OMEGA 3 : dove si trovano, che benefici danno

Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali utili a proteggerci contro le patologie cardiovascolari. Devono essere assunti attraverso il cibo, poiché l’organismo non è in grado di sintetizzarli autonomamente. Ecco in quali alimenti si trovano, come agiscono e quali patologie possono aiutare a prevenire.

Gli omega 3 (noti anche come PUFA n-3) sono acidi grassi essenziali (o AGE) che garantiscono una efficace protezione contro le patologie cardiovascolari.

Nel contempo, contribuiscono a mantenere un buon benessere psico-fisico.

Gli omega 3, lo ricordiamo, devono essere assunti tramite il cibo in quanto l’organismo non è in grado di sintetizzarli autonomamente.

Scopriamo nel dettaglio come funzionano e quali sono le loro principali caratteristiche.

Gli omega 3, denominati anche grassi buoni, sono sostanze fondamentali per il benessere dell’organismo.

Essi, infatti, possono essere considerati a buon diritto degli elisir di lunga vita, come dimostrano numerose ricerche scientifiche condotte su di essi.

I principali acidi grassi insaturi omega 3 sono:

  • ALA (acido alfa-linoleico o acido allcis-9), è un lipide essenziale di origine vegetale, contenuto nelle noci, nel seme di girasole, nel germe di grano, nell’olio extravergine d’oliva, negli olii di lino e canola nelle verdure a foglia verde;
  • EPA (acido eicoesapentaenoico o acido timnodonico), è un lipide essenziale che può essere introdotto nell’organismo mangiando alcuni pesci, come merluzzi, salmone e sardine. Esso è anche presente anche nel latte materno;
  • DHA (acido docosaenoico), è un lipide essenziale anch’esso presente nei pesci oceanici.

Questi acidi essenziali, soprattutto l’EPA e il DHA, sono in grado di produrre un’azione antinfiammatoria assai preziosa per il benessere di cuore e cervello.

Il DHA, inoltre, è consigliato alle donne incinte e a quelle che allattano al seno il proprio bebè, in quanto favorisce il coretto sviluppo fetale.

Benefici degli omega 3

Come già accennato in precedenza, gli omega 3 sono importanti perché proteggono da eventuali patologie cardiovascolari.

Essi, infatti, aiutano a ridurre il livello di trigliceridi e di colesterolo cattivo nel sangue, producono un’azione antitrombotica e tengono sotto controllo la pressione arteriosa.

D’altra parte da numerosi studi scientifici è emerso che gli omega 3 contribuiscono a migliorare le performance di alcune facoltà cognitive.

Essi, infatti, migliorano la capacità di concentrazione e di attenzione.

omega 3 organismo
Gli omega 3, denominati anche grassi buoni, sono sostanze fondamentali per il benessere dell’organismo

Ma non solo: gli omega 3, aumentando il flusso del sangue in alcune aree del cervello, sono anche in grado di prevenire il deterioramento cognitivo, fungendo da scudo nei confronti di patologie degenerative come il morbo di Alzheimer.

Gli omega 3 sarebbero utili anche a contrastare alcune patologie neoplastiche.

Un recente studio canadese ha infatti rilevato che essi sono in grado di prevenire o comunque rallentare il tumore al seno.

Gli omega 3 svolgerebbero un’azione protettiva anche nei confronti del cancro alla prostata.

Una ricerca condotta nel 2010 ha rilevato una diminuzione dei decessi pari al 63% nei soggetti che avevano assunto integratori a base di acidi essenziali polinsaturi.

Gli omega 3 producono effetti benefici anche sull’apparato gastrointestinale: essi, infatti, sono utili per tutelare l’organismo dalla colite e dal cosiddetto Morbo di Crohn.

DAL NOSTRO FORUM : discussioni su OMEGA 3

Altri benefici degli omega 3

I lipidi essenziali sono anche un valido supporto per coloro che cercano di perdere peso.

Essi favoriscono la produzione di un ormone, denominato colecistochinina, che regola il senso di sazietà.

Gli sportivi poi, grazie agli omega 3, riescono a migliorare la loro capacità di resistenza e a rendere ottimali le loro prestazioni.

Sono particolarmente consigliati per coloro che svolgono discipline atletiche e il culturismo.

Questi lipidi, inoltre, contengono sostanze in grado di velocizzare il processo di riparazione dei tessuti e di ridurre il dolore muscolare che solitamente si avverte dopo gli allenamenti.

omega 3 cibi
Devono essere assunti tramite il cibo in quanto l’organismo non è in grado di sintetizzarli autonomamente

Gli omega 3 sono utili a prevenire la degenerazione maculare (maculopatia degenerativa senile), una patologia multifattoriale che determina una perdita progressiva della visione centrale.

Questi acidi grassi, infatti, sono in grado di preservare la funzionalità della retina: lo ha dimostrato una ricerca realizzata da un team di studiosi dell’Università di Créteil in Francia.

Essendo degli efficaci antinfiammatori, gli acidi grassi essenziali costituiscono una valida soluzione per tenere sotto controllo i processi infiammatori a carico delle articolazioni.

Ulteriori benefici degli omega 3

Gli omega 3, inoltre, servono a prevenire e a ritardare lo sviluppo della osteoartrosi, una patologia progressiva che provoca dolore e rigidità alle articolazioni.

Gli omega 3 sono anche degli ottimi alleati della bellezza della pelle: favorendo, infatti, gli scambi metabolici tra le cellule consentono alla pelle di rimanere elastica e tonica più a lungo.

Traggono beneficio dagli omega 3 anche i capelli: questi acidi essenziali, infatti, sono in grado di nutrire in profondità e di idratare il cuoio capelluto, prevenendo il precoce diradamento della chioma.

Per lo stesso motivo anche la struttura delle unghie si fortifica e diventa più resistente all’aggressione degli agenti esterni.

Favorendo l’equilibrio tra le diverse proteine dell’organismo, gli omega 3 sono in grado di stimolare la riparazione dei tessuti ustionati e di favorire il processo di guarigione.

omega 3 noci
Si trovano anche nelle noci, nel seme di girasole, nel germe di grano e nell’olio extravergine d’oliva

Gli omega 3, inoltre, sarebbero in grado di ridurre il processo infiammatorio legato all’asma e di migliorare la performance polmonare dei soggetti che sono affetti da questo disturbo.

Gli omega 3 sono un toccasana anche durante i nove mesi di gestazione: il feto, infatti, grazie a questi lipidi potrà crescere e svilupparsi nel migliore dei modi.

Questi nutrienti, d’altra parte, favoriscono la produzione di latte materno e sono in grado di contrastare alcune patologie del tono dell’umore. Tra esse, la depressione che precede o segue l’evento nascita.

Gli acidi grassi in oggetto costituiscono anche la soluzione ottimale per contrastare i dolori determinati dal ciclo mestruale.

Un recente studio condotto su 200 donne della Danimarca ha dimostrato che l’assunzione di questi lipidi lenisce la sintomatologia dolorosa delle mestruazioni.

Omega 3: principali precauzioni prima dell’assunzione

Prima di assumere integratori alimentari a base di acidi grassi essenziali omega 3 è necessario consultare il proprio medico di fiducia o uno specialista della nutrizione.

Inoltre è sempre opportuno leggere attentamente la composizione degli integratori, le eventuali reazioni avverse che essi comportano e le possibili interazioni con altri medicinali.

Problemi con le analisi cliniche? Invia una domanda nel FORUM: è gratis
Risposta entro 24 ore