvatarGiovanna
      Ospite

      salve dottore, sono una studentessa in medicina e chirurgia, scrivo perchè preoccupata dai valori ematochimici di mia madre fatti una settimana fa. I leucociti sono risultati 3,85*10^3/microL, i neutrofili 1,80*10^3/microL in valore assoluto, tutto il resto è all’interno del range di normalità. Bisogna partire dal presupposto che lo stesso esame era stato fatto i primi di ottobre e tutti i valori erano nella norma. Mia madre settembre 2017 ha scoperto, tramite ecografia addome casuale, di avere un carcinoma al rene. In seguito a nefrectomia radicale, l’anatomopatologo ne ha definito l’istotipo, adenocarcinoma a cellule chiare. Ora è in follow up ogni 6 mesi. Non ha avuto febbre, astenia o altri sintomi, e questi esami sono variati in meno di 20 giorni… mi devo preoccupare? i leucociti 6 mesi fa erano nella norma circa 6000… è stato un calo repentino molto importante

    • #58714 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Prima domanda: su madre è in terapia?
      Che farmaci prende?
      Sarebbe utile visionare tutto l’emocromo ma mi sembra di capire che c’è un brusco calo dei neutrofili.

    • #58731 Rispondi
      AvatarCamillo
      Ospite

      Dott.re Buongiorno,
      ritiro oggi le analisi, tutte in ordine tramite un Globuli Bianchi (resto emocromo tutto pulito) a 3.96.
      Mi rendo conto essere un valore comunque vicino al limite (4.0 nel mio laboratorio), secondo lei devo fare qualcosa? fino ad ora erano sempre nei limiti (circa 4,3 tutte le 3 analisi precedenti)
      Grazie Infinite
      Camillo

    • #58732 Rispondi
      AvatarCamillo
      Ospite

      PS Dottore mi perdoni ma ho visto che forse è meglio riportarle tutto emocromo:

      Globuli Bianchi 3.96
      Globuli Rossi 5,11
      Emoglobina 15,6
      Ematocrito 45
      MCV 88
      MCH 30,5
      MCHC 34,7
      RDW 12,8
      Piastrine 244
      Neutrofili 49,8
      Linfociti 37,3
      Monociti 7,8
      Eosinofili 4,4
      Granulociti Basofili 0,7
      Neutrofili 1,97
      Linfociti Assoluti 1,47
      Monociti 0,31
      Eosinofili 0,17
      Basofili 0,03

      Come farmaci prendo Paroxetina e Olprezide.
      Grazie Ancora

    • #58742 Rispondi
      AvatarElena
      Ospite

      Buona sera dottore, oggi ho ritirato li analisi di mia figlia di 7 anni leucociti sono un po bassi 4.3 (6.0-13.5) per il resto sembra tutto a posto.. Mi devo preoccupare? (La bimba soffre di estitichezza)può essere la causa? Abbiamo fatto inoltre ecco addominale completò e tutto nella norma grazie

    • #58744 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      per Camillo:non è assolutamente un valore preoccupante, sembra sia una ridotta produzione di neutrofili ma a questi livelli, ripeto, nessun problema.

      per Elena:la stitichezza non può essere la causa e comunque non sono valori molto bassi, può stare tranquilla.

    • #58763 Rispondi
      AvatarCarlos
      Ospite

      Buon pomeriggio,
      mia figlia di 17 mesi ha i neutrofili bassi. Il resto è praticamente a posto. Non ha avuto alcunché, sta bene ed è in piena forma (toccando ferro). Cosa potrebbe essere? C’è da preoccuparsi?
      Emocromo
      Globuli Bianchi 4.38 < x10^3/μL 6.00 – 10.80
      Globuli Rossi 4.19 x10^6/μL 3.20 – 4.80
      Emoglobina 11.2 g/dL 10.5 – 13.5
      Ematocrito 34.3 < % 37.0 – 45.0
      MCV 81.9 fL 70.0 – 86.0
      MCH 26.7 < pg 27.0 – 32.0
      MCHC 32.7 g/dL 31.5 – 36.0
      RDW 11.9 < % 12.8 – 13.9
      Piastrine 348 x10^3/μL 150 – 450
      MPV 9.1 fL 7.5 – 9.5
      PDW 9.6 %
      PCT 0.32 %
      Formula Leucocitaria
      Neutrofili % 5.9 %
      Linfociti % 73.1 %
      Monociti % 15.3 %
      Eosinofili % 4.3 %
      Basofili % 1.4 %
      Eritroblasti 0.0 /100leucociti
      Neutrofili # 0.26 < x10^3/μL 1.50 – 8.50
      Linfociti # 3.20 x10^3/μL 3.00 – 9.50
      Monociti # 0.67 x10^3/μL 0.10 – 1.00
      Eosinofili # 0.19 x10^3/μL 0.10 – 0.50
      Basofili # 0.06 x10^3/μL 0.00 – 0.20
      Eritroblasti # 0.00 x10^3/μL
      Granulociti a maturazione intermedia % 0.00 %
      Granulociti a maturazione intermedia # 0.00 x10^3/μL 0.00 – 0.14

      Grazie

    • #58771 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non mi preoccuperei è una condizione frequente in un sistema non ancora giunto a maturazione.

    • #58774 Rispondi
      AvatarCarlos
      Ospite

      Grazie mille!

    • #58819 Rispondi
      AvatarRosa
      Ospite

      Buongiorno dottore,
      Ieri ho ritirato le mie analisi fatte per la donazione del sangue e mi hanno riscontrato una lieve leccornia. Da cosa può dipendere secondo lei? Come posso intervenire?
      WBC 10^3/µL ** 3,1 da 4 a 10
      RBC 10^6/µL 4,52 da 4,2 a 5,2
      Hb da laboratorio g/dL ** 11,6 da 12,5 a 16
      HT da Laboratorio % 37 da 36 a 49
      MCV Á^3 82,1 da 77 a 95
      N % ** 36,2 da 40 a 70
      E % 3,2 da 0 a 6
      B % 0,6 da 0 a 2
      L % ** 52,9 da 20 a 48
      M % 7,1 da 2 a 12
      Conta Piastrin. Lab. 10^3/µL 313 da 150 a 350
      VES mm/h 20 da 2 a 38
      ALT da Lab. U/L ** 9 da 10 a 35
      Creatinina mg/dL 0,67 da 0,4 a 1
      Glicemia mg/dL 72 da 60 a 110
      Gamma GT U/L ** 6 da 10 a 40
      Colesterolo Totale mg/dL 144 da 0 a 200
      Colesterolo HDL mg/dl 70 da 60 a 100
      Trigliceridi mg/dL ** 44 da 50 a 170
      Ferritina Sierica ng/mL ** 2,6 da 10 a 130
      TEMPO DI PROTROMBINA (PT) INR 1,07 da 0,8 a 1,2
      A.P.T.T. Ratio 1,11 da 0,8 a 1,2
      Prelievo Venoso X x
      .
      Elettroforesi
      Protidemia Totale g/dL 7,4 da 6,6 a 8,3
      Albumina % 64,1 da 55,8 a 66,1
      Alfa 1 % 3,5 da 2,9 a 4,9
      Alfa 2 % 9,3 da 7,1 a 11,8
      Beta 1% % 5,6 da 4,7 a 7,2
      Beta 2% % 3,6 da 3,2 a 6,5
      Gamma % 13,9 da 11,1 a 18,8
      14-RAPP A/G 1,79 da 1,1 a 2,4
      Commento Elettrof. *

      Grazie in anticipo
      Rosa

    • #58821 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha un’anemia da carenza di ferro ed un numero di bianchi basso con insufficienza di neutrofili; prende farmaci?
      Ripeta l’emocromo dopo una cura di ferro tra un mese e se vuole mi faccia sapere.

    • #58823 Rispondi
      AvatarRosa
      Ospite

      No dottore, nessun farmaco, ma sono stata sempre anemica fin da bambina.
      Per i globuli bianchi bassi devo preoccuparmi?
      Gli altri valori secondo lei sono nella norma?
      Grazie e buona domenica

    • #58824 Rispondi
      AvatarRosa
      Ospite

      Posso assumere solo ferro per queste carenze o è il caso di integrare con qualche vitamina?

    • #58830 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Gli altri valori sono bassi e non destano preoccupazione;
      per la terapia deve chiedere al suo medico.

    • #59586 Rispondi
      AvatarMauro
      Ospite

      Buongiorno Dottore, sono un donatore di sangue e come tutte le volte che effettuo una donazione, ricevo a casa i risultati degli esami effettuati sul mio sangue.
      In questo caso ho dei valori un pò bassi per quanto riguarda i globuli bianchi, che le indico di seguito:

      Globuli bianchi 3,80 (val. rif. 4-11)
      Neutrofili Totali 1,96 (val. rif. 2,4-7,6)
      Linfociti Totali 1,34 (val. rif. 1,4-3,6)
      Neutrofili perc 51,9% (val. rif. 39-76)
      Linfociti perc 35,5% (val. rif. 19-46)
      Monociti perc 6,5% (val. rif. 0-11)
      Eosinofili perc. 5,2% (val. rif. 0-7)
      Basofili perc. 0,9% (val. rif. 0-2)

      Le riporto anche i valori di riferimento che ho, perchè curiosando su internet ho notato che non sono sempre gli stessi.
      i primi 3 valori sono leggermente sotto la norma, mentre gli altri sono tutti nel range di riferimento.
      Devo effettuare ulteriori indagini secondo lei? devo preoccuparmi?

    • #59604 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Infatti il valore è di poco più basso e non desta preoccupazione; molto vicino al valore minimo.
      Solo un controllo tra un mesetto.

    • #59646 Rispondi
      AvatarValentina Cassandro
      Ospite

      Gentile dottore, dopo un breve periodo di forte stanchezza e debolezza e frequenti mal di testa con dolori agli occhi e nause ho fatto un emocromo e i globuli bianchi sono risultati leggermente bassi:

      WBC 3.9 (4.2/11.2)
      Neutrofili 2.1 (2.0/7.1)
      Linfociti 1.1 (1.1/3.6)

      Tutto il resto nella norma

      Ho preso qualche paracetamolo e 400mg di ibuprofene due giorni prima delle analisi e assumo 100mg al gg di Eutirox

      Sono una persona che soffre anche d’ansia quindi sono decisamente preoccupata. Cosa ne pensa?

    • #59659 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Il valore dei bianchi può dipendere dai farmaci assunti non la stanchezza; può indagare con sideremia e ferritina.

    • #59661 Rispondi
      AvatarValentina
      Ospite

      Gentilissimo dottore.
      Il ferro e’ ok
      B12 ok
      Folina ok
      Reni ok
      CPR ok
      Vitamina D leggermente bassa

      Mi devo preoccupare per i bassi globuli bianchi?

    • #59680 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Per i bianchi nessun problema; li controlli nel tempo.

    • #60659 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      Gentile dottore,sono un po’ di anni che riscontro nell’emocromo leggermente globuli Bianchi bassi e piastrine basse in modo altalenante. L’ultimo emocromo:globuli bianchi 3.20(4-10) neutrofili 1.60(2-6.90) Piastrine 151(150-400).( il massimo discesa delle piastrine è stato 130.il resto tutto nella norma. Acido folico 3.51(4,5-32,2) ho anche una colite aspecifica in fase attiva con calprotectina positiva. E in passato ho fatto salazopirina, cortisone e methotrexate che mi portava forte leucopenia e piastrinopenia.Potrebbe essere l’anemia da acido folico una delle cause dei valori bassi? Oppure i medicinali del passato anche potrebbero aver modificato la produzione midollare? Grazie

    • #60661 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La positività alla calprotectina che misura la quantità di neutrofili presenti nel lume intestinale e quindi il grado di reazione spiega il perché ha i bianchi bassi ed in particolare i neutrofili che non sono in circolo ma impegnati in quella zona.
      Parli col suo medico per un’integrazione di acido folico.

    • #60687 Rispondi
      AvatarAnna 89
      Ospite

      La ringrazio tantissimo dottore. Poi mi hanno fatto fare uno striscio periferico,in cui ci sono formula leucocitaria globuli bianchi confermata con osservazioni in cui ci sono rari linfociti granulati e rari linfociti a trifoglio. Allego anche formula leucocitaria: neutrofili 54,4%(37-75) linfociti 35,7%(10-50) monociti 8%(0,3-14,5) eosinofili 1,6%(0,3-7) basofili 0,3%(fino a 2,5) volevo chiederle questi rari linfociti granulati e a trifoglio che significato potrebbero avere? Grazie

    • #60691 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Potrei vedere la risposta su [email protected]

    • #60958 Rispondi
      AvatarCRISTIAN
      Ospite

      Buongiorno,
      Da luglio sto avendo problemi con la sciatica.. Dolore alla parte bassa della schiena che si irradia fino al piede. Ho fatto esami del sangue e il valore globuli bianchi da 4.50 è passato a 3.80…pptrebbe essere legato ad infiammazione sciatica o con ie e ripetere esame tra qualche settimana? Grazie

    • #60959 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dovrei vedere tutta la formula leucocitaria ma comunque nelle infiammazioni in genere il valore dei bianchi aumenta.

    • #60985 Rispondi
      AvatarSabatino
      Ospite

      Buonasera Dott.
      ho fatto fare in dicembre ultimo scorso le analisi del sangue a mio figlio di 14 anni da cui sono scaturite delle carenze di globuli bianchi 3,47 (int. di rif. 4.0 – 11.0)neutrofili 46,8% linfociti 43,6% neutrofili 1.63 ( int. rif. 2.0 -7.50) per il resto è tutto nella norma. Preciso che nelle precedenti analisi effettuate in agosto ultimo scorso era tutto nella norma, con l’eccezione di una carenza di ferro che il curante prescrisse per 3 /4 mesi l’assunzione di Erafer integratore. Sarà stata forse questa la causa di diminuzione dei globuli bianchi? I valori sopra descritti risultano preoccupanti per un adolescente? Nel caso cosa mi consiglia ?
      In attesa di cordiale riscontro porgo cordiali saluti.

    • #60988 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Gli adolescenti recuperano subito per cui aspetterei tre mesi e ripeterei l’emocromo, nel caso dovesse persistere questa situazione, che comporterebbe una minore difesa da attacchi esterni, allora consulti un ematologo.

    • #61338 Rispondi
      AvatarMonica
      Ospite

      Egregio dottore, mio marito (29 anni di etnia africana) ha i seguenti valori:
      01.09.2019 leucociti 5.05, piastrine 138, ematocrito 37.5 %, al 04.09.2019 leucociti 3.92, ematocrito 45.4%, neutrofili 1.39, basofili 0.01, neutrofili 35.4%, linfociti 56.4, al 2.10.2019 leucociti 3.93, linfociti 1.82, linfociti 46,3%, al 17.11.2019 leucociti 7.09, ematocrito 41.9 e al 18.12.2019 leucociti 2.76, neutrofili 0.96, monociti 0.09 neutrofili 34.7 %, linfociti 60.3. Premetto che son state escluse tutte le malattie infettive. Cosa dobbiamo pensare?
      Grazie per la risposta

    • #61347 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Come mai fa così spesso i controlli?
      Sono fatti sempre nello stesso laboratorio?
      Prende farmaci?
      Valori strani, alcuni impossibili, come l’aumento dell’ematocrito e quindi dei globuli rossi dall’1 al 4 settembre dada 37,5% a 45,4%, semprechè le date siano esatte e non ci sia stata una trasfusione.

    • #61764 Rispondi
      AvatarLaura
      Ospite

      Buonasera dottore,
      La ringrazio se vorrà darmi un suo parere sulle ultime analisi del sangue che ho fatto quattro giorni fa e che mi danno parecchia ansia, perché la conta dei globuli bianchi è un po’ bassa.
      Premetto che ho 43 anni, in generale buono stato di salute, faccio sport.
      Da una decina di giorni però ho sintomi influenzali, mal di gola, spossatezza. In questi giorni dopo il prelievo i sintomi si sono acutizzati.
      Le analisi hanno evidenziato:

      WBC 3.67
      RBC 4.39
      HB 13.2
      HCT 38%
      PLT 296
      Neutrofili 48,2% – 1,77
      Linfociti 41,4% – 1,52
      Monociti 7,1% – 0,26
      Eosinofili 3% – 0,11
      Basofili 0,3% – 0,01

      Mi consiglia di rifare l’esame appena mi passa l’influenza? E di rivolgermi ad un ematologo?

      Grazie mille cordiali saluti

    • #61768 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Senza troppa apprensione, l’esame va ripetuto quando starà meglio; credo che sia un episodio momentaneo che però la espone ad attacchi dall’esterno.
      La formula è abbastanza equilibrata e le piastrine sono normali;
      ripeta e se vuole mi faccia sapere.

    • #61780 Rispondi
      AvatarLaura
      Ospite

      La ringrazio molto, farò il ricontrollo

    • #61978 Rispondi
      AvatarPaola
      Ospite

      Salve, ho fatto oggi un emocromo dopo 10 giorni di augmentin per streptoccocco b. È tutto nella norma tranne globuli bianchi risultati 2,46. Formula mantenuta. Striscio eseguito non ha evidenziato anomalie. Elettroforesi proteica normale. Cosa devo fare?

    • #61989 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Aspettare almeno un mese e poi ripetere vedrà che tornerà tutto a posto.

    • #62119 Rispondi
      AvatarValentina
      Ospite

      Buongiorno Dottore,
      le riporto esito esami del sangue per un suo parere in merito.
      Esami fatti qualche giorno fa, da ieri accuso raffreddore e mal di gola.
      Grazie mille

      Esame Emocromocitometrico [Sg]
      WBC Globuli bianchi * 3.90 10^3/uL 4.00 – 10.00
      RBC Globuli rossi 4.27 10^6/uL Donne: 4.00 – 5.50
      Hb Emoglobina 12.5 g/dL Donne: 12.0 – 16.0
      HCT Ematocrito 37 % Donne: 36 – 48
      MCV Volume globulare medio 87 fL 80 – 95
      MCH Contenuto medio di Hb 29 pg 26 – 32
      MCHC Concentrazione media di Hb 34 g/dL 32 – 36
      PLT Piastrine 195 10^3/uL 150 – 450
      MPV Volume piastrine medio 10.8 fL 7 – 12.8
      RDW Indice di anisocitosi 12 % 11-16
      Granulociti Neutrofili 42.1 % 37.0 – 75.0
      Linfociti 47.4 % 20.0 – 55.0
      Monociti 6.7 % 2.5 – 14.0
      Granulociti Eosinofili 3.3 % 0.5 – 11.0
      Granulociti Basofili 0.5 % 0.0 – 2.5
      Granulociti Neutrofili (valore assoluto) 1.64 10^3/uL 1.50 – 8.00
      Linfociti (valore assoluto) 1.85 10^3/uL 0.90 – 4.50
      Monociti (valore assoluto) 0.26 10^3/uL 0.20 – 1.00
      Granulociti Eosinofili (valore assoluto) 0.13 10^3/uL 0.00 – 0.50
      Granulociti Basofili (valore assoluto) 0.02 10^3/uL 0.00 – 0.20

    • #62121 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nessuna preoccupazione, il dato è temporaneo per la probabile infezione virale, come può notare i valori in assoluto sono nella norma.

    • #62249 Rispondi
      AvatarMarina
      Ospite

      Buongiorno. Ho ritirato gli esami del sangue oggi, ho dei valori un po’ alti.. Ovvero gli eosinofili 13 su un massimo di 6 e 0.83 su massimo di 0.50..
      Come mi dovrei comportare?

    • #62251 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Probabile stato allergico; provi a fare il Prist (ricerca di IgE totali) ed una visita allergologica.

    • #62261 Rispondi
      AvatarCiro
      Ospite

      Gentile Dottore buonasera. Mio padre che ha 79 anni soffre da 30 anni di artrite reumatoide. Da alcuni anni quando effetti analisi cliniche presenta piastrine in un intervallo tra 105000 e 130000 e globuli bianchi tra 4000 e 4500. È un anno però che anche l’hb Tende ad abbassarsi. Agli ultimi esami ha HB 12.7, globuli rossi 5010000 e globuli bianchi 3800. Ematocrito 41 e piastrine 99000. Linfociti 1400 e neutrofili 1900. Sideremia all’ultimo esame 55. Presenta da oltre 10 anni una milza di misura 14,4 cm. Gli esami sono stati effettuati senza assunzione di farmaci nell’ultimo Periodo ( un mese dal prelievo) Volevo chiederle un parere. Grazie

    • #62263 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      L’abbassamento delle piastrine può essere dovuto ai farmaci che ha preso in tutti questi anni ma visto l’abbassamento generale dell’emocromo allora farei una ricerca del sangue occulto nelle feci.

    • #62264 Rispondi
      AvatarMassimiliano
      Ospite

      Buonasera Dottore,
      ho fatto gli esami del sangue e ho i globuli bianchi un po’ bassi. Ho 39 anni, sportivo e sto bene. Soffro di depressione ansiosa (curata con alprazolam e paroxetina). Ho un valore alto della G.P.T (105). Mi è stato detto che dipende dal farmaco. Ma i globuli bianchi?
      Devo preoccuparmi?
      WBC 3.5
      L 10^3/•L
      NE% 44.0 %
      LI% 40.1 %
      MO% 11.1 %
      EO% 4.6 %
      BA% 0.2 %
      NE# 1.5 10^3/•L
      LI# 1.4 10^3/•L
      MO# 0.4 10^3/•L
      EO# 0.2 10^3/•L
      BA# 0.0 10^3/•L
      RBC 4.72 10^6/•L
      Hgb 14.7 g/dL
      Hct 43.1 %
      MCV 91.5 fL
      MCH 31.2 pg
      MCHC 34.1 g/dL
      RDW 12.5 %
      Plt 207 10^3/•L
      MPV 8.8 fL
      @Pct 0.182 %
      @PDW 16.5
      PCR 0,7

    • #62265 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      anche il valore basso dei bianchi dipende dal farmaco.

    • #62270 Rispondi
      AvatarMassimiliano
      Ospite

      La ringrazio dottore. In realtà io sono una persona ansiosa e ho visto su internet che c’è una correlazione tra globuli bianchi bassi e leucemie e altre malattie. Io però mi sento bene, faccio sport e conduco una vita attiva.
      Mi impressiona molto cosa c’è scritto sui vari siti.Per questo chiedo se mi devo preoccupare.
      Grazie per questo servizio. Voi medici siete degli angeli.

    • #62272 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      E’ vero che chi ha una leucemia può avere i bianchi bassi (e le piastrine basse) ma non è vero che tutti quelli che hanno i bianchi bassi hanno la leucemia…..rifletta….

    • #62383 Rispondi
      AvatarValerio Valenti
      Ospite

      Buongiorno dottore, avendo alcuni valori fuori norma chiedo un suo parere:

      EMOCROMO
      GLOBULI BIANCHI : 4.10 x10^3/μl 4.00 – 11.00
      GLOBULI ROSSI : 4.24 x10^6/μl 4.50 – 6.50
      HGB : 13.8 g/dl 13.0 – 18.0
      HCT : 42 % 40 – 54
      MCV : 100 fl 76 – 96
      MCH : 32.5 pg 27.0 – 32.0

      MCHC : 32.6 g/dl 30.0 – 35.0
      PLT : 180 x10^3/μl 150 – 450
      ERITROBLASTI : 0.00 %
      NEUTROFILI : 1.85 x10^3/μl 2.00 – 7.50
      LINFOCITI : 1.75 x10^3/μl 1.50 – 5.00
      MONOCITI : 0.41 x10^3/μl 0.20 – 1.00
      EOSINOFILI: 0.06 x10^3/μl 0.04 – 0.40
      BASOFILI : 0.03 x10^3/μl 0.01 – 0.10
      Neutrofili : 45.10 %
      Linfociti : 42.70 %
      Monociti : 10.00 %
      Eosinofili : 1.50 %
      Basofili : 0.70 %

      VES : 2 mm 0 – 29

      GLUCOSIO : siero 78 mg/dl 70 – 110

      UREA : siero 44 mg/dl 17 – 43

      CREATININA : siero 1.05 mg/dl 0.50 – 1.20

      Vel. Filtr. Glomerulare (eGFR) 81 ml/min Rapportato ad una superficie
      corporea standard di 1,73 m²

      BILIRUBINA FRAZIONATA :
      BILIRUBINA TOTALE : 0.71 mg/dl < 1.20
      BILIRUBINA DIRETTA : 0.15 mg/dl 0.00 – 0.30

      COLESTEROLO : 212 mg/dl < 200
      COLESTEROLO HDL : 83 mg/dl > 35

      [0] TRIGLICERIDI : 50 mg/dl < 150
      [0] ACIDO URICO : 5.8 mg/dl 3.4 – 7.0
      [0] SODIO : siero 140 mmol/l 136 – 145
      [0] POTASSIO : siero 4.3 mmol/l 3.5 – 5.3
      [0] CLORO : siero 103 mmol/l 98 – 107
      [0] FERRO : 72 μg/dl 70 – 180
      [0] AST : 32 U/L < 50
      [0] ALT : 28 U/L < 50
      [0] ALP : 39 U/L 30 – 120
      [0] GGT : 18 U/L < 55
      [0] ESAME URINE COMPLETO
      PARAM. CHIMICO-FISICI :
      Colore : Giallo paglierino
      Aspetto : Limpido
      pH : 6.0 5.0 – 7.0
      Peso specifico : 1.021 1.010 – 1.025
      Proteine : Assenti mg/dl 0 – 15
      Glucosio : Assente mg/dl Assente
      Corpi chetonici : Assenti mg/dl Assenti
      Emoglobina : Assente mg/dl Assente
      Bilirubina : Assente mg/dl Assente
      Urobilinogeno : Assente mg/dl 0.0 – 0.2
      Nitriti : Assenti Assenti
      ELEM. CORPUSCOLATI :
      Batteri: 26 /μl 0 – 100
      PROTEINE: 7.0 g/dl 6.6 – 8.3

      ELETTROFORESI PROTEINE
      Albumina : 67.4 % 55.8 – 66.1
      Alfa 1 globuline : 3.1 % 2.9 – 4.9
      Alfa 2 globuline : 6.2 % 7.1 – 11.8
      Beta 1 globuline: 5.1 % 4.7 – 7.2
      Beta 2 globuline: 4.5 % 3.2 – 6.5
      Gamma globuline : 13.7 % 11.1 – 18.8
      Rapporto Albumina/Globuline : 2.1 1.1 – 2.4
      PCR : 0.04 mg/dl < 0.50

      In seguito, su richiesta del mmg ho effettuato un’ulteriore analisi pochi giorni dopo:

      ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
      Globuli Bianchi (WBC) 3,64 10^9/L 4,00 – 10,00 ¬
      Globuli Rossi (RBC) 4,58 10^12/L 4,70 – 5,82 ¬

      Emoglobina (Hgb) 14,7 g/dL 14,0 – 17,0
      Ematocrito (Hct) 45,4 % 43,1 – 51,5
      Volume corpuscolare medio (MCV) 99,1 fL 81,8 – 95,3 ¬
      Contenuto medio Hgb (MCH) 32,1 pg 27,3 – 32,2
      Concentrazione media Hgb (MCHC) 32,4 g/dL 31,4 – 35,9
      Distribuzione volume eritrocitario (RDW) 12,3 % 11,9 – 14,4
      Piastrine (PLT) 186 10^9/L 150 – 400
      Volume piastrinico medio (MPV) 11,8 fL 9,5 – 12,3
      PDW 15,8 fL 10,8 – 17,3
      PCT 0,2 % 0,2 – 0,4

      FORMULA LEUCOCITARIA
      Valori percentuali
      Granulociti Neutrofili 52,5 %
      Linfociti 37,9 %
      Monociti 7,1 %
      Granulociti Eosinofili 1,4 %
      Granulociti Basofili 1,1 %
      Valori assoluti
      Granulociti Neutrofili 1,91 10^9/L 2,00 – 7,00 ¬
      Linfociti 1,38 10^9/L 1,10 – 4,00
      Monociti 0,26 10^9/L 0,25 – 0,80
      Granulociti Eosinofili 0,05 10^9/L 0,00 – 0,50
      Granulociti Basofili 0,04 10^9/L 0,00 – 0,10

      SIDEREMIA 77 μg/dL 70 – 180

      FOLATI (ACIDO FOLICO) 10,1 ng/ml > 2,5

      VITAMINA B12 553 pg/ml 200 – 910

      OMOCISTEINA 11,6 μmol/L 3,0 – 15,0

      posso cortesemente chiedere il suo parere?

    • #62388 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non sono valori preoccupanti, i bianchi bassi soprattutto nella serie neutrofila possono avere una causa difficile da determinare a volte basta un farmaco o un’integratore.
      Non ci sono segni di infiammazione, tenga sotto controllo il colesterolo che tende a stare sopra i 200.

    • #62395 Rispondi
      AvatarValerio Valenti
      Ospite

      La ringrazio molto dottore. Assumo svariati integratori a coadiuvare l’attività sportiva e la palestra. Aggiungo che nell’ultimo anno ho perso 35kg, non so se la cosa sia collegata ma comunque la sua risposta è di grande conforto.
      Cordialmente

    • #63153 Rispondi
      AvatarRos
      Ospite

      Buongiorno dottore,
      mio marito da una decina d’anni ha sempre i globuli bianchi un po’ più bassi dei limiti “normali, in particolare il linfociti.
      Di solito si attestava attorno al 3,9 3,7, 3,6 su un limite passato da 4,5 a 4.
      Nelle ultime analisi fatte ha avuto un’ulteriore diminuzione passando a 3.3. su limiti di 4-11

      GBianchi 3.3 — 4-11
      GRossi 4.69 — 4.6-5.6
      Emog 14.2 — 14-18
      Ematocr 42.8 — 40-50
      MCV 91.3 –80-94
      MCH 30.2 –27-32
      RDW 13.2 — 11-14
      Piastr 207 — 150-400

      FORMULA
      Neutrofili 2.1 — 2-7.5
      Linfociti 0.9 — 1-4
      Monociti 0.2 — 0.1-1
      Eosinofili 0 — 0-0.6
      Basofili 0 — 0-0.2
      neutrofili 64%
      Linfociti 27,7%
      Monociti 6.9%
      Granul Eosin 1.1%
      Granul Basof 0.3%

      Glicemia 96 — 70-100
      uricemia 4.6 — 3.5-7.20
      Colesterolo 191
      Colesterolo hdl 43
      Trigliceridi 82 — 35-170

      Bilirubina totale 0.83 — 0.30-1.20
      Bilirubina diretta 0.20 — 0.00-0.30
      AST 20 — 1-37
      ALT 21 — 1-41
      GGT 18 — fino a 55

      Posso solo aggiungere che non ha particolari problemi di salute tranne le allergie ai pollini.

      Rifaremo una visita ematologica, ma non so che pensare, e mi preoccupo, per questi valori continuamente, seppur leggermente, in calo.
      Ringraziandola se vorrà rispondere le porgo cordiali saluti

    • #66592 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Buonasera dottore.
      Volevo chiederle un consulto sulla mia situazione ematica.
      A maggio 2020 per prassi annuale ho fatto le analisi del sangue per controllare la funzionalità renale (sono stato operato di stenosi giunto pieloureterale con modesta compromissione della funzionalità del rene sx) e queste, per quel che riguarda la funzionalità renale, sono risultate ok, ma l’èmocromo ha evidenziato:
      Leucociti 3,6 G/l 4,8 – 10,8
      Eritrociti 5,4 T/l 4,2 – 5,6
      Emoglobina 15,8 g/dl 13,0 – 17,5
      Ematocrito 48 % 37 – 54
      Volume corpuscolare medio (MCV) 88 fl 80 – 97
      Contenuto Hb medio (MCH) 29,1 pg 25,0 – 33,3
      Concentrazione Hb corp. media (MCHC) 33 g/dl 32 – 38
      Distribuzione Volume Eritrocitario (RDW) 11,5 % 11,0 – 16,5
      Piastrine 211 G/l 130 – 400
      Volume medio Piastrine (MPV) 9,0 fl 7,1 – 10,5
      FORMULA LEUCOCITARIA
      Neutrofili ↓ 36,7 % 40,0 – 78,0
      Linfociti 44,9 % 19,0 – 49,9
      Monociti ↑ 12,4 % 2,0 – 9,0
      Eosinofili 4,9 % < 7,0
      Basofili 1,1 % 0,0 – 2,0
      FORMULA LEUCOCITARIA Assoluto
      Neutrofili Assoluto ↓ 1,3 G/l 1,9 – 8,0
      Linfociti Assoluto 1,6 G/l 0,9 – 5,2
      Monociti Assoluto 0,40 G/l 0,16 – 1,00
      Eosinofili Assoluto 0,2 G/l 0,0 – 0,8
      Basofili Assoluto 0,0 G/l 0,0-0,2

      Seguendo le indicazioni del mio medico di base dopo un mese ho rifatto emocromo:
      Leucociti ↓ 4,1 G/l 4,8 – 10,8
      Eritrociti 5,3 T/l 4,2 – 5,6
      Emoglobina 15,7 g/dl 13,0 – 17,5
      Ematocrito 46 % 37 – 54
      Volume corpuscolare medio (MCV) 87 fl 80 – 97
      Contenuto Hb medio (MCH) 29,4 pg 25,0 – 33,3
      Concentrazione Hb corp. media (MCHC) 34 g/dl 32 – 38
      Distribuzione Volume Eritrocitario (RDW) 11,3 % 11,0 – 16,5
      Piastrine 171 G/l 130 – 400
      Volume medio Piastrine (MPV) 9,0 fl 7,1 – 10,5
      FORMULA LEUCOCITARIA
      Neutrofili 44,6 % 40,0 – 78,0
      Linfociti 41,4 % 19,0 – 49,9
      Monociti 8,5 % 2,0 – 9,0
      Eosinofili 4,2 % < 7,0
      Basofili 1,3 % 0,0 – 2,0
      FORMULA LEUCOCITARIA Assoluto
      Neutrofili Assoluto ↓ 1,8 G/l 1,9 – 8,0
      Linfociti Assoluto 1,7 G/l 0,9 – 5,2
      Monociti Assoluto 0,30 G/l 0,16 – 1,00
      Eosinofili Assoluto 0,2 G/l 0,0 – 0,8
      Basofili Assoluto 0,1 G/l 0,0-0,2

      Noto che i globuli bianchi a Maggio erano bassi e nel successivo sono saliti, ma sempre rimanendo sul basso.

      Aggiungo che negli anni passati sono sempre stati sopra al 4, in verità molti anni fa erano sempre sul 7 e dal 2017 si sono assestati sul 4. Inoltre tra i due esami vedo Che le piastrine sono leggermente diminuite, pur restando nei normali limiti.
      Oltre al quel problema renale non soffro di altre patologie, non assumo farmaci in maniera cronica, essendo farmacista sono molto attento alla mia salute prendendo diversi integratori e praticando sport quotidianamente ad un livello moderato.

      Chiedo se secondo il suo parere la situazione dei Leucociti è preoccupante.

      Infinite GraZie

      Massimo

    • #66626 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La situazione non preoccupa tenendo conto che nel secondo emocromo le cose vanno meglio e che si stanno aggiustando. Il valore delle piastrine non è basso, l’accoppiata bianchi e piastrine basse (ma sotto i 100.000) può indicare patologie ma non è il Suo caso.
      Inoltre nel primo emocromo aveva un valore di monociti più elevato, segno di una qualche infiammazione che poi si è risolta.
      Una curiosità: questi valori bassi bianchi sono venuti fuori dopo l’intervento al rene e quanto tempo fa è stato operato?

    • #66627 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La situazione non preoccupa tenendo conto che nel secondo emocromo le cose vanno meglio e che si stanno aggiustando. Il valore delle piastrine non è basso, l’accoppiata bianchi e piastrine basse (ma sotto i 100.000) può indicare patologie ma non è il Suo caso.
      Inoltre nel primo emocromo aveva un valore di monociti più elevato, segno di una qualche infiammazione che poi si è risolta.
      Una curiosità: questi valori bassi bianchi sono venuti fuori dopo l’intervento al rene e quanto tempo fa è stato operato?

    • #66660 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dunque la situazione dei bianchi non deve preoccuparla , visto anche l’ultimo emocromo dove migliora.

      Il valore delle piastrine non è basso , anche se l’accoppiata bianchi piastrine bassi può denotare una patologia ma con valori sotto i 120.000 e binachi più bassi.

      Nel primo emocromo si nota anche un valore più alto dei monociti come di un’infiammazione ormai risolta.

      Lo controlli più spesso , ma senza allarmismi.

    • #66866 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Buonasera dottore e nuovamente grazie per la risposta.
      Per il suo quesito le dico che sono stato operato nel 2007 e controllando i vari emocromo pre e post intervento sono tutti sovrapponibili con una conta leucocitaria sui 7 G/l fino al 2017, anno in cui ho notato questo assestamento al ribasso sui 4. Secondo lei ci può essere q Posso solo aggiungere che dal 2017 seguo un protocollo di integrazione a supporto delle difese immunitarie con vit. c, zinco ed echinacea che assumo da ottobre/novembre fino a primavera; e devo dire che da quando faccio questo non ho più preso l’influenza, che invece mi colpiva puntualmente ogni anno.

    • #66867 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Buonasera dottore e grazie molte per la risposta.
      Per quanto riguarda il rene sono stato operato nel 2007, e, spulciando i vari emocromo pre e post intervento, la conta leucocitaria è sempre stata sui 7 G/l fino al 2017, anno in cui ho notato questa conta al ribasso assestandosi sui 4. Secondo lei ci può essere qualche correlazione?
      Aggiungo inoltre che da un paio d’anni seguo un protocollo di integrazione a supporto delle difese immunitarie assumendo vit c 1g, zinco, echinacea e vit d 2000 ogni mattina da Novembre fino a primavera e devo dire che non ho più preso l’influenza..cosa che prima mi colpiva ogni inverno.

      Ringraziandola nuovamente,

      Saluti

    • #66881 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Cosa ha inserito nel 2017; qualche farmaco o integratore che può aver influito sulla produzione midollare?
      Bene il protocollo preventivo ma controlli il valore della vitamina D.

    • #66890 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Dal 2017 non ho inserito nulla di particolare, ho peró modificato il mio stile di vita, passando ad una alimentazione più sana, praticando molto sport e ho perso in tre anni una decina di chili ristabilendo il mio peso forma, prima ero in sovrappeso.
      Da ultimo controllo in Maggio la vitamina D è risultata 60. Ho sospeso l’assunzione a fine Aprile come ogni anno. Un’eccesso può essere nocivo? Da analisi leggo “normalità >30” senza che ci sia un limite alto.
      Grazie dottore gentilissimo

    • #66906 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Un eccesso (sopra i 100) può essere tossico.
      Il cambio di stile può aver influenzato anche il midollo, ma la situazione è sotto controllo.

    • #66908 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Perfetto dottore, terrò monitorato senza allarmismi.

      Grazie molte.

    • #66923 Rispondi
      AvatarDaniele
      Ospite

      Buonasera dottore, negli ultimi esami ho riscontrato 2,9 di leucociti 1,7 di granulociti neutrofili , 0,8 di linfociti e 0,2 di monociti.
      Il resto tutto nella norma, sono donatore avis, a Maggio avevo 2,8 di leucociti e 1,0 di linfociti, questi esami sono invece di luglio.
      Mi devo preoccupare? Di salute sto bene solo qualche episodio di mal di stomaco e diarrea. Secondo lei come è meglio procedere ? Il medico mi dice di rifare gli esami tra un mese e vedere come va..grazie

    • #66963 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si tratta di un’abbassamento delle difese immunitarie che vanno rinforzate, cominciando a prendere probiotici; niente di preoccupante ma segua il consiglio del Suo medico.

    • #70948 Rispondi
      AvatarIvan
      Ospite

      Buonasera Dott. da tempo ormai 4 o forse 5 anni hola formula invertita..con 600 di neutrofili e 4000 di globuli bianchi ..piastrine ,emoglobina tutto nella norma …ho fatto la tipizzazione e no hanno trovato niente ,ho fatto la biopsia del midollo e no hanno trovato nulla ..in sintesi mi hanno detto che soffro di la sindrome mielodisplástica ..non ho nessun sintomo ,tutti i valori del sangue sono normali ,soltanto la formula invertita da 4 anni certi ,ma senza sintomi ,niente dolori niente di niente ..ho fatto i controlli x qualsiasi infezione e no hanno trovato nulla ..allora la mia domanda è ..posso provare a fare altri tipi di accertamenti? l’unica cosa che magari ho da almeno 6 anni e la paradontite crónica ..ma l’ematologo che mi ha visitato ha detto che nn c’entra nulla ..cosa posso fare ? magari un ulteriore parere mi fa piacere ..grazie mille

    • #70967 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha linfonodi ingrossati o attivi? Prende farmaci o integratori?
      Con questi valori non ha di che preoccuparsi; faccia per completezza un LDH.

    • #70994 Rispondi
      AvatarIvan
      Ospite

      Grazie x la sua risposta Dott.
      no ,non ho i linfonodi ingrossati ,niente di niente ..nessun sintomo ,la cosa sorprendente è che ho da almeno 5 anni questi valori ma durante questi tempo nessun sintomo ,sempre bene ,giusto qualche febbricola 2/3 volte al anno che spariva con la Tachipirina …a breve lo faccio il LDH ,grazie mille

Visualizzazione 240 filoni di risposte
Rispondi a: Globuli bianchi bassi
Le tue informazioni:




LEUCOCITI (globuli banchi) alti o bassi: valori di riferimento

I Leucociti sono chiamati anche globuli bianchi; sono conteggiati con speciali apparecchi contaglobuli. Esistono diversi tipi di Leucociti: basofili, eosinofili, linfociti, monociti, neutrofili. La loro funzione è quella di difendere l’organismo dalle infezioni. L’esame che evidenzia la percentuale dei diversi globuli bianchi presenti nel sangue si chiama formula leucocitaria (vedere emocromo).

È molto importante, quando si riscontra un aumento sopra la media di globuli bianchi ad esempio nell’esame delle urine, sapere quale tipo sia aumentato: in questo modo, si può stabilire che tipo di infezione è in atto. Per avere un quadro più preciso vedere le singole voci (basofili, eosinofili, linfociti, monociti, neutrofili). Sono considerati valori normali di leucociti un numero di 4.000-10.000 in un millilitro cubo di sangue rilevati attraverso le analisi del sangue

Valori superiori di leucociti possono essere determinati da infiammazioni o infezioni: se aumentano i neutrofili la infezione è di natura batterica, se aumentano i linfociti è tendenzialmente di origine virale, se aumentano quelli eosinofili si può pensare o ad una allergia o ad una infestazione da parassiti. Quando i globuli bianchi – leucociti raggiungono picchi altissimi (da 30 mila a centinaia di migliaia) si hanno le leucemie.

Cosa sono

I leucociti (più comunemente globuli bianchi) sono cellule molto importanti del nostro sistema immunitario. Hanno un nucleo e sono privi di emoglobina, presenti  in tutto il corpo. Contrariamente alla percezione comune infatti, i leucociti sono sì presenti nel sangue, ma si trovano anche nel sistema linfatico e nei tessuti del nostro corpo. Sono caratterizzati da assenza di pigmentazione e proprio per questo sono comunemente chiamati globuli bianchi.

I Leucociti hanno origine nel midollo osseo e si trovano nel sangue in quantità sostanzialmente stabile e costante fino a quando lo stato di salute dell’organismo non è alterato. E’ per questo che se ne misura comunemente il numero: se il loro numero è alto o basso rispetto ai valori normali suona un campanello di allarme sulla nostra salute che non può essere trascurato.

I leucociti si suddividono in base alla loro forma in due grandi gruppi granulociti e agranulociti. I granulociti si suddividono eosinofili, basofili e neutrofili; gli agranulociti invece in monociti e linfociti. Altra distinzione accademica li divide in in mieloidi (neutrofili, eosinofili, basofili) e linfoidi (linfociti, monociti), in base al progenitore immaturo (mieloblasto o linfoblasto) da cui derivano.

A cosa servono

I leucociti sono fondamentali per il sistema immunitario del corpo umano. Lo proteggono ad esempio da virus, batteri; sono dotati di grande mobilità; riescono a inglobare le cellule morte, i germi e i batteri mediante fagocitosi , rilasciano inoltre speciali proteine antimicrobiche e producono gli anticorpi.
Come dicevamo sono presenti nel sangue ma grazie alla loro mobilità riescono a spostarsi anche all’interno dei tessuti infiammati dove svolgono la parte più delicata della loro azione. L’infiammazione è proprio una delle armi più efficienti dei leucociti. Essa da il via a un processo di attraversamento endoteliale strutturato in cinque fasi: marginazione, rotolamento, adesione, diapedesi e chemiotassi. Ognuna di esse è indispensabile e coinvolge un gran numero di globuli bianchi.

Valori normali

Prendiamo come unità di misura il litro (L). In un litro di sangue prelevato i valori di riferimento dei leucociti possono essere considerati i seguenti:

  • Leucociti: 4.50 – 11.0 milioni/L

È importante sottolineare che i valori “corretti” variano da persona a persona e che spetta al nostro medico il responso finale sul nostro stato di salute.

Il sistema immunitario reagisce agli agenti patogeni mediante due differenti risposte: la risposta immunitaria innata e la risposta adattiva.
Il sistema immunitario innato provvede alla difesa dell’organismo da microrganismi e batteri che entrano quotidianamente a contatto col nostro corpo; quando la sua azione si rivela insufficiente, la difesa dell’organismo diviene competenza del sistema immunitario adattivo.

Globuli bianchi alti e bassi : cosa indicano 

I disordini dei globuli bianchi sono di due tipi: qualitativi e quantitativi. Nel primo caso, le è la qualità delle cellule, la loro morfologia, ad essere anomala; nel secondo caso il problema nasce da numero delle cellule, in eccesso o difetto rispetto ai valori normali

Disordini quantitativi

Quando i leucociti o globuli bianchi aumentano in maniera esponenziale nel sanuge, si parla di leucocitosi  Il motivo più comune che causa leucociti alti nel sangue è l’infezione, batterica o virale. Quando il nostro corpo si trova alle prese con una minaccia provocata da un microrganismo,  il nostro il midollo osseo incrementa la produzione di globuli bianchi. Nel giro di poche orevle unità di leucociti possono anche raddoppiare di numero. Accade per esempio con alcune patologie comuni come la pertosse, la sifilide o il morbillo. Anche la  gravidanza, l’uso di certi tipi di farmaci e lo stress possono causare leucociti alti. Infine anche la leucemia, una forma cancerosa che colpisce il sangue o il midollo osseo, può causare questo aumento. La leucemia, semplificando all’eccesso, inibisce il regolare funzionamento del midollo osseo, che non produce più cellule del sangue “buone”.
Per quanto riguarda la leucopenia, cioè i leucociti bassi nel sangue nel sangue, il medico ricercherà il gruppo di globuli bianchi responsabile dell’anomalia, per formulare una diagnosi.
Condizioni virali acute causano neutropenia, così come alcune forme di anemia, alle quali si associa una carenza di globuli rossi e piastrine; e ancora, l’abuso di alcool o di farmaci, l’Aids e le immunodeficienze.

Disordini qualitativi

Come dicevamo i problemi qualitativi dei globuli bianchi hanno a che fare con la loro morfologia e le loro funzionalità. Queste anomalie possono essere ereditarie o acquisite, croniche o temporanee. Eccone alcune.

  • Ipersegmentazione.  Uno dei campanelli d’allarme di anemia megaloblastica. I lobi nel nucleo dei granulociti sono di numero definito, variabili fra 2 e 5 ma mai inferiori o superiori. Se dalle analisi effettuate su un campione di 100 cellule risultano più di 3 cellule con 5 lobi, o una con 6 lobi, potrebbe sussistere il sospetto di ipersegmentazione.

  • Carenza di mieloperossidasi. Mieloperossidasi è un’enzima presente nei granuli di neutrofili e monociti. Un individuo ogni 2000 ne è carente. Causa problemi se coincide con il diabete mellito, altrimenti non ha particolari conseguenze.

  • Sindrome di May-Hegglin. Si tratta di un’anomalia autosomica dominante, caratterizzata da piastrine grandi e macrotrombocitopenia. Il sintomo principale è la presenza dei cosiddetti corpi Dhole (vistose aeree grigio-blu) nel citoplasma dei leucociti.

  • Sindrome di Chédiak-Higashi. Patologia rara che porta alla morte nel giro di un mese, se non si interviene con trapianto di midollo osseo. I granulociti mostrano granuli di dimensioni enormi e le funzioni di chemiotassi e fagocitosi sono compromesse.

  • Granulazioni tossiche. Si verifica durante una grave infiammazione o in gravidanza. I granuli dei neutrofili mostrano un colorito più corposo, tendente al blu.

Test e diagnosi

Purtroppo l’aumento o il calo dei globuli bianchi non porta con sé conseguenze immediate e quindi l’anomalia è piuttosto silente. La sua scoperta viene fatta spesso per caso, grazie a analisi compiute per disturbi probabilmente più fastidiosi. L’esame del sangue talvolta è prescritto semplicemente come misura di prevenzione. Tuttavia, riscontrando una stranezza nella conta di leucociti nel sangue, lo specialista è in grado di stabilire se è il caso di effettuare ulteriori analisi o se si è di fronte ad una normale reazione immunitaria.
La maggior parte delle indicazioni utili a una diagnosi sono acquisite mediante un comune emocromo, ma in alcuni casi potrebbe essere necessario analizzare il midollo osseo con una biopsia.

In un uomo e una donna in salute la conta totale dei leucociti si attesta fra le 4000 e le 10000 unità per microlitro. La tipologia delle cellule presenti oscilla più o meno fra questi standard:

  • Neutrofili : fra 50 e 70%
  • Eosinofili: fra 1 e 3%
  • Basofili : fra 0,3 e 1%
  • Linfociti:  fra 20 e 40%
  • Monociti : fra 2 e 10%

Questi  valori rappresentano una stima orientativa e suscettibile di frequenti variazioni per cui è sempre opportuno confrontarsi con il proprio medico prima di giungere a conclusioni diagnosi frettolose e non pertinenti

Analisidelsangue.net: DAL 2003 IL FORUM SULLE ANALISI DEL SANGUE più seguito d’ITALIA – 3000 iscritti – 10mila messaggi:

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

DAL NOSTRO FORUM

Visualizzazione 240 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #1186 Rispondi
      Avatarcloskytan
      Membro

      Gent.mo Dottore,
      io ho sempre avuto i globuli bianchi un po’ piccolini (dice il dottore) ma nella norma come valori.

      Dal 2006 pero’ (nel 2005 ho fatto due volte gli esami del sangue ed i WBC erano ok) i miei WBC sono un po’ bassi rispetto ai valori. La formula leucocitaria pero’ (neutrofili, eosino,monociti, linfociti) sono nella norma.

      Devo preoccuparmi per questi WBC un po’ bassi?
      quando dico bassi intendo:
      2006 – valore di 4.60 su un minimo di 4.80 del laboratorio
      2007 – valore di 4.77 su un minimo di 4.80 del laboratorio

      GRAZIE per il cortese aiuto

    • #5234 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      No,nessuna preoccupazione .

    • #5448 Rispondi
      Avatarcarla
      Membro

      Buona sera a tutti, mio marito ( 40 anni) è molto spaventato dal fatto che nel giro di un anno gli si sono abbassati molto i valori dei globuli bianchi: ottobre 2006 5,9 – marzo 2007 3,62 e Settembre 2007 3,5.
      Da Febbraio 2007 sta seguendo una alimenazione molto ricca di proteine, potrebbe dipendere da quello?
      E’ il caso di preoccuparsi? Eventualmente quali sono i controlli
      da effettuare per capirne le cause? GRAZIE INFINITE CARLA

      carla zengarini

    • #6054 Rispondi
      AvatarPinzi
      Membro

      Gent.mo Dottore
      Ho letto le lettere degli altri lettori e mi inserisco perchè in questi giorni, mio marito di 37 anni ha avuto un episodio di svenimento con intervento del 118 al pronto soccorso che lo ha tenuto sotto controllo per 12 ore facendo tutta una serie di esami dalla Tac alla testa, cardiogramma, raggi al torace, visita neurologica… tutto negativo tranne dali esami del sangue i globuli bianchi fortemente bassi vale a dire 2.7 ripetuto a distanza di ore.

      Abbiamo pensato di rivolgerci ad un ematologo per degli accertamenti, mi devo preoccupare?

    • #6058 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Approfondire senza preoccuparsi . Va bene un ematologo.
      I bianchi bassi pero’ non hanno collegamento con lo svenimento.

    • #17884 Rispondi
      AvatarAlessandro Gennari
      Amministratore del forum

      Per approfondire il tema Globuli bianchi segnalo questo articolo
      https://www.analisidelsangue.net/leucociti-globuli-bianchi-alti-bassi/
      buona lettura!

    • #25683 Rispondi
      Avatarmaria concetta
      Ospite

      Gent.mo dottore ,volevo chiedere
      mio padre
      e da giugno che combatte con la bronco polmonite e tra punture e aerol …
      non si riesce a debellare questa polmonite .Ora dagli esami si nota che ha i globuli bianchi bassi al 20.0% quali accertamenti possiamo fare??? mi devo preoccupare maggiormente ???
      grazie per la sua gentilezza

    • #25692 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Quale classe di globuli bianchi è bassa? Forse i linfociti? Ma è normale perchè con le broncopolmoniti aumentano i neutrofili e di conseguenza si abbassano in percentuale i linfociti.

    • #26228 Rispondi
      AvatarPamela
      Ospite

      buonasera sono un po preoccupata ed avrei bisogno di un consiglio
      I primi di novembre ho fatto degli analisi ed i miei globuli bianchi(WBC)erano leggermente bassi 3,96
      A metà dicembre ho ripetuto gli analisi e i WBC sono scesi molto 3,07 cosa può significare e cosa devo fare?
      Grazie

    • #26239 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Serve sapere la formula leucocitaria per capire quale classe sta diminuendo; prossimo passo sono la tipizzazione linfocitaria ed una visita ematologica.

    • #34540 Rispondi
      AvatarEnzo Mangiaracina
      Ospite

      Gent.mo Dott. e/o dott.ssa, ha fatto le analisi del sangue dalla quale mi risultano i globuli bianchi bassi (3,77) su valori normali in ricetta di 4.80-10.80; però, i valori di riferimento della formula leucocitaria rientrano tutti nella norma, è utto normale o devo fare ulteriori accertamenti.Attendo una Vs risposta alla mia email. Grazie

    • #34548 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha le difese un po’ basse, le ricontrolli a breve una ventina di giorni.
      Per ora nessun approfondimento.

    • #34993 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Buonasera,
      Dalle analisi che ho effettuato risultano due valori sballati,i globuli bianchi leggermente bassi 3,92 e i monociti che sono 13,7.
      Devo preoccuparmi?, grazie per la gentile risposta.

    • #35059 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dovrei leggere tutto l’emocromo ma suppongo che ha una carenza di neutrofili.
      Tenga sotto controllo la situazione e consideri che non ha molte difese.

    • #35091 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie dottor Drumma,
      In effetti i neutrofoli sono 1.70 mila.
      Percentuale 43%.
      Linfociti 1.62 mila.
      Percentuale 41,3%
      Monociti 0,54 mila.
      Percentuale 13,8%
      Eosinofoli 0,05 mila.
      Percentuale 1,3%
      Basofili 0,01 mila.
      Percentuale 0,3%.

      Mi consiglia di ripetere a breve gli esami?
      Grazie per la risposta.

    • #35094 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le ripeta tra una ventina di giorni, potrebbe essere un episodio temporaneo.

    • #35104 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie dottore.

    • #36293 Rispondi
      AvatarMichela
      Ospite

      Buonasera
      Ho effettuato analisi del sangue essendo sotto cura antibiotica (avevo le placche e prendevo Homer) e mi sono risultati I globuli bianchi a 2.400 puo essere causato dalla cura e dal mio malessere momentaneo? (Considerando che li ho sempre al di sotto sei 4000)
      Grazie

    • #36323 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo deve approfondire la sua situazione perchè sono pochini e le danno poca protezione; com’è la formula leucocitaria, ha fatto le sottopopolazioni linfocitarie?

    • #36914 Rispondi
      AvatarLucia
      Ospite

      Buonasera dottore, volevo chiederle un informazione siccome oggi é domenica e tutto chiuso volevo avere un consiglio prima di parlare con il nostro dottore che sarà domani, allora il mio compagno ha i valori del sangue molto bassi e non è mai successo. Ha i globuli bianchi bassi (3,88) emoglobina (10,1) ematocrito (30,7) globuli rossi (3,37) Neutrofili (49,2%) e piastrine basse : 144. Io mi sto preoccupando. Lei cosa mi dice guardando questi valori? Ah dimenticavo ha anche il ferro molto basso (19,5) e colesterolo totale basso, (26) Con questi valori mi sto preoccupando perché li ha sempre avuto alti mai così. Mi devo preoccupare che sia qualcosa di grave? La ringrazio in anticipo.

    • #36920 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Quando tutti i valori sono bassi,ripeterei il prelievo domani stesso perché credo ci sia stato un problema nel prelievo stesso; avere questi valori senza sintomi mi sembra davvero strano , ma mi fa insospettire il colesterolo a 26 che è un valore veramente improbabile.
      Il laboratorio avrebbe dovuta avvertirla e far ripetere subito il prelievo.

    • #36926 Rispondi
      AvatarLucia
      Ospite

      Grazie di avermi risposto subito dottore,anche io ho pensato subito che possa essere stato uno sbaglio perché non l ho mai visto così basso e mi sembra troppo strano. Praticamente il mio ragazzo ha fatto una donazione di sangue e da li ha scoperto questi valori bassi. Però è vero che questo periodo si sente debole e gli vengono dei capogiro, poi mesi fa ha fatto delle cure per un problema al ginocchio non so se possa essere stato anche quello a causare tutto ciò. Però gli ho consigliato anche io di fare di nuovo i prelievi. E domani li farà. Se questi valori sono davvero bassi cosa può essere?

    • #36927 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ne riparliamo domani dopo i risultati.

    • #38533 Rispondi
      AvatarArianna
      Ospite

      Buongiorno. Ritiro oggi i miei esami e …globuli bianchi 3.3- neutrofili 38.9-linfociti 45.6-neutrofili 1.3-eosinofili 6.4 devo preoccuparmi? Il resto è’ tutto a posto . Grazie Arianna Forti

    • #38548 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Credo si tratti di una neutropenia da approfondire con visita specialistica ematologica.
      Prende farmaci particolari?

    • #40831 Rispondi
      AvatarPASK
      Ospite

      Salve dottore,
      mio padre 67 anni è stato operato a luglio 2017 di tumore al colon cieco l’istologico è risultato buono un t2 quindi non deve fare chemio i valori del sangue ferro e emoglobina bassa ora stanno risalendo, ma ieri facendo un emocromo di controllo sono risultati i globuli bianchi bassi 3.5 e u nutrofili 1.5 quando invece nel prelievo precedente ossia il 29/08/2017 risultavano 5.9 g.bianchi e 3 i neutrofili, possibile nel giro di un mese si sono quasi dimezzati?? devo preoccuparmi avendo avuto una neoplasia mio padre è molto preoccupato, l’ematologo consigliava esame tiroide e ripetere esame in un altro laboratorio.
      Lei cosa ne pensa???
      Grazie

    • #40833 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      E’un’abbassamento repentino, lo ripeterei a breve; come sono le piastrine?
      Non serve andare in un altro laboratorio se avete fiducia in questo, basta parlare con il laboratorista del caso.

    • #40837 Rispondi
      AvatarPASK
      Ospite

      le piastrine sono leggermente sotto il minimo, ma c’è da preoccuparsi perché il medico di famiglia ha detto che potrebbe essere il midollo osseo!! il laboratorio ha detto di ripeterle tra 15gg potrebbe essere un calo normale post operatorio!!! Lei cosa ne pensa??

    • #40838 Rispondi
      AvatarPASK
      Ospite

      dimenticavo di dirle che mio padre per 10gg ha fatto in ospedale delle infusioni di ferro per far risalire i valori più rapidamente il tutto consigliato dal chirurgo visto che l’emoglobina post operatorio era a 7 come valore

    • #40841 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nom aspetterei 15gg lo rifarei lunedi, compreso i reticolociti e l’eritropoietina.

    • #43288 Rispondi
      AvatarSamantha
      Ospite

      Gentile dottore dopo influenza ho i seguenti esami leucociti 2.91 neutrofili 37 linfociti 49.5 monociti 13.grazie per il consulto

    • #43294 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      In tutte le patologie virali si può assistere al fenomeno dell’inversione della formula con linfociti in percentuale maggiori dei neutrofili.

    • #43471 Rispondi
      AvatarAmedeo lionello
      Ospite

      Cortesemente volevo chiedere in base a quale criterio il risultato di WBC risulta basso quando contemporaneamente tutta la formula leucocitaria è nella norma .grazie infinite

    • #43480 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si riferisce al numero totale dei globuli bianchi (leucociti) ?
      E’ possibile; significa che produce un numero basso ma le varie classi sono in equilibrio tra loro; tutta la produzione si è abbassata.

    • #43488 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Gentile dottore buonasera, dopo l’influenza, non mi sentivo affatto bene, avevo nausee e senso di svenimento, tosse (ma bronchi puliti) e raffreddore. Sono andata al pronto soccorso e dall’emocromo sono risultati i seguenti valori: globuli bianchi 2,8 linfociti 0,8 linfociti % 31,2.
      Il resto tutto nella norma.
      Cosa ne pensa?
      La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.

    • #43489 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dovrei leggere l’emocromo nella sua interezza per capire il valore delle altre classi di leucociti;
      in ogni caso ha le difese molto basse ecco il motivo dei suoi sintomi.

    • #43493 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Buonasera dottore, ho avuto l’influenza con tosse (ma bronchi puliti) e raffreddore. I giorni seguenti mi sentivo spossata con nausee e sensi di svenimento. Sono andata al pronto soccorso e l’emocromo ha riportato i seguenti risultati: globuli bianchi 2,8 linfociti 0,8 linfociti% 31,2.
      Cosa ne pensa?
      Grazie anticipatamente per la Sua attenzione!

    • #43494 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Grazie per la celere risposta! Tutti gli altri valori sono nella norma. Quindi il calo delle difese è dovuto all’influenza avuta?

    • #43495 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Wbc 2,
      Rbc 4,52
      Hgb 12,5
      Hct 36,9
      Mcv 81,7
      MCh 27,7
      Mchc 33,9
      Plt 158
      Gran 1,8
      Gran % 60,4
      Lym 0,8
      Lym % 31,2
      Mid 0,2
      Mid % 8,4
      Mpv 8,2
      Pdw 11,4
      Pct0,13
      Questi,gentilissimo dottore, i risultati completi

    • #43497 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Mi perdoni, mi sono accorta ora dell’errore: wbc 2,8. Tutti gli altri come sopra elencati.
      Attendo un suo ulteriore consulto e la ringrazio anticipatamente.

    • #43498 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La formula è in perfetto equilibrio, restano bassi i globuli bianchi in totale ed anche le piastrine tendono al basso, direi di ripetere ancora l’emocromo tra una quindicina di giorni e se i risultati verranno confermati si consiglia una visita ematologica, potrebbe essere una scarsa produzione midollare.

    • #43504 Rispondi
      AvatarSara
      Ospite

      Grazie mille dottore! Mi scusi ma non avevo letto la sua risposta.

    • #44007 Rispondi
      AvatarAlessia
      Ospite

      Ho fatto degli esami di controllo a mio figlio di 10 anni dopo due mesi da un’infezione batterica intestinale(con 15 giorni di antibiotico.). L’infezione non c’è più, però i globuli bianchi si sono abbassati a 3,7 e l’ematocrito a 36, tutti gli altri valori sono nella norma. Sono valori accettabili o devo fare ulteriori controlli? Grazie

    • #44011 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Aspetti un po’ e ripeta l’emocromo tra un paio di settimane per verificare se i bianchi ritonano normali, potrebbe essere un momento di assestamento nella produzione dopo l’infezione o un reale momento di difese basse.

    • #44278 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Salve dottore! Ho effettuato le analisi del sangue ed è tutto nella norma. Solo i leucociti sono un po’ bassi 4.3 ma sempre nella norma. Ultimamente ho episodi di forte stress, non riposo bene e non mangio bene, sono anemica e vegetariana! Può dipendere anche da questo?! Grazie

    • #44279 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      4.300 non è un valore preoccupante di sicuro l’anemia può dipendere dal vegetarianesimo non avendo apporto di vitamina B12 che deve supplementare dall’esterno mi raccomando.

    • #44280 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Quindi può essere questa la causa dei leucociti bassi? Ho letto che anche un forte stress nervosismo e ipertensione abbassano i leucociti

    • #44284 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può essere un suo valore fisiologico normale non necessariamente dipendente dall’alimentazione.

    • #44285 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Grazie dottore! Anche perché se avevo qualcosa anche gli altri valori dovevano essere sballati giusto?

    • #44292 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Esatto.

    • #44348 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Scusatemi dottore. Ora che mi ricordo Due giorni prima di fare le analisi del sangue ho preso due pillole (medicinali ibuprofene 400mg) a distanza di poche ore. Può influire sul valore basso dei globuli bianchi?
      Grazie

    • #44349 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo , l’unico effetto del farmaco è sull’aggregazione piastrinica e quindi sulla coagulazione.

    • #44350 Rispondi
      AvatarAngelo
      Ospite

      Salve Dottore,
      ho fatto le analisi del sangue lo scorso mercoledi perchè da un pò di tempo accuso un pò di stanchezza (alle braccia soprattutto), affaticamento quando corro e sensazione di pesantezza allo stomaco, oltre che un leggero nodo alla gola. Ultimamente per via del mio lavoro, sono un pò sotto stress e, ammetto, ho anche un pò di ansia. Ho 32 anni, qualche anno fa ho sofferto di esofagite (1°grado), ho da diversi anni una gonartrosi al ginocchio (strano per la giovane età, lo so… ma ho avuto diversi incidenti sui campi da calcio)

      Dalle Analisi è risultata una leucopenia ed il colesterolo un pò alto. Riporto sotto i valori:
      Globuli bianchi 3,23** (4,5 – 10)
      Globuli rossi 4,74 (4,5 – 5)
      Emoglobina 14,5 (13 – 17)
      Ematocrito 42,9 (40-50)
      MCV 90,5 (82 – 97)
      MCH 30,6 (26 – 32)
      MCHC 33,8 (32 – 37)
      Piastrine 193 (150 – 400)
      Neutrofili 56,9 % (50 – 72)
      Linfociti 34,1 % (20 – 45)
      Monociti 7,1 % (2 – 12,5)
      Eosinofili 1,9 % (0,5 – 6)
      Basofili 0 % (0 – 2)
      Neutrofili 1,84 (1,5 – 7)
      Linfociti 1,10 (1 – 3,7)
      Monociti 0,23 (0 – 0,7)
      Eosinofili 0,06 (0 – 0,4)
      Basofili 0 (0 – 1)
      —–
      Sodio 148** (136 – 145)
      Osmolarità 294** (260 – 290)
      Colesterolo 224** (100 – 200)
      Colesterolo LDL 144** (fino a 130)
      Calcio 10,3** (8,6 – 10,2)
      VES 2 (fino a 20)
      Analisi elettroforesi proteine (QPE) tutto nella norma, anche ormoni e marcatori tumorali FT-3, FT-4 e TSH.

      I valori con doppio asterisco sono fuori range, tutti gli altri (elencati e non) sono in range.

      In attesa di una sua preziosa opinione, le porgo cordiali saluti.

      • #47106 Rispondi
        AvatarAngelo
        Ospite

        Salve dottore,
        dopo quasi 3 mesi ho rifatto le analisi e sono usciti gli stessi valori (globuli bianchi 3,32% -range 4/10- in formula conservata -mi sembra si dica cosi-)

        Tranne i bianchi è tutto nella norma, non ci sono altri valori alterati… cosa mi consiglia di fare?

        • #54881 Rispondi
          AvatarAlberto
          Ospite

          Buongiorno dottore ho ritirato le analisi del sangue e ci sono dei valori sotto tange
          Globuli bianchi 3,21 globuli rossi 4,37 emoglobine 13,7 ematocrito 39,60 MCV 83,80 MCH 29 MCHC 34,60 RDW 13 Piastrine 171 MPV 7,5 Neutrofili 63,70 Linfociti 26,23 Monociti 7,37 Eosinofili 2,40 Basofili 0,20 Valori assoluti Neutrofili 2,04 Linfociti 0,85 Monociti 0,24 Eosinofoli 0,24 Basofili 0.01 Bilirubina totale 1,30 Bilirubina diretta 0,50 Bilirubina indiretta 0,80 Acido urico 3,4 le chiedo se è il caso di fare ulteriori accertamenti o posso stare tranquillo. Grazie

        • #54896 Rispondi
          Dr DrummaDr Drumma
          Amministratore del forum

          Tenga solo sotto controllo il numero dei bianchi un po’ basso; ripeta l’emocromo ogni mese per il momento:
          Prende farmaci particolari?

    • #44351 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Il valore dei bianchi potrebbe essere fisiologicoma non preoccupa, la formula è in equilibrio quindi tutte le famiglie dei bianchi vengono prodotte anche se a ritmo basso, ciò potrebbe comportanre un ariduzione delle difese;
      controlli ogni tre mesi solo l’emocromo.
      Il colesterolo è effettivanente alto per la sua età anche considerando che è uno sportivo;
      senza ricorrere a farmaci cominci con un integratore al riso rosso fermentato con monacolina.

    • #44363 Rispondi
      AvatarAngelo
      Ospite

      Innanzitutto, la ringrazio per l’intervento celere ed utile.
      Purtroppo sono un ex sportivo, la gonartrosi al ginocchio mi impedisce di continuare a giocare. Amo comunque fare un pò di footing quando gli impegni lavorativi me lo permettono.

      Non so se possa esserci qualche collegamento di tipo ereditario, Mio padre e la mia nonna paterna hanno sempre sofferto di colesterolo alto; i miei valori sono sempre stati in range o di pochissimo oltre.

      Non riesco a capire se il mio malessere generalizzato e questi piccoli disturbi fisici possano essere collegati all’abbassamento dei globuli bianchi (può incidere stress o ansia?)

      In ogni caso, il mio medico curante mi ha consigliato anche un esame reumatologico, per domattina l’ho prenotato, ne approfitto e rifaccio anche l’esame emocromocitometrico e del colesterolo.

    • #44369 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La famigliarità può influire sul colesterolo ma un’integratore dovrebbe bastarle.
      Lo stress può essere una concausa ma non credo che i suoi sintomi dipendano dai bianchi bassi; faccia anche un’ecografia epatica.
      Controlli ferro e ferritina.

    • #44395 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Salve dottore…. Ho rifatto di nuovo le analisi del sangue! Valori sempre nella norma e i leucociti da 4.3 sono saliti a 5.8….
      Sarà stato per colpa di un periodo nervoso pieno di stress e debolezza.

    • #44399 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Vede il valore può oscillare.

    • #44402 Rispondi
      AvatarCarmen
      Ospite

      Quindi posso stare tranquilla 🙂
      Anche perché sono sempre nella norma.
      Gentilissimo grazie mille

    • #44407 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Più che tranquilla.

    • #44488 Rispondi
      AvatarAngelo
      Ospite

      Salve dottore,
      ho rifatto le analisi:

      il colesterolo è sceso ma i globuli bianchi sembrano essere ulteriormente diminuiti (il range è diverso stavolta, parte da 4 e non da 4,5 però)

      i valori fuori range sono:

      globuli bianchi 2,86 (4 – 10)
      MPW 10,5 (6-10)
      Linfociti 0,78 (1-3)
      Neutrofili 1,68 (2-7)

      ho provato il reumatest 6,9 (0 – 20) e reazione di waaler rose (negativa)

      Come si potrebbe interpretare questo abbassamento di globuli bianchi? Cosa mi consiglia di fare?

      Grazie

    • #44989 Rispondi
      AvatarTania
      Ospite

      O buonasera sono un po spaventata ho ritirato le analisi e ho :emoglobina 9.7 e deve essere da 12a16 poi ematocrito 31.9 e deve essere da 36a47 MCV 74 e deve essere da82 a 99 MCH 22.5 e deve essere da 26 a 34 MCHC 30.4 e deve essere 32a36 leuciti 10.5da4a10 linfociti 11.9 devono essere da 25 a 50 neutrofili assoluti 8.40 devono.essere da 2 a 8 il resto tutto ok mi sto spaventando perché mi sono uscite afte nella bocca posso pensare a lucemia sono ansiosa..grazie

    • #44999 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha un’emocromo sul basso, probabile anemia (bisognerebbe conoscere i valori di ferro e ferritina) ; il numero di globuli bianchi e leggermente alto nella sua quota di neutrofili , probabile infiammazione da definire ; come sono la VES e la PCR?
      Nulla fa pensare ad una leucemia.

    • #46432 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buongiorno
      Le scrivo perché nelle ultime analisi il valore dei globuli bianchi è 3.20 (4/11) ed è la prima volta che mi succede. Un anno fa avevo un valore ottimale.
      Gli altri valori sono:
      Globuli rossi 4.77 (4/5)
      Emoglobina 14.3 (12/16)
      Ematocrito 44.5 (36/46)
      Volume corpuscolare medio 93.2 (80/99)
      MCh 30 (26/36)
      Mchc 32.2 (31/37)
      Rdv 13 (11/14)
      Plt 225 (150/400)
      Granulociti neutrofili 54,4 (50/70)
      Granuliciti eosonofili 3.2 (inferiore a 4.0)
      Granulociti neutrofili 1.74 (1.80/8.00)
      Granuliciti eosonofili o.10 (0/0.50)
      Granuliciti basofili 0.04 (0/0.20)
      Linfociti 1 (0.16/1)
      Monociti 0.31 (0.16/1)

      Tenendo conto che è emersa leucopenia e neutropenia mi consiglia già di contattare un ematologo? Il mio medico curante mi ha detto analisi tra due mesi e poi decidiamo. A cosa può essere dovuto?
      Grazie per il cortese riscontro.
      Saluti.

    • #46438 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Seguirei il consiglio del medico, potrebbe essere un episodio o dovuto a qualche farmaco, ma aspettiamo un altro emocromo prima di una visita specialistica.

    • #46446 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera grazie per la celere risposta. Ma se ci fosse un problema serio non sono troppi due mesi? Non ho preso farmaci durante il periodo analisi.
      Lei cosa pensa dei risultati? Un abbassamento dei bianchi e dei granulociti neutrofili è preoccupante? Le analisi di poco più di un anno da erano perfette. Grazie. Saluti.

    • #46451 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Infatti un’emocromo lo ripeterei tra una ventina di giorni. Il persistere di questa situazione potrebbe essere un problema per le sue difese.

    • #46485 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Ok. Grazie. Anche se il mio medico è stato rassicurante sono un po’ in ansia. Meglio tra venti giorni effettivamente.. almeno posso monitorare a breve l andamento dei bianchi.

    • #46534 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera, riguardo ai bianchi bassi la volevo anche informare che oggi ho ritirato analisi tsh. Premetto che sono ipotiroidea, da anni prendo pastiglia eutirox 75 con tsh sempre intorno al 2. Faccio eco e analisi tutti gli anni e le ultime aaerano febbraio erano tsh 2.55.sempre dosaggio giusto. Rimango basita dal vedere adesso dopo due soli mesi 0.3 tsh
      Ci sarà un.legame tra abbassamento repentino di tsh, seppur nel range, e bianchi bassi? Endocrinologo mi ha detto di.prendere 50 da domani e poi ci vediamo. Adesso prenoto anche una eco ultina fatta un anno fa. Invece esami urine perfetti. Cosa ne pensa?

    • #46540 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Che la terapia era troppo spinta, giusto l’abbassamento.

    • #46545 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Ho letto che l ipertiroidismo crea globuli bianchi bassi tra i vari sintomi. Quindi potrebbe trattarsi di un.effettivo transito da ipo a iper..? Continuo con le indagini però do la priorità all endocrinologo e eco. Grazie. Saluti.

    • #46674 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera, riguardo alle analisi descritte l otto maggio alle 12.36 potrebbe trattarsi di mononucleosi?? Grazie. Francesca

    • #47123 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Conclusione troppo affrettata;
      cosa le fa pensare alla mononucleosi?

    • #47803 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buonasera, me l ha detto un medico vedendo i risultati. Dato che ci sono i monociti un po più alti e i bianchi bassi questo dottore dice che c è stata un infezione come mononucleosi. Comunque un infezione o infiammazione.A breve rifaccio emocromo perché è passato un.mese e adesso mi sento bene, a differenza del periodo in cui ho fatto le altre analisi che mi sentivo stanca e avevo sempre un lieve mal di testa. Però non escludo che il cambiamento positivo sia legato solo alla sistemazione dosaggio pastiglia toroide. Grazie ancora. Saluti.

    • #47807 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Con la mononucleosi i globuli bianchi aumentano e i suoi monociti erano normali.

    • #48055 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Buongiorno,
      Io ho fatto l emocromo dopo 20 giorni e analisi ok. I globuli bianchi sono passati da 3.2 a 4.4 e anche i neutrofili che erano 1’74 soglia minima. adesso sono 2.60.
      Secondo me alcune vicissitudini della vita che ci turbano emotivamente procurano queste variazioni nelle analisi. Però ripeto secondo me…

    • #48057 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Riguardo a quello che ho scritto prima sulla possibilità di aver avuto un infezione tipo mononucleosi, dal mio medico ho Capito che quando abbiamo un infezione o infiammazione i globuli bianchi aumentano come ha detto lei e quando la superiamo questi crollano come se fosse una fase di convalescenza…per poi riprendersi in una situazione di stabilità. Quindi io non volevo dire che quando ho fatto le analisi e avevo i globuli bianchi bassi avevo la mononucleosi o un altra infezione ma che l ho avuta e superata probabilmente. O si è trattato di un episodio di stress.

    • #48059 Rispondi
      AvatarFrancesca
      Ospite

      Tenendo conto di questo episodio secondo lei ogni quanto tempo vanno monitorati i globuli bianchi?

    • #48077 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Se non ci sono episodi infiammatori, ogni anno.

    • #48412 Rispondi
      Avatarmarzia
      Ospite

      buongiorno,

      ho ritirato le analisi del sangue del mi compagno… i valori che non rientrano nella norma sono:

      leucociti 3.29 val.di riferimento 4-11
      neutrofili 20.7 val.di riferimento 55-70
      linfociti 69.6 val.di riferimento 25-35
      neutrofili 0.68 val.di riferimento 1-9

      mi potete dire qualcosa in merito?

      grazie

    • #48424 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Una formula invertita con linfociti maggiori dei neutrofili in percentuale di solito dopo un’infezione virale.

    • #51141 Rispondi
      AvatarMaria
      Ospite

      Buongiorno dalle mie analisi sono usciti i globuli bianchi bassi cioè 3100 ciò può dipendere che io soffro di Reflusso Gastroesofageo? Grazie

    • #51143 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non c’è nesso tra le due cose; deve ripetere ancora per vedere se è un episodio o un difetto di produzione di qualche classe di globuli bianchi (neutrofili?)

    • #51608 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Dottore buona sera ieri ho ritirato le analisi e sono molto preoccupata perché i globuli bianchi sono usciti 3,34 tutti i valori della formula leucocitaria sono nella norma tranne i # badofilu 0,03 e #luc 0,09 inoltre la sidetm8a è 26 ed infine la vitamina D è 17,9 un po’ carente. Da un po’ di tempo che ho un’infiammazione all’anca dovuta da analisi fatte da una Coxalgia. Mi devo preoccupare?
      La ringrazio anticipatamente

    • #51617 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Troppe carenze, è in uno stato debilitato ed ha poche difese immunitarie;
      deve cominciare da una buona alimentazione ed all’uso di integratori vitaminici.

      • #51635 Rispondi
        AvatarNoemi
        Ospite

        Gentile dottore, ma per questa bassa difesa immunitaria mi devo preoccupare da cosa potrebbe essere causata?
        Da ieri dietro prescrizione della mia dottoressa ho iniziato a prendere neuraben inoltre mi ha prescritto tardyfer da prendere solo durante il ciclo e infine colecalciferolo cosa ne pensa? La ringrazio

    • #51638 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Inoltre sono una persona molto ansiosa e mi stresso molto facilmente, oltre al fatto che questa Coxalgia mi sta tormentando.

    • #51644 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Incominci subito la terapia che va benissimo.

    • #51653 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Grazie di cuore

    • #51672 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Buona sera dottore ieri ho assunto il colecalciferolo come prescritto volevo sapere è normale che mi sento spossata e mal di testa? Inoltre mi consiglia di rifare l’emocromo se si fra quanti giorni? Grazie

    • #51675 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può capitare; l’emocromo fra un mese.

    • #51677 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Quindi posso stare serena che non è nulla di grave?

    • #51679 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Faccia la cura e mi faccia sapere tra un mese.

    • #51681 Rispondi
      AvatarNoemi
      Ospite

      Va bene grazie

    • #51729 Rispondi
      AvatarSimona
      Ospite

      Buonasera dottore,oggi ho fatto gli esami del sangue è ho dei valori di qui non so se devo preoccuparmi.Globuli Bianchi 3.76*.Granulociti Neutrofili 51%.Granulociti Neutrofili 1.92
      LinfocitiLinfociti 1.37
      Monociti 9%
      Monociti 0.34
      Granulociti Eosinofili 3%
      Granulociti Eosinofili 0.11
      Granulociti Basofili 0%
      Granulociti Basofili 0.00.
      Tutti gli altri esami sonno nella norma tranne GLiCEMIA 71*
      Peso Specifico 1.026*.
      Mi devo preoccupare?Devo rifare gli esami? Grazie

    • #51730 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I globuli bianchi totali sono bassi anche se le percentuali della formula vanno bene, forse c’è una minor produzione di neutrofili che si traduce con un calo delle difese;
      lo ripeta tra un a ventina di giorni.

    • #51910 Rispondi
      AvatarPaola
      Ospite

      Buonasera dottore,
      sono preoccupata per gli esiti delle mie analisi:
      WBC 2,90 – RBC 4,17 – Hgb 13,1 – MCV 96,0 – MCH 31,4 – MCHC 32,7 – RDW 12,1 – PLT 138
      Formula leucocitaria
      Granulociti Neutrofili 42,6 – Eosinofili 4,4 – Basofili 0,4 – Linfociti 43,8 – Monociti 8,8 –
      Granulociti Eosinofili 0,13 – Basofili 0,01 – Linfociti 1,27 – Monociti 0,26
      IGM 329
      Interleuchina IL2 3,3.
      Devo pensare a qualcosa di serio?
      Grazie per la risposta cordiali saluti.

    • #51912 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Effettivamente il numero die globuli bianchii (ed in particolare i neutrofili) è basso e si accompagna anche alle piastrine basse segno che il midollo ha qualche deficienza nel produrre;
      non conosco la sua storia, se ha patologie particolari o se prende farmaci e perché fa anche l’interleuchina 2, ma le consiglio una visita ematologica.

    • #52582 Rispondi
      AvatarAlessandra
      Ospite

      Buongiorno dottore sono preoccupata per i valori dell’emocromo di un mio amico
      WBC 3.64
      RBC 4.36
      HGB 13.4
      HCT 40
      PTL 145
      Neutrofili % 38.7
      Neutrifili # 1.4
      Ves 5
      PCR 0.35
      Considerando che è raffreddato e tosse da 4 mesi, è molto stressato, è un forte fumatore ed ha una alimentazione sballata.
      Sono molto preoccupata… La ringrazio anticipatamente per la risposta

    • #52601 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Al valore basso dei bianchi si associa anche il valore al limite basso delle piastrine; nulla di preoccupante ma dovrebbe controllare la funzionalità epatica.
      Possibile anche che questa tosse derivi da un’infezione che abbia abbassato le difese.

    • #53339 Rispondi
      AvatarLorenzo
      Ospite

      Buon Giorno Dr Drumma,
      la settimana scorsa ho effettuato una visita medica per la medicina del lavoro, questa mattina mi hanno consegnato i referti ove risulta un valore di leucociti di 3,53 mila/mmc rispetto ai valori normali di4.0- 11.0, e un valore dei Neutrofili di 2.16 mila/mmc rispetto al normale di 2.20 – 7.0. con valore piastrine di 187mila/mmc rispetto al normale 130-450, un altro parametro alterato è il volume medio PIT di 11.7 fl rispetto al normale 7.0-11.0.

      Tali valori possono dipendere da una leggera forma influenzale (raffreddore)e irritazione alla gola poiché sono diverse settimane che ho questo disturbo?

      In attesa di una sua cortese risposta
      Distinti saluti,

      Lorenzo

    • #53355 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo, propendo più per una sua carenza a produrre neutrofili ma dovrei avere anche dati passati.
      Usa farmaci particolari o lavora vicino sostanze inquinanti?

    • #53699 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Buongiorno Dottore,
      Sono una ragazza di 26 anni. Elenco nel
      Seguito i risultati degli ultimi esami del sangue fatti di recente:
      Leucociti 2,85 *
      Eritrociti 4,23
      Emoglobina 13

      Conteggio differenziale dei leucociti:
      Neutrofili 39,2% – 1,11 *
      Linfociti 51,0% – 1,45
      Monociti 6,9% – 0,19 *
      Esinofili 2,3% – 0,06
      Basofili 0,6% – 0,01

      Elenco nel seguito i risultati degli stessi esami fatti a dicembre 2017:

      Leucociti 2,88 *
      Eritrociti 4,42
      Emoglobina 13,7

      Conteggio differenziale dei leucociti:
      Neutrofili 46,3% – 1,33 *
      Linfociti 43,2% – 1,24
      Monociti 8,3% – 0,23
      Esinofili 1,6% – 0,04
      Basofili 0,6% – 0,01

      Non ho sotto mano esami degli anni antecedenti ma a memoria non avevo nessun asterisco nell’emocromo.

      Chiedo gentilmente una sua considerazione in merito.
      Grazie ..
      Francesca

    • #53702 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si tratta di una diminuzione di produzione di neutrofili da parte del midollo, questo comporta una diminuzione delle difese, la causa potrebbe risiedere in qualche farmaco che ha assunto.

    • #53711 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Grazie per la celere risposta.. di recente non ho preso alcun farmaco anzi, non ammalandomi praticamente mai non ho mai preso nulla.
      Mia madre soffre dello stesso problema, ha i globuli bianchi ancora più bassi dei miei da molti anni. Il problema è comparso quando lei aveva circa 35 anni dopo la seconda gravidanza, ora ne ha 64 e sono ancora bassi (sotto il 2).
      Potrebbe essere collegato il fatto?
      Negli anni mia madre ha fatto molti prelievi del midollo e persino analisi del dna (per vedere se la causa fosse genetica) ma non è stata evidenziata nessuna particolare malattia o causa scatenante.
      Anche lei non si ammala mai, apparte un raffreddore o cose così di poco conto.
      Le faccio un ultima domanda visto tutte le cose che ho letto su internet: secondo lei con l’alimentazione è possibile aumentare il numero di questi leucociti?
      Grazie,
      Fancesca

    • #53713 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Sicuramente c’è una componente genetica ma se non vi ammalate spesso vuol dire che i vostri fisici si sono adattati a questa condizione; l’alimentazione non può fare nulla ma esistono farmaci stimolanti la produzione ma deve chiedere al suo medico.

    • #53722 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Ascolterò il suo consiglio e chiederò al medico.
      Un ultima cosa, vedendo i risultati degli esami sopra, secondo lei i pochi leucociti posso essere legati a qualche “malattia”? O è più probabile che sia il mio midollo a produrne pochi senza particolari motivazioni?
      Grazie

    • #53723 Rispondi
      AvatarRoberta
      Ospite

      Buonasera,
      Ho da poco ritirato le analisi e volevo avere indicazioni sui valori di emocromo e formula leucocitaria che sono un po’ fuori range:
      Leucociti 3.4
      Volume corpuscolare medio 99.5
      Volume pistrinico medio 11.8 (da anni sempre mosso in essesso)
      Neutrofili (v. a.) 1.75.
      Tutti gli altri valori sono nei range.
      Si possono considerare comunque accettabili?
      Grazie

    • #53725 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      per FrancescaB: per avere una risposta a questa domanda deve fare una visita specialistica ematologica dove potrà approfondire.

    • #53726 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      per Roberta: solo il numero di bianchi bassi potrebbe essere un problema ed anche per lei la solita domanda: prende farmaci particolari?
      E il solito consiglio: una visita ematologica.

    • #53748 Rispondi
      AvatarRoberta
      Ospite

      Buonasera, la ringrazio per la risposta.. Non assumo farmaci, solamente integratori pregravidanza. Circa 1 mese fa ho dovuto prendere antibiotico macladin RM 500 mg (per i primi 3 gg 2 volte al di’e per altri 3 giorni 1 volta al dì) per un’infezione vaginale da Cocchi. Pensa che potrebbe aver inciso sull’abbassamento dei globuli bianchi? Oppure non è correlato? Grazie

    • #53751 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si può dipendere da questo come anche dalla gravidanza è un momento di riassestamento, vedrà che dopo la gravidanza la situazione migliorerà.

    • #53756 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Gentile Dottore’
      Leggevo che spesso i neutrofili bassi indicano infezioni batteriche o micotiche, invece linfociti bassi posso indicare qualcosa di più grave. Questa cosa posso ritenerla valida? Sono abbastanza preoccupata perché non so veramente a cosa pensare, non voglio leggere informazioni in internet perché scrivono di correlazione con malattie gravi e basta ..
      grazie

    • #53758 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non bisogna generalizzare, in verità nelle infezioni batteriche e micotiche i neutrofili aumentano mentre in quelle virali sono i linfociti ad aumentare,
      A volte l’uso di farmaci può portare a neutropenia ma non pensi al peggio;
      nelle leucemie si può associare anche una piastrinopenia ed un aumento dell’LDH.

    • #53759 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Le piastrine sono 174 (il minimo è 140).
      Il fatto è che non ho mai preso farmaci o fatto cure particolari.
      Se non ho capito male dovrei prenotare una visita ematologica? Oltre a questi esami mi conviene fare anche un emocromo completo?

    • #53760 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le piastrine sono nella norma; l’emocromo completo contempla sia i bianchi e la formula sia le piastrine; certo può fare una visita ematologica.

    • #53761 Rispondi
      AvatarFrancescaB
      Ospite

      Si, gli altri valori sono tutti nella norma, solamente i leucociti sono bassi 2.85 (dovuto ai neutrofili e monociti).
      Spero che non sia nulla di correlato ad altre malattie avendo gli altri valori apposto.
      La ringrazio per il suo tempo, è stai molto utile.

    • #53771 Rispondi
      AvatarVincenzo Genovese
      Ospite

      Buonasera Dottore,
      ho 51 anni e una vita attiva (corro tre volte a settimana, 8/10 km ad uscita) senza avvertire particolare affaticamento o problemi, essendo donatore AVIS faccio le analisi del sangue 2/3 volte l’anno e da un pò di tempo (circa due anni) ho notato valori anomali nei globuli bianchi ed in particolare dalle ultime analisi (a seguito delle quali il centro trasfusionale dell’ospedale mi ha inviato a ripetere l’emocromo) sono usciti fuori i seguenti valori:
      WBC 4.76;
      neutrofili % 36,7;
      linfociti % 52.7;
      neutrofili 1.75;
      linfociti 2.51,
      mentre tutti gli altri valori rientrano nella norma. Premesso che domani stesso ripeto presso un laboratorio le analisi, devo preoccuparmi? Può essere un campanello d’allarme? La ringrazio.

    • #53774 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I bianchi sono nella norma solo la formul è invertita, forse ha avuto qualche episodio virale ultimamente?
      Nulla di preoccupante.

      • #53778 Rispondi
        AvatarVincenzo Genovese
        Ospite

        Innanzitutto grazie, non ricordo di aver avuto qualche episodio virale (a meno che non me ne sia accorto), ma la cosa che mi preoccupa è che questi valori “ballerini” mi accompagnano da un po’ di tempo (2/3 anni).

    • #53784 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può mandarmi gli ultimi tre emocromi ed anche le altre analisi fatte a [email protected]
      grazie

      • #53794 Rispondi
        AvatarVincenzo Genovese
        Ospite

        Buonasera Dottore, Le ho inviato la mail. Grazie ancira per la Sua disponibilità.

      • #53815 Rispondi
        AvatarVincenzo Genovese
        Ospite

        Grazie mille dottore. Seguirò il Suo consiglio. Buon fine settimana

    • #53786 Rispondi
      AvatarVincenzo Genovese
      Ospite

      Grazie. Appena riesco a scannerizzarli Le invio la mail

    • #53807 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La sua situazione è stabile da parecchio tempo; se nota il numero in valore assoluto dei linfociti è nella norma mentre aumenta in percentuale ma solo perchè ha un calo dei neutrofili, questo può dipendere da molti fattori, come l’uso di alcuni farmaci o una scarsa produzione midollare;
      non mi preoccuperei più di tanto ma un consulto ematologico lo farei.

    • #53918 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      Salve dottore, da molti anni mi capita (prima molto più di rado) di avere globuli bianchi bassi e neutrofili bassi ma con formula leucocitaria nella norma, e piastrine basse, che adesso sono risalite in quest’ultimo emocromo. L’ultimo emocromo è :Wbc 3,60 (4.00-10.00) neutrofili 1.97 (2.00-6.90) il resto nella norma. Piastrine 160 (150-400) Mpv 11,2 (6-11) Pdw 20% (11-18). Dovrei preoccuparmi? Attendo risposta. La ringrazio in anticipo

    • #53925 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Visto che è una situazione che va avanti da molti anni è probabilmente una sua condizione fisiologica e non deve preoccuparsi; prende farmaci particolari?

    • #53936 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      No dottore non prendo nessun farmaco in particolare. L’unica cosa ho una colite aspecifica con periodi di forte riacutizzazione, non so potrebbe esserci qualche legame tra le due cose?

    • #53940 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Certo: I globuli bianchi potrebbero essere impegnati in quella zona diminuendo nel sangue circolante;
      provi a fare una calprotectina fecale.

    • #53943 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      La ringrazio dottore. È stato davvero gentilissimo.

    • #54026 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Buonasera dottore, il mio medico mi ha prescritto uno striscio periferico in quanto mi capita da moltissimi anni di avere una leucopenia. I risultati dell’emocromo sono: globuli bianchi 3.60 (4.00/10.00)- neutrofili 1,97 (2.00/6.90). LA FORMULA LEUCOCITARIA è nella norma. STRISCIO PERIFERICO : globuli bianchi–formula leucocitaria confermata con osservazioni :Rari linfociti granulati e rari linfociti con nucleo a trifoglio, globuli rossi e piastrine normale. Volevo sapere se nello striscio periferico i globuli bianchi hanno qualcosa che non va o è nella norma ? Grazie mille

    • #54033 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nella formula leucocitaria esistono due grandi classi di cellule i linfociti e i granulociti, questi ultimi contengono granuli, i primi no.
      La presenza di linfociti granulati e altri con nucleo a trifoglio, indica una trasformazione della linea linfocitaria che per il momento è contenuta ma deve essere approfondita e seguita da un’ematologo con probabile striscio midollare.

    • #54058 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Grazie mille per la sua risposta. Potrebbe essere qualcosa di preoccupante dovrei fare con urgenza una visita dall’ematologo oppure anche con più calma ?

    • #54060 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Con urgenza no, ma non faccia passare molto tempo.

    • #54064 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Dimentico di dirle il mio medico mi ha fatto fare anche la calprotectina fecale per problemi intestinali che è risultata positiva, ci potrebbe essere correlazione con lo striscio? Grazie

    • #54067 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La calprotectina fecale serve per evidenziare un’infiammazione intestinale ed il suo grado ricercando i neutrofili presenti, quindi può influire sulla formula.

    • #54069 Rispondi
      AvatarHANNETTE
      Ospite

      Grazie è stato davvero gentilissimo.

    • #54076 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Gentilissimo dottore con il piacere di salutarla riporto alcuni valori fuori range. Globuli bianchi 12.85, neutrofili 8.87,linfociti 19.5 gammaglobuline 9.8, ves 31, pcr 1.19. Eritrociti urine 25 emoglobina urine 0.03.mi scuso ma sono molto preoccupato soprattutto per linfociti e gamma e anche perché sono 4 mesi che ho febbre 37.4 mal di gola inappetenza tutti i giorni per questo sono molto dimagrito ho problemi in bocca ho fatto 3 test hiv negativi ora ho influenza da 13 giorni. Mi dia un consiglio perfavore sono molto giù ho problemi a lavorare per la stanchezza. Grazie per l attenzione e per il prezioso lavoro che fa per noi.

    • #54078 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      HIV negativo.
      La VES alterata con PCR normale indica un’infiammazione (globuli bianchi alti) in via di risoluzione.
      Può inviarmi l’emocromo completo per cortesia.

    • #54136 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Gentile dottore intanto ho fatto una tipizzazione linfocitaria perché avevo uno stato d ‘ansia molto grave dovuta ai sintomi che avevo.Li voglio domandare gentilmente se l’ esame che ho fatto è giusto per il mio scopo cioè tranquillizzarmi?
      i risultati sono T linfociti helper-inducer cd3+cd4+ 56.96. %a adulti 32_61

      Cd3+cd4+ 2248. adulti 493_1666.
      Linfociti totali 3947.
      Posso stare tranquillo dottore riguardo all’ hiv? Grazie mille per la sua attenzione e Buon lavoro.

    • #54142 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si può stare tranquillo i CD4 sono a posto.

    • #54169 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie dottor drumma ma i cd3+cd4 a 2248 valore massimo 1666 sono molto alti? da cosa possono dipendere?Cordiali saluti.

    • #54180 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Mi riferivo all’HIV che provoca una diminuzione dei CD4.
      CD3 e CD4 alti indicano infiammazione.

    • #54195 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie mille dottore allora posso stare tranquillo.

    • #54197 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      E che mi scusi ma non mi sento per niente bene.. dottore gentilmente mi dica perfavore i cd3+cd4+ cosi alti 2248 non sono da preoccuparsi?

    • #54204 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le ho detto sono segno di un infiammazione,poi dipende dai sintomi che ha e questi deve spiegarli al suo medico.

    • #54206 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie mille Dottore per la sua risposta e Mi scuso tanto per l’insistenza ma oggi al laboratorio di analisi mi hanno molto spaventato con una diagnosi improvvisata molto allarmante da parte di una impiegata.. Quindi da quello che mi diceva lei mi conferma che se avessi un infezione da hiv i cd3+cd4 sarebbero bassi e no alti come i miei?

    • #54212 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le impiegate facciano le impiegate, doveva subito chiamare il direttore o un sostituto per farsi dare spiegazioni.
      Se il suo pensiero è l’HIV allora può stare tranquillo, ma deve approfondire per capire dov’è il problema.

    • #54219 Rispondi
      AvatarMarco
      Ospite

      Grazie mille per rispondermi mi sento meglio. Buona giornata.

    • #54677 Rispondi
      AvatarLore
      Ospite

      Gentile Dottore, nel 2017 i leucociti erano 3.7 oggi sono 2.83. Granulociti neutrofili 45.20 linfociti 44.50 monociti 7.80 granulociti eosinofili 2.10 granulociti basofili 0.40. Granulociti neutrofili (v.assoluto) 1.28. Devo preoccuparmi. Grazie

    • #54681 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Deve fare una visita ematologica, il valore die bianchi è troppo basso e deve approfondire per capirne le cause.

    • #55114 Rispondi
      Avataradriano
      Ospite

      buongiorno dott. Drumma.
      Innanzitutto grazie per il lavoro che svolge su questo sito. Vorrei, per cortesia, un suo parere sui risultato dell’emocromo per la mia compagna. Le posto di seguito i risultati dell’esame svolto pochi giorni orsono, come controllo dello stesso tipo di esame eseguito a metà Maggio: i risultato sono più o meno gli stessi, anche se – in quest’ultimo esame – i valori assoluti sono diminuiti (intendo: sono sempre bassi, ma più vicini al limite inferiore del range, rispetto all’esame precedente). Una nota che non so se possa essere utile: a Maggio la mia compagna è stata operata di un carcinoma all’endometrio ( e ora siamo in contatto con un oncologo per il follow up). Le scrivo ciò perchè non so se possa esserci un collegamento con l’emocromo. Siamo in attesa di un appuntamento con ematologo, ma chiedo cortesemente anche il suo parere.
      I risultati sono i seguenti:

      globuli rossi 4.16;
      globuli bianchi 3.57* ;
      Hb: 9,9* ;
      Ht: 32,1* %
      MCV: 77,2*
      MCH: 23,8*
      MCHC: 30,8*

      Formula Leucocitaria:
      Linfociti: 41,5 %
      Monociti: 11,8 %
      Granulociti Basofili: 1,4 %*
      Granulociti Eosinofili: 2,2 %
      Granulociti Neutrofili: 43,1 %
      Linfociti: 1,48 x 1K
      Monociti: 0,42 x 1K
      Granulociti Bosofili: 0,05 x 1K
      Granulociti Eosinofili: 0,08 x 1K
      Granulociti Neutrofili: 1,54 x 1K
      Piastrine: 292.000 mmc

      – transferrinemia: 406 mg/dL* (immunoturbidimetric method)
      – UREA(Azotemia); 38 mg/dL (method GLDH)
      – CREATININEMIA: 1,20 mg/dL (Method Jaffè)
      – GLUCOSIO (Glicemia): 97 mg/dL (method glucose oxidase)
      – FERRITINA: 3,8 ng/mL* (Chemiluminescence Detection _Method)
      – FERRO (Sideremia): 47 ug/dL (Method Ferene-s)

      grazie ancora

    • #55115 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Il collegamento c’è eccome con la terapia soppressiva che ha dovuto fare dopo l’intervento che porta ad uno sconvolgimento nella produzione midollare e quindi ad un abbassamento di tutti i valori;
      fortunatamente la situazione non è grave ma deve essere tenuta sotto controllo.

      • #55124 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        la ringrazio per la pronta risposta, ma credo di essermi spiegato male: alla mia compagna sono stati asportati dei polipi mediante isteroscopia e – a seguito della biopsia – è risultato essere una carcinoma endometriode iniziale. Quindi (ancora) non c’è stato nessun tipo di operazione soppressiva , se l’isterectomia è quello a cui lei si riferiva. Alla luce di questo malinteso, ritiene che una semplice isteroscopia possa comunque far saltare i valori dell’emocromo? o si tratta di altro? Grazie sempre della disponibilità

    • #55126 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Mi scuso, non avevo compreso.
      Allora non è per questo che ha l’emocromo alterato; parte comunque molto bassa e speriamo non debba fare la chemio che abbasserebbe ancora di più i valori.

      • #55131 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        Si figuri.

        ha quindi un’ipotesi, riguardo l’alterazione dei valori?

        Sono preoccupantemente bassi, a suo parere?

        grazie

    • #55133 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Sono particolarmente bassi e nella sua situazione potrebbe essere un problema, ma ci sono soluzioni come i fattori di crescita che verranno decisi al momento dall’oncologo.
      Per le cause è difficile dirlo, noto una microcitemia (globuli rossi più piccoli) forse nasconde uno stato di portatore di anemia mediterranea che va controllato con un’elettroforesi dell’emoglobina.
      Bisogna capire i motivi della diminuzione se ha avuto qualche perdita, fare un sangue occulto nelle feci, controllare se c’è sangue nelle urine.

      • #55163 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        grazie della risposta.
        Abbiamo fissato un appuntamento con l’ematologo, ma sarà tra 10 giorni e quindi – se non le dispiace- vorrei un ulteriore chiarimento.

        Abbiamo raccolto le analisi degli ultimi 3,5 anni e abbiamo notato che nel 2015 l’emoglobina aveva un valore di 13,1 , quindi nel range.

        a Febbraio del 2019 (prima dell’intervento di isteroscopia per togliere i polipi/carcinoma) l’emoglobina era già in diminuzione: 11,1.

        Post intervento di isteroscopia, le analisi sono state ripetute due volte, e in entrambe i valori di emoglobina hanno continuato a scendere ( fino ai valori che le ho scritto in precedenza).

        Vista l’attesa di 10 giorni per incontro con ematologo, e visto la stato di debolezza della mia compagna- che credo sia normale,- in queste condizioni, le chiederei – nei limiti di una diagnosi online, mi rendo conto- un parere sul motivo di tale diminuzione e se sarebbe opportuno anticipare un incontro con medico, magari andando in pronto soccorso.

        siamo preoccupati, insomma, anche considerando la problematica di carcinoma endometriale che dovremo affrontare.

        grazie

    • #55173 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha sicuramente avuto una perdita piccola ma continua che l’ha portata in questa situazione.Dai nuovi dati che riporta non parlerei di anemia mediterranea ma più probabilmente di una carenza di ferro e per questo servono i valori di sideremia, ferritina e cominci a prendere acido folico e via B12.

      • #55175 Rispondi
        Avataradriano
        Ospite

        grazie della risposta.

        il medico di base, in attesa dell’incontro con ematologo, ha prescritto intanto Ferro-grad.

        Terremo senz’altro conto dei suoi suggerimenti per acido folico e B12.

        le ultime analisi mostrano:
        – Ferritina: 3,8 ng/mL ( range: 13 – 400);ù
        – Sideremia: 47 ug/dL (range: 40-150)
        – transferrinemia: 406 mg/dL (range: 170-360)

    • #55178 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      come anticipato, anemia da carenza di ferro.

    • #55267 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Salve mio padre di 48 anni affetto sindrome sjorgen ha ritardi gli esami con emocromo tutti regolari tranne
      globuli bianchi 11.24 range 4.00-10.00
      Linfociti 4.18 range 1.50 4.00
      Commento modesta linfocitosi
      Ce da preocuparsi

    • #55270 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Assolutamente no; ha una patologia autoimmune dove cioè sono prodotti autoanticorpi che vengono prodotti appunto dai linfociti.

    • #55271 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Ma si abbasserà i linfociti?

    • #55272 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dipende dall’andamento della patologia e dalla terapia;
      potrebbe…

    • #55273 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Perche e la prima volta che sono leggermente alti

    • #55274 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Potrebbe essere una concomitante infezione virale…

    • #55275 Rispondi
      AvatarAndrea
      Ospite

      Grazie mille,però i valori non sono tanto sballati giusto?

    • #55281 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Tranquillo.

    • #55320 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Salve mia figlia 5 anni ha effettuato le analisi del sangue ed abbiamo notato una riduzione dei globuli bianchi dall anno scorso che erano 6000. Le riporto i valori
      uli Bianchi 4.420 /mmc 4500 – 10800 * Globuli Rossi 4.250.000 /mmc 4200000 – 5400000
      Emoglobina 10,4 g/dl 12 – 16 * Ematocrito 31,9 % 37 – 47 * Volume Globulare Medio (MCV) 75,1 fL 80 – 94 * Contenuto Medio di Hb (MCH) 24,5 pg 27 – 31 * Concentrazione Media di Hb (MCHC) 32,6 g/dl 33 – 37 * RDW 13,4 % 11 – 15,5
      RDW-SD (ampiezza distr. eritrocitaria) 36,1 fL 37 – 54 * Piastrine 310.000 /mmc 130000 – 400000
      Volume medio piastrine 11,0 fL 7,2 – 11,1
      Piastrinocrito 0,34 % 0,17 – 0,35
      FORMULA LEUCOCITARIA
      Granulociti Neutrofili 42,8 % 40 – 72
      Linfociti 46,6 % 25 – 45 * Monociti 4,5 % 4 – 11
      Granulociti Eosinofili 5,2 % 1 – 4,5 * Granulociti Basofili 0,9 % 0 – 1,8
      Granulociti Neutrofili valore assoluto 1,89 10^3/uL 1,8 – 7,8
      Linfociti valore assoluto 2,06 10^3/uL 1,2 – 4,8
      Monociti valore assoluto 0,20 10^3/uL 0,18 – 1,18
      Granulociti Eosinofili valore assoluto 0,23 10^3/uL 0,04 – 0,5
      Granulociti Basofili valore assoluto 0,04 10^3/uL 0 – 0,2
      Eritroblasti 0,0 %
      Eritroblasti valore assoluto 0,00

    • #55323 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non si preoccupi del valore dei bianchi sono normali fluttuazioni, la formula va bene per l’età, piuttosto vedo un’anemia da probabile carenza di ferro.
      L’ha fatta la sideremia e la ferritina?

    • #55327 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Grazie mille per la risposta.
      Si l ho fatta ed è 43 µg/dL 49 – 151
      Posso stare tranquilla per i globuli bianchi?

    • #55328 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      La sideremia è 43 la Ferritina non è stata controllata

    • #55331 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Al prossimo emocromo (nel giro di tre mesi) ricontrolli siderea e ferritina e mi faccia sapere.
      Per i bianchi stia tranquilla, parli col pediatra per un’integrazione di ferro.

    • #55333 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Grazie mille gentilissimo. Noi in famiglia abbiamo casi di portatori sani di anemia mediterranea, ma dai risultati non sembra esserlo.
      EMOGLOBINA A2 (HbA2) 2,80 %
      Adulto: fino a 0,8
      Neonato: in quantità decrescente dal 90%
      a tracce all’età di 6 mesi
      EMOGLOBINA FETALE (HB F) 0,30 %
      EMOGLOBINE ANOMALE Assenti Assenti

    • #55335 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Infatti da questi dati non risulta.

    • #55336 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Ok perfetto.. Un’ultima domanda e poi la lascio in pace, risultano asteriscati gli eosinofili è preoccupante?

    • #55338 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Fino al 12% può stare tranquilla.

    • #55339 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Fino al 12% può stare tranquilla.

    • #55341 Rispondi
      AvatarTeresa
      Ospite

      Grazie mille mi ha rincuorato. Vorrei aver un titolo universitario adeguato per non dover chiedere consulti. Ero in ansia per i globuli bianchi e gli eosinofili. Però deduco che bisogna guardare il quadro generale e non il singolo valore. Grazie mille

    • #56620 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      Buon pomeriggio dottore,
      ho appena fatto un esame del sangue poichè sono alcuni giorni che mi sento stranamente stanca, mal di testa, bruciore agli occhi, brividi, ora anche febbriciattola temo… Sento anche le ghiandole sotto alle mandibole gonfie.

      Ho 24 anni. Per la prima volta ho riscontrato valori di globuli bianchi (e NE#) bassi.
      Le riporto il tutto:

      Globuli bianchi 3.6 (4.2-9.0) ***
      Globuli rossi 4.24 (4.0-6.1)
      Emoglobina 12.6 (12-16)
      Ematocrito 37.8 (37-47)
      Volume corp. medio 89 (80-96)
      MCH 29.7 (27-33)
      MCHC 33.3 (31.5-37.0)
      RDW 13 (11.6-15)
      Piastrine 170 (140-400)
      MPV 9.5 (7.8-11)

      Neutrofili 44.8 (42-75)
      Linfociti 46.3 (19.0-48.0)
      Monociti 6.6 (3-9)
      Eosinofili 1.9 (0.5-6.5)
      Basofili 0.4 (0.0-1.5)

      NE# 1.6 (2-8) ***
      LY# 1.7 (1.2-4)
      MO# 0.2 (0.1-1)
      EO# 0.1 (0.05-0.5)
      BA# 0 (0-0.2)

      Mi sono immediatamente preoccupata, nei prossimi giorni andrò dal medico di base. Mi farebbe piacere avere anche un suo consulto… Ripeto non mi era mail successo prima. L’unico farmaco che ho assunto è stato MOMENT ACT per 5 giorni a causa di un’infiammazione gengivale che causava sanguinamento. Prendo alcuni integratori sportivi contenenti aminoacidi.

      Ringrazio anticipatamente, saluti.

    • #56626 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I FANS come il Moment Act possono dare questo problema, lo ripeta tra un mese e vedrà che tutto è tornato a posto.

    • #56627 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      I FANS come il Moment Act possono dare questo problema, lo ripeta tra un mese e vedrà che tutto è tornato a posto.

    • #56836 Rispondi
      AvatarSerena
      Ospite

      Buongiorno dottore, ho appena ritirato le analisi e purtroppo il mio curante sarà reperibile solo dopo mercoledì. Volevo chiederle un parere..
      Globuli bianchi 3.47 k/ul
      Formula leucocitaria %
      Neutrofili 2.2. Valori 37.0-75.0
      Eosinofili 1.9. 0.00-7.00
      Basofili 0.6. 0.00-3.00
      Linfociti 91.3 20.0-50.0
      Monoliti 2.8. 0.00-14.0

      Posso chiedere un suo parere?

    • #56842 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Devo vedere tutto l’emocromo; ha un numero basso di globuli bianchi e se corretto una linfocitosi assoluta (91,3 %)?
      Ha avuto infezioni virali da poco?
      Altre analisi fatte?

    • #58707 Rispondi
      AvatarGiovanna
      Ospite

      salve dottore, sono una studentessa in medicina e chirurgia, scrivo perchè preoccupata dai valori ematochimici di mia madre fatti una settimana fa. I leucociti sono risultati 3,85*10^3/microL, i neutrofili 1,80*10^3/microL in valore assoluto, tutto il resto è all’interno del range di normalità. Bisogna partire dal presupposto che lo stesso esame era stato fatto i primi di ottobre e tutti i valori erano nella norma. Mia madre settembre 2017 ha scoperto, tramite ecografia addome casuale, di avere un carcinoma al rene. In seguito a nefrectomia radicale, l’anatomopatologo ne ha definito l’istotipo, adenocarcinoma a cellule chiare. Ora è in follow up ogni 6 mesi. Non ha avuto febbre, astenia o altri sintomi, e questi esami sono variati in meno di 20 giorni… mi devo preoccupare? i leucociti 6 mesi fa erano nella norma circa 6000… è stato un calo repentino molto importante

    • #58714 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Prima domanda: su madre è in terapia?
      Che farmaci prende?
      Sarebbe utile visionare tutto l’emocromo ma mi sembra di capire che c’è un brusco calo dei neutrofili.

    • #58731 Rispondi
      AvatarCamillo
      Ospite

      Dott.re Buongiorno,
      ritiro oggi le analisi, tutte in ordine tramite un Globuli Bianchi (resto emocromo tutto pulito) a 3.96.
      Mi rendo conto essere un valore comunque vicino al limite (4.0 nel mio laboratorio), secondo lei devo fare qualcosa? fino ad ora erano sempre nei limiti (circa 4,3 tutte le 3 analisi precedenti)
      Grazie Infinite
      Camillo

    • #58732 Rispondi
      AvatarCamillo
      Ospite

      PS Dottore mi perdoni ma ho visto che forse è meglio riportarle tutto emocromo:

      Globuli Bianchi 3.96
      Globuli Rossi 5,11
      Emoglobina 15,6
      Ematocrito 45
      MCV 88
      MCH 30,5
      MCHC 34,7
      RDW 12,8
      Piastrine 244
      Neutrofili 49,8
      Linfociti 37,3
      Monociti 7,8
      Eosinofili 4,4
      Granulociti Basofili 0,7
      Neutrofili 1,97
      Linfociti Assoluti 1,47
      Monociti 0,31
      Eosinofili 0,17
      Basofili 0,03

      Come farmaci prendo Paroxetina e Olprezide.
      Grazie Ancora

    • #58742 Rispondi
      AvatarElena
      Ospite

      Buona sera dottore, oggi ho ritirato li analisi di mia figlia di 7 anni leucociti sono un po bassi 4.3 (6.0-13.5) per il resto sembra tutto a posto.. Mi devo preoccupare? (La bimba soffre di estitichezza)può essere la causa? Abbiamo fatto inoltre ecco addominale completò e tutto nella norma grazie

    • #58744 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      per Camillo:non è assolutamente un valore preoccupante, sembra sia una ridotta produzione di neutrofili ma a questi livelli, ripeto, nessun problema.

      per Elena:la stitichezza non può essere la causa e comunque non sono valori molto bassi, può stare tranquilla.

    • #58763 Rispondi
      AvatarCarlos
      Ospite

      Buon pomeriggio,
      mia figlia di 17 mesi ha i neutrofili bassi. Il resto è praticamente a posto. Non ha avuto alcunché, sta bene ed è in piena forma (toccando ferro). Cosa potrebbe essere? C’è da preoccuparsi?
      Emocromo
      Globuli Bianchi 4.38 < x10^3/μL 6.00 – 10.80
      Globuli Rossi 4.19 x10^6/μL 3.20 – 4.80
      Emoglobina 11.2 g/dL 10.5 – 13.5
      Ematocrito 34.3 < % 37.0 – 45.0
      MCV 81.9 fL 70.0 – 86.0
      MCH 26.7 < pg 27.0 – 32.0
      MCHC 32.7 g/dL 31.5 – 36.0
      RDW 11.9 < % 12.8 – 13.9
      Piastrine 348 x10^3/μL 150 – 450
      MPV 9.1 fL 7.5 – 9.5
      PDW 9.6 %
      PCT 0.32 %
      Formula Leucocitaria
      Neutrofili % 5.9 %
      Linfociti % 73.1 %
      Monociti % 15.3 %
      Eosinofili % 4.3 %
      Basofili % 1.4 %
      Eritroblasti 0.0 /100leucociti
      Neutrofili # 0.26 < x10^3/μL 1.50 – 8.50
      Linfociti # 3.20 x10^3/μL 3.00 – 9.50
      Monociti # 0.67 x10^3/μL 0.10 – 1.00
      Eosinofili # 0.19 x10^3/μL 0.10 – 0.50
      Basofili # 0.06 x10^3/μL 0.00 – 0.20
      Eritroblasti # 0.00 x10^3/μL
      Granulociti a maturazione intermedia % 0.00 %
      Granulociti a maturazione intermedia # 0.00 x10^3/μL 0.00 – 0.14

      Grazie

    • #58771 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non mi preoccuperei è una condizione frequente in un sistema non ancora giunto a maturazione.

    • #58774 Rispondi
      AvatarCarlos
      Ospite

      Grazie mille!

    • #58819 Rispondi
      AvatarRosa
      Ospite

      Buongiorno dottore,
      Ieri ho ritirato le mie analisi fatte per la donazione del sangue e mi hanno riscontrato una lieve leccornia. Da cosa può dipendere secondo lei? Come posso intervenire?
      WBC 10^3/µL ** 3,1 da 4 a 10
      RBC 10^6/µL 4,52 da 4,2 a 5,2
      Hb da laboratorio g/dL ** 11,6 da 12,5 a 16
      HT da Laboratorio % 37 da 36 a 49
      MCV Á^3 82,1 da 77 a 95
      N % ** 36,2 da 40 a 70
      E % 3,2 da 0 a 6
      B % 0,6 da 0 a 2
      L % ** 52,9 da 20 a 48
      M % 7,1 da 2 a 12
      Conta Piastrin. Lab. 10^3/µL 313 da 150 a 350
      VES mm/h 20 da 2 a 38
      ALT da Lab. U/L ** 9 da 10 a 35
      Creatinina mg/dL 0,67 da 0,4 a 1
      Glicemia mg/dL 72 da 60 a 110
      Gamma GT U/L ** 6 da 10 a 40
      Colesterolo Totale mg/dL 144 da 0 a 200
      Colesterolo HDL mg/dl 70 da 60 a 100
      Trigliceridi mg/dL ** 44 da 50 a 170
      Ferritina Sierica ng/mL ** 2,6 da 10 a 130
      TEMPO DI PROTROMBINA (PT) INR 1,07 da 0,8 a 1,2
      A.P.T.T. Ratio 1,11 da 0,8 a 1,2
      Prelievo Venoso X x
      .
      Elettroforesi
      Protidemia Totale g/dL 7,4 da 6,6 a 8,3
      Albumina % 64,1 da 55,8 a 66,1
      Alfa 1 % 3,5 da 2,9 a 4,9
      Alfa 2 % 9,3 da 7,1 a 11,8
      Beta 1% % 5,6 da 4,7 a 7,2
      Beta 2% % 3,6 da 3,2 a 6,5
      Gamma % 13,9 da 11,1 a 18,8
      14-RAPP A/G 1,79 da 1,1 a 2,4
      Commento Elettrof. *

      Grazie in anticipo
      Rosa

    • #58821 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha un’anemia da carenza di ferro ed un numero di bianchi basso con insufficienza di neutrofili; prende farmaci?
      Ripeta l’emocromo dopo una cura di ferro tra un mese e se vuole mi faccia sapere.

    • #58823 Rispondi
      AvatarRosa
      Ospite

      No dottore, nessun farmaco, ma sono stata sempre anemica fin da bambina.
      Per i globuli bianchi bassi devo preoccuparmi?
      Gli altri valori secondo lei sono nella norma?
      Grazie e buona domenica

    • #58824 Rispondi
      AvatarRosa
      Ospite

      Posso assumere solo ferro per queste carenze o è il caso di integrare con qualche vitamina?

    • #58830 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Gli altri valori sono bassi e non destano preoccupazione;
      per la terapia deve chiedere al suo medico.

    • #59586 Rispondi
      AvatarMauro
      Ospite

      Buongiorno Dottore, sono un donatore di sangue e come tutte le volte che effettuo una donazione, ricevo a casa i risultati degli esami effettuati sul mio sangue.
      In questo caso ho dei valori un pò bassi per quanto riguarda i globuli bianchi, che le indico di seguito:

      Globuli bianchi 3,80 (val. rif. 4-11)
      Neutrofili Totali 1,96 (val. rif. 2,4-7,6)
      Linfociti Totali 1,34 (val. rif. 1,4-3,6)
      Neutrofili perc 51,9% (val. rif. 39-76)
      Linfociti perc 35,5% (val. rif. 19-46)
      Monociti perc 6,5% (val. rif. 0-11)
      Eosinofili perc. 5,2% (val. rif. 0-7)
      Basofili perc. 0,9% (val. rif. 0-2)

      Le riporto anche i valori di riferimento che ho, perchè curiosando su internet ho notato che non sono sempre gli stessi.
      i primi 3 valori sono leggermente sotto la norma, mentre gli altri sono tutti nel range di riferimento.
      Devo effettuare ulteriori indagini secondo lei? devo preoccuparmi?

    • #59604 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Infatti il valore è di poco più basso e non desta preoccupazione; molto vicino al valore minimo.
      Solo un controllo tra un mesetto.

    • #59646 Rispondi
      AvatarValentina Cassandro
      Ospite

      Gentile dottore, dopo un breve periodo di forte stanchezza e debolezza e frequenti mal di testa con dolori agli occhi e nause ho fatto un emocromo e i globuli bianchi sono risultati leggermente bassi:

      WBC 3.9 (4.2/11.2)
      Neutrofili 2.1 (2.0/7.1)
      Linfociti 1.1 (1.1/3.6)

      Tutto il resto nella norma

      Ho preso qualche paracetamolo e 400mg di ibuprofene due giorni prima delle analisi e assumo 100mg al gg di Eutirox

      Sono una persona che soffre anche d’ansia quindi sono decisamente preoccupata. Cosa ne pensa?

    • #59659 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Il valore dei bianchi può dipendere dai farmaci assunti non la stanchezza; può indagare con sideremia e ferritina.

    • #59661 Rispondi
      AvatarValentina
      Ospite

      Gentilissimo dottore.
      Il ferro e’ ok
      B12 ok
      Folina ok
      Reni ok
      CPR ok
      Vitamina D leggermente bassa

      Mi devo preoccupare per i bassi globuli bianchi?

    • #59680 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Per i bianchi nessun problema; li controlli nel tempo.

    • #60659 Rispondi
      AvatarAnna
      Ospite

      Gentile dottore,sono un po’ di anni che riscontro nell’emocromo leggermente globuli Bianchi bassi e piastrine basse in modo altalenante. L’ultimo emocromo:globuli bianchi 3.20(4-10) neutrofili 1.60(2-6.90) Piastrine 151(150-400).( il massimo discesa delle piastrine è stato 130.il resto tutto nella norma. Acido folico 3.51(4,5-32,2) ho anche una colite aspecifica in fase attiva con calprotectina positiva. E in passato ho fatto salazopirina, cortisone e methotrexate che mi portava forte leucopenia e piastrinopenia.Potrebbe essere l’anemia da acido folico una delle cause dei valori bassi? Oppure i medicinali del passato anche potrebbero aver modificato la produzione midollare? Grazie

    • #60661 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La positività alla calprotectina che misura la quantità di neutrofili presenti nel lume intestinale e quindi il grado di reazione spiega il perché ha i bianchi bassi ed in particolare i neutrofili che non sono in circolo ma impegnati in quella zona.
      Parli col suo medico per un’integrazione di acido folico.

    • #60687 Rispondi
      AvatarAnna 89
      Ospite

      La ringrazio tantissimo dottore. Poi mi hanno fatto fare uno striscio periferico,in cui ci sono formula leucocitaria globuli bianchi confermata con osservazioni in cui ci sono rari linfociti granulati e rari linfociti a trifoglio. Allego anche formula leucocitaria: neutrofili 54,4%(37-75) linfociti 35,7%(10-50) monociti 8%(0,3-14,5) eosinofili 1,6%(0,3-7) basofili 0,3%(fino a 2,5) volevo chiederle questi rari linfociti granulati e a trifoglio che significato potrebbero avere? Grazie

    • #60691 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Potrei vedere la risposta su [email protected]

    • #60958 Rispondi
      AvatarCRISTIAN
      Ospite

      Buongiorno,
      Da luglio sto avendo problemi con la sciatica.. Dolore alla parte bassa della schiena che si irradia fino al piede. Ho fatto esami del sangue e il valore globuli bianchi da 4.50 è passato a 3.80…pptrebbe essere legato ad infiammazione sciatica o con ie e ripetere esame tra qualche settimana? Grazie

    • #60959 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dovrei vedere tutta la formula leucocitaria ma comunque nelle infiammazioni in genere il valore dei bianchi aumenta.

    • #60985 Rispondi
      AvatarSabatino
      Ospite

      Buonasera Dott.
      ho fatto fare in dicembre ultimo scorso le analisi del sangue a mio figlio di 14 anni da cui sono scaturite delle carenze di globuli bianchi 3,47 (int. di rif. 4.0 – 11.0)neutrofili 46,8% linfociti 43,6% neutrofili 1.63 ( int. rif. 2.0 -7.50) per il resto è tutto nella norma. Preciso che nelle precedenti analisi effettuate in agosto ultimo scorso era tutto nella norma, con l’eccezione di una carenza di ferro che il curante prescrisse per 3 /4 mesi l’assunzione di Erafer integratore. Sarà stata forse questa la causa di diminuzione dei globuli bianchi? I valori sopra descritti risultano preoccupanti per un adolescente? Nel caso cosa mi consiglia ?
      In attesa di cordiale riscontro porgo cordiali saluti.

    • #60988 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Gli adolescenti recuperano subito per cui aspetterei tre mesi e ripeterei l’emocromo, nel caso dovesse persistere questa situazione, che comporterebbe una minore difesa da attacchi esterni, allora consulti un ematologo.

    • #61338 Rispondi
      AvatarMonica
      Ospite

      Egregio dottore, mio marito (29 anni di etnia africana) ha i seguenti valori:
      01.09.2019 leucociti 5.05, piastrine 138, ematocrito 37.5 %, al 04.09.2019 leucociti 3.92, ematocrito 45.4%, neutrofili 1.39, basofili 0.01, neutrofili 35.4%, linfociti 56.4, al 2.10.2019 leucociti 3.93, linfociti 1.82, linfociti 46,3%, al 17.11.2019 leucociti 7.09, ematocrito 41.9 e al 18.12.2019 leucociti 2.76, neutrofili 0.96, monociti 0.09 neutrofili 34.7 %, linfociti 60.3. Premetto che son state escluse tutte le malattie infettive. Cosa dobbiamo pensare?
      Grazie per la risposta

    • #61347 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Come mai fa così spesso i controlli?
      Sono fatti sempre nello stesso laboratorio?
      Prende farmaci?
      Valori strani, alcuni impossibili, come l’aumento dell’ematocrito e quindi dei globuli rossi dall’1 al 4 settembre dada 37,5% a 45,4%, semprechè le date siano esatte e non ci sia stata una trasfusione.

    • #61764 Rispondi
      AvatarLaura
      Ospite

      Buonasera dottore,
      La ringrazio se vorrà darmi un suo parere sulle ultime analisi del sangue che ho fatto quattro giorni fa e che mi danno parecchia ansia, perché la conta dei globuli bianchi è un po’ bassa.
      Premetto che ho 43 anni, in generale buono stato di salute, faccio sport.
      Da una decina di giorni però ho sintomi influenzali, mal di gola, spossatezza. In questi giorni dopo il prelievo i sintomi si sono acutizzati.
      Le analisi hanno evidenziato:

      WBC 3.67
      RBC 4.39
      HB 13.2
      HCT 38%
      PLT 296
      Neutrofili 48,2% – 1,77
      Linfociti 41,4% – 1,52
      Monociti 7,1% – 0,26
      Eosinofili 3% – 0,11
      Basofili 0,3% – 0,01

      Mi consiglia di rifare l’esame appena mi passa l’influenza? E di rivolgermi ad un ematologo?

      Grazie mille cordiali saluti

    • #61768 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Senza troppa apprensione, l’esame va ripetuto quando starà meglio; credo che sia un episodio momentaneo che però la espone ad attacchi dall’esterno.
      La formula è abbastanza equilibrata e le piastrine sono normali;
      ripeta e se vuole mi faccia sapere.

    • #61780 Rispondi
      AvatarLaura
      Ospite

      La ringrazio molto, farò il ricontrollo

    • #61978 Rispondi
      AvatarPaola
      Ospite

      Salve, ho fatto oggi un emocromo dopo 10 giorni di augmentin per streptoccocco b. È tutto nella norma tranne globuli bianchi risultati 2,46. Formula mantenuta. Striscio eseguito non ha evidenziato anomalie. Elettroforesi proteica normale. Cosa devo fare?

    • #61989 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Aspettare almeno un mese e poi ripetere vedrà che tornerà tutto a posto.

    • #62119 Rispondi
      AvatarValentina
      Ospite

      Buongiorno Dottore,
      le riporto esito esami del sangue per un suo parere in merito.
      Esami fatti qualche giorno fa, da ieri accuso raffreddore e mal di gola.
      Grazie mille

      Esame Emocromocitometrico [Sg]
      WBC Globuli bianchi * 3.90 10^3/uL 4.00 – 10.00
      RBC Globuli rossi 4.27 10^6/uL Donne: 4.00 – 5.50
      Hb Emoglobina 12.5 g/dL Donne: 12.0 – 16.0
      HCT Ematocrito 37 % Donne: 36 – 48
      MCV Volume globulare medio 87 fL 80 – 95
      MCH Contenuto medio di Hb 29 pg 26 – 32
      MCHC Concentrazione media di Hb 34 g/dL 32 – 36
      PLT Piastrine 195 10^3/uL 150 – 450
      MPV Volume piastrine medio 10.8 fL 7 – 12.8
      RDW Indice di anisocitosi 12 % 11-16
      Granulociti Neutrofili 42.1 % 37.0 – 75.0
      Linfociti 47.4 % 20.0 – 55.0
      Monociti 6.7 % 2.5 – 14.0
      Granulociti Eosinofili 3.3 % 0.5 – 11.0
      Granulociti Basofili 0.5 % 0.0 – 2.5
      Granulociti Neutrofili (valore assoluto) 1.64 10^3/uL 1.50 – 8.00
      Linfociti (valore assoluto) 1.85 10^3/uL 0.90 – 4.50
      Monociti (valore assoluto) 0.26 10^3/uL 0.20 – 1.00
      Granulociti Eosinofili (valore assoluto) 0.13 10^3/uL 0.00 – 0.50
      Granulociti Basofili (valore assoluto) 0.02 10^3/uL 0.00 – 0.20

    • #62121 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nessuna preoccupazione, il dato è temporaneo per la probabile infezione virale, come può notare i valori in assoluto sono nella norma.

    • #62249 Rispondi
      AvatarMarina
      Ospite

      Buongiorno. Ho ritirato gli esami del sangue oggi, ho dei valori un po’ alti.. Ovvero gli eosinofili 13 su un massimo di 6 e 0.83 su massimo di 0.50..
      Come mi dovrei comportare?

    • #62251 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Probabile stato allergico; provi a fare il Prist (ricerca di IgE totali) ed una visita allergologica.

    • #62261 Rispondi
      AvatarCiro
      Ospite

      Gentile Dottore buonasera. Mio padre che ha 79 anni soffre da 30 anni di artrite reumatoide. Da alcuni anni quando effetti analisi cliniche presenta piastrine in un intervallo tra 105000 e 130000 e globuli bianchi tra 4000 e 4500. È un anno però che anche l’hb Tende ad abbassarsi. Agli ultimi esami ha HB 12.7, globuli rossi 5010000 e globuli bianchi 3800. Ematocrito 41 e piastrine 99000. Linfociti 1400 e neutrofili 1900. Sideremia all’ultimo esame 55. Presenta da oltre 10 anni una milza di misura 14,4 cm. Gli esami sono stati effettuati senza assunzione di farmaci nell’ultimo Periodo ( un mese dal prelievo) Volevo chiederle un parere. Grazie

    • #62263 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      L’abbassamento delle piastrine può essere dovuto ai farmaci che ha preso in tutti questi anni ma visto l’abbassamento generale dell’emocromo allora farei una ricerca del sangue occulto nelle feci.

    • #62264 Rispondi
      AvatarMassimiliano
      Ospite

      Buonasera Dottore,
      ho fatto gli esami del sangue e ho i globuli bianchi un po’ bassi. Ho 39 anni, sportivo e sto bene. Soffro di depressione ansiosa (curata con alprazolam e paroxetina). Ho un valore alto della G.P.T (105). Mi è stato detto che dipende dal farmaco. Ma i globuli bianchi?
      Devo preoccuparmi?
      WBC 3.5
      L 10^3/•L
      NE% 44.0 %
      LI% 40.1 %
      MO% 11.1 %
      EO% 4.6 %
      BA% 0.2 %
      NE# 1.5 10^3/•L
      LI# 1.4 10^3/•L
      MO# 0.4 10^3/•L
      EO# 0.2 10^3/•L
      BA# 0.0 10^3/•L
      RBC 4.72 10^6/•L
      Hgb 14.7 g/dL
      Hct 43.1 %
      MCV 91.5 fL
      MCH 31.2 pg
      MCHC 34.1 g/dL
      RDW 12.5 %
      Plt 207 10^3/•L
      MPV 8.8 fL
      @Pct 0.182 %
      @PDW 16.5
      PCR 0,7

    • #62265 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      anche il valore basso dei bianchi dipende dal farmaco.

    • #62270 Rispondi
      AvatarMassimiliano
      Ospite

      La ringrazio dottore. In realtà io sono una persona ansiosa e ho visto su internet che c’è una correlazione tra globuli bianchi bassi e leucemie e altre malattie. Io però mi sento bene, faccio sport e conduco una vita attiva.
      Mi impressiona molto cosa c’è scritto sui vari siti.Per questo chiedo se mi devo preoccupare.
      Grazie per questo servizio. Voi medici siete degli angeli.

    • #62272 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      E’ vero che chi ha una leucemia può avere i bianchi bassi (e le piastrine basse) ma non è vero che tutti quelli che hanno i bianchi bassi hanno la leucemia…..rifletta….

    • #62383 Rispondi
      AvatarValerio Valenti
      Ospite

      Buongiorno dottore, avendo alcuni valori fuori norma chiedo un suo parere:

      EMOCROMO
      GLOBULI BIANCHI : 4.10 x10^3/μl 4.00 – 11.00
      GLOBULI ROSSI : 4.24 x10^6/μl 4.50 – 6.50
      HGB : 13.8 g/dl 13.0 – 18.0
      HCT : 42 % 40 – 54
      MCV : 100 fl 76 – 96
      MCH : 32.5 pg 27.0 – 32.0

      MCHC : 32.6 g/dl 30.0 – 35.0
      PLT : 180 x10^3/μl 150 – 450
      ERITROBLASTI : 0.00 %
      NEUTROFILI : 1.85 x10^3/μl 2.00 – 7.50
      LINFOCITI : 1.75 x10^3/μl 1.50 – 5.00
      MONOCITI : 0.41 x10^3/μl 0.20 – 1.00
      EOSINOFILI: 0.06 x10^3/μl 0.04 – 0.40
      BASOFILI : 0.03 x10^3/μl 0.01 – 0.10
      Neutrofili : 45.10 %
      Linfociti : 42.70 %
      Monociti : 10.00 %
      Eosinofili : 1.50 %
      Basofili : 0.70 %

      VES : 2 mm 0 – 29

      GLUCOSIO : siero 78 mg/dl 70 – 110

      UREA : siero 44 mg/dl 17 – 43

      CREATININA : siero 1.05 mg/dl 0.50 – 1.20

      Vel. Filtr. Glomerulare (eGFR) 81 ml/min Rapportato ad una superficie
      corporea standard di 1,73 m²

      BILIRUBINA FRAZIONATA :
      BILIRUBINA TOTALE : 0.71 mg/dl < 1.20
      BILIRUBINA DIRETTA : 0.15 mg/dl 0.00 – 0.30

      COLESTEROLO : 212 mg/dl < 200
      COLESTEROLO HDL : 83 mg/dl > 35

      [0] TRIGLICERIDI : 50 mg/dl < 150
      [0] ACIDO URICO : 5.8 mg/dl 3.4 – 7.0
      [0] SODIO : siero 140 mmol/l 136 – 145
      [0] POTASSIO : siero 4.3 mmol/l 3.5 – 5.3
      [0] CLORO : siero 103 mmol/l 98 – 107
      [0] FERRO : 72 μg/dl 70 – 180
      [0] AST : 32 U/L < 50
      [0] ALT : 28 U/L < 50
      [0] ALP : 39 U/L 30 – 120
      [0] GGT : 18 U/L < 55
      [0] ESAME URINE COMPLETO
      PARAM. CHIMICO-FISICI :
      Colore : Giallo paglierino
      Aspetto : Limpido
      pH : 6.0 5.0 – 7.0
      Peso specifico : 1.021 1.010 – 1.025
      Proteine : Assenti mg/dl 0 – 15
      Glucosio : Assente mg/dl Assente
      Corpi chetonici : Assenti mg/dl Assenti
      Emoglobina : Assente mg/dl Assente
      Bilirubina : Assente mg/dl Assente
      Urobilinogeno : Assente mg/dl 0.0 – 0.2
      Nitriti : Assenti Assenti
      ELEM. CORPUSCOLATI :
      Batteri: 26 /μl 0 – 100
      PROTEINE: 7.0 g/dl 6.6 – 8.3

      ELETTROFORESI PROTEINE
      Albumina : 67.4 % 55.8 – 66.1
      Alfa 1 globuline : 3.1 % 2.9 – 4.9
      Alfa 2 globuline : 6.2 % 7.1 – 11.8
      Beta 1 globuline: 5.1 % 4.7 – 7.2
      Beta 2 globuline: 4.5 % 3.2 – 6.5
      Gamma globuline : 13.7 % 11.1 – 18.8
      Rapporto Albumina/Globuline : 2.1 1.1 – 2.4
      PCR : 0.04 mg/dl < 0.50

      In seguito, su richiesta del mmg ho effettuato un’ulteriore analisi pochi giorni dopo:

      ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
      Globuli Bianchi (WBC) 3,64 10^9/L 4,00 – 10,00 ¬
      Globuli Rossi (RBC) 4,58 10^12/L 4,70 – 5,82 ¬

      Emoglobina (Hgb) 14,7 g/dL 14,0 – 17,0
      Ematocrito (Hct) 45,4 % 43,1 – 51,5
      Volume corpuscolare medio (MCV) 99,1 fL 81,8 – 95,3 ¬
      Contenuto medio Hgb (MCH) 32,1 pg 27,3 – 32,2
      Concentrazione media Hgb (MCHC) 32,4 g/dL 31,4 – 35,9
      Distribuzione volume eritrocitario (RDW) 12,3 % 11,9 – 14,4
      Piastrine (PLT) 186 10^9/L 150 – 400
      Volume piastrinico medio (MPV) 11,8 fL 9,5 – 12,3
      PDW 15,8 fL 10,8 – 17,3
      PCT 0,2 % 0,2 – 0,4

      FORMULA LEUCOCITARIA
      Valori percentuali
      Granulociti Neutrofili 52,5 %
      Linfociti 37,9 %
      Monociti 7,1 %
      Granulociti Eosinofili 1,4 %
      Granulociti Basofili 1,1 %
      Valori assoluti
      Granulociti Neutrofili 1,91 10^9/L 2,00 – 7,00 ¬
      Linfociti 1,38 10^9/L 1,10 – 4,00
      Monociti 0,26 10^9/L 0,25 – 0,80
      Granulociti Eosinofili 0,05 10^9/L 0,00 – 0,50
      Granulociti Basofili 0,04 10^9/L 0,00 – 0,10

      SIDEREMIA 77 μg/dL 70 – 180

      FOLATI (ACIDO FOLICO) 10,1 ng/ml > 2,5

      VITAMINA B12 553 pg/ml 200 – 910

      OMOCISTEINA 11,6 μmol/L 3,0 – 15,0

      posso cortesemente chiedere il suo parere?

    • #62388 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non sono valori preoccupanti, i bianchi bassi soprattutto nella serie neutrofila possono avere una causa difficile da determinare a volte basta un farmaco o un’integratore.
      Non ci sono segni di infiammazione, tenga sotto controllo il colesterolo che tende a stare sopra i 200.

    • #62395 Rispondi
      AvatarValerio Valenti
      Ospite

      La ringrazio molto dottore. Assumo svariati integratori a coadiuvare l’attività sportiva e la palestra. Aggiungo che nell’ultimo anno ho perso 35kg, non so se la cosa sia collegata ma comunque la sua risposta è di grande conforto.
      Cordialmente

    • #63153 Rispondi
      AvatarRos
      Ospite

      Buongiorno dottore,
      mio marito da una decina d’anni ha sempre i globuli bianchi un po’ più bassi dei limiti “normali, in particolare il linfociti.
      Di solito si attestava attorno al 3,9 3,7, 3,6 su un limite passato da 4,5 a 4.
      Nelle ultime analisi fatte ha avuto un’ulteriore diminuzione passando a 3.3. su limiti di 4-11

      GBianchi 3.3 — 4-11
      GRossi 4.69 — 4.6-5.6
      Emog 14.2 — 14-18
      Ematocr 42.8 — 40-50
      MCV 91.3 –80-94
      MCH 30.2 –27-32
      RDW 13.2 — 11-14
      Piastr 207 — 150-400

      FORMULA
      Neutrofili 2.1 — 2-7.5
      Linfociti 0.9 — 1-4
      Monociti 0.2 — 0.1-1
      Eosinofili 0 — 0-0.6
      Basofili 0 — 0-0.2
      neutrofili 64%
      Linfociti 27,7%
      Monociti 6.9%
      Granul Eosin 1.1%
      Granul Basof 0.3%

      Glicemia 96 — 70-100
      uricemia 4.6 — 3.5-7.20
      Colesterolo 191
      Colesterolo hdl 43
      Trigliceridi 82 — 35-170

      Bilirubina totale 0.83 — 0.30-1.20
      Bilirubina diretta 0.20 — 0.00-0.30
      AST 20 — 1-37
      ALT 21 — 1-41
      GGT 18 — fino a 55

      Posso solo aggiungere che non ha particolari problemi di salute tranne le allergie ai pollini.

      Rifaremo una visita ematologica, ma non so che pensare, e mi preoccupo, per questi valori continuamente, seppur leggermente, in calo.
      Ringraziandola se vorrà rispondere le porgo cordiali saluti

    • #66592 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Buonasera dottore.
      Volevo chiederle un consulto sulla mia situazione ematica.
      A maggio 2020 per prassi annuale ho fatto le analisi del sangue per controllare la funzionalità renale (sono stato operato di stenosi giunto pieloureterale con modesta compromissione della funzionalità del rene sx) e queste, per quel che riguarda la funzionalità renale, sono risultate ok, ma l’èmocromo ha evidenziato:
      Leucociti 3,6 G/l 4,8 – 10,8
      Eritrociti 5,4 T/l 4,2 – 5,6
      Emoglobina 15,8 g/dl 13,0 – 17,5
      Ematocrito 48 % 37 – 54
      Volume corpuscolare medio (MCV) 88 fl 80 – 97
      Contenuto Hb medio (MCH) 29,1 pg 25,0 – 33,3
      Concentrazione Hb corp. media (MCHC) 33 g/dl 32 – 38
      Distribuzione Volume Eritrocitario (RDW) 11,5 % 11,0 – 16,5
      Piastrine 211 G/l 130 – 400
      Volume medio Piastrine (MPV) 9,0 fl 7,1 – 10,5
      FORMULA LEUCOCITARIA
      Neutrofili ↓ 36,7 % 40,0 – 78,0
      Linfociti 44,9 % 19,0 – 49,9
      Monociti ↑ 12,4 % 2,0 – 9,0
      Eosinofili 4,9 % < 7,0
      Basofili 1,1 % 0,0 – 2,0
      FORMULA LEUCOCITARIA Assoluto
      Neutrofili Assoluto ↓ 1,3 G/l 1,9 – 8,0
      Linfociti Assoluto 1,6 G/l 0,9 – 5,2
      Monociti Assoluto 0,40 G/l 0,16 – 1,00
      Eosinofili Assoluto 0,2 G/l 0,0 – 0,8
      Basofili Assoluto 0,0 G/l 0,0-0,2

      Seguendo le indicazioni del mio medico di base dopo un mese ho rifatto emocromo:
      Leucociti ↓ 4,1 G/l 4,8 – 10,8
      Eritrociti 5,3 T/l 4,2 – 5,6
      Emoglobina 15,7 g/dl 13,0 – 17,5
      Ematocrito 46 % 37 – 54
      Volume corpuscolare medio (MCV) 87 fl 80 – 97
      Contenuto Hb medio (MCH) 29,4 pg 25,0 – 33,3
      Concentrazione Hb corp. media (MCHC) 34 g/dl 32 – 38
      Distribuzione Volume Eritrocitario (RDW) 11,3 % 11,0 – 16,5
      Piastrine 171 G/l 130 – 400
      Volume medio Piastrine (MPV) 9,0 fl 7,1 – 10,5
      FORMULA LEUCOCITARIA
      Neutrofili 44,6 % 40,0 – 78,0
      Linfociti 41,4 % 19,0 – 49,9
      Monociti 8,5 % 2,0 – 9,0
      Eosinofili 4,2 % < 7,0
      Basofili 1,3 % 0,0 – 2,0
      FORMULA LEUCOCITARIA Assoluto
      Neutrofili Assoluto ↓ 1,8 G/l 1,9 – 8,0
      Linfociti Assoluto 1,7 G/l 0,9 – 5,2
      Monociti Assoluto 0,30 G/l 0,16 – 1,00
      Eosinofili Assoluto 0,2 G/l 0,0 – 0,8
      Basofili Assoluto 0,1 G/l 0,0-0,2

      Noto che i globuli bianchi a Maggio erano bassi e nel successivo sono saliti, ma sempre rimanendo sul basso.

      Aggiungo che negli anni passati sono sempre stati sopra al 4, in verità molti anni fa erano sempre sul 7 e dal 2017 si sono assestati sul 4. Inoltre tra i due esami vedo Che le piastrine sono leggermente diminuite, pur restando nei normali limiti.
      Oltre al quel problema renale non soffro di altre patologie, non assumo farmaci in maniera cronica, essendo farmacista sono molto attento alla mia salute prendendo diversi integratori e praticando sport quotidianamente ad un livello moderato.

      Chiedo se secondo il suo parere la situazione dei Leucociti è preoccupante.

      Infinite GraZie

      Massimo

    • #66626 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La situazione non preoccupa tenendo conto che nel secondo emocromo le cose vanno meglio e che si stanno aggiustando. Il valore delle piastrine non è basso, l’accoppiata bianchi e piastrine basse (ma sotto i 100.000) può indicare patologie ma non è il Suo caso.
      Inoltre nel primo emocromo aveva un valore di monociti più elevato, segno di una qualche infiammazione che poi si è risolta.
      Una curiosità: questi valori bassi bianchi sono venuti fuori dopo l’intervento al rene e quanto tempo fa è stato operato?

    • #66627 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La situazione non preoccupa tenendo conto che nel secondo emocromo le cose vanno meglio e che si stanno aggiustando. Il valore delle piastrine non è basso, l’accoppiata bianchi e piastrine basse (ma sotto i 100.000) può indicare patologie ma non è il Suo caso.
      Inoltre nel primo emocromo aveva un valore di monociti più elevato, segno di una qualche infiammazione che poi si è risolta.
      Una curiosità: questi valori bassi bianchi sono venuti fuori dopo l’intervento al rene e quanto tempo fa è stato operato?

    • #66660 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Dunque la situazione dei bianchi non deve preoccuparla , visto anche l’ultimo emocromo dove migliora.

      Il valore delle piastrine non è basso , anche se l’accoppiata bianchi piastrine bassi può denotare una patologia ma con valori sotto i 120.000 e binachi più bassi.

      Nel primo emocromo si nota anche un valore più alto dei monociti come di un’infiammazione ormai risolta.

      Lo controlli più spesso , ma senza allarmismi.

    • #66866 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Buonasera dottore e nuovamente grazie per la risposta.
      Per il suo quesito le dico che sono stato operato nel 2007 e controllando i vari emocromo pre e post intervento sono tutti sovrapponibili con una conta leucocitaria sui 7 G/l fino al 2017, anno in cui ho notato questo assestamento al ribasso sui 4. Secondo lei ci può essere q Posso solo aggiungere che dal 2017 seguo un protocollo di integrazione a supporto delle difese immunitarie con vit. c, zinco ed echinacea che assumo da ottobre/novembre fino a primavera; e devo dire che da quando faccio questo non ho più preso l’influenza, che invece mi colpiva puntualmente ogni anno.

    • #66867 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Buonasera dottore e grazie molte per la risposta.
      Per quanto riguarda il rene sono stato operato nel 2007, e, spulciando i vari emocromo pre e post intervento, la conta leucocitaria è sempre stata sui 7 G/l fino al 2017, anno in cui ho notato questa conta al ribasso assestandosi sui 4. Secondo lei ci può essere qualche correlazione?
      Aggiungo inoltre che da un paio d’anni seguo un protocollo di integrazione a supporto delle difese immunitarie assumendo vit c 1g, zinco, echinacea e vit d 2000 ogni mattina da Novembre fino a primavera e devo dire che non ho più preso l’influenza..cosa che prima mi colpiva ogni inverno.

      Ringraziandola nuovamente,

      Saluti

    • #66881 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Cosa ha inserito nel 2017; qualche farmaco o integratore che può aver influito sulla produzione midollare?
      Bene il protocollo preventivo ma controlli il valore della vitamina D.

    • #66890 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Dal 2017 non ho inserito nulla di particolare, ho peró modificato il mio stile di vita, passando ad una alimentazione più sana, praticando molto sport e ho perso in tre anni una decina di chili ristabilendo il mio peso forma, prima ero in sovrappeso.
      Da ultimo controllo in Maggio la vitamina D è risultata 60. Ho sospeso l’assunzione a fine Aprile come ogni anno. Un’eccesso può essere nocivo? Da analisi leggo “normalità >30” senza che ci sia un limite alto.
      Grazie dottore gentilissimo

    • #66906 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Un eccesso (sopra i 100) può essere tossico.
      Il cambio di stile può aver influenzato anche il midollo, ma la situazione è sotto controllo.

    • #66908 Rispondi
      AvatarMassimo
      Ospite

      Perfetto dottore, terrò monitorato senza allarmismi.

      Grazie molte.

    • #66923 Rispondi
      AvatarDaniele
      Ospite

      Buonasera dottore, negli ultimi esami ho riscontrato 2,9 di leucociti 1,7 di granulociti neutrofili , 0,8 di linfociti e 0,2 di monociti.
      Il resto tutto nella norma, sono donatore avis, a Maggio avevo 2,8 di leucociti e 1,0 di linfociti, questi esami sono invece di luglio.
      Mi devo preoccupare? Di salute sto bene solo qualche episodio di mal di stomaco e diarrea. Secondo lei come è meglio procedere ? Il medico mi dice di rifare gli esami tra un mese e vedere come va..grazie

    • #66963 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Si tratta di un’abbassamento delle difese immunitarie che vanno rinforzate, cominciando a prendere probiotici; niente di preoccupante ma segua il consiglio del Suo medico.

    • #70948 Rispondi
      AvatarIvan
      Ospite

      Buonasera Dott. da tempo ormai 4 o forse 5 anni hola formula invertita..con 600 di neutrofili e 4000 di globuli bianchi ..piastrine ,emoglobina tutto nella norma …ho fatto la tipizzazione e no hanno trovato niente ,ho fatto la biopsia del midollo e no hanno trovato nulla ..in sintesi mi hanno detto che soffro di la sindrome mielodisplástica ..non ho nessun sintomo ,tutti i valori del sangue sono normali ,soltanto la formula invertita da 4 anni certi ,ma senza sintomi ,niente dolori niente di niente ..ho fatto i controlli x qualsiasi infezione e no hanno trovato nulla ..allora la mia domanda è ..posso provare a fare altri tipi di accertamenti? l’unica cosa che magari ho da almeno 6 anni e la paradontite crónica ..ma l’ematologo che mi ha visitato ha detto che nn c’entra nulla ..cosa posso fare ? magari un ulteriore parere mi fa piacere ..grazie mille

    • #70967 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha linfonodi ingrossati o attivi? Prende farmaci o integratori?
      Con questi valori non ha di che preoccuparsi; faccia per completezza un LDH.

    • #70994 Rispondi
      AvatarIvan
      Ospite

      Grazie x la sua risposta Dott.
      no ,non ho i linfonodi ingrossati ,niente di niente ..nessun sintomo ,la cosa sorprendente è che ho da almeno 5 anni questi valori ma durante questi tempo nessun sintomo ,sempre bene ,giusto qualche febbricola 2/3 volte al anno che spariva con la Tachipirina …a breve lo faccio il LDH ,grazie mille

Visualizzazione 240 filoni di risposte
Rispondi a: Globuli bianchi bassi
Le tue informazioni:




Cosa può provocare l’azotemia alta?

Azotemia : cosa è, cosa vuol dire

L’azotemia è il tasso della quantità di azoto presente nel sangue ed indica con precisione la funzionalità dei reni; valori diversi da quelli di riferimento indicano una imperfetta depurazione del sangue da parte dei reni.

L’ azotemia indica il livello di azoto non proteico nel sangue. Per un approfondimento sulla differenza fra azoto proteico e non proteico potete consultare l’ultimo paragrafo dell’articolo. I tipi di azoto non proteico sui quali si indaga comunemente sono:

  • azotemia nel sangue: livello normale far 22 e 46 mg per decilitro di sangue
  • azoto ureico (BUN): livello normale fra 10,3 e 21,4 mg per decilitro di sangue
  • creatinina: livello normale fra 0,7 e 1,4 mg per decilitro di sangue

Perché ci sono così tanti metodi di misurazione? I composti non proteici dell’azoto derivano da numerosi processi metabolici e sono influenzati da diversi fattori, che possono riguardare la dieta, l’attività fisica e le condizioni di salute dei vari organi e tessuti coinvolti nei processi metabolici cruciali per l’azotemia.

Se l’azotemia è alta, si va ad analizzare la sua concentrazione nel sangue ma anche nel siero e la si confronta con i livelli di creatinina: in questo modo si riesce a vedere qual è l’organo che non sta svolgendo bene il suo lavoro e si può mettere a punto un’eventuale terapia.

Il controllo dell’azotemia è molto importante per la salute umana ma anche per quella animale (si veda l’approfondimento relativo alla fine dell’articolo). L’azotemia infatti indica se il nostro organismo sta svolgendo bene tutte le operazioni necessarie a liberarsi dalle scorie. Un accumulo di scorie può portare in breve tempo al coma e alla morte per intossicazione.

L’esame dell’azotemia consiste in realtà la misurazione della quantità di urea nel sangue che, soprattutto nei Paesi anglosassoni, viene poi espresso come B.U.N. (Blood Urea Nitrogen, o azoto ureico) a seguito di un semplice calcolo matematico che tiene in considerazione il peso dell’azoto rispetto a quello totale della molecola di urea che lo contiene. Perchè è importante conoscere questo valore?

Le proteine che assumiamo con la dieta contengono mediamente il 16% in peso di azoto; una parte di queste proteine viene sfruttata dall’organismo per costruire nuove proteine in base alle necessità, mentre la parte restante viene distrutta nel fegato.

L’azoto proveniente dallo smaltimento delle proteine (vecchie o nuove) viene riversato nel sangue sotto forma di urea (una sostanza di scarto) grazie al fegato, in questo modo i reni saranno in grado di prelevarla ed eliminarla attraverso le urine.

Conoscere questo valore ci permette quindi di avere indicazioni affidabili sulla salute e sul buon funzionamento dei reni, perchè se i valori sono più alti del normale significa che l’organismo non riesce a smaltire adeguatamente l’urea e l’azoto in essa contenuto.

Azotemia
Misurare l’azotemia è importante per capire la funzionalità dei reni e del fegato

Azotemia alta: cosa significa e quali sono le cause

Un alto livello di azotemia può derivare da:

  • dieta molto ricca di proteine;
  • disidratazione: può essere causata da vomito, diarrea, scarsa assunzione di liquidi, scompenso cardiaco, sudorazione, intensa attività fisica;
  • digiuno;
  • gravidanza;
  • ostacoli ad urinare (come in casi di calcoli o di prostata ingrossata);
  • diminuzione di afflusso di sangue ai reni (ad esempio in caso di traumi, ustioni ed emorragie).

In caso di azotemia alta, vanno solitamente eseguiti altri esami di laboratorio per circoscrivere la causa dell’azotemia alta.

Azotemia alta: le cure

A seconda del fattore che è responsabile dell’azotemia alta, la cura si rivolgerà a guarire un organo o un altro.

Azotemia bassa: cosa significa e quali sono la cause

Un basso livello di azotemia può derivare da:

  • dieta molto povera di proteine;
  • iperidratazione;
  • insufficienza epatica;
  • danni renali

Azotemia bassa: le cure

Come nel caso dell’azotemia alta, anche per l’azotemia bassa abbiamo una vasta gamma di possibili cause e va ricercata con precisione l’origine del problema, in modo da poter approntare una terapia ad hoc.

AZOTEMIA : quando fare il test

I livelli di azotemia troppo alti o troppo bassi sono correlati sia a situazioni contingenti (come l’esercizio fisico o un errore nella dieta) sia a patologie principalmente a carico di reni e fegato.

L’esame verrà prescritto se si sospetta questa seconda ipotesi, ovvero se il paziente presenta i sintomi di epatite o di insufficienza renale. Fra i sintomi principali di queste due patologie ricordiamo:

  • minzione frequente: il paziente ha stimolo ad urinare spesso, solitamente in seguito a sete continua;
  • anomalie nell’urina: l’urina può apparire scura, contenere sangue, avere un aspetto schiumoso;
  • dolore alle articolazioni;
  • dolore alle ossa;
  • mal di schiena;
  • frequenti crampi muscolari;
  • sensazione di gambe affaticate o sindrome da gambe senza riposo;
  • affaticamento, stanchezza e spossatezza;
  • problemi col sonno (fatica ad addormentarsi e riaddormentarsi, riscegli notturni, sonnolenza diurna);
  • calo dell’appetito o scomparsa dell’appetito;
  • gonfiore, localizzato soprattutto alle estremità, come mani e piedi;
  • prurito immotivato.

AZOTEMIA : come leggere i risultati

Un livello di azotemia troppo alto può indicare problemi di insufficienza a cuore e reni, shock, emorragia lungo il tubo digerente, problemi al tratto urinario.

Un livello di azotemia basso può derivare da epatite.

Attenzione, però: alcune condizioni fisiologiche, come: gravidanza, età infantile o età avanzata, possono falsare il test, quindi il medico va informato se vi sia una gravidanza in corso.

Altre cause contingenti possono essere una eccessiva idratazione o al contrario un’idratazione troppo scarsa, la malnutrizione, intesa come dieta troppo ricca o troppo povera di proteine; anche l’uso di steroidi falsa i livelli di azotemia, così come ustioni particolarmente gravi ed estese. In tutti questi casi è bene informare il medico dei possibili fattori di disturbo del risultato del test.

AZOTEMIA : L’insufficienza renale

I livelli di azotemia vengono misurati principalmente per scoprire e bloccare il più precocemente possibile problemi renali, in particolare l’insufficienza renale. Perché c’è tanta attenzione a questa patologia? L’insufficienza renale è una malattia giustamente temuta poiché è irreversibile.

Il rene è un doppio organo costituito da piccole unità-filtro, dette glomeruli. C’è un dato numero di glomeruli per rene: i glomeruli si spartiscono il lavoro di filtraggio equamente e se un glomerulo muore o viene danneggiato, il suo carico di lavoro viene redistribuito fra i glomeruli rimanenti.

I glomeruli sono altamente efficienti, infatti il rene è uno degli organi che si può donare anche in vita poiché è possibile sopravvivere bene anche con un solo rene funzionante. Il problema dei reni è che i glomeruli, una volta morti, non si possono sostituire.

Se la funzionalità renale cala, i pochi glomeruli rimasti possono arrivare a doversi sobbarcare in pochi così tanto lavoro che iniziano a deperire e a morire, in un circolo vizioso che rende i superstiti sempre meno numerosi e sempre più oberati. In caso di insufficienza cardiaca grave, i glomeruli muoiono sempre più velocemente.

Quando i reni hanno la funzionalità ridotta, questo va ad influenzare negativamente molti processi fisiologici, dal metabolismo alla regolazione della pressione sanguigna. Il problema più tragico dell’insufficienza renale deriva dal fatti che il sangue non viene filtrato e le tossine (cioè i composti azotati) non vengono eliminati.

A causa di problemi renali molto gravi, alcuni pazienti vengono sottoposti a dialisi in attesa di trapianto. La dialisi è una terapia in cui una macchina sostituisce la funzione di pulizia dei reni: tutto il sangue viene estratto dal corpo, filtrato, e reintrodotto nel corpo.

Si tratta di una terapia di sopravvivenza che abbassa molto la qualità della vita e che viene praticata perché l’insufficienza renale è una delle poche malattie attualmente mortali e incurabili. Per questo motivo è bene trattare con serietà le avvisaglie di problemi ai reni: prima si riesce a fermare l’eventuale processo degenerativo dei glomeruli, più favorevole sarà la prognosi.

 

Azotemia : per saperne di più

Azoto proteico e non proteico: l’azoto (elemento chimico con simbolo N) è presente in numerosi processi del nostro organismo. Per distinguere l’utilizzo che il nostro corpo ne fa, viene suddiviso in azoto proteico, utilizzato all’interno della struttura molecolare degli amminoacidi e quindi delle proteine, e azoto non proteico, presente nelle sostanze di scarto. Di seguito vediamo i due esempi principali di azoto proteico e non proteico:

Amminoacidi: sono le unità di base per creare le proteine. Hanno una struttura centrale comune formata da un gruppo amminico uguale per tutti (–NH2) a base di azoto, un gruppo carbossilico uguale per tutti (–COOH) e il gruppo R, diverso per ogni amminoacido.

Urea (CH4N2O): negli animali terrestri, ad eccezione degli uccelli e di alcuni rettili, l’urea è la sostanza usata per scartare i prodotti azotati che restano come residui inutilizzati alla fine dei nostri processi metabolici.

Tutte le cellule rilasciano i loro scarti di urea nel sangue: da qui raggiungono i reni e vengono espulsi attraverso l’urina (una piccola parte viene lasciata traspirare attraverso la sudorazione). L’urea è il principale prodotto di scarto delle proteine esogene (quindi provenienti dall’esterno del nostro corpo, attraverso l’alimentazione) e delle proteine endogene (cioè presenti all’interno del nostro corpo, nei vari tessuti).

Creatinina (C4H7N3O): è il prodotto di scarto del metabolismo muscolare. Viene espulso inalterato dai reni attraverso l’urina.

Ammoniaca (NH3)): è un composto dell’azoto che in natura si presenta come un gas incolore. Industrialmente viene distribuita spesso in soluzione acquosa (come l’ammoniaca usata per le pulizie) e nel nostro corpo si forma durante numerosi processi metabolici. Un alto tasso di ammoniaca nel sangue è sintomo di problemi al fegato o al cuore.

Azotemia nel cane e nel gatto: gli animali domestici possono andare incontro, con l’avanzare dell’età, a problemi legati all’azotemia alta. Pensiamo infatti che un cane o un gatto di casa, se vivono un’esistenza protetta, possono facilmente superare i 20 anni di età. Come accade per l’uomo occidentale che vive nell’attuale livello di civilizzazione, l’aspettativa di vita aumenta come mai prima nella storia.

L’alimentazione è quotidiana, senza dover cacciare cibo o essere vittima di raccolti fallimentari; non ci sono pericoli di venire predati da altri animali; alcuni grandi mali sono debellati con medicine e vaccini. Come l’uomo, anche i cani e i gatti possono vivere molto più dei loro antenati del secolo scorso e questo li porta a conoscere i malanni della vecchiaia, fra cui la temibile insufficienza renale.

Cani e gatti, oltre a diventare molto vecchi, sono spesso alimentati da cibo industriale che può essere mal bilanciato e andare incontro a una nutrizione che, per anni, affatica stomaco, intestino e reni, senza che ci siano segni visibili. Poiché i reni sono impossibili da far guarire, una volta che iniziano a funzionare male si va inesorabilmente verso l’insufficienza renale.

Quando l’insufficienza è grave, si va incontro ad intossicazione, coma e morte. Chi ha animali vecchi, è bene che faccia controllare l’azotemia ai primi sintomi di malfunzionamento dei reni (alito cattivo, pelle poco elastica, minzione frequente, sete).

BIBLIOGRAFIA E FONTI PER APPROFONDIRE :

http://emedicine.medscape.com/article/238545-overview
http://www.medicinenet.com/script/main/art.asp?articlekey=2412
http://emedicine.medscape.com/article/238545-overview
http://www.healthline.com/health/blood-urea-nitrogen-test#Overview1
http://www.mayoclinic.org/tests-procedures/blood-urea-nitrogen/details/results/rsc-20211280
http://www.medicinenet.com/kidney_failure/article.htm
http://ulbld.lf1.cuni.cz/file/1786/non-protein-nitrogen1415-theory.pdf
http://www.merckvetmanual.com/mvm/urinary_system/noninfectious_diseases_of_the_urinary_system_in_small_animals/renal_dysfunction_in_small_animals.html

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

DAL NOSTRO FORUM

  • Questo topic ha 13 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni fa da Dr DrummaDr Drumma.
Visualizzazione 13 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #335 Rispondi
      Avatarfranco
      Membro

      Mi sono fatto le analisi del sangue ed ho tutti i valori nella norma tranne uno l’azotemia che risulta essere 54 mentre i valori normali si aggirano, per l’uomo, da 15 a 45.
      Ho rifatto il controllo ad un mese di distanza e risultano essere 52, mentre tutti gli altri valori comtresi transaminasi (GOT-GPT e GAMMA GT), Bilirubina e Creatinina sono compresi nei valori normali.
      Da cosa può dipendere?

    • #3195 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Forse mangi troppe proteine …..riduci la carne

      drumma

    • #24478 Rispondi
      Avatarsilvia
      Ospite

      Salve, ho eseguito da poco le analisi del sangue e ci sono alcuni valori non nella norma.
      L’emocromo risulta nella norma tranne due valori: MPV 12.20 Fl- P-LCR 44.00%.
      Il resto nella norma GLOBULI ROSSI 4.43- HGB 12.30- PLT 228.00- GLOBULI BIANCHI 4.28- VIT D 103.00- AST 31.00- ALT 29.00- COLESTEROLO 184- HDL 56- LDL 118- TRIGLICERIDI 50- CREATININA 0.82 mg/dl- URICEMIA 3.4 mg/dl- CALCEMIA 9.1 mg/dl (v.di rif. 8.6-10.6)- TSH 2.68- FT3 2.98- FT4 1.07.
      Anche TEMPO DI PROTOMBINA 10.60 sec- Attività 99.00% e INR 1.01-
      TEMPO DI TROMBOPLASTINA PARZ 27.20 sec- RATIO 0.97- FIBRINOGENO 366 mg/dL
      FATTORE V 129.00%- FATTORE VII 107%- FATTORE X 107%- VELENO DI VIPERA RUSSEL 0.85 ratio-SILICA CLOTTING TIME 0.89 ratio
      I valori che non risultano nella norma sono VES: 35.00- INDICE DI EMOLISI 15.00 e dovrebbe essere < 15-
      INDICE DI TORBIDITA’ 20.00 e dovrebbe essere < 20- INDICE DI ITTERO 2 e dovrebbe essere < 2.
      Per quanto riguarda l’elettroforesi delle proteine risultano nella norma: PROTEINE TOTALI: 7.50- RAPPORTO A/G 1.17 e risultano nella norma anche albumine, globuline ecc tranne le GAMMA 1.57 g/dL (ma non c’è il valore di riferimento) le % invece sono nella norma 20.90% (12-22.5).
      Le gamma erano risultate alterate anche nelle analisi del 2015: Gamma globuline 1.43 g/dl val.di riferimento 0.60-1.10 g/dl
      Sono state eseguite le analisi delle proteine di bence jones prima erano risultate 0.001. Le catene risultavano: IMMUNOGLOBULINE CATENE KAPPA 3.62 g/l (1.38-3.75) e le IMMUNOGLOBULINE CATENE LAMBDA 2.58 g/l (0.93-2.42). Poi in seguito ho rifatto le proteine di bence jones nelle urine e sono risultate negative.
      Ho anche dei dubbi su AZOTEMIA 46 mg/dl (v.di rif 10-50)-PCR QUANTITATIVA 0.16 mg/dl (v.di rif <0.50) che nonostante dai valori di riferimento risultino nella norma,ho letto varie notizie su internet che l’azotemia dovrebbe essere max 46 quindi e’ al limite e la PCR dovrebbe essere meno di 5 mg/L.
      Potete aiutarmi a capire,in pratica risulta tutto nella norma tranne Ves,gamma globuline e al limite azotemia e forse pcr.Cosa potrebbe esserci che non va?
      Oltre a tiroidite di hashimoto,ernie e una lieve insufficienza mitralica e tricuspidale non soffro di altro neanche di mal di gola o cose simili. Ringrazio anticipatamente per la risposta.

    • #24490 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Le analisi non sono male, considerando anche le patologie che menziona e che giustificano una VES leggermente alterata ma con PCR normale.
      L’azotemia, indice di funzionalità renale va letta insieme alla creatinina e ad alti valori perché troppo influenzata dall’alimentazione proteica, ma comunque nella norma.
      Il resto è a posto.

    • #24523 Rispondi
      Avatarsilvia
      Ospite

      Grazie per la risposta. La creatinina risulta essere 0.82 mg/dl quindi nella norma, ma quali sono gli altri valori con i quali deve essere letta l’azotemia? Così appena rifaccio le analisi includo anche quelle. Per le gamma che continuano ad essere alterate 1.57 g/dL e già lo erano nel 2015 non mi devo preoccupare? Non hanno significato patologico?

    • #24538 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Con l’azotemia faccia creatinina, sodio, potassio.
      Le gamma rappresentano le immunoglobuline (gli anticorpi) e in una situazione come la sua è normale che siano un po alte;
      per verificare può fare le specifiche gammaglobuline: IgG, IgM e IgA.

    • #24560 Rispondi
      AvatarSilvia
      Ospite

      Creatinina e potassio sono risultati nella norma, rispettivamente 0.82 mg/dl e 4.60 mEq/L. Manca il sodio. Avendo fatto l’elettroforesi delle proteine le IgG, IgM e IgA non dovevano essere compresi nelle stesse? Oppure è un esame che deve essere richiesto a parte? Ha un nome?
      Quindi Ves e le gamma alte potrebbero essere ricondotte alla tiroidite?

    • #24580 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Esatto. Quindi nessun problema renale. Nelle gamma del quadro sono comprese tutte le classi nella loro somma; deve richiedere specificatamente le IgG, le IgM e le IgA singole.

    • #24591 Rispondi
      Avatarsilvia
      Ospite

      grazie mille.Mentre le beta 1 globuline sono al limite minimo 6 % (val di rif 6-12.5)
      0.45 g/dl queste potrebbero essere un problema?
      Anche il TSH è aumentato nel tempo, Maggio 2015 1.78 uUI/ml—Novembre 2015 1.951 uUI/ml– Novembre 2016 2.68 mUI/L cosa singnifica?Lamento da più di un anno disfagia, cioe’ mi strozzo spesso mentre mangio, e ho un nodo alla gola quando dormo.Non so se possono essere ricondotti alla tiroidite questi sintomi perché ho dei noduli ma i medici mi dicono che non è dovuto a quello e non soffro nemmeno di reflusso perché non ho rigurgito.

    • #24592 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha fatto un’ecografia alla tiroide? E misuri l’ft3 e l’ft4 che potrebbero essere aumentati.

    • #24593 Rispondi
      Avatarsilvia
      Ospite

      Si ho fatto eco tiroide e segnala solo una formazione nodulare a destra diam 3.4×1.5 cm e anche ft3 2.98 pg/ml (2.20-4.20) e ft4 1.07 ng/dl (0.80-1.70).Solo che la gola mi chiude a sinistra non a destra del nodulo..e’ come se avessi mezza gola chiusa a sinistra e quindi mangio mi affogo facilmente,non ho la trachea deviata e nessuno mi sa spiegare cosa potrebbe essere..

    • #24594 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Ha fatto una visita otorinolaringoiatria?
      Forse è un problema di laringe.

    • #24600 Rispondi
      Avatarsilvia
      Ospite

      Si sono già stata dall’otorino un anno fa quando accusavo questi disturbi e mi ha detto che non c’era nulla di strano.Ho fatto un rx trachea,esofago,stomaco e duodeno e neanche qui e’ stato rilevato nulla di anomalo, lo stesso vale per rmn collo, solo che in quest’ultima sono stati rilevati Linfonodi infracentrimetrici in sede sottomandibolare bilateralmente ed iugo-digastrica a destra e non so se hanno significato patologico. Ho un po’ di raucedine e tosse soprattutto quando mangio o rido.

    • #24604 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Se hanno trovato linfonodi ingrossati in zona, allora il fastidio può dipendere da quelli, non credo dalla tiroide.

Visualizzazione 13 filoni di risposte
Rispondi a: Azotemia
Le tue informazioni:




Testato esame del sangue che trova il tumore 4 anni prima che si manifesti

Da oggi è possibile scoprire 5 dei tumori più comuni e difficili da trattare con quattro anni di anticipo rispetto a quanto è possibile fare oggi, attraverso l’analisi del sangue.

Lo sostiene uno studio pubblicato oggi su Nature Communications, coordinato dall’Università della California di San Diego e condotto insieme a diverse università cinesi. Il nuovo test sperimentale che si chiama PanSeer riconosce precocemente nel 91% dei casi, i tumori di stomaco, esofago, colon retto, polmoni e fegato in persone senza sintomi, e in futuro potrebbe entrare nella routine delle analisi di controllo

Lo riportano in Italia i quotidiani La Repubblica, Il sole24ore, e l’Agenzia Ansa

esami-sangue-tumore-PanSeer

I risultati preliminari mostrano che PanSeer rileva cinque tipi comuni di cancro nell’88% dei pazienti post-diagnosi con una specificità del 96%. E dimostrano anche che PanSeer rileva il cancro nel 95% di individui asintomatici a cui poi è stata fatta una diagnosi di cancro.

Il nuovo sistema, ancora lungi dal poter essere impiegato nella pratica clinica, si aggiunge ad altri promettenti test che sono in fase di sviluppo o validazione. Nello specifico, PanSeer sembra poter identificare i tumori di stomaco, esofago, colon retto, polmoni e fegato con un’affidabilità media del 91%. Va sottolineato, però, che per confermare queste potenzialità sarà necessario attendere i risultati dello studio su larga scala.

L’idea: cercare la firma del tumore nel Dna circolante

Come altre biopsie liquide, il sistema rileva dei “segnali” nel Dna già associati ai tumori: si tratta di metilazioni, cioè modifiche chimiche (la sequenza delle “lettere” resta la stessa, ma cambia la struttura) in grado di modulare l’espressione dei geni. PanSeer ha analizzato il Dna tumorale circolante metilato (ctmDNA), interrogando oltre 12 mila schemi di metilazione e utilizzando, tra gli altri, i dati del Cancer Genome Atlas.

Lo studio

Non si tratta certamente, rilevano i ricercatori, di ‘indovinare’ se una persona si ammalerà: il test va a cercare segnali, estremamente precoci, di un cambiamento in atto nel modo in cui si replica il Dna. La tecnica ricerca nel sangue le firme della metilazione, ossia del processo che in condizioni normali accompagna la replicazione del Dna, ma che in presenza di tumori può subire delle alterazioni.

La tecnica è stata messa alla prova su 605 individui asintomatici, a 191 dei quali in seguito è stato diagnosticato un tumore. A questi test si sono aggiunti quelli condotti su 223 persone con tumore e su 200 tessuti tumorali. Il risultato è stato incoraggiante perché ha dimostrato di poter fare una diagnosi per cinque forme diffuse di tumore.

Lo studio (Taizhou Longitudinal Study), guidato da Kun Zhang, coinvolge circa 120 mila persone, arruolate tra il 2008 e il 2018. All’inizio sono stati raccolti i campioni di sangue di tutti i partecipanti, che sono stati monitorati nell’arco dei dieci anni. Oltre 1.300 campioni sono stati usati in modo casuale per “allenare” il test. “Ogni partecipante – ha spiegato Zhang – ha donato il sangue per la ricerca durante tutto il decennio, sottoponendosi a regolari controlli medici. Sono stati ottenuti circa 1,6 milioni di campioni. In caso di diagnosi positiva al cancro abbiamo confrontato il sangue fino a quattro anni prima della comparsa dei sintomi”.

Il concetto è quello di ricercare “segnali” comuni sulle persone che poi si sono effettivamente ammalate anche a 4 anni di distanza dai prelievi.

I risultati

Quelli presentati oggi sono i risultati preliminari, basati sull’analisi del sangue di 605 persone, di cui 191 hanno avuto una diagnosi di cancro allo stomaco, all’esofago, al colon-retto, ai polmoni o al fegato nei 4 anni successivi al prelievo. Gli scienziati hanno anche analizzato il sangue di altre 223 persone già diagnosticate, di 200 tumori primari e campioni di tessuto sano.

Secondo i dati riportati, la tecnica è stata in grado di identificare l’88% di questi tumori nelle persone già diagnosticate, con una specificità (la capacità di non dare falsi negativi) del 96%. Nelle persone asintomatiche, il tumore è stato osservato nel 95% di chi ha ricevuto solo in seguito la diagnosi, dimostrando in questo modo che è possibile individuare un cancro fino a 4 anni prima rispetto a quando viene scoperto oggi.

È improbabile – sottolinea  Zhang – che il test predica lo sviluppo futuro di tumori; più probabilmente identifica tumori in fase di crescita ma che sono asintomatici e non rilevabili dalle metodiche di screening attuali. 

ORMONE DELLA CRESCITA (GH): ecco come funziona

L’ormone GH, conosciuto anche come ormone somatotropo, somatotropina o, ormone della crescita, è un ormone di natura peptidica costituito da 191 aminoacidi.

Questo ormone viene secreto a livello ipofisario e, più precisamente, dalle cellule somatotrope dell’adenoipofisi, ovvero la porzione anteriore dell’ipofisi.

Il GH, viene comunemente chiamato “ormone della crescita” proprio per la sua funzione principale.

Esso, infatti, favorisce la crescita e lo sviluppo dell’organismo umano, attraverso la stimolazione della proliferazione cellulare e la modulazione del metabolismo di lipidi, carboidrati e proteine.

L’ormone GH, inoltre, viene anche definito come ormone dello stress.

I suoi livelli aumentano dopo un forte stress emotivo, ma anche in seguito ad un prolungato periodo di digiuno per stimolare la mobilizzazione delle riserve energetiche.

Il GH, infatti, aumenta la concentrazione ematica di glucosio e stimola la degradazione dei trigliceridi, con liberazione di acidi grassi liberi.

Questi ultimi verranno poi degradati e metabolizzati per fornire energia all’organismo.

Esso, inoltre, stimola la sintesi proteica e la deposizione di aminoacidi all’interno del tessuto muscolare.

ormone gh anziani
La somministrazione esogena di ormone GH negli anziani provoca un aumento della loro percentuale di massa magra e una diminuzione della massa grassa

Fisiologia

L’ormone GH viene secreto a livello dell’adenoipofisi in seguito alla stimolazione ad opera del peptide GHRH (Growth Hormone Releasing Factor- Fattore di rilascio dell’ormone della crescita), a sua volta sintetizzato a livello dell’ipotalamo.

Un altro ormone che regola il rilascio del GH, questa volta inibendolo mediante un meccanismo a feedback negativo, è la somatostatina.

La secrezione dell’ormone GH è di tipo pulsatile ed è maggiore durante le prime ore di sonno, quelle di maggiore intensità.

Nel corso della notte, infatti, sono rilevabili elevati picchi della concentrazione dell’ormone.

Una volta sintetizzato e secreto, l’ormone GH va in circolo e si lega ad una specifica proteina di trasporto, la GHBP (Growth Hormone Binding Protein- Proteina legante l’ormone della crescita).

Essa trasporta la somatotropina fino alle cellule bersaglio, dove l’ormone si lega a specifici recettori di membrana, i GHR (Growth Hormone Receptor).

Essendo, infatti, una molecola di natura proteica, la somatotropina non può entrare nella cellula attraversando la membrana plasmatica.

Essa, dunque, deve agire mediante un meccanismo di trasduzione che prevede la trasmissione del segnale attraverso il recettore.

Quest’ultimo, infatti, riceverà il segnale trasmesso dall’ormone GH e lo invierà all’interno della cellula.

I GHR sono presenti su tutte le cellule del corpo e, una volta che l’ormone GH si sarà legato al proprio recettore di membrana, si formerà il complesso recettore-ligando che porterà alla dimerizzazione dei recettori.

Si attiverà, così, una serie di meccanismi a cascata che indurrà, alla fine, una risposta intracellulare attraverso la fosforilazione di proteine citoplasmatiche ad attività tirosin chinasica.

Fasi della vita

La secrezione della somatotropina varia durante l’intero corso della vita.

La secrezione dell’ormone, infatti, è particolarmente alta durante l’infanzia, fino a raggiungere i suoi livelli massimi nell’adolescenza.

È proprio in questi periodi della vita che il nostro organismo necessita di un maggiore sviluppo e di una rapida crescita.

Anche in questa fase, tuttavia, la produzione dell’ormone GH è finemente regolata da importanti meccanismi di controllo. Anomalie genetiche, infatti, possono comportare un aumentata o una ridotta produzione dell’ormone durante l’accrescimento.

Questo può determinare, in caso di una ridotta produzione del GH, un arresto nell’accrescimento.

Un’aumentata secrezione di GH, invece, determina una grave patologia che prende il nome di gigantismo e che rappresenta un disordine di tipo endocrino-metabolico.

La patologia, come lo stesso nome suggerisce, comporta un ingrossamento anomalo di ogni parte del corpo.

In ragazzi che soffrono di insufficienza renale o di difetti nella produzione dell’ormone della crescita, vengono somministrate iniezioni dell’ormone come terapia sostitutiva.

In questo modo, essi sono favoriti nel raggiungimento di una taglia corporea e di una statura normale. Inoltre, l’integrazione con GH li aiuta a mantenere una buona massa magra ed un’adeguata resistenza e forza muscolare.

Nell’età adulta, poi, la secrezione dell’ormone inizia a diminuire, fino a dimezzarsi intorno ai 50 anni.

Essa si riduce ulteriormente negli anziani, intorno ai 70 anni d’età, quando si verifica un aumento della massa grassa ed una diminuzione della massa magra.

ormone gh gigantismo
Un’aumentata secrezione di ormone GH determina una grave patologia che prende il nome di gigantismo

DAL NOSTRO FORUM : discussioni su ormone GH

Anziani

Si è visto, infatti, che mediante la somministrazione esogena di ormone GH nei soggetti anziani, si otteneva un aumento della loro percentuale di massa magra ed una diminuzione della massa grassa.

Nonostante ciò, si è concluso che questa integrazione non fosse comunque in grado di controllare gli effetti negativi dei processi di invecchiamento sulla forza muscolare e sulla prestazione fisica del soggetto anziano.

Inoltre, l’assunzione dell’ormone della crescita per via esogena determinava anche alcuni effetti collaterali, come rigidità alle mani, malessere generale e formazione di edemi alle estremità degli arti.

Se non si ha una fisiologica diminuzione della produzione dell’ormone GH in seguito alla fase dell’accrescimento, si può andare incontro a una patologia cronica, che è l’acromegalia.

Si tratta di una malattia che provoca un ingrossamento anomalo degli arti e del viso di chi ne è affetto.

Funzioni

L’ormone della crescita svolge numerose importanti funzioni a livello dell’organismo umano. Tra queste, quella certamente di maggiore rilevanza è proprio la sua azione sulla crescita.

In particolare, il GH agisce durante le fasi dell’infanzia e dell’adolescenza, favorendo l’accrescimento di tutti i tessuti e gli organi.

In tal senso, l’ormone somatotropo, agisce soprattutto a livello degli osteoblasti, le cellule presenti nel tessuto osseo, stimolandone la proliferazione.

Il GH, inoltre, migliora l’assorbimento di calcio e fosforo, i due minerali che compongono la struttura ossea, a livello dell’intestino e del rene.

L’ormone favorisce, in questo modo, l’accrescimento in particolare delle ossa lunghe di bambini e adolescenti, determinandone così un allungamento nella statura e un aumento della struttura ossea.

Ruoli

  • Stimola la sintesi delle proteine. Questo ormone, infatti, aumenta la produzione di IGF-I (Insulin Growth Factor I), ovvero una molecola che agisce similmente all’insulina, legandosi proprio ai recettori dell’ormone. L’IGF-I stimola la crescita e lo sviluppo osseo e muscolare;
  • Aumenta i livelli di glicemia. Il GH, infatti, è un ormone controregolatore, ossia ha effetti opposti a quelli dell’insulina.
    Esso, cioè, stimola la mobilizzazione delle riserve di glicogeno dal muscolo e dal fegato per incrementare i livelli di glucosio in circolo;
  • Favorisce la maturazione sessuale, stimolando la sintesi degli ormoni steroidei;
  • Stimola l’attività degli ormoni tiroidei;
  • Stimola l’attivazione del sistema immunitario;
  • Regola il sonno;
  • Regola le funzioni renali.
    L’ormone GH, infatti, favorisce il riassorbimento di sodio a livello renale e di acqua a livello intestinale.
    In questo modo, si avrà un aumento dei fluidi extracellulari che porterà ad un aumento della pressione arteriosa;
  • Stimola la mobilizzazione degli acidi grassi e inibisce la lipogenesi;
  • Stimola la degradazione degli acidi grassi per ricavarne energia e la produzione di corpi chetonici.
    Questi ultimi, sono molecole acide che vengono prodotte dal nostro organismo quando ci sono bassi livelli di glucosio in circolo.
    I corpi chetonici vengono sintetizzati, dunque, in assenza di carboidrati e sono utilizzati dal cervello come fonte alternativa di energia al glucosio.
    Essi, infatti, sono in grado di attraversare la barriera emato-encefalica e di arrivare a livello delle cellule cerebrali.
ormone gh farmaco
Il GH migliora l’assorbimento di calcio e fosforo, i due minerali che compongono la struttura ossea

Secrezione

L’ormone GH viene secreto dall’ipofisi in seguito ad uno stimolo proveniente dall’ipotalamo. La sua secrezione è strettamente e finemente regolata.

L’ormone della crescita, infatti, non viene secreto in maniera continua, ma soltanto in specifici momenti della giornata e/o sotto stimolazione.

Innanzitutto, il GH viene stimolato da una condizione di ipoglicemia. La sua secrezione, dunque, aumenta quando ci sono bassi livelli di glucosio in circolo.

Questo perché l’ormone della crescita è un ormone anabolico, esso stimola, cioè, la degradazione delle molecole di riserva per la produzione di energia.

Anche alcuni aminoacidi stimolano la produzione ipofisaria di ormone GH. In particolare, ad esempio, l’arginina incrementa la sua secrezione.

Lo stress è un altro fattore di stimolazione per l’ormone della crescita. In condizioni di stress, infatti, si innalzano i livelli di un altro ormone, il cortisolo, che agisce con un meccanismo a feedback positivo incrementando i livelli di GH.

Lo stesso accade a opera degli ormoni tiroidei e delle prostaglandine.

Anche alcuni neurotrasmettitori determinano un incremento dell’ormone, come:

Attività fisica

Infine, un altro importante fattore che stimola la produzione della somatotropina è l’attività fisica.

In particolare, la concentrazione di ormone GH aumenta in seguito ad attività fisica anaerobica ad alta intensità ed è maggiore nelle giovani donne rispetto agli uomini.

Da alcuni studi è emerso che la secrezione di GH durante uno sforzo fisico è direttamente proporzionale alla quantità di acido lattico prodotta

Essa, infatti, è molto elevata soprattutto durante attività che comportano l’attivazione della glicolisi anaerobica, durante la quale vi è la produzione di lattato.

A tal proprosito, l’ormone della crescita è entrato in competizione con gli steroidi anabolizzanti come sostanza in grado di consentire l’aumento della massa muscolare e il miglioramento della prestazione fisica durante uno sport.

Esso, infatti, è un potente agente anabolico.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

TEMPO DI PROTROMBINA : cosa è, cosa significa

Cosa è

La protrombina, o fattore II, è una proteina sintetizzata dal fegato e contenuta all’interno del sangue: svolge una fondamentale funzione all’interno del processo di coagulazione. La protrombina ha una struttura molto complessa: è costituita da 579 aminoacidi ed è una sostanza inattiva all’interno del sangue, che viene stimolata da alcuni enzimi in caso di emorragie.

Per capire la sua funzione è necessario spiegare le fasi dell’emostasi. A seguito della rottura di un vaso sanguigno, il tessuto endoteliale, cioè il rivestimento interno di vene e arterie, rilascia delle sostanze che fanno partire la reazione di emostasi.

Fasi dell’emostasi

  1. fase vascolare: i vasi sanguigni si restringono per far diminuire l’afflusso di sangue e quindi l’emorragia, permettendo al corpo di chiudere più facilmente la ferita perdendo meno sangue durante le fasi di emostasi;
  2. fase piastrinica: le piastrine, presenti nel sangue, vengono attirate dalle sostanze rilasciate dall’endotelio danneggiato e aderiscono ai margini della ferita, formando il cosiddetto trombo bianco. Quando aderiscono si disgregano, rilasciando i granuli contenuti al loro interno, ricchi di enzimi che favoriscono la creazione di un coagulo solido;
  3. fase coagulativa: si forma il coagulo di fibrina. La fibrina è una sostanza che deriva dal fibrinogeno, una proteina che si trova nel sangue in forma inattiva. Viene attivata dagli enzimi per generare la fibrina, una vera e propria rete che salda il coagulo e ferma l’emorragia. L’enzima più importante che permette al fibrinogeno (inattivo) di diventare fibrina (attiva) è la trombina (attiva) che deriva dalla protrombina (inattiva);
  4. fase fibrinolitica: quando il tessuto dei vasi è stato riparato, vengono rilasciate sostanze che sciolgono il coagulo e la circolazione sanguigna prosegue normalmente.

È molto importante che tutti i fattori coinvolti nella emostasi e soprattutto nella fase di coagulazione siano inattivi quando non c’è bisogno di coagulare il sangue. Quando il delicato equilibrio chimico che governa la coagulazione è difettoso, si hanno malattie della coagulazione del sangue che possono portare ai due casi opposti: il sangue coagula troppo poco o non coagula (come nel caso dell’emofilia), o viceversa il sangue coagula troppo (in quel casi si hanno le trombosi).

I valori della protrombina sono uno dei dati che vengono ricercati quando si sospettano problemi legati alla coagulazione.

Tempo di protrombina e INR

Rivediamo a questo punto i passaggi principali della fase coagulativa dell’emostasi:

A monte si ha la lesione del vaso sanguigno e il conseguente rilascio di enzimi che scatenano le successive reazioni -> la protrombina (fattore II) viene trasformata in trombina (fattore IIa) -> la trombina attiva il fibrinogeno e lo trasforma in fibrina -> si forma il coagulo.

Il valore del sangue che si guarda per valutare la funzionalità della protrombina è il cosiddetto tempo di protrombina: misura quanto impiega il sangue a formare un coagulo di fibrina. Per la valutazione del tempo di protrombina, si aggiunge al campione di sangue un enzima che avvia la reazione e si cronometra il tempo necessario ad ottenere la fibrina. In un corpo sano e normale, che non assuma farmaci che influenzano la coagulazione, ci vogliono dagli 11 ai 13,5 secondi.

Data la frequenza con cui vengono sottoposti all’esame pazienti in cura con farmaci anticoagulanti (cumadin – warfarin), spesso si ricorre all’analisi si un ulteriore valore, detto INR, ovvero International Normalized Ratio.

Con questo indice si tiene conto del tempo di protrombina del paziente, del tempo normale di protrombina, delle caratteristiche del reagente utilizzato per la misurazione e i valori del tempo di protrombina per i pazienti che usano il cumadin – warfarin.

Valori normali

Per chi non assume farmaci, i valori normali sono da compresi nei seguenti intervalli:

  • tempo di protrombina: fra 11 e 13,5 secondi
  • INR: fra 0.8 e 1.1

Per chi assume anticoagulanti, si valuta l’INR, il cui valore normale sarà più elevato, solitamente fra 2.0 e 3.0

Data la grande differenza fra i valori normali di chi assume anticoagulanti e chi non ne assume, è sempre importante riferire al medico che leggerà le analisi del sangue se stiamo seguendo terapie anticoagulanti o se prendiamo altri tipi di farmaci.

Il tempo di protrombina e molte delle reazioni legate alla coagulazione sono legate a proteine che dipendono dalla vitamina K per svolgere la loro funzione regolarmente. Ogni farmaco, sostanza o integratore che modifichi i livelli di vitamina K andrà a modificare anche i risultati delle analisi del sangue.

TEMPO DI PROTROMBINA alto

Il tempo di protrombina alto significa che il sangue tende a coagulare più lentamente. Chi assume anticoagulanti, e avrà quindi un INR “normale” fra 2-0 e 3.0, avrà comunque la tendenza a coagulare più lentamente. Chi prende anticoagulanti farà riferimento all’ultimo paragrafo dell’articolo, con le avvertenze speciali. I valori più alti di quelli desiderati, cioè con un INR > 1.1 possono essere causati dalle seguenti condizioni:

Cause:

  • difetti della coagulazione;
  • patologie che colpiscono il funzionamento delle proteine coinvolte nella coagulazione;
  • malattie al fegato (che è l’organo che sintetizza la protrombina);
  • bassi livelli di vitamina K;
  • bassi valori dei fattori di coagulazione;
  • assenza di fattori della coagulazione;
  • cambiamenti nell’attività dei fattori di coagulazione;
  • presenza di sostanze che inibiscono le prestazioni dei fattori di coagulazione;
  • eccessivo dosaggio dei farmaci anticoagulanti;
  • un aumento nell’utilizzo dei fattori di coagulazione (ed esempio in caso di emorragie frequenti e/o estese).

Conseguenze:

  • facile formazione di ematomi;
  • svenimenti o sensazione di testa leggera;
  • infezioni conseguenti ad ogni rottura della pelle;
  • difficoltà a trovare la vena per prelievi e iniezioni;
  • difficoltà a fermare un’emorragia anche applicando pressione;
  • mestruazioni molto pesanti;
  • presenza di sangue nelle urine;
  • gengive sanguinanti;
  • articolazioni gonfie e/o doloranti;
  • perdita della visione;
  • anemia cronica;
  • epistassi (sangue dal naso).

TEMPO DI PROTROMBINA  basso

Un tempo di protrombina basso significa che il sangue coagula più velocemente. Fra le cause di un tempo di protrombina particolarmente basso possono esserci farmaci o alimenti che aumentano il contenuto di vitamina K, che è la vitamina che aiuta la coagulazione, ed è molto presente in alimenti come broccoli, fegato, soia, tè verde, ceci e cavolo.

Cause:

  • elevata quantità di vitamina K;
  • assunzione di alcuni farmaci, soprattutto contenenti estrogeni;

Conseguenze:

  • formazione di trombi;
  • difetti nell’anticoagulazione.

PROTROMBINA e anticoagulanti

L’INR desiderato (generalmente fra 2-0 e 3.0) è il valore ideale per chi è in terapia con anticoagulanti. Vanno però ricordate alcune informazioni importanti a coloro che usano gli anticoagulanti:

  • valori di INR normale (fra 2.0 e 3.0): anche se il valore è ideale, c’è maggiore tendenza al sanguinamento, perché il tempo di coagulazione è comunque più lento rispetto a chi non assume i farmaco;
  • valori alti (INR maggiore di 3.0): ci sono maggiori rischi di sanguinamento perché la coagulazione è eccezionalmente lenta;
  • valori bassi (INR inferiore a 2.0): ci sono rischi di trombosi perché la coagulazione è troppo veloce.
  • Valori dell’INR troppo alti o troppo bassi possono essere causati da:
  • un dosaggio errato del farmaco;
  • assunzione di bevande alcoliche;
  • assunzione di altri farmaci o integratori che modificano la funzione dell’anticoagulante (l’assunzione di vitamine, antibiotici, supplementi alimentari etc. va sempre riferito al medico);
  • assunzione di cibi che influenzano l’assorbimento del farmaco anticoagulante.

Malattie legate alla coagulazione

Spesso i difetti di coagulazione sono dovuti a particolari patologie che colpiscono il fegato, ma anche a patologie ereditarie. Ecco quali sono le principali malattie che influenzano la coagulazione.

Patologie del fegato: le epatiti, la cirrosi e il cancro al fegato compromettono la sua funzionalità. Poiché la protrombina è prodotta dal fegato, un difetto nella protrombina può derivare da un fegato affaticato o malato.

Diabete: l’eccesso di zucchero che si verifica nei pazienti diabetici altera il metabolismo dei grassi e può portare alla formazione di placche arteriosclerotiche all’interno delle arterie. Nei casi più gravi, le placche vengono riconosciute come fonti di infiammazione e il corpo reagisce cercando di coagulare il sangue attorno alla placca, generando i pericolosi trombi.

Emofilia: è una malattia genetica, famosa per aver afflitto le famiglie reali russe. Causa una riduzione dei fattori della coagulazione ed è alla base di forti emorragie che possono anche rivelarsi mortali. Chi è affetto da emofilia è spesso anemico e sviluppa ematomi anche a seguito di traumi normalmente trascurabili.

Iperomocisteinemia: è una malattia che può avere origini genetiche p essere innescata da una dieta sbilanciata e causa un’eccessiva concentrazione di omocisteina nel sangue. L’omocisteina causa un’eccessiva adesività delle piastrine e una coagulazione troppo forte, poiché aumenta i valori dei fattori di coagulazione presenti nel sangue.

Dieta e coagulazione

Elevati tempi di protrombina sono spesso legati ad una carenza di vitamina K. La vitamina K è presente in quantità consistenti nei seguenti cibi: il contenuto di vitamina è espresso in microgrammi di vitamina K ogni 100 grammi di prodotto:

  • Basilico secco: 1.714
  • Bieta: 830
  • Crescione: 541
  • Spinaci: 493
  • Broccoli: 256
  • Soia (olio di soia): 183
  • Scalogno
  • Cavoletti di Bruxelles: 140
  • Cavolo: 108
  • Lattuga: 102

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore

BIBLIOGRAFIA – PER APPROFONDIRE

https://www.drugs.com/cg/vitamin-k-in-foods.html
https://draxe.com/top-10-vitamin-k-rich-foods/
http://www.valori-alimenti.com/cerca/fillochinone-vit-k.php
http://www.patologiaclinica.net/wp-content/4°-Lez.-Coagulazione.pdf
http://www.iqb.es/monografia/fichas/ficha021.htm
https://medlineplus.gov/ency/article/003652.htm
http://www.webmd.com/a-to-z-guides/prothrombin-time#1
http://www.trombosi.org/filemanager/cms_alt/files/SALTO/Salto3/65_DIABETE_e_TROMBOSI.pdf
http://www.osservatoriomalattierare.it/emofilie
http://www.infoemofilia.info/cont/pubblica/cos-e-l-emofilia/2/emofilia.asp

DAL NOSTRO FORUM

  • Questo topic ha 10 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni, 2 mesi fa da Avatarsilvia.
Visualizzazione 5 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #22810 Rispondi
      Avatarsilvia
      Ospite

      Salve,ho 57 anni ed ho effettuato delle analisi:
      Tempo di protombina 20.0 sec.
      Attività protombinica 34.0 %
      *I.N.R. 1.9 Intervallo terapeutico: 2.5-4.5 0.0-1.5
      Tempo di tromboplastina (PTT) 28 sec. Val di riferimento: 25ʺ-40ʺ
      Antitrombina III 32.90 mg/dl Val di riferimento: 22.00-40.00
      Fibrinogeno 389 mg/ml Val di riferimento: 200 -400
      D-Dimero 268.39 ng/ml Val di riferimento: ≤ 500
      Proteina S attiva 96 % Val di riferimento: ≥ 95
      Proteina C attiva 102 % Val di riferimento: ≥ 70
      E qualche mese prima avevo effettuato anche le analisi per la funzionalità epatica:
      Got: 43 U/I (14-60)
      GPT/ALT 23 U/I (10-65)
      GAMMA GT 20 U/I (8-78)
      BILIRUBINA TOTALE 0.7 mg/dl (0.2-1.3)
      BILIRUBINA INDIRETTA 0.2 mg7dl (0.0-1.1)
      AMAILASI 59 U/I (30-110)
      AMILASI PANCREATICA 26 U/I (8-53)
      LIPASI 95 U/I (23-300)
      Le lipasi nelle analisi precedenti a queste erano uscite alterate: 76 U/l (13-60)
      L’ultima ecografia all’addome risale a piu’ di un anno fa: Fegato modicamente aumentato di dimensioni con eco struttura normoecogena.Colecisti con pareti regolari,alitiasica.Non dilatazione della VBP.Asse spleno-portale e VP nella norma. Non alterazioni morfo-volumetriche ed eco strutturali a carico di pancreas,milza e reni.Spots iperecogeni litiasici e microliatiasi endorenali bilateralmente.Aorta addominale con calibro, decorso e valori flussimetrici nella norma.Non lesioni parieto vescicali.Modesta cistoptosi.
      Vorrei avere maggiori informazioni riguardanti l’INR che potrebbe essere un indice di malfunzionamento epatico.Dovrei fare degli esami piu’ specifici?Devo preoccuparmi per questo valore alterato,puo’significare epatite,cirrosi o tumore?Grazie per la risposta.

    • #22812 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      La prima domanda è se lei prende degli anticoagulanti tipo Coumadin?
      I valori epatici sinceramente sono nella norma, escludendo solo la GOT che è una transaminasi soprattutto muscolo-cardiaca.
      Ha fatto l’emocromo? Com’è il valore delle piastrine?

      • #22824 Rispondi
        Avatarsilvia
        Ospite

        Non assumo anticoagulanti, prendo solo una volta al mese vitamina d.Ecco i risultati dell’emocromo:
        Globuli bianchi(WBC): 4.24 x10ˆ3/ul Val di riferimento: 4.00-10.00
        Globuli rossi (RBC): 4.69 x10ˆ6/ul Val di riferimento: 3.58 -6.00
        *Emoglobina (HGB)12.6 g/dl Val di riferimento: 13.0 -17.5
        Ematocrito (HCT) 43.6 % Val di riferimento: 42.0 – 54.0
        Volume globulare medio (MCV) 93.0 fl Val di riferimento: 82.0 – 98.0
        *Contenuto emoglobinico medio (MCH) 26.9 pg Val di riferimento: 27.0 – 32.0
        *Concentrazione emoglobinica media(MCHC) 28.9 % Val di riferimento: 32.0 – 37.0
        Deviazione std ampiezza RBC (RDW-SD)38.9 fl Val di riferimento: 38.7 – 45.1
        Coeff.var.amp.distr.RBC (RDW-CV)12.2 % Val di riferimento: 11.5 – 14.5
        Piastrine (PLT) 208 x10ˆ3/ul Val di riferimento: 150 – 450
        *Ampiezza distribuzione piastrine (PDW)18.3 fl Val di riferimento: 10.0 – 16.0
        *Volume piastrinico medio (MPV)13.0 fl Val di riferimento: 9.1 – 12.3
        *Percentuale grandi PLT (P-LCR)49.2 % Val di riferimento: 16.4 – 44.2
        Plastinocrito (PCT)0.27 % Val di riferimento: 0.19 – 0.38
        Formula leucocitaria:
        Neutrofili 46.7 % Val.normali: 37.0-80.0 Val.assoluti: 2 x10ˆ3/ul Val.normali: 2.00- 7.50
        Eosinofili 0.9% Val.normali: 0.0-7.0 Val.assoluti: 0,04 x10ˆ3/ul Val.normali: 0.00- 0.70
        Basofili 0,5 % Val.normali: 0.0-2.5 Val.assoluti: 0,02 x10ˆ3/ul Val.normali: 0.00- 0.10
        Linfociti 44.6 % Val.normali: 10.0-50.0 Val.assoluti: 1.89 x10ˆ3/ul Val.normali: 1.10- 3.50
        Monociti 7.3 % Val.normali: 0.0-10.0 Val.assoluti: 0,31 x10ˆ3/ul Val.normali: 0.00- 0.80
        OMOCISTEINA 30.49
        VES 38
        La GOT mi sembra sia nella norma vero?
        Mi e’ stato riferito che l INR elevato significa danno epatico ed e’ anche un problema della coagulazione.Non ho grandi sintomi a parte ematomi che mi faccio subito appena sbatto da qualche parte(è stato sempre così) ho difficoltà digestive, eruttazione,dolore alla bocca dello stomaco e un dolore alla parte del fianco destro che si dirama dietro la schiena (dolore non trafittivo).Mi saprebbe dire se devo temere qualcosa di brutto tipo epatite,cirrosi o di peggio?

    • #22836 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Non credo lei abbia queste patologie, molto più probabilmente il dolore è intestinale, tipo colon irritabile.
      L’INR è elevato indice di scarsa coagulabilità del suo sangue e giustifica gli ematomi che si provoca, ma nel suo caso è meglio che sia cosi perché contrasta con il valore dell’ omocisteina che favorisce la formazione di trombi e necessita di una cura con acido folico.

      • #22875 Rispondi
        Avatarsilvia
        Ospite

        La ringrazio per la risposta.Dovrei approfondire con delle analisi in particolare?Quali?O assumere qualche farmaco per la coagulazione o x esempio vitamina k?

    • #22885 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Può aumentare l’apporto di vitamina k consumando fegato, broccoli, ceci, tè verde, cavoli, cime di rapa e prodotti che contengono semi di soia.

      • #22901 Rispondi
        Avatarsilvia
        Ospite

        Nel caso volessi fare le analisi per l’epatite A,B,C per verificare se c’e’ il virus in atto,quali esami dovrei fare?I markers comprendono anticorpi ed antigeni e mi dicono se ho in virus in atto?Mentre per verificare la DES-G-CARBOSSIPROTOMBINA (DCP) devo chiedere di questa o degli anticorpi per DCP?

    • #22912 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Con i valori epatici che ha non credo ci sia un’epatite in atto.
      Comunque per la A: HAV IgG e HAV IgM
      per la C: anticorpi anti HCV
      per la B: HbsAg – HbsAb – HbcAb – HbeAg – HbeAb.
      per la DES deve richiedere gli anticorpi.

      • #22914 Rispondi
        Avatarsilvia
        Ospite

        per l’ omocisteina dovrei fare una cura con acido folico anche se l’ac.folico e la vit. b 12 risultano nella norma?
        Ac.folico 9.4 ng/ml val normale 3.0-17
        Vit.B12 201 pg/ml val normale 193-982

    • #22915 Rispondi
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Esatto.