Home Malattie

FEGATO INGROSSATO : quando compare, come curarlo

Un fegato ingrossato dalle dimensioni più grandi di quelle normali può essere un segno di numerose malattie. Ecco le principali cause e malattie che possono portare a un ingrossamento del fegato e le cure e i rimedi per combattere questa patologia.

Un fegato ingrossato dalle dimensioni più grandi di quelle normali può essere un segno di numerose malattie.

Anche se le patologie legate al fegato stesso spesso causano un fegato ingrossato, ci sono molte altre possibili cause, tra cui:

  • Virus, batteri e parassiti;
  • Alcune condizioni legate al cuore;
  • Diverse malattie genetiche;
  • Alcune tipologie di leucemie e linfomi.

Il fegato, un organo a forma di cuneo posizionato sul lato destro dell’addome superiore, è il più grande organo interno.

Un fegato adulto normalmente pesa tra 1,2 e 1,5 kg e ha una larghezza di 15,9 cm.

È molto insolito avere un fegato ingrossato senza avere una sintomatologia presente che indica una patologia sottostante.

Sintomatologia del fegato ingrossato

Generalmente un fegato allargato non presenta sintomi.

Quelli legati a determinate condizioni che causano generalmente l’allargamento del fegato includono:

  • Dolore al ventre superiore destro;
  • Fatica;
  • Dolori muscolari (mialgia);
  • Nausea;
  • Perdita di peso anormale e scarso appetito;
  • Ingiallimento degli occhi e della pelle (ittero).
fegato ingrossato sintomi
È molto insolito avere un fegato ingrossato senza avere una sintomatologia presente che indica una patologia sottostante

Cause del fegato ingrossato

Le cause più diffuse di ingrossamento del fegato sono:

  • Malattia epatica alcolica, che comprende la malattia alcolica del fegato grasso, l’epatite alcolica e la cirrosi;
  • Malattia epatica non alcolica del fegato, una malattia metabolica correlata allo stile di vita;
  • Epatiti virali (epatite A, B, C, D o E);
  • Cancro del fegato, o cancro che si è diffuso al fegato da un altro organo.

Molte patologie epatiche meno comuni possono anche causare l’allargamento del fegato, come pure alcune malattie che prevalgono principalmente altri organi, ma implicano indirettamente il fegato.

Un elenco parziale include:

  • Alcune tipologie di tumori;
  • Tipologie di leucemia;
  • Alcune tipologie di linfomi;
  • Mieloma multiplo;
  • Malattie genetiche;
  • Emocromatosi;
  • Malattia di Wilson;
  • Malattie di stoccaggio dei glicogeni;
  • Problemi del cuore e dei vasi sanguigni;
  • Malattia di Gaucher;
  • Blocco delle vene che drenano il fegato (sindrome di Budd-Chiari);
  • Insufficienza cardiaca congestiona;
  • Strozzamento (stenosi) delle valvole tricuspide o mitraliche del cuore;
  • Infezioni.

Altre cause del fegato ingrossato

  • Ascessi al fegato, causati da parassiti (amebiasi) o batteri;
  • Altre infezioni parassitarie (schistosomiasi, fascioliasi);
  • Febbre da pidocchi o dalle zecche;
  • Danni da tossine;
  • Il danno da fegato indotto da farmaci da farmaci come acetaminofene (Tylenol, altri) e amoxicillin-clavulanate (Augmentin, Amoclans);
  • L’epatite tossica dall’esposizione ai veleni, come i prodotti chimici industriali del tetracloruro di carbonio e del cloroformio;
  • Fegato complesso e malattie sistemiche;
  • Amiloidosi;
  • Epatite autoimmune;
  • Cirrosi biliare primaria;
  • Colangite sclerosante primaria.

Fattori di rischio della condizione del fegato ingrossato

Fattori che potrebbero aumentare il rischio di contrarre problemi epatici includono:

  • Uso eccessivo dell’alcool;
  • Grandi dosi di farmaci, integratori o vitamine;
  • Assumere più dosi consigliate di vitamine, integratori o farmaci da banco o di prescrizione può aumentare il rischio di danni al fegato;
  • Erbe medicinali. Alcune erbe, come per esempio il vischio, potrebbe aumentare il rischio di danni al fegato.
fegato ingrossato cura
Nel momento in cui il medico stabilisce effettivamente di essere in presenza di un fegato ingrossato, ulteriori esami aiutano a determinarne la causa

Diagnosi del fegato ingrossato

Un fegato ingrossato può passare inosservato per lungo tempo.

Spesso, l’allargamento e l’ingrossamento del fegato non vengono scoperti finché non ci si rivolge a un medico per una sintomatologia più evidente della condizione responsabile.

Come parte dell’esame fisico per eventuali malattie epatiche, i medici utilizzano le punte delle dita per premere sul lato destro del ventre appena sotto la gabbia toracica e tramite il palpeggiamento del bordo inferiore del fegato, sono in grado di analizzarne la struttura, le dimensioni e la morbidezza.

A seconda della causa sottostante, un fegato ingrossato può risultare irregolare, rigido o morbido. Possono essere presenti anche grumi ben definiti.

Questo esame fornisce, però, solo una stima molto grossolana della dimensione del fegato. Per una misura precisa, si avrà bisogno d’indagare più a fondo tramite immagini, generalmente con un ultrasuono addominale.

Se c’è bisogno di immagini più dettagliate, è possibile anche sottoporsi ad una tomografia computerizzata o ad una risonanza magnetica.

Procedure aggiuntive

Nel momento in cui il medico stabilisce effettivamente di essere in presenza di un fegato ingrossato, ulteriori esami aiutano a determinarne la causa. Questi esami includono:

  • Analisi del sangue. Viene testato un campione ematico per calcolare il livello degli enzimi epatici; questo esame offre indizi sulla salute del fegato.
  • L’elastografia a risonanza magnetica utilizza onde a impulsi per creare una mappa visiva (elastogramma) della rigidità del tessuto epatico.
    Questo test non è invasivo e può essere un’alternativa ad una biopsia epatica.
  • Rimozione di un campione di tessuto epatico per la biopsia epatica.
    Una biopsia epatica viene spesso eseguita utilizzando un ago aspirato sottile che viene inserito nella pelle e nel fegato.
fegato ingrossato alimentazione
Un’alimentazione sana ed equilibrata aiuta a evitare problemi di fegato ingrossato

Trattamenti e farmaci

I trattamenti previsti per un fegato ingrossato variano in base alle condizioni che lo causano.

Alcune delle cause più comuni, tra cui l’epatite alcolica e la malattia epatica non alcolica, richiedono astinenza da alcool, una dieta sana, un esercizio regolare e una perdita di peso.

Prevenzione del fegato ingrossato

Per la riduzione del rischio di contrarre patologie epatiche, è possibile:

  • Seguire un’alimentazione sana, ricca di verdura e frutta fresca e grani interi;
  • Bere alcool con moderazione o evitarlo assolutamente;
  • Seguire attentamente il bugiardino durante l’assunzione di farmaci, vitamine o integratori. Limitarsi, quindi, alle dosi raccomandate;
  • Limitare il contatto con i prodotti chimici.
  • Mantenere un normopeso.
  • Usare gli integratori con cautela. Molti di questi prodotti possono essere nocivi per il fegato, in particolare quelli che sono realizzati con ingredienti combinati per la perdita di peso.

Diagnosi dell’epatomegalia

Il fegato è un organo triangolare. Si trova sotto il diaframma, sulla destra.

In presenza di un fegato ingrossato, il medico può sentirlo durante un esame fisico, mentre un fegato regolare non può essere sentito con le dita.

La dimensione e il peso del fegato aumentano naturalmente con l’età.

Uno studio del 2003 ha utilizzato ultrasuoni per stimare il diametro medio di un fegato adulto.

I dati riportati di seguito sono stati raccolti da 2080 persone dai 18 agli 88 anni.

In questo studio, solo l’11% aveva un fegato maggiore di 16 centimetri.

Dimensione media del fegato

La dimensione media del fegato varia per età e può essere:

  • 6,4 cm per 1-3 mesi;
  • 7,6 cm per 4-9 mesi;
  • 8,5 cm per 1-5 anni;
  • 10,5 cm per 5-11 anni;
  • 11,5-12,1 cm per 12-16 anni;
  • 13,5 cm, +/- 1,7 cm per le donne adulte;
  • 14,5 cm, +/- 1,6 cm per gli uomini adulti.

La forma del corpo, il peso e il sesso possono anche influenzare la dimensione del fegato, di cui il medico terrà conto durante l’esame per possibili segni di epatomegalia.

[bbp-single-tag id=1501]

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore