Home Analisi del sangue ACIDO FOLICO: cosa è, a cosa serve e dove si trova

ACIDO FOLICO: cosa è, a cosa serve e dove si trova

L’acido folico protegge dall’insorgenza dei melanomi e dai tumori dell’epidermide dei fumatori. Previene alcuni difetti congeniti quali il ritardo mentale e la sindrome di X fragile e se assunto regolarmente prima dell’inizio di una gravidanza abbassa notevolmente il rischio di incorrere in un aborto spontaneo

L’ acido folico protegge dall’insorgenza dei melanomi e dai tumori dell’epidermide dei fumatori. L’ acido folico previene alcuni difetti congeniti quali il ritardo mentale e la sindrome di X fragile e se assunto regolarmente prima dell’inizio di una gravidanza abbassa notevolmente il rischio di incorrere in un aborto spontaneo.

L’acido folico, detto anche vitamina B9 o folato, si adopera comunemente anche per trattare le anemie. Ha effetti benefici nel trattamento dell’idropisia, delle spure e delle ulcere dello stomaco. Contribuisce significativamente a migliorare la circolazione sanguigna e migliora la vista.

La vitamina B9 (acido folico), se assunta assieme all’acido pantotenico e a PABA, rallenta e talvolta impedisce l’incanutimento dei capelli. Durante la gestazione è necessario integrare l’alimentazione quotidiana con cibi ricchi di acido folico per evitare che lo sviluppo del feto non avvenga in maniera corretta. Se il folato viene assunto assieme alla Vitamina B12 da chi soffre di artrite, può alleviare significativamente il dolore e tutti i fastidi connessi a questa patologia.

Acido folico : che cosa è

L’acido folico e i folati sono vitamine appartenenti al gruppo B, conosciute anche con il nome di B9. Vengono definiti folati i composti presenti naturalmente nei cibi mentre col nome di acido folico si indica la molecola adoperata nei complessi vitaminici ed è frutto di una sintesi effettuata in laboratorio.

L’acido folico costituisce la forma maggiormente stabile nonché biologicamente attiva della vitamina B9. L’organismo ha un estremo bisogno di questa sostanza durante tutta la vita, soprattutto durante la formazione dell’embrione.

Acido folico : perché è importante

L’acido folico è indispensabile per la produzione del globuli rossi e per prevenire alcune particolari forme di anemia. L’acido folico assunto durante la gravidanza evita l’insorgenza di malformazioni gravi neonatali, soprattutto relative al sistema nervoso centrale nonché alle disfunzioni a carico del tubo neurale. Se il feto durante il suo sviluppo non ha sufficienti folati, si possono verificare malformazioni del cranio e malformazioni a carico del cuore.

Le quantità indicate di acido folico da assumere quotidianamente sono comprese fra i 50 e i 200 mcg e variano a seconda dell’età e dello stato di gravidanza o meno. Questa sostanza è necessaria per il midollo osseo e per il corretto funzionamento del sistema nervoso. Aiuta a trasformare le riserve proteiche in energia fruibile e per essere attivata ha bisogno di essere associata alla vitamina B12.

L’acido folico è un elemento fondamentale per gli acidi nucleici ovvero per il DNA e l’RNA che si trovano in tutte le cellule. Viene assunto con l’alimentazione e poi sintetizzato dai batteri che vivono all’interno dell’intestino. Questa sostanza viene distrutta dal calore ed è idrosolubile. Si trova naturalmente in alcuni alimenti quale il latte e i suoi derivati, nel fegato e nelle frattaglie, in alcuni tipi di frutta e verdura come i cavoli, la lattuga e i broccoli ma anche nelle uova e nella frutta secca a guscio come le noccioline e le mandorle.

Acido Folico Alimenti
L’acido folico è molto importante in gravidanza

Acido folico e alimenti : quali cibi contengono folati

Alcuni cibi contengono quantitativi elevati di folati. Ecco a voi un elenco degli alimenti più ricchi di questa sostanza. E’ bene tenere in considerazione che questa sostanza dopo la cottura viene eliminata quasi completamente. Per tale ragione sarebbe preferibile, quando è possibile, consumare gli alimenti previa cottura.

  • Lattuga a foglia larga: 1700 mcg/100g
  • Germe di grano, soia, corn flakes, lievito di birra: 1500-1200 1700 mcg/100g
  • Fegato di pollo: 800 mcg/100g
  • muesli: 650 mcg/100g
  • fegato di manzo: 560 mcg/100g
  • fiocchi di crusca di mais: 550-400 mcg/100g
  • tuorlo d’uovo: 320-200 mcg/100g
  • spinaci, zucchine: 290-180 mcg/100g
  • cavoletti di Bruxelles: 260 mcg/100g
  • barbabietole rosse: 260 mcg/100g
  • funghi secchi: 250 mcg/100g
  • asparagi, carciofi, broccoli: 240-180 mcg/100g
  • patate bollite: 90 mcg/100g
  • pomodori in conserva: 70 mcg/100g
  • arance: 60 mcg/100g
  • fagioli: 50 mcg/100g
  • cioccolato: 40 mcg/100
  • fave e lenticchie: 50-60 mcg/100g
acido folico e alimenti
L’Acido folico è fondamentale per il nostro organismo

Acido folico : quali malattie ci aiuta a prevenire

I folati, se assunti regolarmente mediante una dieta equilibrata e integrati con l’acido folico di sintesi nel caso si presentino importanti carenze, contribuisce a prevenire un gran numero di malattie più o meno gravi e allevia i disturbi di patologie croniche.

  • Anemia megaloblastica detta anche anemia perniciosa. Questa patologia insorge nel momento in cui il midollo osseo non è più in grado di produrre globuli rossi perfettamente maturi. Ciò avviene quasi sempre per un’importante carenza delle vitamine B12 e B9 oppure dopo una prolungata assunzione di farmaci chemioterapici o anti ulcera.
  • Difetti settali del cuore. L’acido folico evita che si creino delle anomalie piuttosto importanti nella parete cardiaca che separa l’atrio sinistro da quello destro.
  • Labiopalatoschitosi chiamata anche labbro leporino. In mancanza di folati durante la gestazione, il bambino alla nascita potrebbe avere il palato, il labbro o entrambi chiusi non nella corretta maniera.
  • Uropatie ostruttive. Queste patologie sono direttamente collegate a un’ostruzione delle vie urinarie che non consentono di urinare in maniera regolare con conseguenze gravi che devono essere risolte a volte in maniera chirurgica.
  • Ipoagenesia degli arti. Gli arti alla nascita potrebbero risultare non sviluppati a causa di una grave mancanza di vitamina B9.
  • Onfalocele. Si tratta della non corretta occlusione della parete del ventre dell’embrione che avviene prima della nona settimana di gestazione.
  • Difetti del tubo neurale. Se la donna in gravidanza non assume un quantitativo necessario di acido folico per soddisfare il fabbisogno del feto, il rischio è quello di avere importanti difetti nella struttura che percorre per intero la lunghezza dell’embrione che darà origine poi al cervello, alle meningi e al midollo spinale.

Acido folico (vitamina B9) : i benefici che derivano da una corretta assunzione 

Sia i folati che la vitamina B12 sono fondamentali per il controllo degli aminoacidi solforati per evitare che il feto possa sviluppare la deformazione nota con il nome di spina bifida.

L’acido folico stimola il corretto funzionamento del fegato e contribuisce a mantenere la colorazione dei capelli se associata alla vitamina B5 e all’acido para-aminobenzoico.

La vitamina B9 è necessaria per il corretto funzionamento del cervello. Non è certo un caso se è stata notata una forte carenza di questa sostanza nelle persone ritardate di mente.  L’assunzione di acido folico assieme ala vitamina B12, nota anche con il nome di cianocobalamina, contribuisce a prevenire le anemie, i disturbi di tipo fetale e allevia i dolori provocati dall’artrite.

Acido folico : quando assumere integratori

Lo stress è uno dei fattori che inibisce la corretta assunzione dei folati presenti negli alimenti. Per tale ragione sarebbe necessario assumere acido folico nei periodi nei quali si è sottoposti a forte stress. Gli alcolisti o comunque chi consuma grandi quantitativi di alcool inibiscono con le oro cattive abitudini alimentari l’acido folico e dovrebbero integrarlo con quello di sintesi.

Durante la gravidanza e durante l’allattamento l’integrazione di vitamina B9 è necessaria così come è necessaria quando si assumono contraccettivi ormonali orali o se si fa la dialisi. Gli individui che assumono quotidianamente farmaci anticonvuslionanti, per la diuresi o per la colite ulcerosa, devono integrare una corretta alimentazione con acido folico.

Acido folico : sintomi di una carenza di folati

Nelle donne in gravidanza, la carenza di folati può portare a un parto prematuro o alla nascita di un bambino con un peso scarso. I casi più gravi si rischiano delle serie anomalie al tubo neuronale che non potranno più essere risolte. I bambini possono avere delle complicazioni nella crescita con un forte rallentamento non solo dal punto di vista fisico ma anche da quello emotivo e psicologico.



La carenza di vitamina B9 negli adulti è alla base dell’insorgenza di molte patologie. Fra le più comuni e meno preoccupanti c’è la diarrea frequente, la perdita di peso e dell’appetito, la debolezza e improvvisi cambi d’umore. Invece, fra le manifestazioni più importanti della carenza di acido folico, ci sono le malattie cardiovascolari direttamente collegata all’eccessivo aumento di omocisteina nel sangue.

Analisi del sangue Forum ACIDO FOLICO: cosa è, a cosa serve e dove si trova

Stai vedendo 19 discussioni - dal 1 al 19 (di 19 totali)
Stai vedendo 19 discussioni - dal 1 al 19 (di 19 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore