Home Analisi del sangue Vitamina B12 : proprietà e controindicazioni

Vitamina B12 : proprietà e controindicazioni

La vitamina B12 svolge un ruolo fondamentale nella produzione dei globuli rossi e del loro involucro. Inoltre è utile per il metabolismo degli amminoacidi, dei grassi e dei carboidrati

49510
CONDIVIDI

La vitamina B12, chiamata anche cobalamina, è l’unico micro-nutriente contenente cobalto ed è presente nella carne, nel pesce e in percentuali ridotte nel latte e nei suoi derivati. Fu scoperta per la prima volta nel 1948 quando ricercatori del settore riuscirono a isolarla nel fegato. Subito si capì che poteva essere adoperata per curare e prevenire malattie come l’anemia perniciosa e le neuropatie. Solo dopo trent’anni di ricerca approfondite si riuscì a identificare la struttura complessa di questa molecola.

Vitamina b12 : quantità consigliata

Le linee guida italiane consigliano l’assunzione di un microgrammo di vitamina b12 al giorno, una quantità che deve essere incrementata fino a 1,2 mcg al giorno per le donne durante la fase della gravidanza e 1,5 mcg durante l’allattamento. Negli Stati Uniti queste dosi consigliate sono addirittura doppie.

Assumere integratori di sintesi o arricchiti di vitamina B12 è possibile ma è sempre preferibile valutare la questione assieme al medico curante soprattutto se si ha superato la soglia dei cinquant’anni o se si è in attesa di un bambino.

Dose quotidiana consigliate di vitamina B12 a seconda dell’età (mcg):

  • 6-12 mesi 0,7
  • 1-3 anni 0,9
  • 4-6 anni 1,1
  • 7-10 anni 1,6
  • 11-14 anni 2,2
  • Dai 15 anni in poi 2,4
  • Gravidanza 2,6
  • Allattamento 2,8

Dove si trova la vitamina B12

La vitamina B12 in natura si trova solo i microrganismi di origine animale come i batteri e gli archei possono produrre questa vitamina. Per tale ragione si trova esclusivamente in alimenti di origine animale mentre quelli vegetali ne sono quasi del tutto privi. Le scarse quantità di vitamina B12 contenute nelle verdure vengono eliminate del tutte con il loro lavaggio poiché vengono annientati i batteri capaci di sintetizzarla.

La vitamina B12 viene prodotta costantemente anche dai batteri presenti all’interno dell’intestino dell’uomo ma questo processo avviene in una zona caratterizzata da un assorbimento di principi nutritivi estremamente basso.

I maggior quantitativi di vitamina B12 si trovano:

  • nel fegato dei bovini
  • nelle uova
  • in alcuni molluschi
  • nel pesce azzurro.

I latticini ne contengono modeste quantità così come i cereali e il coccolato. Fra le carni maggiormente ricche di vitamina b12 ci sono l’anatra, il coniglio e il manzo. Sui banchi della grande distribuzione è possibile reperire cereali e bevande energetiche nelle quali la vitamina B12 viene aggiunta in maniera artificiale durante la loro produzione.

Vitamina B12
La vitamina B12 è fondamentale per il nostro organismo

Contenuto di vitamina B12 in alcuni elementi:

  • Fegato di bovino 100,0 mcg/100 grammi
  • Cozze 19,0 mcg/100 grammi
  • Sardine 11,9 mcg/100 grammi
  • Sgombro 8,0 mcg/100 grammi
  • Tuorlo d’uovo 4,9 mcg/100 grammi
  • Salmone 4,0 mcg/100 grammi
  • Mozzarella 2,1 mcg/100 grammi
  • Parmigiano 1,9 mcg/100 grammi
  • Latte UHT 0,4 mcg/100 grammi

A cosa serve la vitamina B12

La vitamina B12 svolge un ruolo fondamentale nella produzione dei globuli rossi e del loro involucro. Inoltre è utile per il metabolismo degli amminoacidi, dei grassi e dei carboidrati. La vitamina B12 ha un ruolo di prim’ordine nel corretto funzionamento delle cellule nervose, contribuisce ad attivare la produzione di rivestimenti cellulari e si comporta con un co-enzima per la sintesi del DNA e dell’RNA.

Le carenze o comunque le alterazioni importanti di presenza di vitamina B12 nell’organismo spesso dipendono da cattive abitudini alimentari. Alcune volte la causa della mancanza di B12 può essere ricondotta a particolari patologie che impediscono l’assorbimento dei principi nutritivi.

Se la carenza è notevole e prolungata nel corso del tempo può portare all’anemia megaloblastica nella quale i globuli rossi sono molto più grandi di quelli normali ma anche all’anemia perniciosa provocata da un problema di assorbimento. Inoltre si possono riscontrare disturbi al livello neurologico e psichiatrico ma anche incontinenza, demenza, debolezza generalizzata e psicosi.

Se i bambini piccoli soffrono di una carenza importante di vitamina B12, si possono riscontrare problemi di tipo motorio, capacità cognitive ridotte e danni al cervello irreversibili. Se il deficit riguarda una donna in gravidanza, il bambino potrebbe nascere prematuramente o sottopeso e nello sviluppo potrebbe presentare ritardi.

Invece mantenendo stabile il livello di vitamina B12 nell’organismo, si ottiene un effetto benefico sulla struttura ossea e sul sistema immunitario. I soggetti che hanno un eccesso di questa sostanza nel proprio organismo sono più a rischio di sviluppare forme tumorali.

Acido Folico vitamina B9
L’acido folico è molto importante per il nostro organismo

Vitamina B12 : assimilazione e immagazzinamento

La vitamina B12, prima che avvenga l’effettivo assorbimento, viene preparata da due secrezioni gastriche. Durante l’assorbimento che avviene nell’intestino, questa vitamina deve essere combinata con il calcio per avere un effetto benefico ed efficace sull’organismo. L’acido cloridrico ne favorisce la corretta assimilazione. Le persone che presentano difficoltà nella fase di assorbimento, come ad esempio i soggetti interessati da asma allergica, possono adoperare delle apposite losanghe da mettere sotto la lingua per favorire il corretto assorbimento di questa preziosa vitamina.

La B12 viene si lega successivamente alla globulina e portata a differenti tessuti mediante la circolazione sanguigna. Le più elevate concentrazioni di vitamina b12 sono nel fegato, nel cervello e nel midollo osseo. L’uso prolungato di lassativi impoverisce in maniera sostanziale le riserve dell’organismo di vitamina B12.

La B12 ha una stretta correlazione con l’acido folico ed entrambe le sostanze sono necessarie per la corretta replicazione cellulare.

Soggetti a rischio carenza Vitamina B12

Le persone maggiormente a rischio di avere carenze più o meno importanti di vitamina B12 sono gli anziani proprio a causa delle loro abitudini alimentari, i neonati allattati esclusivamente al seno, i vegetariani e soprattutto i vegani.

Anche le donne in gravidanza possono avere delle carenze dato che il feto per crescere bene necessita di un grande apporto di B12. I soggetti affetti da tumori, patologie renali o quelli che hanno avuto importanti emorragie sono a rischio.

Tuttavia anche chi segue una dieta assai equilibrata può avere delle carenze di B12 poiché è probabile che l’organismo non sia in grado di assorbirne un quantitativo sufficiente. Inoltre il calore degrada rapidamente questa vitamina e la cottura dei cibi prolungata può distruggerla completamente.

Vitamina B12: effetti benefici nelle malattie

E’ stato dimostrato che alcune patologie possono evolvere positivamente se trattate con iniezioni a base di vitamina B12. Una di queste è l’anemia perniciosa, ovvero una malattia caratterizzata dalla presenza di pochi globuli rossi nel sangue. In questo caso la B12 aiuta a sviluppare meglio i globuli rossi.

Questa vitamina è inoltre molto nota per i suoi effetti benefici in pazienti affetti da disturbi più o meno gravi al sistema nervoso o al cervello. Inoltre migliora la sindrome da affaticamento cronico e stimola l’appetito.



Anche la B12, così come l’acido folico, è risultata particolarmente efficace nel trattamento delle sindromi intestinali sprue e accelera il recupero dopo che un soggetto è stato interessato da serie infezioni virali.

Analisi del sangue Forum Vitamina B12 : proprietà e controindicazioni

Stai vedendo 10 discussioni - dal 1 al 10 (di 21 totali)
Stai vedendo 10 discussioni - dal 1 al 10 (di 21 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore