Home Alimentazione CILIEGIE : poche calorie e tanti benefici

CILIEGIE : poche calorie e tanti benefici

Le ciliegie sono dei frutti che si dividono in diverse varietà. Sono ottime per una dieta sana ed equilibrata e contengono diversi elementi benefici per la salute di chi le consuma. Le ciliegie sono ricche di vitamine e sali minerali, hanno poco zucchero e possono essere consumate anche da soggetti diabetici.

Le ciliegie sono dei piccoli frutti ben noti nel nostro Paese, dal caratteristico colore rosso che può virare verso diverse sfumature a seconda della tipologia del frutto.

Esse provengono dall’omonimo albero che è il ciliegio.

Quest’albero fiorisce in primavera con magnifici fiorellini di colore bianco/rosa.

La ciliegia è un frutto dal sapore molto dolce e dalla consistenza croccante, che matura quasi alla fine della stagione primaverile fino all’inizio dell’estate: in particolare lo possiamo ritrovare sulle nostre tavole nei mesi di giugno e luglio.

È un frutto molto amato, in quanto è caratterizzato da un basso contenuto calorico e presenta molteplici proprietà.

Varietà di ciliegie

Il nostro Paese è uno dei principali produttori europei di ciliegie.

Esistono centinaia di varietà di questo frutto. Principalmente, però, esse si suddividono in quelle prodotte dal ciliegio dolce (Prunus avium), che sono:

  • Le tenerine, che hanno un colore rosso scuro e sono caratterizzate da un sapore molto dolce e da una polpa morbida;
  • Le duracine, che sono ciliegie dalla polpa più soda, più grandi delle tenerine. Esse possono essere di colore rosso scuro oppure rosso intenso.

Ci sono poi le ciliegie che sono invece il frutto di un’altra specie di albero, il ciliegio acido (Prunus cerasus), di cui si distinguono diverse varietà che danno altrettanti frutti. Essi sono:

  • Le amarene, provenienti dall’amareno, sono i frutti più diffusi di questa specie. Le amarene sono di colore rosso ed hanno un retrogusto amarognolo;
  • Le marasche, che sono prodotte dall’amarasco, sono frutti di piccole dimensioni di colore rosso intenso, dal sapore molto amaro e acidulo;
  • Le visciole, frutti del ciliegio visciolo, infine, hanno un colore rosso intenso e un sapore leggermente acidulo.

Le ciliegie acide non vengono mangiate direttamente come frutti, ma sono utilizzate in cucina per diverse preparazioni, come liquori, vini, sciroppi, marmellate, frutta candita o frutta sotto spirito.

Le vitamine delle ciliegie

Le ciliegie, nonostante le loro piccole dimensioni, sono dei frutti che apportano numerosi benefici.

Esse, infatti, sono ricche di vitamine e di sali minerali che le rendono ottime per la stagione più calda, proprio quando il nostro organismo richiede un’integrazione di questi oligoelementi.

Le vitamine principali contenute nelle ciliegie sono:

  • La vitamina A. E’ fondamentale per la salute dei nostri occhi, in quanto l’acido retinoico che ne deriva è un precursore del pigmento fotosensibile presente all’interno dei coni e dei bastoncelli della retina.
    Questa vitamina, inoltre, svolge anche un importante ruolo nel garantire un corretto funzionamento del sistema immunitario, in quanto un’adeguata concentrazione di acido retinoico all’interno delle nostre cellule mantiene in equilibrio il differenziamento dei linfociti T helper in Th1 e Th2. La vitamina A è anche un ottimo antiossidante.
  • La vitamina C, o acido ascorbico svolge un importante ruolo antiossidante all’interno del nostro organismo.
    In particolare, la vitamina C è un antiossidante idrosolubile che agisce sia attraverso un meccanismo diretto, contrastando le specie reattive dell’ossigeno, sia attraverso un meccanismo indiretto, intervenendo nella rigenerazione del radicale della vitamina E.
    La vitamina C, inoltre, è un componente di numerosi enzimi coinvolti in diverse reazioni metaboliche. Tra queste, essa è il cofattore di enzimi diossigenasi che intervengono nella sintesi dei tessuti connettivi. In particolare, la vitamina C interviene nella reazione di conversione del proto-collagene in collagene. In carenza di questa vitamina, infatti, si verifica una condizione denominata “scorbuto” che è caratterizzata dal saguinamento di mucose e gengive.
  • Le vitamine del gruppo B, che intervengono in numerosi processi cellulari.
ciliegie vitamine
Le ciliegie sono ricche di vitamine. Le principali in esse contenute sono la vitamina A, la vitamina C e le vitamine del gruppo B

I sali minerali delle ciliegie

Le ciliegie, inoltre, sono ricche di sali minerali, indispensabili per integrare quelli persi con l’incremento della sudorazione tipico delle stagioni più calde.

I principali sali minerali in esse contenuti sono:

  • Il ferro, fondamentale per l’ossigenazione dei tessuti;
  • Il fosforo, che regola l’assorbimento di calcio a livello intestinale;
  • Il calcio, utile per la mineralizzazione ossea;
  • Il magnesio, che regola la formazione dell’urea e la trasmissione degli impulsi nervosi;
  • Il potassio, che aiuta a mantenere una pressione sanguigna costante;
  • Lo zolfo, importante per la sintesi del tessuto connettivo, la salute dei capelli e della pelle.

Altri sali minerali presenti in tracce nelle ciliegie sono:

  • Il rame;
  • Lo zinco;
  • Il manganese;
  • Il cobalto.
ciliegie sali minerali
Le ciliegie sono ricche di sali minerali, indispensabili per integrare quelli persi con l’incremento della sudorazione

Ciliegie e antiossidanti

Le ciliegie, vengono definite degli alimenti “smart” in quanto svolgono un’importante azione antiossidante che aiuta a contrastare lo stress ossidativo nel nostro organismo, che come sappiamo, è alla base di numerose patologie anche gravi.

Gli antiossidanti principali contenuti in questo frutto, oltre alle vitamine A e C, sono le antocianine.

Queste molecole antiossidanti appartengono alla famiglia dei flavonoidi e sono dei pigmenti che conferiscono alle ciliegie il loro caratteristico colore rosso.

Esse, oltre a contrastare i radicali liberi e, dunque, i processi di invecchiamento, i tumori ed i processi infiammatori, hanno anche un ruolo nel rinforzare le pareti vascolari, in particolare contrastano la fragilità capillare.

Un’altra molecola presente nelle ciliegie, che rende questo frutto un cibo importante per la nostra salute è la melatonina.

La melatonina è un ormone che regola il ciclo sonno-veglia. Questo ormone, normalmente viene sintetizzato dalla ghiandola pineale in assenza di luce, per favorire il sonno.

Esso svolge anche un ruolo antiossidante e antitumorale. Il succo di ciliegia concentrato è un’ottima fonte di melatonina.

Altre proprietà delle ciliegie

  • Proprietà diuretiche, grazie alla presenza di sorbitolo, uno zucchero dalle proprietà depurative e diuretiche.
    Le ciliegie aiutano, infatti, l’eliminazione delle scorie, favorendo la depurazione di intestino e fegato.
  • Proprietà rimineralizzanti, grazie alla presenza di una buona quantità di vitamine e sali minerali, le ciliegie hanno un potere energizzante e sono particolarmente indicate per gli sportivi ed in caso di stress e spossatezza, in quanto aiutano a reintegrare i sali minerali persi.
  • Proprietà lassative, le ciliegie hanno un’azione lassativa che si esplica grazie al loro contenuto in sorbitolo. Il loro consumo è, dunque, indicato in caso di stipsi.
ciliegie zuccheri
Le ciliegie non hanno particolari controindicazioni e possono essere consumate anche dai pazienti diabetici, purché nelle giuste quantità

Proprietà nutrizionali delle ciliegie

Le ciliegie sono un frutto consigliato nelle diete dimagranti, in quanto, possiedono numerose proprietà benefiche a fronte di un basso apporto calorico.

Una porzione di 100 gr di ciliegie, infatti, contiene all’incirca 40 Kcal.

Esse sono costituite dall’80% di acqua e contengono 9 gr di zuccheri per ogni 100 gr.

Le ciliegie hanno anche un discreto contenuto di fibra e contengono una buona quantità di calcio e fosforo.

Controindicazioni

Le ciliegie, essendo un frutto con elevate proprietà, non hanno particolari controindicazioni e possono essere consumate anche dai pazienti diabetici, purché nelle giuste quantità.

Gli effetti indesiderati collegati al consumo di ciliegie, infatti, possono presentarsi nel momento in cui se ne assumono quantità molto elevate.

I principali effetti che possono manifestarsi in seguito all’assunzione di una grande quantità di ciliegie sono:

  • Mal di pancia;
  • Gonfiore addominale. Le ciliegie sono ricche di fibre che all’interno dell’intestino fermentano, provocando crampi addominali e accumulo di aria;
  • Diarrea. Come abbiamo visto le ciliegie contengono sorbitolo che, se presente in eccesso all’interno dell’intestino, può richiamare grandi quantità di acqua ed avere effetti lassativi;
  • Ipotensione, nei soggetti che soffrono di pressione bassa, un eccesso di ciliegie potrebbe determinare un’ipotensione dovuta alla presenza di elevate quantità di potassio;
  • Iperglicemia, i soggetti diabetici possono consumare le ciliegie, ma in quantità limitate.

[bbp-topic-index]