GAVISCON bustine e compresse: utilizzo e dosi

Gaviscon è un farmaco molto utilizzato per combattere l'acidità di stomaco e non solo. Si trova sotto forma di bustine o compresse e va assunto con attenzione, specialmente se chi ne fa uso soffre di determinate patologie. Gaviscon in gravidanza si può assumere ma sempre sotto controllo medico

A che cosa serve Gaviscon

Gaviscon è utilizzato per trattare i sintomi derivanti dalla troppa acidità dello stomaco come disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale, bruciore, indigestione e reflusso gastroesofageo.

La composizione fluida del Gaviscon è a base di alluminio e magnesio, che lavorano rapidamente per ridurre l’acido nello stomaco. Gli antiacidi fluidi, di solito, lavorano molto più velocemente rispetto alle compresse o alle capsule.

Questo farmaco funziona solo sull’acido esistente nello stomaco, quindi non ne previene la produzione e può essere usato singolarmente o in concomitanza con altri farmaci che riducono la produzione di acido (ad esempio bloccanti H2 come inibitori della cimetidina e della ranitidina e della pompa protonica, come l’omeprazolo).

Gaviscon reflusso gastroesofageo
Gaviscon è indicato anche nella cura del reflusso gastroesofageo

Come assumere Gaviscon: bustine o compresse

Gaviscon viene assunto per via orale, di solito subito dopo i pasti e prima di andare a dormire, se necessario. Bisogna, ovviamente, seguire tutte le istruzioni riportate sul bugiardino all’interno della confezione o assumerlo secondo le indicazioni del proprio medico curante.

Per qualsiasi informazione carente o per qualsiasi dubbio, è buona norma consultare il proprio medico o il farmacista.

In caso di assunzione di compresse masticabili, bisogna masticare accuratamente prima di deglutire il farmaco, quindi bere un bicchiere d’acqua da 240 ml.

In caso d’assunzione di Gaviscon in forma fluida, bisogna agitare bene il farmaco contenuto nella confezione prima di assumerlo e comunque prima dell’uso.

Gaviscon non va congelato, mentre La refrigerazione della sospensione può migliorarne il sapore. La forma fluida funziona meglio se assunta senza l’aggiunta di ulteriori liquidi. Se necessario, però, è possibile mescolare la dose con un po’ di acqua.

Gaviscon può reagire con altri farmaci (inclusi digossina, ferro, pazopanib, antibiotici della tetraciclina, antibiotici quinolonici come la ciprofloxacina), impedendo loro di essere completamente assorbiti dal corpo. Quindi, è sempre meglio informare il proprio medico curante o il farmacista sull’assunzione in concomitanza di altri farmaci per evitare rischi.

Se i problemi di acidità persistono o peggiorano dopo aver utilizzato Gaviscon per una settimana o se dovessero incorrere gravi effetti collaterali, è bene rivolgersi immediatamente ad un medico.

Gaviscon bruciore di stomaco
Gaviscon aiuta ad alleviare il bruciore di stomaco ma va assunto sempre sotto controllo medico

Gaviscon si trova sotto forma di:

  • Gaviscon liquido: adulti e adolescenti di età superiore ai 12 anni devono assumere 10-20 ml dopo i pasti e, se necessario, prima di andare a dormire, fino a quattro volte al giorno. I bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni devono assumere 5-10 ml dopo i pasti e, se necessario, prima di andare a dormire, fino a quattro volte al giorno.
  • Bustine di Gaviscon: adulti e adolescenti di età superiore a 12 anni devono assumere una o due bustine dopo i pasti e, se necessario, prima di andare a letto, fino a quattro volte al giorno.
  • Gaviscon compresse: adulti e adolescenti di età superiore ai 12 anni devono masticare due o quattro compresse dopo i pasti e, se necessario, prima di andare a dormire, fino a quattro volte al giorno.

Condizioni patologiche trattabili con Gaviscon

Gaviscon è usato principalmente per trattare l’indigestione e il bruciore di stomaco, ma può anche essere usato per trattare:

  • Condizioni in cui l’acido dello stomaco viene spinto nell’esofago
  • Ulcere derivanti da acido dello stomaco
  • Ernia iatale con infiammazione dell’esofago da reflusso acido
  • Prevenzione delle emorragie gastrointestinali correlate allo stress.

Effetti collaterali derivanti dall’assunzione di Gaviscon

Questo farmaco può causare nausea, costipazione, mal di testa o diarrea. Se questi sintomi persistono o diventano gravi, bisogna contattare immediatamente il proprio medico curante.

Se il medico ha prescritto l’assunzione di Gaviscon, deve aver giudicato che i benefici possono essere maggiori dei rischi derivanti da effetti collaterali. Infatti, molte persone che assumono questo farmaco non presentano gravi effetti collaterali.

Il magnesio presente in questo prodotto può causare diarrea; l’uso di un antiacido che contiene solo l’alluminio, assunto in concomitanza con Gaviscon, può aiutare a controllarla.

Al contrario, l’alluminio presente in Gaviscon può causare la stitichezza, ma per minimizzare la costipazione, è possibile bere molti liquidi. La diarrea è un effetto collaterale più comune dell’assunzione del farmaco, rispetto alla stitichezza.

Gli antiacidi contenenti alluminio si legano al fosfato, un importante corpo chimico presente nell’intestino e ciò può causare bassi livelli di fosfato, soprattutto se si utilizza Gaviscon in grandi dosi e per molto tempo.

Quindi, biosgna informare immediatamente il medico se si presenta uno dei seguenti sintomi derivanti da bassi livelli di fosfato: perdita di appetito, stanchezza insolita e debolezza muscolare.

Inoltre, bisogna contattare immediatamente il proprio medico curante se si verificano degli effetti collaterali indesiderati e molto gravi come:

  • Vertigini e svenimenti
  • Feci scure
  • Respiro affannoso e lento
  • Battito cardiaco basso e irregolare
  • Cambiamenti d’umore
  • Sonno profondo
  • Dolore nella minzione
  • Dolore allo stomaco e/o addominale
  • Vomito.

Reazioni allergiche molto gravi al Gaviscon sono rare; tuttavia, bisogna consultare con urgenza il proprio medico curante se si notano sintomi come rash, prurito, gonfiore (soprattutto del viso, della lingua e della gola), gravi vertigini e problemi di respirazione.

Questo non è un elenco completo di tutti i possibili effetti collaterali dovuti all’assunzione del farmaco. Se si dovessero notare altri effetti non elencati in precedenza, contattare immediatamente il proprio medico o farmacista.

Precauzioni e assunzione di Gaviscon in gravidanza

E’ sempre buona norma, prima di assumere Gaviscon, informare il proprio medico curante o il farmacista che può valutare circa un’eventuale allergia o intolleranza all’idrossido di alluminio, al magnesio o altro.

Infatti, questo farmaco potrebbe contenere componenti inattivi, che potrebbero essere la causa scatenante di reazioni allergiche o altri problemi di salute.

Se si soffre di uno dei seguenti problemi di salute, bisogna consultare il medico o il farmacista prima di utilizzare Gaviscon:

  • Problemi epatici da uso frequente di alcool
  • Grave perdita di liquidi corporei (disidratazione/restrizione fluida)
  • Problemi renali (tra cui i calcoli renali).

Gaviscon può contenere aspartame. Se si soffre di fenilchetonuria o di qualsiasi altra condizione che richiede la limitazione dell’assunzione di aspartame o fenilalanina), consultare il medico o il farmacista riguardo l’assunzione di questo farmaco in modo sicuro.

Gaviscon in gravidanza deve essere utilizzato solo quando è necessario, così come se si allatta al seno.

Gaviscon acido
Nel caso si presentino effetti collaterali da assunzione da Gaviscon, è bene contattare subito il medico curante

Interazioni con altri farmaci

E’ sempre buona norma conservare una lista precompilata di tutti i prodotti farmaceutici che vengono assunti, inclusi farmaci con prescrizione, prodotti da banco e a base di erbe e farla visionare al proprio medico o farmacista prima di assumere Gaviscon.

Non cominciare, di propria iniziativa, ad assumere farmaci, bloccare o modificare le dosi indicate nel trattamento medico di ogni medicinale che si assume, senza aver prima consultato il proprio medico.

Alcuni prodotti che possono interagire con il farmaco includono gli integratori di fosfati (come il fosfato di potassio) e il sodio polistirenico solfonato. Gli antiacidi, inoltre, possono interferire con l’assorbimento di molti altri farmaci.

Overdose da Gaviscon

Un sovradosaggio di Gaviscon potrebbe presentare sintomi gravi come difficoltà nella respirazione, tachicardia e gravi sintomi diarroici. In questi casi, chiamare immediatamente un servizio di pronto intervento o il proprio medico curante o recarsi al primo posto di primo intervento.

Consigli per una maggiore efficacia di Gaviscon

I cambiamenti nello stile di vita come la riduzione dello stress, la limitazione del fumo, la limitazione nell’assunzione di alcool e modifiche alla propria dieta (come ad esempio, la riduzione di caffeina, di cibi grassi e di alcune spezie) potrebbero aumentare l’efficacia di del farmaco.

Se si asssume Gaviscon dietro un programma di trattamento medico regolare e si dimentica di assumere una dose, è possibile prenderla non appena ci si ricorda.

Se, invece, ci si ricorda in concomitanza con l’assunzione della dose successiva, bisogna ignorare quella dimenticata e proseguire con il normale programma di dosaggio. Mai raddoppiare la dose per recuperare.

Conservazione di Gaviscon

Bisogna sempre fare riferimento alle informazioni presenti nel bugiardino contenuto all’interno della confezione del farmaco. Per qualsiasi dubbio è, comunque, sempre possibile reperire informazioni sulla conservazione dal proprio farmacista.

E’ buona regola proteggere Gaviscon da eventuali esposizioni alla luce diretta del sole e dall’umidità. Tenere fuori dalla portata di bambini e animali domestici.



Analisi del sangue Forum GAVISCON bustine e compresse: utilizzo e dosi

Crea nuova discussione
Le tue informazioni:






Analisi del sangue Forum GAVISCON bustine e compresse: utilizzo e dosi

Stai vedendo 3 discussioni - dal 1 al 3 (di 3 totali)
Stai vedendo 3 discussioni - dal 1 al 3 (di 3 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore