Home Malattie SCIATICA : cause sintomi diagnosi terapie e prevenzione

SCIATICA : cause sintomi diagnosi terapie e prevenzione

Chi soffre di sciatica ha un dolore intenso soprattutto sui glutei, sulla gamba e sulla parte bassa della schiena, con conseguenti problemi di mobilità. Vediamo come riconoscere la malattia e i possibili rimedi per curarla

1135
CONDIVIDI

La sciatica o sciatalgia è un’infiammazione del nervo sciatico piuttosto fastidiosa e dolorosa, spesso causata da un trauma o da una pressione diretta sul nervo. Nello specifico, il dolore viene percepito soprattutto sui glutei, sulla gamba e sulla parte bassa della schiena, causando problemi di mobilità a chi ne soffre.

SCIATICA : cause e fattori di rischio

In genere, la sciatica è frutto di una compressione a carico dei nervi lombari e sacrali o di una lesione traumatica del nervo sciatico. Più nello specifico, tra le cause della sciatalgia possiamo annoverare:

  • i tumori spinali di natura maligna o benigna che comprimono i nervi o il midollo, come lo stesso tumore del nervo sciatico;
  • il restringimento del canale spinale o foraminale;
  • l’ernia del disco;
  • l’ingrossamento di un disco spinale;
  • la gravidanza in fase avanzata a causa della compressione esercitata dall’utero sul nervo sciatico;
  • la sindrome del piriforme, una condizione dolorosa causata dalla contrattura, ispessimento e infiammazione del muscolo piriforme situato nella regione del gluteo;
  • la spondilolistesi, una malattia della colonna vertebrale caratterizzata dallo scivolamento di una vertebra sull’altra.

Partendo dal presupposto che alcuni soggetti sono più esposti di altri all’eventualità di soffrire di sciatica, tra i fattori di rischio rientrano:

  • i traumi a cosce, gambe e natiche;
  • il diabete, in quanto tale patologia aumenta il rischio di lesioni ai nervi;
  • l’artrite, un’infiammazione a carico delle articolazioni di cui esistono svariate forme;
  • l’eccessivo sforzo muscolare;
  • l’età avanzata, generalmente responsabile di mutamenti fisiologici del rachide;
  • l’obesità;
  • l’ osteoporosi, una condizione che determina l’indebolimento dello scheletro a causa di una graduale perdita di minerali dalle ossa;
  • la vita sedentaria;
  • le attività lavorative che richiedono di sollevare pesi, torcere la schiena o guidare un automezzo per lunghi periodi;
  • le infezioni della colonna vertebrale;
  • le patologie del rachide.

SCIATICA : i sintomi

Oltre al dolore, la cui intensità e persistenza varia in base alla causa che determina la patologia, la sciatica si manifesta anche attraverso altri sintomi, quali:

  • alterata sensibilità delle gambe con intorpidimento e formicolii;
  • compromissione delle normali capacità di movimento;
  • difficoltà nel controllare i movimenti degli arti inferiori;
  • indebolimento muscolare delle gambe;
  • perdita di controllo dello sfintere anale e della vescica, anche se solo in casi rari.

Relativamente al dolore e alla sensazione di aghi sulla pelle è bene ricordare che tali sintomi tendono a coinvolgere in genere solo metà del corpo, ma non mancano i casi in cui si manifestano in entrambe le gambe. In ogni caso il dolore, indipendentemente dal fatto che sia lieve, pungente o elettrico, si irradia dalla zona lombare verso la natica, la coscia e il polpaccio e tende a peggiorare quando si tossisce, si starnutisce o si sta seduti troppo a lungo.

Sciatica
La sciatica può causare forte dolore alle gambe

SCIATICA : quando chiamare il medico

Di solito si consiglia di rivolgersi al medico nei casi in cui le forme di automedicazione non sortiscono l’effetto sperato, ma anche quando il dolore si protrae per più di quattro settimane o peggiora progressivamente. È bene invece recarsi immediatamente al pronto soccorso nei casi in cui il soggetto:

  • avverta un forte e improvviso dolore alla zona lombare e alla gamba con conseguente perdita della sensibilità e/o immobilità di una o di entrambe le gambe;
  • cominci ad avvertire dolore a seguito di un incidente;
  • manifesti problemi di incontinenza fecale o urinaria.

SCIATICA : diagnosi

Per diagnosticare in modo certo la sciatica si procede con l’anamnesi del paziente, associata ovviamente a un esame fisico con particolare attenzione alla spina dorsale e alle gambe, cui seguono una serie di test diagnostici, quali:

  • esami del sangue, necessari per valutare lo stato di salute generale ed escludere altre eventuali patologie;
  • elettromiografia, utilissima per accertare la sofferenza del nervo sciatico;
  • radiografia spinale che è in grado di evidenziare alcune cause scatenanti la sciatalgia, come la stenosi discale, la spondilosi e numerosi tipi di tumori spinali;
  • risonanza magnetica che può evidenziare lesioni ed eventuali tumori;
  • TAC.

SCIATICA : cura e terapia

Sebbene la sciatica di lieve entità scompaia da sola dopo un po’ di tempo, ci sono casi in cui si deve ricorrere ad alcune terapie specifiche, soprattutto per scongiurare eventuali complicanze.

Posto che la cura per la sciatica dipende strettamente dalla causa che l’ha provocata, un disturbo di lieve entità, che però richiede l’intervento medico, può essere trattato con la somministrazione di farmaci antidolorifici oppure seguendo un programma riabilitativo, che di solito prevede esercizi utili per sostenere la schiena, correggere la postura, rafforzare la muscolatura e migliorare la flessibilità del rachide.

Nei casi più gravi il paziente necessiterà invece di una terapia antidolorifica associata all’uso di corsetti, stampelle o tutori, utili per alleviare il dolore, agevolare la deambulazione e migliorare, di conseguenza, la qualità di vita del paziente.

Qualora la sciatalgia fosse una conseguenza dell’ernia del disco, il paziente dovrà intraprendere una terapia per correggere o tenere sotto controllo l’ernia. In genere si procede con la somministrazione di FANS, corticosteroidi o miorilassanti, mentre nei casi in cui il dolore sciatico si fa insopportabile l’unica soluzione è l’intervento chirurgico per la rimozione della parte danneggiata dell’ernia discale.

Inoltre, in quasi tutti i casi di sciatica, i medici consigliano il riposo forzato associato alla modifica di alcune abitudini posturali e comportamentali.

SCIATICA : terapie alternative

Per la cura della sciatica si può ricorrere anche ad alcune terapie alternative, quali:

  • l’osteopatia che nel caso della sciatalgia propone un trattamento atto a ridurre la pressione e il gonfiore intorno al disco che comprime il nervo sciatico;
  • l’ultrasuono-terapia, utilissima per ridurre il dolore;
  • la chiropratica, una tecnica che ha lo scopo di riportare la colonna a una completa mobilità, migliorandone le funzionalità e riducendo il dolore;
  • la ionoforesi, una tecnica elettroterapica utilizzata nel trattamento di alcune patologie dolorose, come la sciatica, al fine di ridurne i sintomi;
  • la massoterapia, una tecnica riabilitativa e preventiva che si fonda sulla pratica di vari tipi di massaggio al fine di lenire il dolore;
  • la stimolazione elettrica del nervo spinale, una terapia poco conosciuta ma efficace.

SCIATICA : rimedi naturali

Per alleviare temporaneamente il dolore causato dalla sciatica si rivelano utili anche alcune creme o pomate ad azione analgesica, antinfiammatoria e rubefacente. A tale scopo risultano adatti alcuni prodotti naturali a base di arnica, canfora o peperoncino. Altri prodotti naturali utili a lenire il dolore sciatico per le loro proprietà antinevralgiche e antinfiammatorie sono invece la camomilla, la lavanda e il salice.

SCIATICA : prevenzione

Nella maggior parte dei casi la sciatica può essere prevenuta o quantomeno tenuta a bada rispettando alcune semplici regole. Nello specifico si consiglia di:

  • assumere una posizione corretta quando si sta in piedi;
  • chiedere consiglio al proprio medico o a un istruttore qualificato prima di cominciare un programma di allenamento mirato, come il sollevamento pesi, che potrebbe mettere a rischio la salute della schiena;
  • evitare di stare seduti troppo a lungo, quindi in caso di lavoro di ufficio è buona regola sgranchirsi le gambe di tanto in tanto;
  • fare esercizio fisico regolarmente;
  • mantenere una postura corretta durante il sonno;
  • sollevare un carico in modo adeguato, mantenendo la colonna vertebrale dritta;
  • autoimporsi per alcuni giorni il riposo forzato, evitando comunque l’immobilità a lungo termine, in caso di sciatalgia grave;
  • evitare di sollevare carichi pesanti in presenza di dolore al nervo sciatico, così da non aggravare la situazione.

Per approfondire:

http://www.my-personaltrainer.it/benessere/sciatica.html



http://www.farmacoecura.it/malattie/sciatica-sintomi-rimedi-dolore-gravidanza/

Analisi del sangue Forum SCIATICA : cause sintomi diagnosi terapie e prevenzione

Stai vedendo la discussione 1 (di 1 totali)
Stai vedendo la discussione 1 (di 1 totali)

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore