Home Analisi del sangue MPV Valore piastrinico medio: volumi critici delle piastrine nel sangue

MPV Valore piastrinico medio: volumi critici delle piastrine nel sangue

MPV: cos’è

Il Volume Piastrinico Medio (MPV) è il volume medio delle piastrine ovvero la quantità media delle piastrine in un volume di sangue.

L’MPV viene calcolato in base ad una precisa unità di misura: il femtolitri (fl (femtolitri).

Questa rappresenta la misura del volume cellulare medio (MCV) ed equivale a 0,000001 miliardesimi di litro (0,000000000000001 litri).

Altri modi di rappresentare l’ MPV sono inoltre: micrometri cubi o µm3.

Il volume piastrinico medio (MPV) fa parte dell’esame emocromocitometrico completo e, come detto, identifica la quantità volumetrica media delle piastrine presenti nel sangue di un individuo.

Questo test è specifico per individuare la relazione tra la produzione di piastrine nel midollo osseo o l’incidenza della loro quantità in un volume di sangue.

Le piastrine sono una parte importante del sangue, coinvolta nel processo di coagulazione ematica.

L’ MPV rileva gli eventuali disturbi nel sangue e la conta piastrinica individua la produzione della quantità normale o meno delle piastrine.
Ad esempio, un numero basso o alto di piastrine può indicare che un individuo ha sviluppato livelli ematici anormali.
Questi potrebbero essere sintomo di un disturbo del sangue o di una condizione medica associata al midollo osseo, dove vengono prodotti i frammenti cellulari.
In relazione al MPV, un individuo può identificare un problema di salute, ancor prima di essere individuato con la sola conta piastrinica.
Lo scopo principale dei test relativi al volume e al conteggio piastrinico, è quindi quello di rilevare eventuali patologie del sangue soprattutto, a carico o per conseguenza delle piastrine.
I risultati anomali comprendono sia un volume piastrinico medio basso, che un volume piastrinico medio alto.

MPV: valori nella norma

Un normale MPV ha un numero compreso tra i 9.9 e i 15.7 femtolitri.
Più precisamente, il valore di MPV compreso tra 9.9 e 15.7 è da riferirsi all’unità di misura femtolitri (fl (femtolitri).
Ricordiamo infatti che un litro equivale ad un decimetro cubo, un millilitro a un centimetro cubo, un microlitro a un millimetro cubo e così via) è un valore normale nella maggioranza dei casi, ma è soggetta a molti fattori.
Al fine di determinare il valore più favorevole per gli individui con casi medici specifici, ci sono fattori che devono essere presi in considerazione.
Per esempio, un fattore importante, include la zona geografica in cui l’individuo risiede: le popolazioni presenti nelle zone del Mediterraneo, hanno dimostrato un MPV superiore a quella di altre regioni geografiche.

MPV alto con basso numero di piastrine (PLTS)

Un alto valore del MPV con un basso numero piastrinico, nell’esame emocromocitometrico completo, indica una condizione che porta alla distruzione massiccia delle piastrine presenti nel sangue.
Questa è una condizione patologica importante che può insorgere in questi casi, ed include la trombocitopenia immune, una condizione in cui il sistema immunitario dell’individuo combatte in modo anomalo le piastrine, distruggendole.
Nello stesso contesto, durante la gravidanza, si ha una condizione nota come preeclampsia, ossia una condizione in cui la pressione del sangue nella donna è notevolmente elevata, con livelli anormali.
Spesso questa anomalia rientra, dopo un determinato periodo di tempo, nei parametri normali dopo il parto, ma i tempi di recupero dipendono dal soggetto.

MPV alto con normale numero di piastrine (PLTS)

Un alto MPV con un normale numero piastrinico, può indicare segnali di presenza della leucemia mieloide cronica.
In questi casi il paziente presenta una sovrapproduzione di un particolare tipo di globuli bianchi, che si verifica a causa di una traformazione cancerosa nelle cellule del midollo che producono globuli rossi, altri tipi di globuli bianchi e piastrine.
Un’altra condizione patologica nota come ipertiroidismo può essere presente quando il volume piastrinico medio è alto con una normale concentrazione piastrinica, condizione in cui vi è un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei.
Quando, invece, vi sono valori più alti del normale di MPV, accompagnati da un elevato numero di piastrine,  il midollo osseo produce piastrine in eccesso.

MPV: le cure farmacologiche

In alcuni casi l’ MPV è inferiore al livello medio.
Un valore basso di valore piastrinico medio è, nella maggior parte dei casi, il risultato, di terapie e trattamenti che prevedono l’assunzione e l’uso di farmaci tossici per le cellule.
Questi farmaci tipicamente uccidono direttamente le piastrine o distruggono le cellule megacariociti presenti nel midollo osseo.
I megacariociti sono una fonte per la produzione di piastrine e se accompagnati da un numero piastrinico normale e un basso MPV, indicano un’insufficienza renale cronica.
Viceversa, se il livello del MPV è accompagnato da un elevato numero di piastrine, indicano la formazione di cellule cancerose.

MPV alto: rischio di grumi ematici

I valori dell’ MPV, non solo aiutano ad identificare eventuali condizioni mediche che necessitano di ulteriori esami, ma sono anche indicativi di eventuali pericoli per la salute.
Un alto MPV, per esempio, indica che la quantità di piastrine presenti nel sangue è superiore ai valori normali.
Questo valore indica che le piastrine hanno una maggiore tendenza alla coagulazione e all’aggregazione  tra loro.
In questi casi un individuo rischia di contrarre malattie cardiovascolari, ictus o trombosi.
In queste particolari casi a rischio può essere prescritta dal medico curante l’aspirina per le sue proprietà anticoagulanti.
MPV bassi: rischio di emorragie
In alcuni casi, l’ MPV può essere molto inferiore rispetto ai valori normali.
In questi casi il paziente potrebbe incorrere in situazioni molto gravi nelle quali il processo di coagulazione potrebbe essere compromesso.

MPV: la diagnosi correta

L’esame MPV può anche essere utilizzato per indicare la reattività delle piastrine.
Un MPV elevato è un indicatore di piastrine più reattive e del rischio di essere il risultato di un aumento illimitato delle piastrine
Questo risulta molto pericoloso per la mortalità vascolare complessiva e la possibilità di rischio di un infarto miocardico.
Ciò dimostra che gli individui con alti valori del MPV hanno maggiori probabilità di contrarre malattie ematiche, che possono portare, persino, alla morte.
L’ MPV fa parte dei cosiddetti marcatori prognostici.
Questi sono fattori che in assenza di terapia medica, si associano con la sopravvivenza ed indicano se i pazienti hanno bisogno di trattamenti sistemici o più aggressivi.
MPV
MPV Valore piastrinico medio
L’ MPV può quindi essere utile per la valutazione dei risultati di alcune condizioni cliniche come ictus e/o la patologia intestinale ischemica.
L’ MPV è usato come un marcatore prognostico per mostrare se i risultati dei pazienti, con determinate condizioni, stiano avendo un decorso favorevole o meno.
Un MPV superiore alla norma è, spesso, un indicatore di decorso non positivo in pazienti che presentano patologie cardiovascolari gravi.
Alcuni fattori di rischio cardiovascolare, come il fumo e l’ipertensione, possono influenzare notevolmente i valori dell’ MPV.
Esiste, infatti, una correlazione tra un aumento confermato dei valori del MPV e il rischio di trombosi.
Un MPV alto, come detto è spesso correlabile ad altri rischi di gravi patologie:

Solitamente i fattori di rischio aumentano in caso di paziente obeso o fumatore.

 Per approfondire:
http://www.salutarmente.it/analisi-del-sangue/mpv-alto-basso
https://it.wikipedia.org/wiki/Piastrina

 

[bbp-single-tag id=297]

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore



CONDIVIDI