Home Benessere ARGININA: effetti, proprietà, utilizzo

ARGININA: effetti, proprietà, utilizzo

L'arginina, è un amminoacido che viene utilizzato nella biosintesi delle proteine. Oltre a trovarsi in alcuni alimenti, viene anche realizzato in laboratorio e usato come integratore, per le molteplici funzioni che possiede

113
CONDIVIDI

L’arginina, conosciuta anche con il nome di L-Arginina, è un amminoacido che viene utilizzato nella biosintesi delle proteine.

L’arginina è classificata come un amminoacido semiessenziale o condizionatamente essenziale, a seconda dello stadio di sviluppo e dello stato di salute dell’individuo, tanto che risulta essere preziosa per alcune fasi essenziali della vita, come adolescenza e pubertà.

I neonati pretermine, per esempio, non sono in grado di sintetizzare o creare arginina internamente, rendendo l’amminoacido nutrizionalmente essenziale per loro. La maggior parte delle persone sane non ha invece bisogno di assumere integratori a base di arginina perché il corpo ne produce quantità sufficienti.
L’arginina fu isolata da un estratto di pianta di lupino nel 1886 dal chimico tedesco Ernst Schultze.

arginina neonati
I neonati pretermine non sono in grado di sintetizzare o creare arginina internamente

Funzioni dell’arginina

L’arginina, quindi, è un amminoacido essenziale che oltre a trovarsi in alcuni alimenti, viene anche realizzato in laboratorio e usato come integratore, per le molteplici funzioni che possiede.

E’ usata, infatti, per alcune condizioni mediche a carico del cuore e del sangue, tra cui insufficienza cardiaca congestizia, dolore toracico, pressione alta e malattia coronarica. Inoltre, è usata anche per il dolore ricorrente nelle gambe a causa di arterie bloccate (claudicazione intermittente), diminuzione della capacità mentale negli anziani (demenza senile), disfunzione erettile e infertilità maschile.

Alcune persone usano l’arginina per prevenire il freddo, migliorare la funzionalità renale dopo un trapianto, abbassare l’alta pressione sanguigna durante la gravidanza (pre-eclampsia), migliorare le prestazioni atletiche, aumentare il sistema immunitario e prevenire l’infiammazione del tratto digestivo nei neonati prematuri.

L’arginina viene assunta, anche, in combinazione con un certo numero di farmaci da banco e sotto prescrizione medica per il trattamento di varie condizioni come, ad esempio:

  • in combinazione con l’ibuprofene contro varie tipologie di emicranie
  • con farmaci convenzionali chemioterapici per il trattamento del cancro al seno
  • insieme ad altri amminoacidi per il trattamento della perdita di peso nelle persone affette da AIDS
  • con olio di pesce e altri supplementi per ridurre le infezioni, migliorare la guarigione delle ferite e ridurre i tempi di recupero dopo un intervento chirurgico.

Alcune persone applicano l’arginina sulla pelle per accelerare la guarigione delle ferite e per aumentare il flusso di sangue a mani e piedi freddi, soprattutto nelle persone affette da diabete.

Viene anche utilizzata sotto forma di unguento per risolvere alcuni problemi sessuali, sia negli uomini sia nelle donne.

arginina-atleti
Alcune persone usano l’arginina per migliorare le proprie prestazioni atletiche

Come funziona l’arginina nel corpo

L’arginina viene convertita nel corpo in una sostanza chimica chiamata ossido di azoto (NO) un gas solubile, tramite l’enzima chiamato ossido di azoto sintetasi (NOS).

Tramite l’enzima ossido nitrico sintetasi produce anche ossido nitrico, che migliora il flusso sanguigno, stimola il rilascio dell’ormone della crescita, dell’insulina e di altre sostanze molto importanti nel corpo.

Come viene assunta l’arginina

Se il percorso biosintetico del proprio corpo non produce arginina sufficiente, questa può essere assunta attraverso l’alimentazione. Gli individui con scarsa nutrizione o determinate condizioni fisiche dovranno aumentare l’assunzione di alimenti contenenti arginina, che si trova in una vasta gamma di alimenti, tra cui:

  • Fonti animali: prodotti caseari (ricotta, latte, yogurt, bevande proteiche a base di siero di latte), carni bovine, maiale (pancetta, prosciutto), carne in gelatina, pollame, pesce e frutti di mare (halibut, aragosta, salmone, gamberi, lumache, tonno).
  • Fonti vegetali: frutta secca (cocco, noci di pecan, noci, mandorle, nocciole, pinoli), semi (canapa, zucca, sesamo, girasole), ceci, soia cotta, grano saraceno e farina, lupini, grano saraceno, granola, farina d’avena, arachidi.

L’arginina svolge un ruolo importante nella divisione cellulare, nella guarigione delle ferite, nella rimozione dell’ammoniaca dal corpo, nel rafforzamento della funzione immunitaria e nel rilascio degli ormoni.

Usi principali dell’arginina

L’arginina viene utilizzata in particolare per:

  • Dolore toracico (angina): l’assunzione di arginina sembra diminuire i sintomi e migliorare la tolleranza all’esercizio e della qualità della vita nelle persone affette da angina
  • Disfunzione erettile: assumendo 5 grammi di arginina per via orale quotidianamente sembra migliori la funzione sessuale negli uomini affetti da disfunzione erettile
  • Alta pressione sanguigna: ci sono prove a favore dell’assunzione dell’arginina per via orale nella riduzione della pressione sanguigna in persone sane, persone con alta pressione sanguigna e persone con una lieve pressione sanguigna, con o senza diabete.
  • Infiammazione del tratto digestivo nei neonati prematuri: la somministrazione di arginina sembra impedire l’infiammazione del tratto digestivo nei neonati prematuri
  • Tolleranza al nitrato: la somministrazione di 700 mg di arginina quattro volte al giorno sembra impedire la tolleranza del nitrato nelle persone che assumono nitroglicerina per il dolore toracico (angina pectoris).
  • Dolore alle gambe associato a scarso flusso sanguigno (malattia arteriosa periferica): studi suggeriscono che l’assunzione di arginina per via orale o endovenosa per un massimo di 8 settimane aumenta il flusso sanguigno nelle persone affette da malattia arteriosa periferica.
  • Migliorare il recupero dopo l’intervento chirurgico: assumendo l’arginina in concomitanza con acido ribonucleico (RNA) e acido eicosapentaenoico (EPA) prima dell’intervento chirurgico o successivamente, sembra si aiuti a ridurre il tempo di recupero, il numero di infezioni e a migliorare la guarigione della ferita dopo l’intervento chirurgico.
  • Alta pressione sanguigna durante la gravidanza (preeclampsia): la maggior parte delle ricerche suggeriscono che l’assunzione di arginina può ridurre la pressione sanguigna nelle donne con questa condizione.

Possibili effetti collaterali dell’arginina

L’arginina è quasi totalmente sicura per la maggior parte delle persone quando viene assunta a breve termine. Può causare effetti collaterali quali dolore addominale, gonfiore, diarrea, gotta, anomalie del sangue, allergie, infiammazioni delle vie aeree, peggioramento dell’asma e bassa pressione sanguigna.

  • Gravidanza e allattamento: l’arginina è sicura quando viene assunta in modo appropriato per un breve periodo durante la gravidanza e l’allattamento.
  • Bambini: dosi troppo alte possono causare gravi effetti collaterali, tra cui la morte.
  • Allergie o asma: questo amminoacido può causare una risposta allergica, quindi deve essere usata con cautela.
  • Cirrosi: l’arginina deve essere usata con cautela nelle persone con cirrosi.
  • Guanidinoacetato – deficit di metiltransferasi: i pazienti affetti da questa condizione ereditaria non sono in grado di convertire questo amminoacido, quindi per prevenire le complicazioni associate a questa condizione, queste persone non dovrebbero assumerla.
  • Herpes: l’arginina potrebbe peggiorare l’herpes.
  • Bassa pressione sanguigna: l’arginina potrebbe abbassare la pressione sanguigna e questo potrebbe essere un grave effetto collaterale per chi soffre di pressione bassa.
  • Malattie renali: l’arginina causa livelli elevati di potassio se utilizzata da pazienti affetti da malattie renali. In alcuni casi, ciò causa un battito cardiaco irregolare potenzialmente pericoloso.
  • Chirurgia: l’arginina potrebbe influenzare la pressione sanguigna, quindi potrebbe interferire con il controllo della stessa durante e dopo un intervento chirurgico.
arginina-viagra
Il Viagra può interagire negativamente con l’arginina

Interazioni con altri farmaci

I farmaci per l’alta pressione sanguigna (farmaci antipertensivi) interagiscono con l’arginina.
I farmaci che aumentano il flusso di sangue al cuore (Nitrati) interagiscono con l’arginina.
Il Viagra interagisce con l’arginina.

Dosaggio dell’arginina

  • Insufficienza cardiaca congestizia: le dosi vanno da 6 a 20 grammi al giorno, in tre dosi divise.
  • Dolore toracico associato a malattia coronarica (angina pectoris): 3-6 grammi tre volte al giorno per un massimo di un mese.
  • Prevenzione della perdita dell’efficacia della nitroglicerina nell’alleviare il dolore nelle persone con dolore toracico dovuto alla malattia coronarica (angina pectoris): 700 mg quattro volte al giorno.
  • Disfunzione erettile organica: 5 grammi al giorno.
  • Prevenzione dell’infiammazione del tratto digestivo nei neonati prematuri: 261 mg/kg per i primi 28 giorni di vita.